Walt Kiesling

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Walt Kiesling
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Defensive tackle, Allenatore
Ritirato 1938
Hall of Fame Pro Football Hall of Fame (1966)
Carriera
Giovanili
University of St. Thomas
Squadre di club
1926 - 1927 Duluth Eskimos Duluth Eskimos
1928 Pottsville Maroons Pottsville Maroons
1929 - 1933 Stemma Chicago Cardinals Chicago Cardinals
1934 Stemma Chicago Bears Chicago Bears
1935 - 1936 Stemma Green Bay Packers Green Bay Packers
1937 - 1938 Stemma Pittsburgh Pirates Pittsburgh Pirates
Carriera da allenatore
1939 - 1940 Stemma Pittsburgh Pirates Pittsburgh Pirates
1941 - 1944, 1954 - 1956 Stemma Pittsburgh Steelers Pittsburgh Steelers
 

Walter Andrew Kiesling (St. Paul, 27 maggio 19032 marzo 1962) è stato un allenatore di football americano e giocatore di football americano statunitense nella National Football League (FL) che è stato indotto nella Pro Football Hall of Fame nel 1966[1].

Carriera da giocatore[modifica | modifica sorgente]

Nativo di St. Paul, Minnesota, Kiesling giocò sia nella linea offensiva che in quella difensiva alla University of St. Thomas (Minnesota). Come professionista giocò con Duluth Eskimos, Pottsville Maroons, Chicago Cardinals, Chicago Bears, Green Bay Packers e Pittsburgh Steelers. Il suo unico titolo lo vinse nel 1936 coi Packers guidati da Curly Lambeau.

Carriera da allenatore[modifica | modifica sorgente]

La carriera di allenatore di Kiesling nella National Football League fu trascorsa esclusivamente con gli Steelers. Fu capo-allenatore per la maggior parte della stagioni dal 1939 al 1944 e facendovi ritorno dal 1954 al 1956. Nel 1943 e 1944 divise i suoi compiti di allenatore: con Greasy Neale quando gli Steelers si fusero temporaneamente coi Philadelphia Eagles a causa della scarsità di giocatori per il secondo conflitto mondiale (diventando gli "Steagles") nel '43 e poi con Phil Handler quando gli Steelers si fusero coi Chicago Cardinals la stagione seguente.

Il record complessivo di Kiesling a Pittsburgh fu di 30-55-5. Egli mantenne la franchigia competitiva ma concluse solo due stagioni con un record vincente.

Forse il più grande abbaglio della storia degli Steelers è attribuito a Kiesling quando come capo-allenatore mise in panchina il giovane nativo di Pittsburgh Johnny Unitas per l'intero training camp prima di tagliarlo, permettendo ai Baltimore Colts di assicurarsene i diritti. Ad ogni modo, Kiesling aveva una la reputazione di un allenatore dalle tecniche e strategie antiquate e dalla personalità intrattabile che allontanarono molti giocatori di talento. Questo fu particolarmente evidente nel periodo delle fusioni tra Eagles-Steelers e Cardinals-Steelers, con talenti del college e veterani tornati in campo che trovarono i suoi metodi intollerabili.

Vittorie e premi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Partite totali 125
Aggiornato = 09/11/2012

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Member Profile, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 9 novembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]