Matt Schaub

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matt Schaub
Matt Schaub drops back.jpg
Schaub con la maglia dei Texans nel 2010.
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 196 cm
Peso 109 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Quarterback
Squadra Stemma Oakland Raiders Oakland Raiders
Carriera
Giovanili
2000-2003 Stemma Virginia Cavaliers Virginia Cavaliers
Squadre di club
2004-2006 Stemma Atlanta Falcons Atlanta Falcons
2007-2013 Stemma Houston Texans Houston Texans
2014- Stemma Oakland Raiders Oakland Raiders
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 21 marzo 2014

Matthew Rutledge Schaub (Pittsburgh, 25 giugno 1981) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di quarterback per gli Oakland Raiders della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del quarto giro (90° assoluto) del Draft NFL 2004 dagli Atlanta Falcons. Al college ha giocato a football all'Università della Virginia. È stato membro anche degli Houston Texans di cui detiene ogni record nei passaggi.

Carriera universitaria[modifica | modifica sorgente]

Matt iniziò a giocare al college football con i Virginia Cavaliers a partire dal 2000. Nel suo primo anno giocò 3 partite, lanciando per 50 yard con nessun touchdown, un intercetto, 115,0 di passer rating. Nell'anno da sophomore giocò 12 partite, lanciando 1.524 yard con 10 TD, 8 intercetti, 118,8 di passer rating, oltre a 2 TD su corsa.

Nel suo anno da junior giocò 14 partite, lanciando per 2.976 yard con 28 TD (1° della ACC), 7 intercetti, 147,5 di passer rating, oltre a 2 TD su corsa. Vinse la finale del Continental Tire Bowl contro i West Virginia Mountaineers. Nel suo ultimo anno giocò 11 partite, lanciando per 2.952 yard con 18 TD, 10 intercetti, 141.0 di passer rating. oltre a un TD su corsa. Vinse per la seconda volta il Continental Tire Bowl contro i Pittsburgh Panthers.

Premi e riconoscimenti

  • Continental Tire Bowl: 2
2002, 2003
  • ACC Offensive Player of the Year: 1
2002
  • ACC Player of the Year: 1
2002

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

Atlanta Falcons[modifica | modifica sorgente]

Al Draft NFL 2004, Schaub fu scelto al quarto giro dai Falcons. Il 27 luglio firmò un contratto triennale per un totale di 1,365 milioni di dollari. Il debutto nella NFL avvenne il 3 ottobre 2004 in trasferta contro i Carolina Panthers. Dopo 3 anni in cui giocò come riserva di Michael Vick con i Falcons fu ceduto.

Houston Texans[modifica | modifica sorgente]

Schaub (destra) col quarterback dei Tennessee Titans Kerry Collins.

Nel marzo 2007, gli Houston Texans acquisirono Schaub e la 10ª scelta del draft NFL 2007 cedendo l'8ª e la 39ª scelta del draft 2007 e la 48ª scelta del draft NFL 2008. Con la nuova squadra firmò un contratto di 6 anni per un valore totale di 48 milioni di dollari

2007[modifica | modifica sorgente]

In entrambe le prime gare della stagione 2007, Matt passò oltre 220 yard, completò il 71% dei suoi passaggi ed ebbe un passer rating superiore a 100; i Texans vinsero entrambe le partite, la miglior partenza della storia della squadra. Nella settimana 4 partì come titolare contro la sua ex squadra, gli Atlanta Falcons, in cui completò 28 passaggi su 40 per 317 yard, 1 touchdown ma Houston perse la seconda gara della stagione.

Anche se Schaub fu tormentato dagli infortuni nel 2007, lui e la sua riserva Sage Rosenfels portarono la squadra dalle sei vittorie dell'anno precedente a un record di 8-8, il primo bilancio in pareggio dei Texans.

2008[modifica | modifica sorgente]

Schaub ritornò titolare nella stagione 2008. Non giocò bene nelle prime due ma si rifece nella settimana 3 contro i Jacksonville Jaguars anche se i suoi furono sconfitti. Nella settimana 6, Schaub stabilì l'allora record di franchigia passando 379 yard nella vittoria in rimonta contro i Miami Dolphins in cui segnò a tre secondi dal termine il touchdown su corsa decisivo. Schaub aiutò il compagno wide receiver Andre Johnson a guidare la lega a metà stagione sia in ricezione che in yard ricevute. La stagione di Schaub subì un brutto colpo a causa di un infortunio al ginocchio contro i Minnesota Vikings, che lo tenne fuori dai campi di gioco per un mese, rendendo Sage Rosenfels di nuovo titolare.

