Tony Rominger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tony Rominger
Toni ROMINGER.jpg
Dati biografici
Nazionalità Svizzera Svizzera
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Ritirato 1997
Carriera
Squadre di club
1986 Cilo Cilo
1987 Supermerc. Brianzoli Supermerc. Brianzoli
1988-1990 Chateau d'Ax Chateau d'Ax
1991 Toshiba Toshiba
1992-1993 CLAS CLAS
1994-1996 Mapei Mapei
1997 Cofidis Cofidis
Nazionale
1987-1997 Svizzera Svizzera
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Bronzo Lugano 1996 Cronometro
 

Tony Rominger (Vejle, 27 marzo 1961) è un ex ciclista su strada svizzero. Professionista dal 1986 al 1997, vinse tre edizioni consecutive della Vuelta a España (dal 1992 al 1994), record ineguagliato, e un Giro d'Italia.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Esordì nel mondo del ciclismo professionistico nel 1986, anno in cui gareggiò con la Cilo-Aufina. L'anno dopo, e fino al dicembre del 1990, corse con la Chateau d'Ax, con la quale vinse il Gran Premio di Reggio Calabria, il Giro dell'Emilia, due edizioni della Firenze-Pistoia, due Tirreno-Adriatico, due tappe del Giro del Mediterraneo, un Giro di Lombardia e il prologo del Tour de Romandie. Ottenne anche numerosi piazzamenti sul podio, sia in patria sia all'estero.

Tutti questi successi spinsero Rominger ad abbandonare la Chateau d'Ax e a gareggiare per squadre più forti: con la Toshiba, nel 1991, vinse un'altra Firenze-Pistoia, la Paris-Nice, la classifica finale del Tour de Romandie e una corsa locale di Bergamo. Nel 1992, con la CLAS, vinse la prima edizione della Vuelta della sua carriera, oltreché la Vuelta al País Vasco e l'ennesima Firenze-Pistoia. In pochi anni, Tony Rominger passò da semisconosciuto gregario a grande stella del ciclismo internazionale.

Nel 1993, sempre con la CLAS, si confermò alla Vuelta a España e alla Vuelta al País Vasco, mettendosi in luce stavolta anche nel Tour de France, in cui vinse tre tappe ed arrivò secondo nella classifica generale, sopravanzato solo dal grande Miguel Indurain, che lo precedette di cinque minuti. In salita, Indurain e Rominger si equivalevano (con l'elvetico leggermente superiore), ma l'iberico era nettamente più forte nelle prove a cronometro.

Nel 1994 vinse la sua terza Vuelta, insieme ad altre corse minori, tra cui il Grand Prix des Nations ed il Gran Premio Eddy Merckx, quest'ultimo dedicato al grande ciclista belga. Nello stesso anno, stabilì anche il record dell'ora. Si riconfermò anche nella Vuelta al País Vasco e nella Paris-Nice.

La sua nuova squadra, la Mapei, lo convinse a partecipare al Giro d'Italia: Rominger dimostrò di essere un ciclista completo vincendo l'edizione 1995 della corsa rosa, sopravanzando in classifica Evgenij Berzin e Pëtr Ugrumov. In quell'edizione del Giro, Rominger conquistò anche quattro tappe, la seconda, la quarta, la decima e la diciassettesima, indossando per ventun giorni la maglia rosa. Non disdegnò anche altre corse: ottenne infatti il primo posto del Tour de Romandie e vinse, in coppia con Andrea Chiurato, il Gran Premio Telekom, competizione che aveva vinto anche l'anno prima.

Nel 1996 Rominger vinse due tappe della Vuelta, arrivando terzo nella classifica finale. Vinse anche una gara svoltasi a Losanna e il Giro di Burgos. Questo fu l'ultimo successo di rilievo della sua carriera: dopo esseri trasferito alla Cofidis, un brutto infortunio lo costrinse a ritirarsi dal mondo del ciclismo professionistico nel 1997.

