Rudi Altig

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rudi Altig
Rudi Altig 20060809 005.jpg
Rudi Altig nel 2006
Dati biografici
Nazionalità Germania Germania
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1971
Carriera
Squadre di club
1960-1961 Rapha Rapha
1962-1964 Saint Raphaël Saint Raphaël
1965 Margnat
1966-1967 Molteni Molteni
1968-1969 Salvarani Salvarani
1970-1971 G.B.C. G.B.C.
Nazionale
1962-1970 Germania Ovest Germania Ovest
Carriera da allenatore
1978 C & A
1980 Puch Puch
1981 Puch
1987 Commodore
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Argento Lasarte 1965 In linea
Oro Nürburgring 1966 In linea
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Oro Amsterdam 1959 Ins. ind. Dil.
Oro Lipsia 1960 Ins. ind.
Oro Zurigo 1961 Ins. ind.
 

Rudi Altig (Mannheim, 18 marzo 1937) è un ex ciclista su strada e pistard tedesco. Da dilettante, nel 1959, fu campione del mondo dell'inseguimento individuale. Nel 1960 e nel 1961 ripeté il titolo nella categoria professionisti, mentre nel 1966 divenne anche campione del mondo su strada in linea al Nürburgring.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

È stato uno dei più grandi campioni del ciclismo tedesco, alternando i suoi successi tra la strada e la pista. Tra le sue 96 vittorie su strada si annoverano i mondiali su strada al Nürburgring, in Germania, nel 1966 (davanti a Jacques Anquetil e Raymond Poulidor), la Milano-Sanremo del 1968 e la Vuelta a España del 1962. Nel 1965 arrivò secondo al mondiale su strada di San Sebastian, in Spagna, battuto da Tommy Simpson.

Fu anche campione tedesco su strada nel 1964 e nel 1970. Indossò la maglia gialla del Tour de France 19 volte, nel 1962, nel 1964 e nel 1966, vincendo complessivamente otto tappe, cui si aggiungono quattro tappe del Giro d'Italia e sei alla Vuelta.

In pista fu campione del mondo di inseguimento nel 1960 e nel 1961. Vinse anche 23 sei giorni e stabilì il record del chilometro da fermo e dei 5 chilometri. Dal 1970, fu sospeso per quattro volte dall'attività per aver usato, secondo le accuse, sostanze dopanti; motivo per il quale per gli ultimi 2 anni tra i professionisti non gareggiò quasi mai. Successivamente, negli anni settanta, per quattro anni fu commissario tecnico della Nazionale tedesca.

Suo fratello Willi è stato anch'egli ciclista professionista.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Strada[modifica | modifica sorgente]

Grand Prix de Narbonne
7ª tappa Giro di Germania
GP di Algeri (cronocoppie con Roger Rivière)
Trofeo Baracchi (con Jacques Anquetil)
1ª tappa Tour de France
3ª tappa Tour de France
17ª tappa Tour de France
2ª tappa Vuelta a España
7ª tappa Vuelta a España
15ª tappa Vuelta a España
Classifica generale Vuelta a España
6ª tappa Parigi-Nizza
Grand Prix de Cannes
Man'x International
2ª tappa Deutschland Tour
3ª tappa Deutschland Tour
Genova-Nizza
2ª tappa Parigi-Nizza
5ª tappa Parigi-Nizza
1ª tappa Parigi-Lussemburgo
Classifica generale Parigi-Lussemburgo
4ª tappa Tour de France
Giro delle Fiandre
8ª tappa Parigi-Nizza
3ª tappa Vuelta a Andalucía
4ª tappa Vuelta a Andalucía
Classifica generale Vuelta a Andalucía
Grosser Preis Union-Brauerei
Campionati tedeschi, Gara in linea
2ª tappa Giro del Belgio
1ª tappa Tour du Sud-Est
2ª tappa Tour du Sud-Est
1ª tappa Paris-Nice
4ª tappa Paris-Nice
6ª tappa Paris-Nice
3ª tappa Vuelta a España
Campionati del mondo, Gara in linea
1ª tappa Tour de France
12ª tappa Tour de France
22ª tappa Tour de France
7ª tappa Giro d'Italia
11ª tappa Giro d'Italia
Giro di Toscana
Giro del Piemonte
3ª tappa Paris-Nice
Milano-Vignola
6ª tappa Giro d'Italia
11ª tappa Giro d'Italia
3ª tappa Vuelta a España
5ª tappa Vuelta a España
Milano-Sanremo
2ª tappa Tirreno-Adriatico
Prologo Tour de France
Gran Premio di Lugano (cronometro)
Gran Premio di Diessenhofen (cronometro)
3ª tappa Parigi-Lussemburgo
Prologo Tour de Suisse
Rund um den Henninger-Turm
5ª tappa Paris-Nice
Sassari-Cagliari
Campionati tedeschi, Gara in linea

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Classifica a punti Vuelta a España
Classifica a punti Tour de France

Pista[modifica | modifica sorgente]

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Record mondiale del chilometro da fermo: 1'09"6
Record mondiale dei 5 chilometri: 6'10"2
Record mondiale dei 5 chilometri: 6'07"60

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1966: 13º
1967: ritirato
1968: ritirato
1969: 9º
1970: 45º
1962: 31º
1964: 15º
1966: 12º
1969: ritirato
1962: vincitore
1965: ritirato
1968: 18º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1961: 24º
1965: 29º
1966: 49º
1968: vincitore
1970: 37º
1963: 11º
1964: vincitore
1966: 34º
1967: 71º
1968: 2º
1961: 32º
1964: 11º
1965: 12º
1966: 6º
1967: 3º
1969: 14º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Sportivo tedesco dell'anno nel 1966

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Croce al merito al nastro dell'Ordine al merito di Germania - nastrino per uniforme ordinaria Croce al merito al nastro dell'Ordine al merito di Germania
— 1997
Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato della Renania-Palatinato - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato della Renania-Palatinato
— 2010

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 64800911