Moreno Argentin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moreno Argentin
Moreno Argentin.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Ritirato 1994
Carriera
Squadre di club
1980 San Giacomo stagista
1981-1984 Sammontana Sammontana
1985-1986 Sammontana Sammontana
1987-1989 Gewiss Gewiss
1990-1992 Ariostea Ariostea
1993 Mecair Mecair
1994 Gewiss Gewiss
Nazionale
1982-1993 Italia Italia
Carriera da allenatore
1996-1997 Roslotto Roslotto
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Bronzo Giavera del Montello 1985 In linea
Oro Colorado Springs 1986 In linea
Argento Villach 1987 In linea
 

Moreno Argentin (San Donà di Piave, 17 dicembre 1960) è un ex ciclista su strada italiano. Professionista dal 1980 al 1994, fu campione del mondo su strada nel 1986 e quattro volte vincitore della Liegi-Bastogne-Liegi. Ha vinto inoltre un'edizione del Giro di Lombardia e una del Giro delle Fiandre.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Da dilettante ha vinto corse importanti come la Coppa Adriana (valida come Campionato italiano a squadre con Andrea D'Agaro e Paolo Nascimben) nel 1978, il Piccolo Giro di Lombardia, il Campionato italiano nell'inseguimento a squadre e il Campionato italiano militari nel 1980.

Professionista dal 1981 al 1994, ha vinto tredici tappe al Giro d'Italia e due al Tour de France. Si è aggiudicato anche nove classiche di grande rilievo, poi inserite nella Coppa del mondo: la Liegi-Bastogne-Liegi per ben quattro volte, di cui tre consecutive, la Freccia Vallone tre volte, il Giro delle Fiandre e il Giro di Lombardia una. Ha poi anche vinto il campionato italiano in due occasioni (1983 e 1989), e il Campionato del mondo a Colorado Springs nel 1986.

Una grande delusione della sua carriera è legata alla Milano-Sanremo del 1992. Partito con i favori del pronostico, dopo aver vinto la Settimana Siciliana e aver dimostrato la propria superiorità in salita trionfando in tre tappe consecutive della Tirreno-Adriatico, Argentin sfruttò il lavoro della squadra messasi a completa sua disposizione e, lanciato dal compagno Giorgio Furlan, sferrò una serie di attacchi con cui si sbarazzò della concorrenza. Quando in cima alla salita del Poggio sembrava che avesse ormai la corsa in pugno, Argentin si lanciò nella discesa con eccessiva prudenza e, in vista ormai dell'arrivo, fu raggiunto dall'irlandese Sean Kelly (che si era buttato al suo inseguimento prendendosi molti più rischi) e battuto allo sprint.[1]

Tra gli altri piazzamenti nelle gare in linea, un secondo posto alla Parigi-Tours (1985), un secondo al Giro di Lombardia (1981), due secondi alla Freccia Vallone (1985, 1988) e un terzo posto alla Milano-Sanremo (1982).

Uomo da corse di un giorno, seppe essere protagonista al Giro d'Italia non solo limitandosi alle vittorie di tappa: giunto sul podio nel 1984, alle spalle di Francesco Moser e Laurent Fignon, interpretò magistralmente, da un punto di vista tattico, le edizioni del 1993 e del 1994. Dopo aver vinto la prima tappa e indossato la maglia rosa per dieci giorni, fu essenziale, nell'edizione del 1993, soprattutto in appoggio al compagno di squadra Pëtr Ugrumov, che grazie anche al lavoro di Argentin conquistò il secondo posto al Giro mettendo seriamente in crisi Miguel Indurain nella tappa di Oropa. Nell'edizione del 1994 indossò ancora per due giorni il simbolo del primato e pilotò Evgenij Berzin alla conquista del Giro.