Contro i Green Bay Packers, Schaub completò 28 passaggi su 42 per 414 yard e 2 touchdown, guidando i Texans a percorrere il campo, permettendo a Kris Brown di segnare il field goal della vittoria. Complessivamente giocò bene nel 2008, portando la squadra a terminare con un bilancio di 8-8 malgrado l'aver perso tutte le prime quattro gare.

2009[modifica | modifica sorgente]

Durante la stagione 2009, Schaub guidò i Texans a un record di 9-7, il primo bilancio vincente della storia della squadra. Guidò la NFL in yard passate (4.770), passaggi completati (396), yard a partita (298) e passaggi tentati (583), finendo quinto in passaggi da touchdown (29), con un passer rating di 98,6. Fu convocato per il suo primo Pro Bowl al posto dell'infortunato Tom Brady, venendo premiato come miglior giocatore della partita.

2010[modifica | modifica sorgente]

La stagione 2010 partì con grandi speranze per i Texans ma a causa di un maggior impiego del gioco sulle corse, Schaub completò solo 9 passaggi su 17 con un touchdown e un intercetto nella vittoria della settimana 1 contro gli Indianapolis Colts. Il quarterback si rifece poche settimane dopo quando passò 497 yard nella vittoria ai supplementari sui Washington Redskins il 19 settembre 2010. Schaub terminò la stagione con 4.370 yard passate, al quarto posto nella lega, ma la squadra terminò con un record di 6-10 e non raggiunse i playoff.

2011[modifica | modifica sorgente]

Nel 2011, i Texans apportarono diversi miglioramenti alla loro difesa e Schaub li guidò alla loro miglior stagione fino a quel momento, aprendo la strada alla prima vittoria del titolo di division e alla prima qualificazione ai playoff della storia della franchigia. Schaub partì come titolare nelle prime dieci partite e, malgrado non fosse la sua miglior stagione dal punto di vista strettamente statistico, portò la squadra a un record di 7-3, la miglior partenza della storia della squadra dopo 10 partite. Nella partita giocata il 13 novembre 2011 a Tampa contro i Tampa Bay Buccaneers, il defensive tackle avversario Albert Haynesworth gli cadde rovinosamente sul piede, causandogli una frattura. A seguito a questo infortunio, Schaub venne messo nella lista infortunati chiudendo in anticipo la stagione regolare. Senza Matt alla guida, Houston ebbe un bilancio di 4-4 (inclusi i playoff).

2012[modifica | modifica sorgente]

Il 9 settembre firmò un'estensione di quattro anni per un totale di 62 milioni di dollari (29,15 milioni garantiti), inclusi 17,5 milioni di bonus alla firma. Nella partita di debutto della stagione 2012, Schaub completò 20 passaggi su 31 tentativi per 266 yard e un touchdown, nella vittoria dei Texans per 30-10 in casa dei Miami Dolphins[1]. Nel turno successivo, i Texans vinsero nuovamente per 27-7 contro i Jacksonville Jaguars: Schaub passò 195 yard senza touchdown e intercetti[2]. Con la vittoria sui Denver Broncos della settimana 3, i Texans partirono per la prima volta nella loro storia con un record di 3-0: Matt passò per 290 yard con quattro touchdown e il primo intercetto subito in stagione[3].

Nella settimana 4 i Texans continuarono la loro marcia da imbattuti superando nettamente i Tennessee Titans: Matt completò 20 passaggi su 28 per 202 yard e due passaggi da touchdown[4]. Nel Monday Night Football del turno successivo i Texans si portarono sul record di 5-0 con il quarterback che passò 209 yard con un touchdown e un intercetto[5].

Nella settimana 6 i Texans subirono la prima netta sconfitta stagionale contro i Packers: Schaub passò per 232 yard e subì 2 intercetti [6][7]. Houston si rifece nel turno successivo dominando i Baltimore Ravens per 43-13: il quarterback passò 256 yard e 2 touchdown, senza subire intercetti[8][9].

