Romāns Vainšteins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Romāns Vainšteins
Dati biografici
Nazionalità Lettonia Lettonia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Ritirato 2004
Carriera
Squadre di club
1997 Team Polti Team Polti
1998 Kross Kross
1999-2000 Vini Caldirola Vini Caldirola
2001-2002 Domo Domo
2003 Vini Caldirola Vini Caldirola
2004 Lampre Lampre
Nazionale
1996-2004 Lettonia Lettonia
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg  Mondiali
Oro Plouay 2000 In linea
 

Romāns Vainšteins (Riga, 3 marzo 1973) è un ex ciclista su strada lettone. Professionista dal 1997 al 2004, fu campione mondiale della prova in linea su strada nel 2000 a Plouay.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Passato professionista nel 1998 con la Kross-Selle Italia, si mise subito in luce per le sue caratteristiche di atleta molto veloce, capace di ben figurare negli sprint di gruppo ed in grado di tenere sulle salite non troppo lunghe, cosa che gli permetterà di ottenere buoni piazzamenti nelle più importanti classiche del ciclismo mondiale.

Nel suo primo anno conquistò cinque vittorie e nel 1999 venne ingaggiato dalla Vini Caldirola-Sidermec. Fu in quest'anno che Vainšteins focalizzò le attenzioni degli addetti ai lavori vincendo dieci corse tra cui la breve corsa a tappe Tirreno-Adriatico, la sesta tappa del Giro d'Italia con arrivo a Foggia, il titolo nazionale lettone su strada e la Parigi-Bruxelles.

Nel 2000 vinse cinque gare, tra cui la Coppa Bernocchi, ma conquistò il successo che contrassegnerà per sempre la sua carriera: ai mondiali di Plouay, in Francia, si aggiudicò a sorpresa in volata la gara superando il polacco Zbigniew Spruch ed il grande favorito Óscar Freire, vincitore uscente.

La vittoria del mondiale gli valse l'ingaggio della forte squadra belga Domo-Farm Frites, dove però non sempre riuscì a mostrare il suo talento (si segnalò soprattutto per il terzo posto nella Parigi-Roubaix 2001 dove fu preceduto dai compagni di squadra Servais Knaven e Johan Museeuw). Nel 2003 si trasferì alla Vini Caldirola-Saunier Duval (ex Tacconi Sport, la squadra frutto della fusione tra la vecchia Vini Caldirola e la Amica Chips-Tacconi Sport) e si aggiudicò una sola gara, a testimonianza dell'inizio della sua parabola discendente, anche a causa di qualche problema fisico.

Dopo aver concluso l'annata 2004 senza vittorie nelle file della Lampre decise di abbandonare l'attività agonistica e di continuare saltuariamente a pedalare per passione a livello amatoriale.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Classifica generale Circuit Franco-Belge
Omloop van de Grensstreek
Classifica generale Saaremaa Velotuur
Grand Prix de Beuvry la Foret
Coppa Pinot La Versa
3ª tappa Grand Prix Jornal de Noticias
Classifica generale Grand Prix Jornal de Noticias
Gran Premio Industria e Artigianato
Sydbank Grand Prix
Aarhus Post Grand Prix
1ª tappa Wyścig Solidarności i Towarzystwa Olimpijczyków Polskich
Campionati lettoni, Prova in linea
Gran Premio del Canton Argovia
Due Giorni di Chiasso
1ª tappa Tirreno-Adriatico
6ª tappa Tirreno-Adriatico

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Classifica punti Solidarity Tour
Classifica punti Driedaagse De Panne - Koksijde

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1999: ritirato (13ª tappa)
2000: 82°
2001: 132°
2003: 116°

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1999: 41º
2000: 9º
2001: 3º
2003: 73º
2004: 7º
1999: 25º
2000: 3º
2001: 10º
2003: 18º
2004: 32º
2000: 14º
2001: 3º
2003: 6º
2004: 11º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]