Al termine del Giro d'Italia del 1994 annunciò il proprio ritiro dalle corse.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Piccolo Giro di Lombardia
Giro delle Valli Aretine
Coppa Caduti - Puglia di Arezzo
Gran Premio Agostano
Campionati italiani militari, Prova in linea
  • 1981 (Sammontana, tre vittorie)
8ª tappa Giro d'Italia (Sala Consilina > Cosenza)
11ª tappa Giro d'Italia (Arezzo > Livorno)
Gran Premio Industria e Commercio di Prato
  • 1982 (Sammontana, cinque vittorie)
8ª tappa Giro d'Italia (Taormina > Agrigento)
Gran Premio Industria e Commercio di Prato
3ª tappa Tour de Suisse (Suhr > San Gallo)
Giro di Romagna
Trofeo Matteotti
  • 1983 (Sammontana, otto vittorie)
3ª tappa Giro di Sardegna (Siniscola > Arzachena)
2ª tappa Tirreno-Adriatico (Orte > Monte San Pietrangeli)
3ª tappa Tirreno-Adriatico (Grottammare > Paglieta)
7ª tappa Giro d'Italia (Campitello Matese > Salerno)
21ª tappa Giro d'Italia (Arabba > Gorizia)
Gran Premio Città di Camaiore (Valido come Campionato italiano)
Campionati italiani, Prova in linea
Coppa Sabatini
  • 1984 (Sammontana, sette vittorie)
2ª tappa Settimana Ciclistica Internazionale
Classifica generale Settimana Ciclistica Internazionale
4ª tappa Giro di Puglia
3ª tappa Giro d'Italia (Bologna > San Luca)
5ª tappa Giro d'Italia (Numana > Block Haus)
3ª tappa Ruota d'Oro
Giro del Veneto
  • 1985 (Sammontana, quattro vittorie)
1ª tappa, 2ª semitappa Tirreno-Adriatico (Santa Severa > Arpino)
Liège-Bastogne-Liège
Prologo Tour de Romandie (Cronometro)
Classifica generale Post Danmark Rundt
  • 1986 (Sammontana, quattro vittorie)
Liège-Bastogne-Liège
2ª tappa Settimana Ciclistica Internazionale
13ª tappa Coors Classic
Campionati del mondo, Prova in linea
  • 1987 (Gewiss, dieci vittorie)
2ª tappa Ruta del Sol
2ª tappa Settimana Siciliana
2ª tappa Tirreno-Adriatico (Arpino > Paglieta)
4ª tappa Tirreno-Adriatico (Porto Recanati > Fermo)
Liège-Bastogne-Liège
2ª tappa Giro d'Italia (Imperia > Borgotaro)
4ª tappa Giro d'Italia (Camaiore > Montalcino)
7ª tappa Giro d'Italia (Rieti > Roccaraso)
20ª tappa Coors Classic
Giro di Lombardia
  • 1988 (Gewiss, tre vittorie)
1ª tappa Critérium International
Giro della Provincia di Reggio Calabria
Giro del Veneto
  • 1989 (Gewiss, cinque vittorie)
1ª tappa Ruta del Sol
5ª tappa Settimana Siciliana (Regalne > Biancavilla)
4ª tappa Bicicleta Eibarresa
Giro dell'Appennino (Valido come Campionato italiano)
Campionati italiani, Prova in linea
  • 1990 (Ariostea, cinque vittorie)
Ronde van Vlaanderen
Waalse Pijl
3ª tappa Tour de France (Poitiers > Nantes)
9ª tappa Tour de Suisse (Lenzerheide > Unteraegeri)
Coppa Sabatini
  • 1991 (Ariostea, tre vittorie)
Waalse Pijl
Liège-Bastogne-Liège
15ª tappa Tour de France (Albi > Ales)
  • 1992 (Ariostea, sei vittorie)
4ª tappa Settimana Ciclistica Internazionale (Sant'Agata di Militello)
5ª tappa Settimana Ciclistica Internazionale (Agrigento)
Classifica generale Settimana Ciclistica Internazionale
5ª tappa Tirreno-Adriatico (Cerro al Volturno > Paglieta)
6ª tappa Tirreno-Adriatico (Paglieta > Monte Cenero)
7ª tappa Tirreno-Adriatico (Torre San Patrizio > Montegranaro)
  • 1993 (Mecair-Ballan, tre vittorie)
7ª tappa Tour Méditerranéen (Marsiglia)
1ª tappa, 1ª semitappa Giro d'Italia (Porto Azzurro > Portoferraio)
13ª tappa Giro d'Italia (Asiago > Corvara in Badia)
  • 1994 (Gewiss-Ballan, quattro vittorie)
Waalse Pijl
2ª tappa Giro del Trentino (Trento > Folgarida)
Classifica generale Giro del Trentino
2ª tappa Giro d'Italia (Bologna > Osimo)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Treviso (Criterium)
San Vendemiano (Circuito)
San Donà di Piave (Circuito)
Livorno (Criterium)
Mussolente (Criterium)
San Donà di Piave (Circuito)
Quarrata (Criterium)
San Vendemiano (Circuito)
Scordia (Circuito)
Bergamo (Criterium)
Curno (Criterium)
Grazer Altstadt (Criterium)
Bacoli (Criterium)
San Martino Castrozza (Criterium)
San Martino di Lupari (Criterium)
Biban de Carbonera (Circuito)
2ª tappa Tour de France (Chassieu, cronosquadre)
2ª prova Gran Premio Sanson (Pieve di Soligo, criterium)
Warszawa (Criterium)

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Sei Giorni di Bassano del Grappa (con Roman Hermann e Danny Clark)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1981: 43º
1982: 38º
1983: 45º
1984: 3º
1985: non partito (4ª tappa)
1987: 31º
1989: 15º
1993: 6º
1994: 14º
1990: non partito (6ª tappa)
1991: 59º
1992: ritirato (8ª tappa)
1987: non partito (15ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1982: 3º
1983: 28º
1984: 17º
1985: 26º
1987: ritirato
1989: 41º
1990: 4º
1992: 2º
1987: 15º
1988: 66º
1990: vincitore
1991: 53º
1993: 42º
1982: 39º
1985: vincitore
1986: vincitore
1987: vincitore
1988: 12º
1990: 6º
1991: vincitore
1993: 5º
1994: 18º
1981: 2º
1983: 21º
1985: 30º
1987: vincitore
1990: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Goodwood 1982 - In linea: 47º
Altenrhein 1983 - In linea: 42º
Barcellona 1984 - In linea: 17º
Giavera del Montello 1985 - In linea: 3º
Colorado Springs 1986 - In linea: vincitore
Villach 1987 - In linea: 2º
Ronse 1988 - In linea: 22º
Chambéry 1989 - In linea: ritirato
Stoccarda 1991 - In linea: ritirato
Benidorm 1992 - In linea: ritirato
Oslo 1993 - In linea: ritirato

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianfranco Josti, Kelly suona l' incompiuta di Argentin in Il Corriere della Sera, 22 marzo 1992. URL consultato il 21 febbraio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]