Dopo la settimana di pausa, i Texans batterono agevolmente i Buffalo Bills con il quarterback che passò 268 e 2 touchdown[10]. Nella sfida della settimana 10 tra due delle squadre più in forma della lega, i Texans batterono i Chicago Bears salendo a un record di 8-1, il migliore della NFL. Schaub passò 95 yard con un touchdown e 2 intercetti subiti[11].

Schaub durante un allenamento.

Nella settimana 11, i Texans, la squadra col miglior record della lega, vinsero una partita epica contro i Jacksonville Jaguars, ultimi nella NFL con una sola vittoria. Tra continui ribaltamenti di fronte, Houston la spuntò ai supplementari, con Schaub che lanciò la seconda prestazione di tutti i tempi (alla pari con Warren Moon) con ben 527 yard passate e 5 passaggi da touchdown (2 intercetti), compreso un record di franchigia di 43 passaggi completati e il passaggio da touchdown da 48 yard per Andre Johnson che decise la partita all'overtime[12][13]. Per questa prestazione, Matt vinse il premio di miglior quarterback della settimana[14].

Nella gara del Giorno del Ringraziamento Schaub e i Texas giocarono una gara simile alla precedente, vincendo solo ai supplementari contro i Detroit Lions. Matt passò 315 yard con un touchdown e un intercetto subito nei supplementari che quasi costò la sconfitta a Houston[15][16][17].

Con la vittoria nella settimana 13 sui Titans, Houston centrò la seconda qualificazione ai playoff consecutiva. Matt passò 2 touchdown e 207 yard[18]. Nel Monday Night Football successivo Houston perse la seconda gara stagionale contro i Patriots in cui Schaub passò 232 yard e subì un intercetto[19][20].

Nella settimana 15 Houston si assicurò il secondo titolo di division consecutivo battendo i Colts. Matt nella partita passò 261 yard e un touchdown[21]. La domenica successiva i Texans persero la terza gara del 2012 contro i Minnesota Vikings con il quarterback che passò 178 yard[22]. Tre giorni dopo fu convocato per il secondo Pro Bowl in carriera[23].

Nell'ultimo turno di campionato i Texans si giocarono la possibilità di saltare il primo turno di playoff perdendo la terza gara nelle ultime quattro. Contro i Colts, Matt passò 275 yard e subì due intercetti[24].

Il 5 gennaio 2013 Schaub vinse la sua prima gara di playoff in carriera superando agevolmente i Cincinnati Bengals con 262 yard passate e subendo un intercetto[25][26]. La stagione di Houston si arrestò per il secondo anno consecutivo nel divisional round a causa della sconfitta contro i Patriots, con Matt che passò passò 343 yard, due touchdown e subì un intercetto[27].

2013[modifica | modifica sorgente]

Nella prima gara della stagione, i Texans rimontarono uno svantaggio di 21 punti alla metà del terzo quarto sui San Diego Chargers a cui Schaub contribuì con 346 yard passate, 3 touchdown e un intercetto subito[28][29]. Dopo una vittoria nella anche nella settimana 2, i Texans persero due gare consecutive contro i Ravens e i Seattle Seahawks ai supplementari dopo essere stati in vantaggio anche di 17 punti, in una gara in cui Schaub passò 355 yard e 2 TD ma subì anche due intercetti[30][31]. Ancora peggio fece la settimana successiva lanciando tre intercetti (senza touchdown) nella nettissima sconfitta contro i San Francisco 49ers dove fu sostituito nel finale di gara da T.J. Yates[32]. La settimana successiva Schaub partì come titolare ma a causa di un infortunio alla caviglia destra fu sostituto ancora da Yates in corso d'opera[33]. Per questo motivo saltò la gara della settimana 7 contro i Kansas City Chiefs[34]. Dopo la settimana di pausa, Schaub si ristabilì ma i Texans nominarono titolare per la settimana 9 Case Keenum che lo aveva sostituito nell'ultimo turno[35]. Questi continuò a partire titolare e a giocare bene fino alla settimana 11 coi Raiders, quando a sorpresa l'allenatore Kubiak inserì Schaub nel corso del terzo quarto. La mossa fece infuriare i tifosi e non servì tuttavia a vincere la gara poiché nel finale su una situazione di quarto down, il suo passaggio per Andre Johnson fu deviato[36]. Successivamente a questa azione, Schaub e Johnson furono colti dalle telecamere in un infuocato diverbio sulla linea laterale.