Recentemente è stato sentito come testimone al processo anti-doping eseguito nei confronti del dottor Michele Ferrari, medico e preparatore atletico di Lance Armstrong.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giro della Provincia di Reggio Calabria
5ª prova Trofeo dello Scalatore
5ª tappa Tour Méditerranéen (Tolone/Mont Faron, cronometro)
2ª tappa Giro del Trentino (Bellamonte)
Prologo Tour de Romandie
13ª tappa Giro d'Italia (Chiesa Val Malenco)
Giro dell'Emilia
Firenze-Pistoia
4ª tappa, 2ª semitappa Tour Méditerranéen (Hyères, cronometro)
Classifica generale Tour Méditerranéen
Classifica generale Tirreno-Adriatico
3ª tappa Giro di Calabria (Acri)
Giro di Lombardia
Firenze-Pistoia
Wartenberg-Rundfahrt
4ª tappa Tour Méditerranéen (Tolone/Mont Faron, cronometro)
2ª tappa Tirreno-Adriatico (Maiori)
Classifica generale Tirreno-Adriatico
3ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré
Chur-Arosa (cronosalita)
Trofeo Baracchi
1ª tappa Parigi-Nizza (Fontenay-sous-Bois, cronometro)
6ª tappa Parigi-Nizza (Tolone/Mont Faron, cronometro)
8ª tappa Parigi-Nizza (Col d'Èze, cronometro)
Classifica generale Parigi-Nizza
1ª tappa Tour de Romandie
4ª tappa, 2ª semitappa Tour de Romandie
Classifica generale Tour de Romandie
8ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré
Grand Prix des Nations
Firenze-Pistoia
1ª tappa Parigi-Nizza (Fontenay-sous-Bois, cronometro)
6ª tappa Parigi-Nizza (Tolone/Mont Faron)
2ª tappa Vuelta al País Vasco (Agurain)
5ª tappa, 2ª semitappa Vuelta al País Vasco (Larraitz)
Classifica generale Vuelta al País Vasco
19ª tappa Vuelta a España (Fuenlabrada > Fuenlabrada, cronometro)
20ª tappa Vuelta a España (Collado Villalba > Segovia, cronometro)
Classifica generale Vuelta a España
1ª tappa, 1ª semitappa Vuelta a Asturias (Colombres)
Trofeo Luis Ocaña
5ª tappa Volta Ciclista a Catalunya (Valiter 2000)
Subida al Naranco
Giro di Lombardia
1ª prova Escalada a Montjuïc
Firenze-Pistoia
2ª tappa, 1ª semitappa Critérium International
1ª tappa Vuelta al País Vasco (Rentería)
4ª tappa Vuelta al País Vasco (Lemoiz)
5ª tappa, 2ª semitappa Vuelta al País Vasco (Santa Bàrbara, cronometro)
Classifica generale Vuelta al País Vasco
11ª tappa Vuelta a España (Lleida > Cerler)
14ª tappa Vuelta a España (Tudela > Valdezcaray)
19ª tappa Vuelta a España (Gijón > Alto del Naranco)
Classifica generale Vuelta a España
10ª tappa Tour de France (Villard-de-Lans > Serre Chevalier)
11ª tappa Tour de France (Serre Chevalier > Isola 2000)
19ª tappa Tour de France (Brétigny-sur-Orge > Monthléry, cronometro)
Subida a Urkiola
8ª tappa, 2ª semitappa Parigi-Nizza (Col d'Èze, cronometro)
Classifica generale Parigi-Nizza
3ª tappa Vuelta al País Vasco (Balmaseda)
5ª tappa, 2ª semitappa Vuelta al País Vasco (Elosiaga, cronometro)
Classifica generale Vuelta al País Vasco
1ª tappa Vuelta a España (Valladolid, cronometro)
6ª tappa Vuelta a España (Granada > Sierra Nevada)
8ª tappa Vuelta a España (Benidorm, cronometro)
11ª tappa Vuelta a España (Andorra > Cerler)
14ª tappa Vuelta a España (Andorra > Alto de la Cruz de la Demanda)
20ª tappa Vuelta a España (Segovia > Palazuelos de Eresma/Destilerias DYC, cronometro)
Classifica generale Vuelta a España
Grand Prix Eddy Merckx
Grand Prix des Nations
Memorial Jozef Vogeli
1ª prova Escalada a Montjuïc
2ª prova Escalada a Montjuïc
Classifica generale Escalada a Montjuïc
4ª tappa Vuelta al País Vasco (Lekunberri)
3ª tappa Giro del Trentino (Arco)
Prologo Tour de Romandie
3ª tappa Tour de Romandie
4ª tappa, 2ª semitappa Tour de Romandie (cronometro)
Classifica generale Tour de Romandie
2ª tappa Giro d'Italia (Foligno > Assisi, cronometro)
4ª tappa Giro d'Italia (Mondolfo > Loreto)
10ª tappa Giro d'Italia (Telese > Maddaloni, cronometro)
17ª tappa Giro d'Italia (Cenate > Selvino, cronometro)
Classifica generale Giro d'Italia
10ª tappa Vuelta a España (El Tiemblo > Ávila, cronometro)
21ª tappa Vuelta a España (Segovia > Palazuelos de Eresma/Destilerias DYC, cronometro)
2ª tappa Vuelta a Burgos (Lagunas de Neila)
4ª tappa Vuelta a Burgos (Melgar de Fernamental, cronometro)
Classifica generale Vuelta a Burgos
Atraverso Losanna

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Trofeo Gaetano Santi (Criterium)
Grand Prix Baden-Baden (Cronocoppie con Dominik Krieger)
La Poly Normande (Criterium)
Classifica scalatori Vuelta a España
Classifica a punti Vuelta a España
Classifica scalatori Tour de France
Wielerronde van Boxmeer - Daags na de Tour (Criterium)
Plessala (Criterium)
Grand Prix Telekom (Cronocoppie con Jens Lehmann)
Record dell'ora
Classifica UCI Road World Rankings

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1986: 97º
1987: ritirato (21ª tappa)
1988: 44º
1989: non partito (14ª tappa)
1995: vincitore
1988: 68º
1990: 57º
1993: 2º
1994: ritirato (13ª tappa)
1995: 8º
1996: 10º
1997: ritirato (3ª tappa)
1990: 16º
1992: vincitore
1993: vincitore
1994: vincitore
1996: 3º
1997: 38º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1986: 55º
1987: 91º
1988: 47º
1989: 76º
1993: 19º
1994: 42º
1997: 71º
1986: 24º
1989: 18º
1991: 65º
1992: 5º
1993: 2º
1994: 6º
1995: 28º
1997: 60º
1988: 5º
1989: vincitore
1991: 15º
1992: vincitore
1994: ritirato
1996: 48º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Sportivo svizzero dell'anno nel 1989, 1992, 1993 e 1994
  • Velo d'Or della rivista Vélo Magazine 1994
  • Mendrisio d'Oro del Velo Club Mendrisio nel 1989 e 1994

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]