National Football League 2006

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stagione NFL 2006
Logo NFL
Stagione regolare
Sport American football pictogram.svg Football americano
Competizione National Football League
Edizione 87ª
Inizio 7 settembre 2006
Fine 31 dicembre 2006
Play-off
Inizio 6 gennaio 2007
Campione AFC Indianapolis Colts
Campione NFC Chicago Bears
Super Bowl XLI
Data 4 febbraio 2007
Stadio Dolphin Stadium
Campione NFL Indianapolis Colts
Pro Bowl 2007
Data 10 febbraio 2007
Stadio Aloha Stadium
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2005 2007 Right arrow.svg

La stagione NFL 2006 fu la 87ª stagione sportiva della National Football League, la massima lega professionistica statunitense di football americano. La finale del campionato, il Super Bowl XLI, si disputò il 4 febbraio 2007 nel Dolphin Stadium di Miami, in Florida, tra i Chicago Bears e gli Indianapolis Colts e vide prevalere questi ultimi per 17 a 14. La stagione iniziò il 7 settembre 2006 e si concluse il 10 febbraio 2007 con il Pro Bowl 2007 di Honolulu.

Modifiche alle regole[modifica | modifica sorgente]

Durante la stagione vennero introdotte le seguenti modifiche al regolamento:

  • Vennero regolamentati i festeggiamenti dopo un touchdown, vennero vietati i festeggiamenti con i giocatori stesi a terra. Rimasero consentiti i salti, i balli (purché non prolungati), il gettare il pallone per terra o il lanciarlo tra i pali della porta[1].
  • Venne vietato ai difensori di colpire volontariamente chi effettua un lancio dalle ginocchia in giù. Tale regola venne adottata in seguito agli infortuni ai quarterback Carson Palmer, Ben Roethlisberger e Brian Griese verificatisi nella stagione precedente.
  • Venne aggiunta tra le situazioni soggette a instant replay anche quella di down-by-contact per determinare se una palla persa da un giocatore potesse o meno essere considerata un fumble. In precedenza la decisione presa dagli arbitri non era soggetta a verifica.
  • Venne ampliata la regola adottata nella stagione precedente detta horse-collar tackle (espressione con cui si indica un placcaggio effettuato prendendo l'avversario da dietro per il collo della maglia). Venne vietato qualunque placcaggio effettuato aggrappandosi all'inteno della maglia.
  • Venne vietato ai difensori di allinearsi direttamente davanti al long snapper durante le azioni di punt, field goal o extra point. Tale regola venne adottata come misura precauzionale per ridurre possibili infortuni.

Stagione regolare[modifica | modifica sorgente]

La stagione regolare iniziò il 7 settembre e terminò il 31 dicembre 2006, si svolse in 17 giornate durante le quali ogni squadra disputò 16 partite secondo le regole del calendario della NFL.

Gli accoppiamenti Intraconference e Interconference tra Division furono i seguenti

Intraconference Interconference

Risultati della stagione regolare[modifica | modifica sorgente]

  • V = Vittorie, S = Sconfitte, P = Pareggi, PCT = Percentuale di vittorie, PF = Punti Fatti, PS = Punti Subiti
  • La qualificazione ai play-off è indicata in verde (tra parentesi il seed)
AFC East
Squadra V S P PCT PF PS
(4) New England Patriots 12 4 0 750 385 237
(5) New York Jets 10 6 0 625 316 295
Buffalo Bills 7 9 0 438 300 311
Miami Dolphins 6 10 0 375 260 283
NFC East
Squadra V S P PCT PF PS
(3) Philadelphia Eagles 10 6 0 625 398 328
(5) Dallas Cowboys 9 7 0 563 425 350
(6) New York Giants[2] 8 8 0 500 355 362
Washington Redskins 5 11 0 313 307 376
AFC North
Squadra V S P PCT PF PS
(2) Baltimore Ravens 13 3 0 813 353 201
Cincinnati Bengals[3] 8 8 0 500 373 331
Pittsburgh Steelers 8 8 0 500 353 315
Cleveland Browns 4 12 0 250 238 356
NFC North
Squadra V S P PCT PF PS
(1) Chicago Bears 13 3 0 813 427 255
Green Bay Packers 8 8 0 500 301 366
Minnesota Vikings 6 10 0 375 282 327
Detroit Lions 3 13 0 188 305 398
AFC South
Squadra V S P PCT PF PS
(3) Indianapolis Colts[4] 12 4 0 750 427 360
Tennessee Titans[5] 8 8 0 500 324 400
Jacksonville Jaguars 8 8 0 500 371 274
Houston Texans 6 10 0 375 267 366
NFC South
Squadra V S P PCT PF PS
(2) New Orleans Saints[6] 10 6 0 625 413 322
Carolina Panthers 8 8 0 500 270 305
Atlanta Falcons 7 9 0 438 292 328
Tampa Bay Buccaneers 4 12 0 250 211 353
AFC West
Squadra V S P PCT PF PS
(1) San Diego Chargers 14 2 0 875 492 303
(6) Kansas City Chiefs[7] 9 7 0 563 331 315
Denver Broncos 9 7 0 563 319 305
Oakland Raiders 2 14 0 125 168 332
NFC West
Squadra V S P PCT PF PS
(4) Seattle Seahawks 9 7 0 563 335 341
Saint Louis Rams 8 8 0 500 367 381
San Francisco 49ers 7 9 0 438 298 412
Arizona Cardinals 5 11 0 313 314 389

