Guido Bontempi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guido Bontempi
Guido Bontempi.JPG
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1995
Carriera
Squadre di club
1981-1983 Inoxpran Inoxpran
1984-1993 Carrera Jeans Carrera Jeans
1994-1995 Gewiss Gewiss
Nazionale
1980-1983
1986-1991
Italia Italia
Italia Italia
Carriera da allenatore
1996 Gewiss Gewiss
1997 Batik Batik
1998-2004 Saeco Saeco
2005-2008 Lampre Lampre
2009 Amica Chips Amica Chips
2010 Astana Astana
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Argento Brno 1981 Keirin
Argento Zurigo 1983 C. punti
 

Guido Bontempi (Gussago, 12 gennaio 1960) è un dirigente sportivo, ex ciclista su strada e pistard italiano. Professionista dal 1981 al 1995, vinse sedici tappe al Giro d'Italia, cinque al Tour de France, quattro alla Vuelta a España, due Gand-Wevelgem e una E3 Harelbeke. Si è aggiudicato anche la classifica a punti al Giro d'Italia.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Apparve subito come un predestinato nelle categorie giovanili, dove conseguì numerose vittorie sia su strada che su pista grazie alla sua grande esplosività che ne faceva un velocista assai temibile. Passò professionista nel 1981 e iniziò subito a farsi valere nelle volate di gruppo vincendo due tappe alla Vuelta a España e una al Giro d'Italia, dove riuscì ad indossare per un giorno anche la maglia rosa; non tralasciò l'attività su pista e dopo essersi laureato campione italiano nel keirin partecipò ai mondiali e si classificò secondo con conseguente medaglia d'argento nella stessa specialità; nella velocità il suo cammino si interruppe in semifinale dove cadde malamente mentre stava sfidando il dominatore incontrastato della specialità, ovvero il giapponese Koichi Nakano.

Su pista partecipò ai mondiali anche nel 1983 classificandosi secondo nella corsa a punti, specialità in cui fu campione italiano nello stesso anno. Su strada intanto continuò a vincere tappe nei grandi giri e sulle strade del Giro d'Italia fu autore di grandi duelli soprattutto con lo svizzero Urs Freuler e con Paolo Rosola (tra l'altro originario come lui di Gussago).

Bontempi seppe farsi valere anche sulle strade del Tour de France, tant'è che 1986 conquistò gli unici tre successi di tappa italiani della competizione. Grazie alle sue doti era in grado di reggere anche su salite brevi ma dure e ciò gli ha permesso di vincere alcune importanti classiche sia internazionali, come la Gand-Wevelgem (conquistata nel 1984 e nel 1986) e la Parigi-Bruxelles vinta nel 1986, che nazionali (si aggiudicò per tre volte il Giro del Friuli e per due volte la Tre Valli Varesine e la Coppa Bernocchi) mentre alla Milano-Sanremo sfiorò il successo in due occasioni (2º nel 1983 e 3º nel 1987). Una delle sue caratteristiche principali fu senza dubbio la tenacia; difatti nei primi anni novanta, quando ormai non aveva più il micidiale spunto in volata dei primi anni, diventò un eccellente passista capace di cercare la vittoria con la fuga da lontano; ciò gli permise di vincere qualche altra tappa sia al Giro che al Tour.

Chiuse la sua lunga carriera professionistica nel 1995 con il bottino di 80 vittorie su strada. Non abbandonò però l'ambiente ciclistico, diventando subito direttore sportivo, carica che ricopre anche attualmente al team kazako Astana, dopo lunghi anni trascorsi alla Lampre.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Strada[modifica | modifica sorgente]

