Ibiza (comune)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ibiza
comune
(ES) Eivissa
Ibiza – Stemma Ibiza – Bandiera
Ibiza – Veduta
Localizzazione
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Flag of the Balearic Islands.svg Baleari
Provincia Flag of the Balearic Islands.svg Isole Baleari
Territorio
Coordinate 38°54′32.04″N 1°25′58.08″E / 38.9089°N 1.4328°E38.9089; 1.4328 (Ibiza)Coordinate: 38°54′32.04″N 1°25′58.08″E / 38.9089°N 1.4328°E38.9089; 1.4328 (Ibiza)
Altitudine 0-99 m s.l.m.
Superficie 11,14 km²
Abitanti 48 684 (2009)
Densità 4 370,2 ab./km²
Comuni confinanti Sant Antoni de Portmany, Sant Josep de sa Talaia, Santa Eulària des Riu
Altre informazioni
Cod. postale 07800
Prefisso (+34) 971
Fuso orario UTC+1
Targa IB
Nome abitanti Ibicenco, ca
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
Ibiza
Ibiza – Mappa
Sito istituzionale
Caleta en San José.

Ibiza (Eivissa in catalano, Ivissa in italiano) è un comune spagnolo di 48.684 abitanti situato nella comunità autonoma delle Baleari. Capoluogo dell'isola omonima e sede vescovile, è una bianca cittadina situata sui fianchi di una collina.

L'economia è essenzialmente incentrata sul turismo che, seppur fiorente, porta con sé anche diversi problemi legati ad uno sfruttamento forse esasperato, con conseguente sovraffollamento, speculazioni edilizie, danni all'ambiente, ed anche un mancato sviluppo di altre possibili attività fonti di reddito.

Ibiza è dotata di aeroporto, sito a 5 km dal centro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata dai cartaginesi col nome di Ebusa nel VII secolo a.C. fu araba dal 901 al 1235 col nome di Yabisah.

Dagli anni sessanta del secolo scorso fu scelta come sede estiva di buona parte della gioventù ricca d'Europa e ciò innescò la crescita del turismo di massa che identifica Ibiza come centro ideale nel quale trascorrere notti sfrenate e trasgressive.

La parte antica della città è conosciuta come Dalt Vila (‘ciudad alta’). L'area medievale di Dalt Vila venne fortificata da Felipe II per proteggere la città dagli attacchi dei pirati, visto che il triplo recinto difensivo di origine araba non era sufficiente. Quest'opera architettonica venne incaricata all'ingegnere italiano Giovanni Battista Calvi.

Questa fortificazione terminò alla fine del XVI secolo, si tratta di uno dei recinti fortificati meglio conservati assieme a quello di Cartagena de Indias ed è parte del patrimonio dell'umanità dal 1999.

Sono parlate due lingue ufficiali, il catalán e il castellano. Vista la grande presenza di turisti sono molte le lingue parlate su questo territorio e lo stesso vale per le tradizioni culturali e gastronomiche.

Ibiza divenne famosa a livello mondiale durante gli anni '60, grazie al movimento hippy. Anche nei tempo moderni sopravvivono alcuni colonie hippy sull'isola e sono presenti anche delle colonie del movimento clubber. L'isola continua ad essere una meta turistica molto rinomata per le sue spiagge, il suo ambiente notturno, le sue discoteche alla moda, i suoi negozi e moltissimi luoghi di interesse naturalistico.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Dalt Vila è la città vecchia dichiarata monumento nazionale. Situata alla sommità di un colle dove già era la città cartaginese è cinta da poderosi bastioni eretti nel XVI secolo. Si entra nel borgo per il Portal de les Taules, porta monumentale con lo stemma di re Filippo II. Culmina con la panoramica Plaça d'Espanya, sulla quale si affacciano la Seu barocca del XVII secolo però con abside e campanile gotici del XIII secolo, il Castell del XVI secolo, oggi caserma militare, e il Museu Arqueològic. anche da visitare è il Mercatino Hippie, una sorta di mercato prodotto "dai figli dei fiori".

Sempre nella città vecchia si trovano la chiesa barocca di Sant Domènec, l'Ajuntamient (municipio) sistemato in parti residue di un antico convento quattrocentesco e la Sala d'Armes in cui è il Museu d'Art Contemporani.

Fuori dalla città antica si trova il Museu Puig dels Molins presso la necropoli punica dove sono state scavate più di 4000 tombe delle quali conserva i reperti.

La Marina di Ibiza col nome di Talamanca è ubicata a 6 km dalla città. Nei pressi si trova il gruppo di ville di Ca'n Martinet opera dell'architetto Josep Lluís Sert (1902-1983) che riesce a coniugare forme locali tradizionali a elementi di Le Corbusier.

Musei[modifica | modifica wikitesto]

  • I musei dell'isola hanno un grande valore a livello culturale. Sono due i musei principali sull'isola:
  • Museo arqueológico de Ibiza. Contiene i resti della storia dell'isola e la vita dai suoi tempi preistorici fino al periodo musulmano.
  • Museo Monográfico y Necrópolis Púnica de Puig des Molins. Situato sopra la necropoli fenicia e punica della città. Al suo interno si possono visionare i resti incontrati nel corso degli scavi.

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Tra i luoghi più interessanti da visitare sull'isola troviamo:

  • La cattedrale di Santa Maria d'Eivissa (datata attorno al XIV secolo), situata in cima alla Dalt Vila.
  • La necropoli Punica di Puig des Molins.
  • Il monumento del Sacro Cuore di Gesù. Una statua di 23m d'altezza ispirata dal Cristo di Redeemer. È situata a 5 km a nord della città.

Dintorni[modifica | modifica wikitesto]

A 14 km Santa Eulària d'es Riu, località balneare con la cinquecentesca chiesa fortificata, coi resti di un'antica moschea e una necropoli romana.

A 15 km Sant Antoni Abat, moderno centro balneare con una chiesa fortificata dei secoli XIV-XV e con i complessi turistici di Sant Agustí e Sant Josep.

Feste[modifica | modifica wikitesto]

Carnevale, la Nit de Sant Joan, le Festes de sa Verge del Carme e le Festes de sa Terra sono feste patronali che si svolgono nella prima quindicina di agosto.

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Spagna