Giorgio Furlan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giorgio Furlan
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, pista
Ritirato 1998
Carriera
Squadre di club
1989 Malvor
1990 Diana
1991-1993 Ariostea
1994-1995 Gewiss
1996-1997 Saeco
1998 Vini Caldirola
Nazionale
1992-1994 Italia Italia
 

Giorgio Furlan (Treviso, 9 marzo 1966) è un ex ciclista su strada e pistard italiano. Professionista dal 1989 al 1998, conta due successi di tappa al Giro d'Italia e una vittoria alla Milano-Sanremo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Esordi[modifica | modifica wikitesto]

Da dilettante vinse numerose classiche del Calendario italiano come il Trofeo Gianfranco Bianchin nel 1985 e 1986, il Giro del Medio Brenta sempre nel 1986, il Gran Premio Sportivi di Poggiana nel 1987, la Milano-Rapallo, la Ruota d'Oro-Festa del Perdono e il Giro dell'Umbria nel 1988.

Professionista[modifica | modifica wikitesto]

Professionista dal 1989, è stato uno dei corridori italiani più vittoriosi nella prima metà degli anni novanta. Ha vinto infatti classiche come la Milano-Sanremo e la Freccia Vallone (davanti a Gérard Rué e Davide Cassani) e corse a tappe come il Tour de Suisse (davanti a Gianni Bugno), la Tirreno-Adriatico e il Critérium International, fregiandosi anche del titolo di campione italiano su strada.

Doping[modifica | modifica wikitesto]

Sulla sua carriera pesa però l'ombra del doping. Infatti, relativamente al periodo dei suoi più importanti successi, ai tempi in cui militava nel team Gewiss-Ballan, rimase invischiato nelle indagini sull'uso di pratiche illecite nel ciclismo. Il 7 gennaio 2000, quando ormai aveva abbandonato l'attività agonistica, è stato deferito dal Coni per doping ematico.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Trofeo Gianfranco Bianchin
Trofeo Gianfranco Bianchin
Giro del Medio Brenta
Gran Premio Sportivi di Poggiana
Milano-Rapallo
Ruota d'Oro - Festa del Perdono
Giro dell'Umbria
  • 1990 (Diana, due vittorie)
Gran Premio Città di Camaiore (valido come Campionato italiano)
Campionati italiani, Prova in linea
  • 1991 (Ariostea, una vittoria)
Coppa Bernocchi
  • 1992 (Ariostea, sei vittorie)
2ª tappa Critérium International (Fontaine de Vaucluse > Cheval Blanc)
Waalse Pijl
Giro di Toscana
13ª tappa Giro d'Italia (Corvara in Badia > Monte Bondone)
2ª tappa Tour de Suisse (Dübendorf > Schindellegi)
Classifica generale Tour de Suisse

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

1ª prova Gran Premio Sanson (Criterium)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1994: 58º
1997: 74º
1990: 126º
1991: 60º
1992: 19º
1993: 12º
1994: non partito (12ª tappa)
1995: 34º
1996: non partito (21ª tappa)
1998: 62º
1995: non partito (7ª tappa)
1996: 43º
1997: 78º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1990: 76
1991: 41º
1992: 59º
1993: 6º
1994: vincitore
1995: 119º
1996: 72º
1987: 75º
1990: 109º
1996: 43º
1992: 8º
1993: 7º
1994: 3º
1996: 35º
1991: 28º
1993: 2º
1994: 20º
1996: 39º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Benidorm 1992 - In linea: ritirato
Palermo 1994 - In linea: 22º

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Les curieuses statistiques de Gewiss in cyclisme.dopage.free.fr, 13 marzo 1999. URL consultato il 10 aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]