Steven Rooks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Steven Rooks
Steven Rooks Giro 2010.jpg
Steven Rooks al Giro d'Italia 2010
Dati biografici
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1995
Carriera
Squadre di club
1982 TI TI
1983 Sem Sem
1984-1985 Panasonic Panasonic
1986-1989 PDM PDM
1990 Panasonic Panasonic
1991-1992 Buckler Buckler
1993 Festina Festina
1994-1995 TVM TVM
Nazionale
1983-1994 Paesi Bassi Paesi Bassi
Carriera da allenatore
1999 TVM TVM
 

Steven Rooks (Oterleek, 7 agosto 1960) è un ex ciclista su strada e pistard olandese, professionista dal 1982 al 1995 e vincitore di una Liegi-Bastogne-Liegi e di un'Amstel Gold Race.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Con il connazionale Gert-Jan Theunisse, amico e compagno di squadra alla Panasonic ed alla PDM,[1] fu tra i protagonisti al Tour de France sul finire degli anni ottanta. Nell'edizione 1988, in cui avrebbe dovuto correre come gregario di Greg LeMond, poi assente perché infortunato, vinse la maglia a pois di miglior scalatore, primo olandese a riuscirvi, aggiudicandosi anche il secondo posto finale, a 7'13" dal vincitore Pedro Delgado, e la tappa con arrivo sullo storico traguardo dell'Alpe d'Huez.[1] Altre due volte si piazzò nei primi dieci alla Grande Boucle, nono nel 1986 e settimo nel 1989, quando ottenne un'altra vittoria di tappa.

Corridore completo, diede comunque il meglio di sé nelle gare di un giorno:[1] nel 1983, giovanissimo, vinse la Liegi-Bastogne-Liegi; nel 1986 trionfò nella classica di casa, l'Amstel Gold Race, mentre nel 1988 si impose Campionato di Zurigo.

Non riuscì mai a vincere un campionato del mondo su strada: si piazzò secondo, alle spalle di Gianni Bugno, nel 1991 a Stoccarda, quarto nel 1989 a Chambéry e quinto nel 1992 a Benidorm. Fu, invece, due volte campione nazionale olandese, nel 1991 e nel 1994, battendo in entrambe le occasioni l'amico Gert-Jan Theunisse.

Nel dicembre 1999, ospite, insieme a Peter Winnen e Maarten Ducrot, del programma televisivo Reporter, ammise di aver utilizzato testosterone e anfetamine durante i tredici anni di carriera. Denunciò anche la pratica del doping di squadra, comune presso sei formazioni olandesi degli anni ottanta (TI-Raleigh, Panasonic, PDM, Buckler, TVM e Kwantum Hallen-Yoko), i cui medici prescrivevano ai propri atleti prodotti vietati come testosterone, anfetamine e corticosteroni.[2][3] Nel giugno 2009 venne pubblicato Het laatste geel, libro del giornalista olandese Mart Smeets: all'interno dell'opera Rooks ammetteva di aver utilizzato anche EPO, a partire dal 1989.[4]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Strada[modifica | modifica sorgente]

2ª tappa, 2ª semitappa, Tour Méditerranéen
Liegi-Bastogne-Liegi
Zuiderzee Derny Tour
7ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré
4ª tappa Giro di Norvegia
4ª tappa, 2ª semitappa, Volta Ciclista a Catalunya
Prologo Ruta del Sol
Classifica generale Ruta del Sol
Amstel Gold Race
Grand Prix de Wallonie
Classifica generale Giro di Lussemburgo
2ª tappa Tour de Suisse (Ruggell/Bendern > Leibstadt)
12ª tappa Tour de France (Morzine > L'Alpe d'Huez)
Acht van Chaam
Campionato di Zurigo
Classifica generale Tour du Vaucluse
15ª tappa Tour de France (Gap > Orcières-Merlette)
Campionati olandesi, Prova in linea
4ª tappa, 2ª semitappa, Vuelta a Galicia
Campionati olandesi, Prova in linea

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Criterium di Kamerik
Criterium di Heemskerk
Criterium di Heerhugowaard
Criterium di Elsloo
Criterium di Kloosterzande
Criterium di Valkenswaard
Criterium di Eindhoven
Criterium di Schijndel
Nittedal-Oslo
Criterium di Apeldoorn
Jersey polkadot.svg Classifica scalatori Tour de France
Classifica combinata Tour de France
Draai van de Kaai
1ª prova Criterium di Deurne
Mijl van Mares
Classifica combinata Tour de France
Criterium di Valkenswaard
Profronde van Oostvoorne
Dernycriterium di Noordwijk-aan-zee

Pista[modifica | modifica sorgente]

Campionati olandesi, Prova derny

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1988: ritirato (14ª tappa)
1990: 75º
1993: ritirato (11ª tappa)
1995: ritirato (8ª tappa)
1983: ritirato (10ª tappa)
1985: 25º
1986: 9º
1987: ritirato (20ª tappa)
1988: 2º
1989: 7º
1990: 33º
1991: 26º
1992: 17º
1993: fuori tempo (2ª tappa)
1994: ritirato (12ª tappa)
1985: ritirato (11ª tappa)
1991: 9º
1992: 10º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1983: 62º
1986: 17º
1987: 30º
1988: 3º
1989: 14º
1990: ritirato
1992: 26º
1993: 15º
1994: 35º
1995: 121º
1987: 6º
1988: 5º
1993: 48º
1983: vincitore
1984: 4º
1985: 10º
1986: 5º
1988: 4º
1989: 6º
1990: 3º
1991: 21º
1992: 2º
1993: 10º
1994: 24º
1995: 27º
1985: 18º
1991: 18º
1994: 38º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Altenrhein 1983 - In linea: ritirato
Barcellona 1984 - In linea: ritirato
Colorado Springs 1986 - In linea: 57º
Villach 1987 - In linea: 6º
Ronse 1988 - In linea: 70º
Chambéry 1989 - In linea: 4º
Utsunomiya 1990 - In linea: ritirato
Stoccarda 1991 - In linea: 2º
Benidorm 1992 - In linea: 5º
Oslo 1993 - In linea: 46º
Agrigento 1994 - In linea: ritirato

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Trofeo Gerrit Schulte nel 1988
  • Sportivo olandese dell'anno nel 1988

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Samuel Abt, TOUR de FRANCE; Dutch Rider Happy As 'Proper' Second in www.nytimes.com, 24 luglio 1988. URL consultato il 21 giugno 2011.
  2. ^ E Ullrich si dà ai lavori forzati prima Maiorca, poi Sudafrica in archiviostorico.gazzetta.it, 2 gennaio 2000. URL consultato il 20 giugno 2011.
  3. ^ (EN) Dutch stars come clean in www.cyclingnews.com, 1 gennaio 2000. URL consultato il 20 giugno 2011.
  4. ^ Rooks: "Ho fatto uso di Epo dal 1989" in www.gazzetta.it, 19 giugno 2009. URL consultato il 20 giugno 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]