Champ Bailey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Champ Bailey
Champ Bailey 2010.JPG
Bailey nel 2010.
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 183 cm
Peso 87 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Cornerback
Squadra Free agent
Carriera
Giovanili
1996-1998 Stemma Georgia Bulldogs Georgia Bulldogs
Squadre di club
1999-2003 Stemma Washington Redskins Wash. Redskins
2004-2013 Stemma Denver Broncos Denver Broncos
2014 Stemma New Orleans Saints New Orleans Saints
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 12
All-Pro 7
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 1º settembre 2014

Roland "Champ" Bailey (Folkston, 22 giugno 1978) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di cornerback nella National Football League (NFL) e dal 2014 è free agent. Fu scelto dai Washington Redskins nel corso del primo giro (7° assoluto) del Draft NFL 1999. Al college ha giocato a football all'Università della Georgia.

Bailey è al primo posto tra i giocatori dei Denver Broncos per intercetti in carriera. È stato convocato per dodici Pro Bowl (il massimo per un cornerback nella storia della NFL) ed è largamente considerato uno dei migliori difensori sui passaggi della storia della lega[1].

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Washington Redskins[modifica | modifica wikitesto]

Bailey fu scelto come settimo assoluto nel Draft 1999 dai Redskins[2][3][4]. Il firmò con la franchigia un quadriennale da 12 milioni di dollari, compresi 2 milioni di bonus alla firma. Bailey si impose presto come uno dei migliori defensive back della lega[5]. Egli fu una solida presenza nell'incostente difesa dei Redskins beneficiando del tempo speso con due cornerback in seguito inseriti nella Pro Football Hall of Fame come Deion Sanders e Darrell Green. Dopo la stagione 2003, il contratto di Bailey coi Redskins scadette ed egli minacciò di boicottare il training camp se la squadra avesse deciso di esercitare la franchise tag[6]. Con una sorprendente mossa, i Redskins diedero al quattro volte Pro Bowler il permesso di cercare una squadra per uno scambio[7].

Denver Broncos[modifica | modifica wikitesto]

Prima della stagione 2004, Bailey fu scambiato coi Denver Broncos, oltre a una scelta del secondo giro (che si rivelò essere Tatum Bell), in cambio di Clinton Portis. Dopo l'affare, Champ firmò un contratto di sette anni per un valore di 63 milioni di dollari.

Il 12 settembre 2004, durante il primo Sunday Night Football della stagione, Bailey intercettò il primo passaggio con la sua nuova squadra.

Il 14 gennaio 2006, nella gara dei divisional playoff contro i New England Patriots, Bailey superò il record per la più lunga giocata nella storia della NFL non conclusasi con una marcatura. Coi Patriots vicini alla goal line, Bailey intercettò un passaggio del quarterback Tom Brady nella end zone e lo ritornò per 100 yard sulla linea delle 1 yard di New England prima di subire un tackle da Benjamin Watson di England, un altro ex giocatore dei Georgia Bulldogs.

Nel 2006, Bailey mise a segno dieci intercetti guidando la NFL (alla pari con Asante Samuel). Bailey inoltre non concesse alcun touchdown durante la stagione. Bailey, il running back dei San Diego Chargers LaDainian Tomlinson e il defensive end dei Miami Dolphins Jason Taylor furono le uniche scelte unanimi ad essere inserire nella formazione ideale della stagione nel 2006. Ron Jaworski, durante un pre-partita di un Monday Night Football pre-stagionale contro i San Francisco 49ers, affermò che gli avversari diretti avevano ricevuto solo quattro passaggi in tutta la stagione, nessuno dei quali per un touchdown.

Nel 2009, Bailey non concesse nuovamente alcun touchdown in 80 passaggi nella sua zona quell'anno, giocando nel 98 per cento degli snaps e rimanendo uno dei migliori cornerback della lega[8].

Il 15 settembre 2009, Bailey fu inserito nella formazione ideale del 50º anniversario dei Denver Broncos dalla comunità di Denver. I giocati selezionati, compreso Bailey, furono onorati durante la pausa alla fine del primo tempo nella partita contro i New England Patriots dell'11 ottobre[9].

Nel 2010, Champ Bailey lottò sul campo con alcuni dei migliori ricevitori della lega. Bailey tenne Dwayne Bowe a zero ricezioni su due passaggi tentati nella sua direzione. Gli Arizona Cardinals completarono solamente 3 passaggi diretti verso la sua zona per 19 yards in una gara dove se la dovette vedere con Larry Fitzgerald. A fine anno, Bailey fu convocato per il suo decimo Pro Bowl: nessun cornerback nella storia della NFL ottenne tante convocazioni.

