Benidorm

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Benidorm
comune
Benidorm – Stemma
Benidorm – Veduta
Localizzazione
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Flag of the Valencian Community (2x3).svg Valencia
Provincia Alicante (provincia).svg Alicante
Territorio
Coordinate 38°32′03″N 0°07′53″W / 38.534167°N 0.131389°W38.534167; -0.131389 (Benidorm)Coordinate: 38°32′03″N 0°07′53″W / 38.534167°N 0.131389°W38.534167; -0.131389 (Benidorm)
Altitudine 15 m s.l.m.
Superficie 38,51 km²
Abitanti 71 034 (2011)
Densità 1 844,56 ab./km²
Comuni confinanti L'Alfàs del Pi, Benimantell, Finestrat, La Nucia, Polop
Altre informazioni
Cod. postale 03501, 03508
Prefisso (+34)...
Fuso orario UTC+1
Targa A
Nome abitanti benidormensi (benidormenses)
Comarca Marina Baixa
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
Benidorm
Benidorm – Mappa
Sito istituzionale

Benidorm (pronunciato in catalano-valenziano [beniˈðɔɾm] e in spagnolo [beniˈðoɾ]) è un comune spagnolo situato nella comunità autonoma Valenziana, in provincia di Alicante. È nota per essere stata ribattezzata "la New York del Mediterraneo".

Vista de La Sierra Helada y Benidorm desde el Puig Campana.

Geografia e clima[modifica | modifica wikitesto]

Benidorm sorge al centro della comarca di Marina Baixa (o Marina Baja), di cui è diventata il centro più popoloso, ma non il capoluogo. Si trova a circa 70 km a nord di Alicante e 150 a sud di Valencia.

Ha un clima mediterraneo di tipo quasi subtropicale, con inverni molto miti, esenti da gelate, ed estati calde. Scarse le precipitazioni, che ruotano generalmente attorno ai 350 mm annui.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio dove sorge attualmente Benidorm era abitato dagli Iberi fin da epoca preromana e anche durante la dominazione romana, visigota e islamica era presente in zona, a giudicare dai reperti venuti alla luce, un modesto nucleo abitativo. Quando, attorno alla metà del XIII secolo, Giacomo I d'Aragona strappa il territorio ai Mori, non si fa tuttavia menzione di Benidorm che invece appare per la prima volta in un documento scritto nel 1325, allorquando l'ammiraglio Bernardo di Sarrià, signore del territorio, concede il titolo di villa (centro abitato di rango minore) a una borgata con quello stesso nome. La località seguirà le sorti della Corona d'Aragona prima e dello Stato spagnolo poi. Ancora agli inizi degli anni cinquanta del Novecento era un paese di pescatori ed artigiani di modeste dimensioni che non raggiungeva neppure i tremila abitanti. A partire dalla seconda metà di quello stesso decennio tuttavia, e ancor più negli anni sessanta, Benidorm ha avuto uno sviluppo turistico di eccezionali proporzioni e una espansione demografica sostenuta, che l'hanno portata a diventare, fin dagli anni ottanta del Novecento la seconda località più popolosa della costa alicantina, subito dopo il capoluogo provinciale.

Popolazione ed evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Come si è già avuto modo di indicare, nel giro di pochi decenni la città ha subito una trasformazione, sia sotto il profilo urbanistico che economico, radicale. Oggigiorno (2011) ha circa 72.000 abitanti ed è, per strutture e numero di presenze, uno dei massimi poli turistici d'Europa. Per tali motivi viene talvolta considerata la Rimini della Spagna.

Evoluzione demografica di Benidorm[1]
1787 1857 1877 1887 1900 1910 1920 1930 1940
Popolazione 2.526 3.720 2.905 3.498 3.417 3.113 2.976 2.726 2.955
1950 1960 1970 1981 1991 1996 2001 2006 2007 2008
Popolazione 2.726 6.259 12.124 25.544 42.442 50.040 51.873 67.627 69.058 70.280

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante la città sia fra le più moderne della Spagna, ospita ancora alcuni edifici e luoghi di interesse storico fra cui:

  • Tossal de la Cala, antico abitato iberico sviluppatosi attorno al III secolo a.C. a breve distanza dall'attuale centro cittadino città e utilizzato come centro situato Declarada Bien de Interés Cultural
  • El Mirador de la Punta del Canfali, belvedere situato in una piccola altura che divide le due grandi spiagge di Benidorm, quella di Ponente e di Levante e in cui sono ancora visibili i resti di una piccola fortezza edificata in tarda età medievale
  • Chiesa di San Giacomo e Sant'Anna (iglesia de san Jaime y Santa Ana), bell'edificio situato nella parte alta di ciò che resta del borgo antico e costruito fra il 1740 e il 1780
  • Isla de Benidorm (Isla de los Periodistas), una isola di forma triangolare chiamata L'Illa o Isla de los Periodistas. Una vista che incanta i visitatori che la possono vedere ogni giorno dalla città. Sono molte le storie mitologiche relazionare a questa isola e la sua origine è ricondotta al gigante Roldán. La leggenda narra che Roldán si innamorò di una bella dama che amò profondamente. La donna si ammalò e sembrava potesse sopravvivere solo grazie ai raggi del sole. Il gigante disperato colpì con forza la montagna del Puig Campana per consentire alla luce di illuminare per più tempo la sua mappa. Proprio un pezzo di questa montagna cadde in mare dando vita a L'Illa. Si narra che il corpo dell'amante del gigante venne poi trasportato dallo stesso per il suo riposo eterno proprio sull'isola.

Accesso e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Accesso alla città[modifica | modifica wikitesto]

I viaggiatori potranno accedere a Benidorm attraverso la strada N-332 o la autopista AP-7, che offre due uscite a Benidorm, quella de Poniente-Terra Mítica (65A) e quella de Levante (65) è inoltre possibile arrivarci utilizzando autobus interurbani provenienti da Alicante, Valencia, Madrid, Cantabria, País Vasco, Navarra, La Rioja, ecc. La stazione degli autobus è situata vicino all'uscita di Levante a Benidorm di fronte alla stazione dei pompieri, il palazzo di giustizia e il centro sportivo "Illa de Benidorm."

Esiste inoltre la possibilità di arrivare da Alicante o Denia, così come da altri villaggi situati in questa direzione attraverso l'utilizzo del treno, grazie al TRAM Metropolitano de Alicante, anticamente conosciuto come trenet de la Marina.

Trasporto urbano[modifica | modifica wikitesto]

Per girare a Benidorm vengono utilizzati autobus o taxi. Il servizio di autobus cittadino è offerto dalla società Llorente Bus, conosciuta localmente come gua-gua, che permette di arrivare anche ai villaggi vicini come: Alfaz del Pi y el Albir, Altea, Finestrat, La Nucía, la cala de Finestrat, Villajoyosa e Castillo de Guadalest.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

È, insieme a Torremolinos il massimo centro turistico spagnolo e uno dei principali a livello europeo, anche grazie al suo ampio litorale, suddiviso in due zone (in catalano-valenziano): la Platja de Ponent ([ˈpladʒa de poˈnent], Spiaggia da Ponente) a ovest e la Platja de Llevant ([ˈpladʒa de ʎeˈvant], Spiaggia da Levante) a est. Nei pressi di Benidorm vi sono molteplici parchi a tema, tra cui il parco Terra Mitica, che, per gli amanti delle montagne russe in legno (wooden coaster) è un luogo imperdibile.

Benidorm01.jpg

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio di Benidorm, che ha lo stesso nome della città, milita nella seconda divisione spagnola.

Nella città di Benidorm si è svolta la prova in linea dei Campionati del mondo di ciclismo su strada 1992 vinto da Gianni Bugno

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. la popolazione presente secondo l'Instituto Nacional de Estadística de España. Sta nei siti INE (per quanto riguarda i mutamenti di popolazione dei comuni nei censimenti di popolazione dal 1842) e INE (per quanto riguarda la serie statistica di popolazione dei comuni spagnoli dal 1996). Le stime dal 1997 si riferiscono alla data del primo gennaio. I dati del 1787 provengono dal censimento noto come quello di Floridablanca e sono citati da: Bernat i Martí y Badenes Martín in Crecimiento de la población valenciana. Análisis y prevención de los censos demográficos (1609-1857), València, Edicions Alfons el Magnànim, 1994

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Spagna