Nella settimana 13, Schaub rilevò Keenum nel terzo quarto e portò quasi alla rimonta la squadra in svantaggio contro i Jaguars, ma i suoi sforzi furono vanificati da un intercetto subito nei due minuti finali[37][38]. L'undicesima sconfitta consecutiva costò la panchina all'allenatore Kubiak e il nuovo allenatore ad interim Wade Phillips confermò Keenum titolare per il resto della stagione, salvo che questi nella settimana 15 subì un infortunio a un pollice che portò Matt ad essere nuovamente nominato titolare nella penultima gara del 2013 contro i Broncos[39], in cui subì due intercetti e Houston perse la tredicesima gara consecutiva[40]. La disastrosa stagione di Houston si chiuse col peggior record della NFL (2-14) e una sconfitta in casa dei Titans in cui Schaub passò 229 yard e subì 2 intercetti[41].

Oakland Raiders[modifica | modifica sorgente]

Il 21 marzo 2014, Schaub fu scambiato con gli Oakland Raiders per la 165a scelta del Draft NFL 2014[42]. Inizialmente, era previsto che Schaub iniziasse la stagione come titolare, davanti al quarterback rookie Derek Carr, ma dopo un'ottima pre-stagione di quest'ultimo e complice un problema al gomito per il veterano, Carr fu nominato titolare per la prima gara della stagione[43]. L'allenatore Dennis Allen precisò inoltre che la scelta di Carr sarebbe stata definitiva di lì in avanti[44].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2009
2009, 2012
11ª del 2012

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Anno Squadra P PT Comp Ten  % Yard Media TD Int Sack Y perse Rat
2004 Stemma Atlanta Falcons Atlanta Falcons 6 1 33 70 47,1 330 4.7 1 4 4 14 42,0
2005 Stemma Atlanta Falcons Atlanta Falcons 16 1 33 64 51,6 495 7,7 4 0 6 27 98,1
2006 Stemma Atlanta Falcons Atlanta Falcons 16 0 18 27 66,7 208 7,7 1 2 2 8 71,2
2007 Stemma Houston Texans Houston Texans 11 11 192 289 66,4 2.241 7,8 9 9 16 126 87,2
2008 Stemma Houston Texans Houston Texans 11 11 251 380 66,1 3,043 8,0 15 10 23 149 92,7
2009 Stemma Houston Texans Houston Texans 16 16 396 583 67,9 4.770 8,2 29 15 25 149 98,6
2010 Stemma Houston Texans Houston Texans 16 16 365 574 63,6 4.370 7,6 24 12 32 226 92,0
2011 Stemma Houston Texans Houston Texans 10 10 178 292 61,0 2.479 8.5 15 6 16 98 96,8
2012 Stemma Houston Texans Houston Texans 16 16 350 544 64.3 4,008 7.4 22 12 27 216 90.7
2013 Stemma Houston Texans Houston Texans 10 8 219 358 61.2 2,310 6.5 10 14 21 162 73.0
TOTALE 128 90 2,035 3,181 64.0 24,254 7.6 130 84 172 1,175 89.8

Record di franchigia degli Houston Texans[modifica | modifica sorgente]