Il 22 febbraio 2011, il vicepresidente esecutivo dei Denver Broncos John Elway annunciò che Bailey aveva firmato un nuovo contratto quadriennale[10].

Nel 2011, Bailey concesse un solo passaggio da touchdown, da Matthew Stafford a Calvin Johnson durante la sconfitta della settimana 8 contro i Detroit Lions. Nella due gara di playoff stagionali dei Broncos quell'anno, Bailey concesse solo una ricezione da 2 yard a Mike Wallace e nessuna ricezione nella sconfitta contro i Patriots. Fu selezionato per il suo undicesimo Pro Bowl, estendendo la striscia record per un cornerback. Solo altri cinque giocatori nella storia della lega hanno ricevuto tante convocazioni per la manifestazione. A fine stagione, Bailey fu votato al 46º posto nella NFL Top 100, l'annuale classifica dei migliori cento giocatori della stagione[11].

Nella vittoria della settimana 9 del 2012 sui Bengals, Champ mise a segno il primo intercetto stagionale ai danni di Andy Dalton [12]. Il secondo fu nella settimana 14 su Carson Palmer dei Raiders[13][14]. Il 26 dicembre fu convocato per il dodicesimo Pro Bowl in carriera[15]. Il 12 gennaio 2013 fu inserito nel Second-team All-Pro[16]. A fine anno fu classificato al numero 53 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[17].

Nella stagione 2013, Bailey disputò solamente 5 partite a causa di un infortunio al piede e per la prima volta in carriera non fece registrare alcun intercetto. I Broncos terminarono con un record di 13-3, il migliore della AFC e nei playoff batterono Chargers e Patriots. Bailey si qualificò così per il primo Super Bowl della sua illustre carriera. Nel Super Bowl XLVIII contro i Seattle Seahawks, i Broncos furono surclassati dagli avversari per 43-8, il Super Bowl col risultato più a senso unico degli ultimi vent'anni[18][19]. Champ concluse la gara con 4 tackle. Il 6 marzo 2014 fu svincolato dai Broncos[20].

New Orleans Saints[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 aprile 2014, Bailey firmò un contratto biennale coi New Orleans Saints[21]. Fu svincolato il 30 agosto 2014 poco prima dell'inizio della stagione regolare[22].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Denver Broncos: 2013

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Tackle totali 925
Sack 3,0
Intercetti 52
Fumble forzati 9

Statistiche aggiornate alla stagione 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Team Leaders.
  2. ^ (EN) Draft Story: 1999.
  3. ^ (EN) 1999 Draft Results.
  4. ^ (EN) 1999 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 7 ottobre 2012.
  5. ^ (EN) "Shutdown corner: the term starts—and ends—with Deion".
  6. ^ (EN) Broncos swap Portis for Bailey.
  7. ^ (EN) 'Skins could use 'franchise' tag on CB; Champ Bailey, one of the league's top cornerbacks, was surprisingly given permission by the Redskins to seek a trade.
  8. ^ (EN) "Broncos will have to deal with Bailey decision".
  9. ^ (EN) Denver Broncos 50th Anniversary.
  10. ^ (EN) "Broncos re-sign Champ Bailey to four-year contract for $43 million".
  11. ^ (EN) NFL.com - Top 100 Players of 2012.
  12. ^ (EN) Game Center: Denver 31 Cincinnati 23, NFL.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 7 novembre 2012.
  13. ^ (EN) Game Center: Denver 26 Oakland 13, NFL.com, 7 dicembre 2012. URL consultato il 7 dicembre 2012.
  14. ^ Denver Broncos ancora vincenti nel Thursday Night NFL, Eat Sport, 7 dicembre 2012. URL consultato il 7 dicembre 2012.
  15. ^ (EN) 2013 Pro Bowl rosters, NFL.com, 26 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  16. ^ (EN) All-Pro Team headlined by Adrian Peterson, J.J. Watt, NFL.com, 12 gennaio 2013. URL consultato il 12 gennaio 2013.
  17. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 23 maggio 2013. URL consultato il 24 maggio 2013.
  18. ^ (EN) Seahawks crush Broncos for first Super Bowl win, NFL.com, 2 febbraio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  19. ^ (EN) Super Bowl, la difesa annienta Manning, Seattle stravince: campione per la prima volta, La Repubblica, 3 febbraio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  20. ^ (EN) Champ Bailey released by Denver Broncos, NFL.com, 6 marzo 2014. URL consultato il 6 marzo 2014.
  21. ^ (EN) Champ Bailey, New Orleans Saints agree to contract, NFL.com, 4 aprile 2014. URL consultato il 4 aprile 2014.
  22. ^ (EN) Champ Bailey cut by New Orleans Saints, NFL.com, 30 agosto 2014. URL consultato il 1º settembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 73326499