Play-off[modifica | modifica sorgente]

I play-off iniziarono con il Wild Card Weekend il 6 e 7 gennaio 2007. I Divisional Playoff si giocarono il 13 e 14 gennaio e i Conference Championship Game il 21 gennaio. Il Super Bowl XLI si giocò il 4 febbraio nel Dolphin Stadium di Miami.

Seeding[modifica | modifica sorgente]

Seed American Football Conference National Football Conference
1 San Diego Chargers (vincitori AFC West) Chicago Bears (vincitori NFC North)
2 Baltimore Ravens (vincitori AFC North) New Orleans Saints (vincitori NFC South)
3 Indianapolis Colts (vincitori AFC South) Philadelphia Eagles (vincitori NFC East)
4 New England Patriots (vincitori AFC East) Seattle Seahawks (vincitori NFC West)
5 New York Jets Dallas Cowboys
6 Kansas City Chiefs New York Giants

Incontri[modifica | modifica sorgente]

Wild Card Game Divisional Play-off Conference Championship Super Bowl XLI
                                   
7 gennaio - Gillette Stadium   14 gennaio - Qualcomm Stadium          
 5  N.Y. Jets  16
 4  New England  24
 4  New England  37     21 gennaio - RCA Dome
 1  San Diego  21  
6 gennaio - RCA Dome  4  New England  34
13 gennaio - M&T Bank Stadium
   3  Indianapolis  38  
 6  Kansas City  8
 3  Indianapolis  15
 3  Indianapolis  23   4 febbraio - Dolphin Stadium
 2  Baltimore  6  
 
7 gennaio - Lincoln Financial Field  A3  Indianapolis  29
13 gennaio - Louisiana Superdome
   N1  Chicago  17
 6  N.Y. Giants  20
 3  Philadelphia  24
 3  Philadelphia  23     21 gennaio - Soldier Field
 2  New Orleans  27  
6 gennaio - Qwest Field  2  New Orleans  14
14 gennaio - Soldier Field
   1  Chicago  39  
 5  Dallas  20
 4  Seattle  24
 4  Seattle  21  
 1  Chicago  27[8]  

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Expert: Simple celebration rule - stay on your feet - NFL - MSNBC.com
  2. ^ I Giants ottennero la qualificazione ai play-off in base alla miglior scarto nelle vittorie rispetto a Green Bay (0.422 contro 0.383), mentre Carolina e Saint Louis vennero eliminate per un peggior risultato nella Conference (7-5 dei Giants e Green Bay contro 6-6 di Carolina e Saint Louis).
  3. ^ Cincinnati finì davanti a Pittsburgh in base ai risultati nella Division (4-2 contro 3-3 di Pittsburgh).
  4. ^ Indianapolis ottenne il seed 3 in base al risultato dello scontro diretto contro New England.
  5. ^ Tennessee finì davanti a Jacksonville in base ai risultati nella Division (4-2 contro 2-4 di Jacksonville).
  6. ^ New Orleans ottenne il seed 2 in base allo scontro diretto su Philadelphia.
  7. ^ Kansas City finì davanti a Denver in base ai risultati nella Division (4-2 contro 3-3 di Denver).
  8. ^ vittoria ai templi supplementari

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]