  • Maggior numero di gare giocate da un quarterback – 90 (2007-2013)
  • Maggior numero di vittorie in carriera - 46 (2007-2013)
  • Maggior numero di passaggi completati in carriera - 1.951 (2007-2013)
  • Maggior numero di passaggi completati in una stagione - 396 (2009)
  • Maggior numero di passaggi completati in una singola partita - 43 (18/11/2012 vs. Jacksonville Jaguars)
  • Maggior numero di passaggi tentati in carriera - 3,020 (2007-2013)
  • Maggior numero di passaggi tentati in una stagione - 583 (2009)
  • Maggior numero di passaggi tentati in una partita - 62 (13/12/10 vs. Baltimore Ravens)
  • Più alta percentuale di completamento dei passaggi in carriera - 64,6 (2007-2013)
  • Maggior numero di yard passate in carriera - 23,221 (2007-2013)[45]
  • Maggior numero di yard passate in una stagione - 4.770 (2009)[45]
  • Maggior numero di yard passate in una partita - 527 (18/11/2012 vs. Jacksonville Jaguars)
  • Maggior numero di stagioni con 4.000 yard passate – 3
  • Maggior numero di stagioni con 3.000 yard passate – 4
  • Maggior numero di stagioni consecutive con 4.000 yard passate – 2 (2009-2010)
  • Maggior numero di stagioni consecutive con 3.000 yard passate – 3 (2008-2010)
  • Maggior numero di partite da 400 yard passate – 4
  • Maggior numero di partite da 300 yard passate – 27
  • Maggior numero di partite da 300 yard passate in una stagione – 9 (2009)
  • Maggior numero di partite consecutive con 300 yard passate - 4 (2010)
  • Maggior numero di touchdown passati in carriera - 124 (2007-2013)[45]
  • Maggior numero di touchdown passati in una stagione - 29 (2009)[45]
  • Maggior numero di touchdown passati in una partita - 5 (11/18/2012 vs. Jacksonville Jaguars)
  • Maggior numero di intercetti in carriera - 78 (2007-2013)
  • Maggior numero di intercetti in una stagione - 15 (2009) (alla pari con David Carr)
  • Maggior numero di gare consecutive con un intercetto ritornato in touchdown - 4 (2013)
  • Miglior passer rating in carriera - 90,9 (2007-2013)
  • Miglior passer rating in una stagione - 98,6 (2009)
  • Maggior numero di rimonte nel quarto periodo - 11 (2007-2013)[45]
  • Maggior numero di rimonte nel quarto periodo in una stagione - 2 (5 volte) (alla pari con David Carr)
  • Maggior numero di drive vincenti in carriera - 14 (2007-2013)
  • Maggior numero di drive vincenti in una stagione - 4 (2009)[45]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Game center: Houston 30 Miami 10, NFL.com, 9 settembre 2012. URL consultato il 10 settembre 2012.
  2. ^ (EN) Game Center: Houston 27 Jacksonville 7, NFL.com, 16 settembre 2012. URL consultato il 17 settembre 2012.
  3. ^ (EN) Game Center: Houston 31 Denver 25, NFL.com, 23 settembre 2012. URL consultato il 24 settembre 2012.
  4. ^ (EN) Game Center: Tennessee 14 Houston 38, NFL.com, 30 settembre 2012. URL consultato il 1º ottobre 2012.
  5. ^ (EN) Game Center: Houston 23 New York 17, NFL.com, 8 ottobre 2012. URL consultato il 9 ottobre 2012.
  6. ^ (EN) Game Center: Green Bay 42 Houston 24, NFL.com, 14 ottobre 2012. URL consultato il 15 ottobre 2012.
  7. ^ NFL: Rodgers costringe alla resa i Texans, Falcons ancora imbattuti, Eat Sport, 15 ottobre 2012. URL consultato il 16 ottobre 2012.
  8. ^ (EN) Game Center: Baltimore 13 Houston 43, NFL.com, 21 ottobre 2012. URL consultato il 21 ottobre 2012.
  9. ^ NFL – Rodgers fa il fenomeno e annienta i Rams, Chris Johnson trascina i Titans contro Buffalo, Eat Sport, 22 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  10. ^ (EN) Game Center Buffalo 9 Houston 21, NFL.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  11. ^ (EN) Game Center: Houston 13 Chicago 6, NFL.com, 11 novembre 2012. URL consultato il 12 novembre 2012.
  12. ^ (EN) Game Center: Jacksonville 37 Houston 43, NFL.com, 18 novembre 2012. URL consultato il 19 novembre 2012.
  13. ^ NFL 2012 Week 11 - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 20 novembre 2012. URL consultato il 21 novembre 2012.
  14. ^ (EN) Matt Schaub and Doug Martin Are FedEx Air&Ground Players of the Week, NFL.com, 23 novembre 2012. URL consultato il 24 novembre 2012.
