Mike Michalske

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mike Michalske
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Offensive guard
Ritirato 1937
Hall of Fame Pro Football Hall of Fame (1964)
Carriera
Giovanili
Stemma Penn State Nittany Lions Penn State Nittany Lions
Squadre di club
1926 - 1928 New York Yankees (NFL) New York Yankees
1929 - 1935, 1937 Stemma Green Bay Packers Green Bay Packers
Statistiche aggiornate al 03/11/2012

August Mike Michalske (Cleveland, 24 aprile 190326 ottobre 1983) è stato un giocatore di football americano statunitense che ha giocato nel ruolo di offensive guard per dieci stagioni nella National Football League (NFL). È stato indotto nella Pro Football Hall of Fame nel 1964.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente membro dei New York Yankees della breve vita nella National Football League dal 1927 al 1928, Michalske arrivò a Green Bay nel 1929 in quella che fu la prima delle sue nove stagioni nella squadra. Premiato come All-America nel ruolo di fullback durante i suoi anni alla Pennsylvania State University, Michalske convinse l'allenatore dei Packers Curly Lambeau a provarlo nella linea offensive, dove divenne la prima grande guardia del football professionistico, conosciuto per la sua combinazione di velocità, agilità e potenza.

Prima guardia ad essere introdotta nella Pro Football Hall of Fame[1], Michalske fu un bloccatore chiave dei Packers che vinsero tre campionati consecutivi nel 1929, 1930 e 1931, aprendo buchi per Johnny "Blood" McNally e Bob Monnett. Michalske giocò anche nella linea difensiva e su soprannominato "Iron Mike" perché, malgrado giocasse 60 minuti a gara, saltò solo 9 delle 104 gare della sua carriera coi Packers, 5 delle quali nell'ultima stagione. Inoltre, per tutta la carriera giocò con una vertebra addominale non riparata congenita.

Michalske fu inserito 6 volte unanimemente nella prima formazione ideale della stagione All-Pro dal 1927 al 1931 e nel 1935. Durante la sua carriera indossò coi Packers nove diversi numeri di maglia, il massimo per qualsiasi giocatore nella storia della franchigia: 19 (1932), 24 (1934), 28 (1931), 30 (1932), 31 (1933), 33 (1935), 36 (1929–30, 37), 40 (1935) e 63 (1934).

Vittorie e premi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 121

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Member Profile, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 3 novembre 2012.
  • Don R. Smith: Pro Football Hall of Fame All-Time Greats. Octopus Books, London 1988, ISBN 0-7064-3221-5, S. 62.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]