Vito Ortelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vito Ortelli
Vito Ortelli.JPG
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1952
Carriera
Squadre di club
1940-1943 Bianchi Bianchi
1945 Benotto Benotto
U.S. Azzini
1946-1947 Benotto Benotto
1948-1949 Olympia-Dunlop
Atala-Pirelli Atala-Pirelli
1950 Rabeneick
Atala-Pirelli Atala-Pirelli
1951 Atala-Pirelli Atala-Pirelli
1952 Lygie
Nazionale
1948 Italia Italia
 

Vito Ortelli (Faenza, 5 luglio 1921) è un ex ciclista su strada e pistard italiano. Professionista tra il 1940 ed il 1952, conta una vittoria di tappa al Giro d'Italia e tre titoli italiani, uno su strada e due su pista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Corse per la Bianchi, la Benotto, l'Olympia, la Rabeneick, l'Atala e la Lygie, si distinse sia su strada che su pista. Le principali vittorie furono il Giro di Toscana nel 1942, la Milano-Torino nel 1945 e nel 1946, una tappa al Giro d'Italia 1946, il Giro del Piemonte nel 1947, il Giro di Romagna ed il campionato italiano nel 1948. Su pista fu campione italiano nell'inseguimento nel 1945 e nel 1946. Al Giro d'Italia fu terzo nel 1946, vestendo la maglia rosa per 6 giorni, e quarto nel 1948, con 5 giorni in maglia rosa.

Dopo la morte di Cesare Del Cancia nell'aprile del 2011, è diventato il più vecchio corridore ancora in vita ad aver vestito la maglia rosa.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Giro del Penice
Bologna-Raticosa
Astico-Brenta
Giro di Toscana
G.P. Apertura Vis et Patriae
Milano-Torino

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati italiani, Inseguimento individuale
Campionati italiani, Inseguimento individuale

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1946: 3º
1947: 12º
1948: 4º
1950: ritirato (3ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1943: 15º
1946: 6º
1947: 8º
1949: 2º
1951: 75º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Pastonesi, Addio a Cesare Del Cancia Era la maglia rosa più antica in La Gazzetta dello Sport, 25 aprile 2011. URL consultato il 25 aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

http://www.bicidepoca.com/index.php?option=com_content&task=view&id=586&Itemid=2