  15. ^ (EN) Game Center: Houston 34 Detroit 31, NFL.com, 22 novembre 2012. URL consultato il 23 novembre 2012.
  16. ^ NFL – Texans all’Overtime, Patriots a valanga sui Jets, Redskins battono i Cowboys, Eat Sport, 23 novembre 2012. URL consultato il 23 novembre 2012.
  17. ^ Houston e Atlanta 10 e lode, Giants: lezione ai Packers, Yahoo Sport, 27 novembre 2012. URL consultato il 2 dicembre 2012.
  18. ^ (EN) Game Center: Houston 24 Tennessee 10, NFL.com, 2 dicembre 2012. URL consultato il 4 dicembre 2012.
  19. ^ (EN) Game Center: Hostoun 14 New England 42, NFL.com, 9 dicembre 2012. URL consultato l'11 dicembre 2012.
  20. ^ Tom Brady demolisce gli Houston Texans, Eat Sport, 11 dicembre 2012. URL consultato l'11 dicembre 2012.
  21. ^ (EN) Game Center: Indianapolis 17 Houston 29, NFL.com, 16 dicembre 2012. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  22. ^ (EN) Game Center: Minnesota 23 Houston 6, NFL.com, 23 dicembre 2012. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  23. ^ (EN) 2013 Pro Bowl rosters, NFL.com, 26 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  24. ^ (EN) Game Center: Houston 16 Indianapolis 28, NFL.com, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  25. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 13 Houston 19, NFL.com, 5 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  26. ^ NFL Playoff 2012 - Wild Card Round - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 6 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  27. ^ (EN) Brady sets wins mark as Patriots dominate Texans, NFL.com, 13 gennaio 2013. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  28. ^ (EN) Game Center: Houston 31 San Diego 28, NFL.com, 10 settembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2013.
  29. ^ Nfl, Texans: rimonta da film su San Diego. Gli Eagles oscurano i Redskins, La Gazzetta dello Sport, 10 settembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2013.
  30. ^ (EN) Game Center: Seattle 23 Houston 20, NFL.com, 29 settembre 2013. URL consultato il 30 settembre 2013.
  31. ^ Nfl, Manning al top, Flacco flop; che colpi Detroit e Seattle, La Gazzetta dello Sport, 30 settembre 2013. URL consultato il 30 settembre 2013.
  32. ^ (EN) Game Center: Houston 3 San Francisco 34, NFL.com, 6 ottobre 2013. URL consultato il 7 ottobre.
  33. ^ (EN) Game Center: St. Louis 38 Houston 13, NFL.com, 13 ottobre 2013. URL consultato il 14 ottobre 2013.
  34. ^ (EN) Case Keenum will start for Houston Texans in Week 7, NFL.com, 17 ottobre 2013. URL consultato il 17 ottobre.
  35. ^ (EN) Schaub healthy, but Texans to start Case Keenum, NFL.com, 28 ottobre 2013. URL consultato il 28 ottobre 2013.
  36. ^ (EN) Game Center: Oakland 28 Houston 23, NFL.com, 17 novembre 2013. URL consultato il 18 novembre 2013.
  37. ^ (EN) Game Center: Houston 20 Jacksonville 27, NFL.com, 6 dicembre 2013. URL consultato il 6 dicembre 2013.
  38. ^ Nfl, Jacksonville punisce Houston. Jones-Drew è decisivo, La Gazzetta dello Sport, 6 dicembre 2013. URL consultato il 7 dicembre 2013.
  39. ^ (EN) Case Keenum (thumb) out; Matt Schaub to start for Texans, NFL.com, 18 dicembre 2013. URL consultato il 18 dicembre 2013.
  40. ^ (EN) Game Center: Denver 37 Houston 13, NFL.com, 22 dicembre 2013. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  41. ^ (EN) Game Center: Houston 10 Tennessee 10, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 30 dicembre 2013.
  42. ^ (EN) Matt Schaub traded from Texans to Oakland Raiders, NFL.com, 21 marzo 2014. URL consultato il 21 marzo 2014.
  43. ^ (EN) Derek Carr starting over Matt Schaub for Raiders, NFL.com, 1º settembre 2014. URL consultato il 2 settembre 2014.
  44. ^ (EN) "Dennis Allen: Raiders QB Derek Carr will start over Matt Schaub in opener, CBS Sports, 1º settembre 2014. URL consultato il 2 settembre 2014.
  45. ^ a b c d e f Houston Texans Team Encyclopedia, Pro-Football-Reference.com. URL consultato il 21 marzo 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]