Guido Van Calster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guido Van Calster
Dati biografici
Nazionalità Belgio Belgio
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, ciclocross
Ritirato 1988 - ciclista
Carriera
Squadre di club
1978 C & A
1979 Daf Trucks
1980-1981 Splendor Splendor
1982-1984 Del Tongo Del Tongo
1985 Ariostea Ariostea
1986 Zor Zor
1987 BH BH
1988 KAS KAS
1989 Lotto Lotto
Nazionale
1977-1981 Belgio Belgio
Carriera da allenatore
1991-1999 TVM TVM
2000 Farm Frites Farm Frites
2005 Phonak Phonak
 

Guido Van Calster (Scherpenheuvel, 6 febbraio 1956) è un dirigente sportivo, ex ciclista su strada e ciclocrossista belga. Professionista dal 1978 al 1988, specialista delle classiche del nord, conta la vittoria di due tappe e della classifica a punti alla Vuelta a España.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Van Calster passò professionista nel 1978 nelle file della squadra belga C & A, la formazione di Eddy Merckx; l'anno precedente si era messo in luce da dilettante arrivando ottavo nel campionato mondiale di categoria e vincendo quattro tappe al Tour de l'Avenir. Nello stesso 1978 ottenne subito diversi piazzamenti, tra i quali un terzo posto nella Parigi-Tours, e vinse una tappa al Tour Méditerranéen. L'anno successivo ottenne piazzamenti nelle corse della "Campagna del Nord", prima in quelle di preparazione, poi un terzo posto alla Tre Giorni di La Panne e un nono al Giro delle Fiandre.

Nel 1980 vinse una tappa al Critérium du Dauphiné Libéré e fu ottavo alla Liegi-Bastogne-Liegi, decimo alla Het Volk, e quarto nella Freccia Vallone. Nel 1981 si mise quindi in evidenza nella prima parte della stagione, ottenendo piazzamenti in molte corse importanti di primavera: sesto alla Milano-Sanremo, quarto alla Parigi-Roubaix, terzo alla Freccia Vallone e secondo alla Freccia del Brabante; vinse anche due corse, rispettivamente una tappa al Giro del Belgio e una alla Vuelta al País Vasco.

Nel 1982 fu quarto nel campionato belga e al Tour de Suisse vinse due tappe consecutive e concluse la prova sul terzo gradino del podio. L'anno dopo vinse solo un criterium, ma fu decimo alla Liegi-Bastogne-Liegi e terzo nel Grand Prix Pino Cerami. Si riscattò nel 1984, vincendo due tappa alla Vuelta a España; fu inoltre ottavo alla Freccia Vallone ed ottenne piazzamenti tra i primi dieci in classiche italiane quali Giro del Piemonte, Giro di Campania, Trofeo Matteotti, Milano-Vignola. Nel 1985 fu secondo nel Trofeo Pantalica e sesto alla Liegi-Bastogne-Liegi. Ottenne il suo ultimo risultato importante nel 1987 vincendo la quarta tappa alla Vuelta a Aragón prima del ritiro nel 1988.

Da direttore sportivo trascorse nove stagioni alla TVM.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Provinciaal Kampioenschap Waals-Brabant-Namen-Luxemburg
4ª tappa Tour de Namur
Trofee Het Volk
Kortrijk-Galmaarden
2ª tappa Tour de l'Avenir
7ª tappa Tour de l'Avenir
8ª tappa Tour de l'Avenir
12ª tappa Tour de l'Avenir
Omloop van Oost-Vlaanderen
5ª tappa Tour Méditerranéen
2ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Kermesse di Ruisbroek
Kermesse di Geetbets
Criterium di Ossendrecht
Kermesse di Geetbets
Criterium di Tirlemont
Criterium di Bonheiden
Kermesse di Geetbets
Criterium di Schoonderbuken
Kermesse di Rummen
Kermesse di Deurne
Criterium di Tirlemont
Classifica a punti Vuelta a España
Criterium di Goppingen
Criterium di Stoccarda
Criterium di Tirlemont
Criterium di Avila
Criterium di Segovia
Kermesse di Dilsen

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1982: 51º
1983: 70º
1985: 53º
1979: 58º
1980: 39º
1981: ritirato
1986: 72º
1987: 31º
1988: ritirato
1980: 6º
1983: 35º
1984: 25º
1986: 47º
1987: 33º
1988: 50º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1978: 22º
1979: 26º
1980: 39º
1981: 6º
1988: 34º
1978: 12º
1979: 9º
1980: 30º
1988: 24º
1979: 15º
1981: 4º
1985: 15º
1979: 17º
1980: 8º
1981: 5º
1983: 10º
1985: 6º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

San Cristóbal 1977 - In linea Dilettanti: 8º
Praga 1981 - In linea: 5º

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]