Stan Ockers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stan Ockers
Stan Ockers Borgerhout2.JPG
Placca commemorativa in onore di Ockers ad Anversa
Dati biografici
Nome Josephus Constant Ockers
Nazionalità Belgio Belgio
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1956
Carriera
Squadre di club
1941 Individuale
1942 Helyett Helyett
1943-1946 Métropole Métropole
1947 Groene Leeuw Groene Leeuw
Mondia Mondia
1948-1949 Garin Garin
Mondia Mondia
1950 Terrot Terrot
1951 Terrot Terrot
Girardengo
1952 Peugeot Peugeot
Girardengo
1953 Peugeot Peugeot
Girardengo
Libertas Libertas
1954 Peugeot Peugeot
Girardengo Girardengo
Nazionale
1948-1956 Belgio Belgio
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg  Mondiali su strada
Bronzo Lugano 1953 In linea
Oro Frascati 1955 In linea
 
Il monumento in onore di Stan Ockers a La Roche-en-Ardenne

Josephus Constant Ockers, detto Stan (Anversa, 3 febbraio 1920Anversa, 1º ottobre 1956), è stato un ciclista su strada e pistard belga. Professionista dal 1941 al 1956, fu campione del mondo su strada nel 1955 a Frascati.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nato nel distretto di Borgerhout, ad Anversa, passò professionista come individuale nel 1941. Messo sotto contratto dalla Helyett-Hutchinson l'anno dopo, ottenne i principali successi su strada negli anni 1950.

Al Tour de France vinse tre tappe (nel 1950, nel 1954 e nel 1956) e si classificò due volte secondo nella generale, nel 1950 e nel 1952. Proprio nel 1952, classificandosi al secondo posto a 28'17" da Fausto Coppi, curiosamente si aggiudicò il premio – tre volte la cifra del consueto conguaglio per la piazza d'onore – da poco introdotto su idea del patron Jacques Goddet per provare a ridare un po' di interesse alla corsa dominata dal "Campionissimo".[1] Negli anni seguenti fece sua la maglia verde della classifica a punti nelle edizioni 1955 e 1956.

Il 28 agosto 1955, all'età di 35 anni, conquistò il titolo di campione del mondo nella prova su strada a Frascati.[1] Nella gara da svolgersi sul circuito tra Grottaferrata e Vermicino, da ripetere per quattordici volte, i due favoriti erano Fausto Coppi e Louis Bobet, che però si marcarono "a uomo" neutralizzandosi.[1] Ockers fu allora protagonista di un'azione solitaria che lo vide uscire dal gruppo, andare a riprendere i sei fuggitivi (che avevano circa 5 minuti di vantaggio), staccarli e giungere in solitaria al traguardo tra gli applausi.[1] Nello stesso anno aveva vinto anche le due classiche delle Ardenne, la Freccia Vallone e la Liegi-Bastogne-Liegi; la Freccia Vallone l'aveva peraltro già fatta sua due anni prima, nel 1953, grazie all'attacco vincente sulla Côte des Forges.[1]

Attivo anche su pista, vinse alcune prestigiose Sei giorni, come quella di Anversa, quella di Bruxelles e quella di Gand; fu inoltre campione nazionale nella specialità dell'americana in coppia con Rik Van Steenbergen nel 1955.

Il 29 settembre 1956, durante una gara su pista nel Palasport di Anversa, cadde fratturandosi il cranio.[1] Trasportato in ospedale, morì due giorni dopo.[1] Campione tra i più amati in Belgio, fu onorato con funerali solenni, alla presenza del re Baldovino I e di ventimila persone.[1][2] L'anno seguente fu eretto un monumento in suo onore a La Roche-en-Ardenne, sulla Côte des Forges, nelle Ardenne.[2]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Strada[modifica | modifica sorgente]

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Stekene (criterium)
Ruddervoorde (criterium)
Ekeren (criterium)
Lint (criterium)
Broechem (criterium)
Heis-op-den-Berg (criterium)
Bornem (criterium)
Campionati belgi per club, Prova a cronometro 2ª categoria
Helchteren (criterium)
Pâturages (criterium)
Bruxelles (criterium derny)
Peer (criterium)
Seraing (criterium)
Hasselt (criterium)
Turnhout (criterium)
Gembloux (criterium)
Aartrijke (criterium)
Namur (criterium)
Herve (criterium)
Hautmont (criterium)
Bourg-en-Bresse (criterium)
Busto Arsizio (criterium)
Bruxelles (criterium derny)
Gand (criterium derny)
Goes (criterium)
Bruxelles (criterium)
Wavre (criterium)
Anversa (criterium)
Frameries (criterium)
Liegi (criterium)
Deurne (criterium)
Châlon-sur-Saône (criterium)
Verviers (criterium)
Jambes (criterium)
Classifica a punti Tour de France
Beverlo (criterium derny)
Tournai (criterium derny)
Bertrix (criterium derny)
Gand (criterium)
Lokeren (criterium)
Cavaillon (criterium)
Classifica individuale Challenge Desgrange-Colombo
Classifica a punti Critérium du Dauphiné Libéré
Classifica a punti Tour de France
Willebroek (criterium)
Huy #1 (criterium)
Huy #2 (criterium)
Loverval (criterium derny)

Pista[modifica | modifica sorgente]

Sei giorni di Bruxelles (con Rik Van Steenbergen)
Sei giorni di Gand (con Rik Van Steenbergen)
Sei giorni di Anversa (con Rik Van Steenbergen)
Campionato belga, Americana (con Rik Van Steenbergen)

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1952: 6º
1953: 6º
1948: 11º
1949: 7º
1950: 2º
1951: 5º
1952: 2º
1954: 6º
1955: 8º
1956: 8º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1950: 6º
1952: 32º
1954: 6º
1956: 10º
1942: 12º
1943: 33º
1944: 14º
1956: 2º
1943: 3º
1947: 5º
1948: 25º
1955: vincitore
1956: vincitore
1953: 4º
1954: 23º
1955: 11º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Valkenburg 1948 - In linea: ritirato
Copenaghen 1949 - In linea: 18º
Moorslede 1950 - In linea: 7º
Lussemburgo 1952 - In linea: 10º
Lugano 1953 - In linea: 3º
Frascati 1955 - In linea: vincitore
Copenaghen 1956 - In linea: 4º

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Trophée Edmond Gentil nel 1955

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h Beppe Conti, Ciclismo - Gloria e tragedie, Milano, Gruppo Editoriale Armenia, 2006, pagg. 36-38, ISBN 88-8113-335-0.
  2. ^ a b (NL) Stan Ockers: België - Les Forges, www.dewielersite.net. URL consultato il 07-06-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]