Antonio Gates

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Gates
AntonioGatesByPhilKonstantin.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 193 cm
Peso 118 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Tight end
Squadra Stemma San Diego Chargers San Diego Chargers
Carriera
Giovanili
Kent State Golden Flashes Kent State Golden Flashes
Squadre di club
2003 - presente Stemma San Diego Chargers San Diego Chargers
Statistiche aggiornate al 26/6/2012

Antonio Gates (Detroit, 18 giugno 1980) è un giocatore di football americano statunitense che nel ruolo di tight end per i San Diego Chargers della National Football League (NFL). Dopo non essere stato scelto nel Draft NFL 2003 firmò coi Chargers. Al college ha giocato a football alla Kent State University.

Carriera universitaria[modifica | modifica sorgente]

Antonio Gates all'inizio della sua carriera universitaria decise di giocare contemporaneamente sia a basket che a football. Originariamente, Antonio aveva scelto la Michigan State University, il cui allenatore nel football era Nick Saban e nel basket Tom Izzo. Saban insisteva però perché Antonio giocasse esclusivamente a football ma questi decise di continuare a giocare anche a basket, spostandosi prima presso la Eastern Michigan University e poi le ultime due stagioni alla Kent State University, nel nord-est dell'Ohio.

Nel 2003, Gates decise di perseguire la carriera esclusivamente nel football.

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

San Diego Chargers[modifica | modifica sorgente]

2003-2007[modifica | modifica sorgente]

Al draft NFL 2003 non fu selezionato ma successivamente firmò in qualità di free agent con i Chargers. Debuttò nella NFL il 14 settembre 2003 contro i Denver Broncos indossando la maglia numero 85.

Al termine della sua stagione da rookie ricevette in totale 24 passaggi per un totale di 389 yard.

Nel 2004, grazie anche all'intesa con Drew Brees, disputò una grande stagione nonostante, totalizzando 81 ricezioni per un totale di 964 yard e 13 touchdown, venendo convocato per il suo primo Pro Bowl, vinto dalla squadra della AFC grazie proprio a una sua ricezione su un passaggio di Peyton Manning.

Il 23 agosto 2005 firmò un prolungamento contrattuale con i Chargers per 6 anni e un totale di 24 milioni di dollari.

Con la partenza di Brees verso i New Orleans Saints, Philip Rivers divenne il quarterback titolare, sviluppando presto una buona intesa con Antonio.

Al termine della stagione 2006, Antonio ricevette 924 yard segnando 9 touchdown. Il 10 dicembre segnò 2 passaggi da touchdown nella vittoria contro i Denver Broncos che assicurò a San Diego il titolo di division.

2008-2011[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 2008, Gates chiuse con 16 presenze e 704 yard su ricezione, nonostante fu rallentato per gran parte della stagione per un infortunio al ginocchio che lo costrinse alla fine dei playoff ad operarsi.

Nella stagione 2009 Antonio ricevette 79 passaggi per un totale di 1.157 yard, il primato in carriera, e 8 touchdown.

Gates prima dell'inizio della stagione 2010 firmò un nuovo contratto di 5 anni per un totale di 36 milioni di dollari, di cui venti milioni garantiti.

Nelle sue prime nove partite della stagione Antonio ricevette 40 passaggi e 9 touchdown ma una lesione al piede sinistro ne compromise le prestazioni nel finale, chiudendo la stagione con 782 yard e 10 touchdown.

Nella stagione 2011, Gates totalizzò 64 ricezioni e 778 yard.

2012[modifica | modifica sorgente]

Il 10 settembre, i Chargers iniziarono la stagione con il piede giusto, battendo in trasferta gli Oakland Raiders per 22-14. Gates ricevette 4 passaggi per 43 yard[1]. Nella settimana 4 i Chargers si portarono su un record di 3-1 con la vittoria sui Kansas City Chiefs con Antonio che guidò la squadra con 59 yard ricevute [2]. La stagione non proseguì altrettanto bene per la squadra che concluse col suo primo record negativo dal 2003. Nella settimana 15 contro i Carolina Panthers, Gates pareggiò il record di franchigia dell'hall of famer Lance Alworth segnando il suo 81° touchdown su ricezione[3]. A fine anno fu classificato al numero 73 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[4].

2013[modifica | modifica sorgente]

Gates segnò il primo touchdown della stagione nella settimana 3 contro i Tennessee Titans. Nella successiva ricevette 136 yard e un touchdown da 56 yard da Philip Rivers nella vittoria sui Cowboys[5]. Nell'ultima gara della stagione segnò il suo quarto touchdown contribuendo alla vittoria ai supplementari e far qualificare i Chargers per l'ultimo posto disponibile nei playoff[6].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Stagione regolare

Receiving
Anno Squadra G Ric Yard Y/R TD
2003 San Diego 15 24 389 16.2 2
2004 San Diego 15 81 964 11.9 13
2005 San Diego 15 89 1101 12.4 10
2006 San Diego 16 71 924 13.0 9
2007 San Diego 16 75 984 13.1 9
2008 San Diego 16 60 704 11.7 8
2009 San Diego 16 79 1157 14.6 8
2010 San Diego 10 50 782 15.6 10
2011 San Diego 13 64 778 12.2 7
Totale 132 593 7,783 13.1 76

Vittorie e premi[modifica | modifica sorgente]

(8) Pro Bowl (stagioni: 2004, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010 e 2011).

(5) First-Team All-Pro (stagioni: 2004, 2005, 2006, 2009 e 2010).

(2) Second-Team All-Pro (stagioni: 2009 e 2010).

(1) NFL Alumni Tight End dell'anno (stagione 2005).

San Diego Chargers 50th Anniversary Team

Formazione ideale della NFL degli anni 2000

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Partite totali 132
Partite totali da titolare 128
Yard su ricezione 7.783
Touchdown su ricezione 76

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) San Diego 22 Oakland 14, NFL.com, 10 settembre. URL consultato l'11 settembre 2012.
  2. ^ (EN) Game Center: San Diego 37 Kansas City 20, NFL.com, 30 settembre 2012. URL consultato il 1 ottobre 2012.
  3. ^ (EN) Game Center: Carolina 31 San Diego 7, NFL.com, 16 dicembre 2012. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  4. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 25 aprile 2013. URL consultato il 28 aprile 2013.
  5. ^ (EN) Game Center: Dallas 21 San Diego 30, NFL.com, 29 settembre 2013. URL consultato il 1º ottobre 2013.
  6. ^ (EN) Game Center: Kansas City 24 San Diego 27, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 31 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 4403715