Cincinnati Bengals

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cincinnati Bengals
Football americano American football pictogram.svg
Campioni in carica della AFC North Division
Cincinnati Bengals logo.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Helmet
Left arm Body Right arm
Trousers
Socks
Casa
Helmet
Left arm Body Right arm
Trousers
Socks
Trasferta
Helmet
Left arm Body Right arm
Trousers
Socks
Terza divisa
Colori sociali               
Nero, Arancione, Bianco
Mascotte Bengal tiger (Who Dey)
Dati societari
Città Flag of Cincinnati, Ohio.svg Cincinnati (OH)
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Lega Stati Uniti National Football League
Conference AFC
Division AFC North
Fondazione 1968
Denominazione Cincinnati Bengals (1968–presente)
Presidente Stati Uniti Mike Brown
Proprietario Stati Uniti Mike Brown
Capo-allenatore Stati Uniti Marvin Lewis
Stadio Paul Brown Stadium
(65535 posti)
Sito web www.bengals.com
Palmarès
American Football Conference logo.svgAmerican Football Conference logo.svg
Titoli AFC 2
Titoli divisionali 8
Apparizioni ai playoff 12

I Cincinnati Bengals sono una squadra professionistica di football americano della NFL con sede a Cincinnati nell'Ohio. Competono nella North Division della American Football Conference. Fondati nel 1968 da Paul Brown hanno avuto il periodo più di successo della loro storia negli anni ottanta in cui raggiunsero due Super Bowl. Dopo periodi molto bui negli anni novanta e duemila, la franchigia è tornata ad assumere rilevanza negli anni recenti. I Bengals sono allenati da Marvin Lewis e disputano le loro gare casalinghe al Paul Brown Stadium. I loro colori sono l'arancione e il nero e hanno rivalità di rilievo con Baltimore Ravens, Pittsburgh Steelers e Cleveland Browns.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Storia dei Cincinnati Bengals.

I Cincinnati Bengals nascono nel 1966, per volere di Paul Brown, grande coach e personaggio importantissimo per lo sviluppo della NFL, con lo scopo di dare allo Stato dell’Ohio una seconda franchigia che andasse ad affiancare i Cleveland Browns. Dopo due anni trascorsi nel Nippert Stadium i Bengals si spostano nel Riverfront Stadium, dove restano per 29 anni.

Negli anni ‘80 la franchigia di Cincinnati vede arrivare i suoi migliori successi, grazie alle due partecipazioni al Super Bowl, nel 1982 e nel 1988, perse, però, entrambe contro i San Francisco 49ers. Giocatori rappresentativi di quegli anni furono i quarterback Ken Anderson e Boomer Esiason e l'offensive tackle Anthony Muñoz.

Dopo la morte di Paul Brown avvenuta nel 1990, la squadra passa nelle mani del figlio, Mike Brown, ed è proprio sotto la direzione di quest'ultimo che si registra il periodo peggiore nella storia dei Bengals: 14 anni consecutivi senza una stagione con un bilancio positivo. Il cambiamento arriva quando, nel 2003, Mike Brown assume Marvin Lewis come coach, il quale porta la squadra ai playoff, nel 2005, dopo quindici anni, grazie anche alle giocate del quarterback Carson Palmer. Nel frattempo, nel 2000, viene costruito il Paul Brown Stadium intitolato al fondatore della franchigia.

Nel 2010 la squadra termina con un record di 4-12 ma grazie alle scelte nel Draft di giocatori come A.J. Green e il quarterback Andy Dalton, si risolleva centrando i playoff in tutte le tre stagioni successive, un fatto senza precedenti per la franchigia, venendo però sempre eliminata al primo turno[1][2].

Stagione per stagione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stagioni dei Cincinnati Bengals.

Giocatori importanti[modifica | modifica sorgente]

Membri della Pro Football Hall of Fame[modifica | modifica sorgente]

Fino alla classe 2014, tre giocatori e un membro dello staff sono stati indotti nella Pro Football Hall of Fame.

Hall of Famer dei Cincinnati Bengals
Anno N. Ruolo Nome
1967 -- All. e co-fondatore Paul Brown
1996 18 WR Charlie Joiner
1998 78 OT Anthony Muñoz
2010 44 Coord. dif., All. e DB Dick LeBeau

Numeri ritirati[modifica | modifica sorgente]

Numeri ritirati dai Cincinnati Bengals
Giocatore Ruolo Stagioni
54 Bob Johnson
(n. ritirato nel 1978)[3]
C 1968–79

La squadra[modifica | modifica sorgente]

Lo staff[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Rivers outduels Dalton as Chargers best Bengals, NFL.com, 5 gennaio 2014. URL consultato il 6 gennaio 2014.
  2. ^ San Francisco gela Green Bay. San Diego in grande spolvero a Cincinnati, La Gazzetta dello Sport, 6 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2014.
  3. ^ "Only One Retired Number", Time.com, 4 febbraio 2011

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sport