Ángel Casero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ángel Casero
Ángel Casero.jpg
Dati biografici
Nome Ángel Luis Casero Moreno
Nazionalità Spagna Spagna
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Ritirato 2005
Carriera
Squadre di club
1994-1997 Banesto Banesto
1998-1999 Vitalicio Seguros Vitalicio Seguros
2000-2001 Festina Festina
2002-2003 Team Coast Team Coast
2003 Team Bianchi Team Bianchi
2004-2005 Com. Valenciana Com. Valenciana
 

Ángel Luis Casero Moreno (Albalat dels Tarongers, 27 settembre 1972) è un ex ciclista su strada spagnolo, professionista dal 1994 al 2005 e vincitore di una Vuelta a Espana.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Passato professionista nel 1994 con la Banesto di Miguel Indurain, nel corso dello stesso anno riuscì ad imporsi nel Tour de l'Avenir, importante gara per Under-23.

Dopo quattro stagioni si trasferì alla Vitalicio Seguros, con la quale in un biennio conquistò per due volte consecutive il titolo di campione di Spagna su strada nella prova in linea, classificandosi anche al quinto posto nel primo Tour de France 1999 vinto dallo statunitense Lance Armstrong.

Nel 2000, passato alla Festina, concluse al secondo posto la Vuelta a España vinta da Roberto Heras, mentre l'anno successivo riuscì invece nell'impresa di vincere la corsa spagnola, strappando la maglia oro a Óscar Sevilla nell'ultima tappa a cronometro.

Dopo il suo ritiro dall'attività sportiva, avvenuto nel 2005, il suo nome venne accostato all'Operación Puerto, venendo identificato dalla Guardia Civil come cliente di Eufemiano Fuentes[1][2][3], senza tuttavia mai essere sanzionato dalla giustizia spagnola.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Classifica generale Tour de l'Avenir
Trofeo Luis Ocaña
Clásica a los Puertos de Guadarrama
3ª tappa Vuelta a Castilla y León
Classifica generale Vuelta a Castilla y León
Campionati spagnoli, Prova in linea
Campionati spagnoli, Prova in linea
Prologo Volta a Catalunya
Classifica generale Vuelta a España
Critérium Comunidad Valenciana

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1997: 29º
1998: ritirato (18ª tappa)
1999: 5º
2000: ritirato (13ª tappa)
2001: ritirato (10ª tappa)
2003: 57º
1995: 13º
1996: 24º
1997: ritirato (9ª tappa)
1998: ritirato (11ª tappa)
1999: ritirato (17ª tappa)
2000: 2º
2001: vincitore
2002: 6º
2003: ritirato (12ª tappa)
2005: ritirato (10ª tappa)

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Lisbona 2001 - In linea: 42º

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (ES) Informe de la Guardia Civil (Capítulo III)
  2. ^ (ES) El Circuito UCI ProTour y su relación con la Operación Puerto
  3. ^ Fuentes: "Mi hanno minacciato"

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]