Giro Internazionale del Valdarno
Campionati italiani militari, Prova in linea
Gran Premio Somma
Trofeo Piva
Trofeo Papà Cervi
Giro delle Tre Provincie
Coppa Città di Melzo
Trofeo Piva
Trofeo Papà Cervi
1ª tappa Ruota d'Oro
1ª tappa Vuelta a España (Santander > Avilés)
3ª tappa Vuelta a España (León > Salamanca)
1ª tappa, 1ª semitappa Giro d'Italia (Trieste > Bibione)
1ª tappa Giro di Puglia (Maglie)
14ª tappa Giro d'Italia (Pescara > Urbino)
Giro del Friuli
2ª tappa Giro di Sardegna (Cagliari > Carbonia)
1ª tappa Tirreno-Adriatico (Santa Marinella > Lago di Vico)
1ª tappa Vuelta al País Vasco (Legorreta)
5ª tappa, 1ª semitappa Vuelta al País Vasco (Azpeitia)
1ª tappa Giro di Puglia (Castellaneta Marina)
2ª tappa Giro d'Italia (Mantova > Comacchio)
8ª tappa Giro d'Italia (Salerno > Terracina)
1ª tappa Ruota d'Oro
Giro del Piemonte
Prologo Tirreno-Adriatico (Circuito Forio d'Ischia, cronometro)
Gand-Wevelgem
3ª tappa Giro di Puglia (Ostuni)
21ª tappa Giro d'Italia (Arabba > Treviso)
1ª tappa Ruota d'Oro
Millemetri del Corso di Mestre
2ª tappa Giro del Trentino (Castello Tesino > Malè-Val di Sole)
2ª tappa Ruota d'Oro (Manerba del Garda)
4ª tappa Ruota d'Oro (Levico Terme)
5ª tappa Post Danmark Rundt (Aalborg > Aarhus)
Giro della Provincia di Reggio Calabria
Gand-Wevelgem
7ª tappa Giro d'Italia (Potenza > Baia Domizia)
10ª tappa Giro d'Italia (Rieti > Pesaro)
11ª tappa Giro d'Italia (Pesaro > Castiglione del Lago)
17ª tappa Giro d'Italia (Foppolo > Piacenza)
20ª tappa Giro d'Italia (Pejo > Bassano del Grappa)
5ª tappa Tour de France (Villers-sur-Mer > Cherbourg)
21ª tappa Tour de France (Clermont-Ferrand > Nevers)
22ª tappa Tour de France (Cosne-sur-Loire > Parigi/Champs Elysées
Coppa Placci
Tre Valli Varesine
Parigi-Bruxelles
1ª tappa Giro di Puglia (Rodi Garganico)
2ª tappa Giro di Puglia (Cerignola
Classifica generale Giro di Puglia
1ª tappa Settimana Ciclistica Internazionale
12ª tappa Giro d'Italia (Osimo > Bellaria)
Coppa Bernocchi
Giro del Friuli
1ª tappa Settimana Ciclistica Internazionale
5ª tappa Settimana Ciclistica Internazionale
Gran Premio E3 Harelbeke
2ª tappa Giro d'Italia (Urbino > Ascoli Piceno)
5ª tappa Giro d'Italia (Vieste > Santa Maria Capua Vetere)
Prologo Tour de France (Pornichet > La Baule)
Giro del Friuli
Coppa Bernocchi
1ª tappa, 1ª semitappa Vuelta a la Comunidad Valenciana (Gruyera)
2ª tappa Vuelta a la Comunidad Valenciana (Elda)
1ª tappa, 2ª semitappa Setmana Catalana de Ciclisme (Lleida)
1ª tappa Giro di Puglia
Classifica generale Giro di Puglia
18 tappa Tour de France (Castillon-la-Bataille > Limoges)
10ª tappa Vuelta a España (Lloret de Mar > Andorra)
15ª tappa Vuelta a España (Santo Domingo de la Calzada > Santander)
2ª tappa Tour de Luxembourg (Bettembourg > Bettembourg)
Tre Valli Varesine
6ª tappa Giro d'Italia (Roccaraso > Melfi)
8ª tappe Giro d'Italia (Aversa > Latina)
5ª tappa Tour de France (Nogent-sur-Oise > Wasquehal)
3ª tappa Vuelta a la Comunidad Valenciana (L'Alcúdia de Crespins)
1ª tappa Giro del Trentino (Riva del Garda > Trento)
6ª tappa Giro d'Italia (Villafranca Tirrena > Messina)

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Trapani
Circuito degli Assi - Napoli
Classifica a punti Giro d'Italia
Gouden Pijl-Emmen
San Donà di Piave
3ª tappa Giro d'Italia (Lerici > Lido di Camaiore, cronosquadre)
2ª tappa Tour de France (Berlino > Berlino, cronosquadre)
Linne
Sint-Truiden
Bologna
Classifica a punti Vuelta a la Comunidad Valenciana
Bavikhove
Berlin
3ª tappa Tour de France (Mayenne > Alençon, cronosquadre)

Pista[modifica | modifica sorgente]

Record olimpico nel Chilometro da fermo alle Olimpiadi di Mosca
Campionati italiani, Keirin
Campionati italiani, Corsa a punti

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1981: non partito (12ª tappa)
1982: ritirato
1983: ritirato (10ª tappa)
1984: 93º
1985: 107º
1986: 99º
1987: 108º
1988: 91º
1990: 118º
1992: 40º
1993: 60º
1994: 69º
1982: ritirato (17ª tappa)
1985: 112º
1986: 92º
1987: 119º
1988: 106º
1989: ritirato (10ª tappa)
1990: 122º
1991: 96º
1992: 75º
1994: 90º
1995: 89º
1981: ritirato
1991: 47º
1992: 62º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1983: 2º
1986: 15º
1987: 3º
1988: 20º
1989: 50º
1992: 60º
1993: 29º
1986: 33º
1987: 38º
1990: 16º
1991: 13º
1992: 18º
1993: 58º
1994: 7º
1995: 36º
1986: 31º
1987: 18º
1988: 42º
1990: 42º
1991: 14º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Medaglia d'Oro al Valore Atletico - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'Oro al Valore Atletico
«Per aver ottenuto il record olimpico su pista nella specialità del Chilometro da fermo alle Olimpiadi di Mosca del 1980»

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]