Alicante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo vitigno, vedi Alicante (vitigno).
Alicante
comune
(CA) Alacant
Alicante – Stemma Alicante – Bandiera
Alicante – Veduta
Localizzazione
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Flag of the Valencian Community (2x3).svg Valencia
Provincia Alicante (provincia).svg Alicante
Territorio
Coordinate 38°21′00.01″N 0°29′00″W / 38.350002°N 0.483334°W38.350002; -0.483334 (Alicante)Coordinate: 38°21′00.01″N 0°29′00″W / 38.350002°N 0.483334°W38.350002; -0.483334 (Alicante)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 201,27 km²
Abitanti 334 329 (2011)
Densità 1 661,1 ab./km²
Comuni confinanti Agost, Aigües, Busot, El Campello, Elche, Jijona, Monforte del Cid, Mutxamel, Relleu, San Vicente del Raspeig, Sant Joan d'Alacant, Tibi
Altre informazioni
Cod. postale 03001-03016
Prefisso +(34) 965, 966
Fuso orario UTC+1
Targa A
Nome abitanti alicantini (alacantins) o alicantinos
Patrono San Nicola di Bari, Madonna dei Remedio
Comarca l'Alacantí
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
Alicante
Sito istituzionale

Alicante (Alacant in catalano) è una città spagnola della Costa Blanca, situata ai piedi di una collina che si affaccia sul Mar Mediterraneo al centro di una grande baia. Capoluogo dell'omonima provincia, la sua popolazione nel 2011 era di 334.329 abitanti.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Il porto di Alicante

Alicante è un importante porto e una delle città a crescita più elevata della Spagna; il suo aspetto è perciò molto mutato a causa dei grandi interventi edilizi degli ultimi anni del secolo scorso. L'economia è basata sul turismo, la produzione di vini e i servizi. Esporta vini, olio di oliva e frutta e ha parecchie industrie del settore alimentare, tessile e conciario. La città è sede dell'Ufficio per l'Armonizzazione del Mercato Interno (UAMI), l'Agenzia dell'Unione Europea che si occupa di marchi e design.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nella sua storia si avvicendarono Fenici, Greci, Cartaginesi e Romani. Nel 237 a.C. il generale cartaginese Amilcare Barca fortificò il colle sul quale poi i Musulmani costruirono il castello. I Romani nel II secolo a.C. fondarono nelle vicinanze il municipio di Lucentum. Nel periodo delle invasioni barbariche divenne un'importante città visigota, passò poi ai Bizantini e, nell'VIII secolo, agli Arabi, che ne detennero il possesso fino al XIII secolo, quando fu conquistata dai Cristiani e popolata dai catalani. Nel 1936 vi fu fucilato il capo della formazione politica di destra detta la Falange spagnola José Antonio Primo de Rivera. Questo fu uno dei primi episodi che scatenarono la guerra civile che nel 1939 portò alla dittatura di Francisco Franco.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Ha un servizio di traghetti per le Baleari e per l'Algeria (Orano) e un aeroporto internazionale Aeroporto di Alicante (codice IATA: ALC).

Nella città è presente anche una stazione ferroviaria (servita, fra l'altro, dalle Cercanías di Murcia e Alicante) ed una rete tranviaria.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Paseo de Gómiz, playa del Postiguet

Molto animata la vita notturna nei numerosi locali del centro e nella zona del porto. Per la sua posizione geografica gode di un ottimo clima ed è frequentata anche come soggiorno invernale, è molto animata anche durante l'estate; il centro della vita cittadina, dove si trovano gli alberghi principali, caffè e luoghi di ritrovo, è la cosiddetta Explanada de España (Esplanada d'Espanya in catalano) bellissimo lungomare con palme che va dai piedi della collina del castello fino al molo principale del porto. La specialità locale è il torrone. È sede di una giovane ma attiva Università meta ogni anno di numerosi studenti provenienti da tutto il mondo. È sede vescovile con Orihuela. È ricca di edifici religiosi e conta ben 36 chiese nel solo centro abitato.

Patrimonio artistico[modifica | modifica sorgente]

Castillo de Santa Barbara

Tra i suoi monumenti più famosi vi è il "Castillo de Santa Bárbara" che domina la costa dall'alto del monte Benacantil. La storia della fortezza inizia con il dominio musulmano. Il castello si consolidò con la conquista di Alfonso X. La fortezza dimostrò la sua importanza difensiva quando fu costruita intorno ad essa una muraglia di tipo moderno, in sintonia con il progresso dell'artiglieria, ai tempi di Carlos I e di Felipe II. L'edificio è parte del patrimonio comunale dal 1928. Altri monumenti importanti sono la Cattedrale di San Nicola, il Municipio e la Chiesa di Santa Maria. Luoghi di interesse turistico sono la Explanada, il Parco de El Palmeral, il porto, il Tossal de Manises e l'isola di Tabarca.

Persone legate ad Alicante[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

PanoramicOfAlicante.jpg

Magnify-clip.png
Panoramica di Alicante

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di spagna