Montelibretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montelibretti
comune
Montelibretti – Stemma
Montelibretti – Veduta
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Roma-Stemma.png Roma
Sindaco Antonio Catania (Identità e Sviluppo) dal 17/05/2011
Territorio
Coordinate 42°08′00″N 12°44′00″E / 42.133333°N 12.733333°E42.133333; 12.733333 (Montelibretti)Coordinate: 42°08′00″N 12°44′00″E / 42.133333°N 12.733333°E42.133333; 12.733333 (Montelibretti)
Altitudine 232 m s.l.m.
Superficie 44,03 km²
Abitanti 5 130[1] (31-12-2010)
Densità 116,51 ab./km²
Frazioni Borgo Santa Maria, Montemaggiore
Comuni confinanti Capena, Fara in Sabina (RI), Fiano Romano, Monterotondo, Montorio Romano, Moricone, Nerola, Palombara Sabina
Altre informazioni
Cod. postale 00010
Prefisso 0774
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 058063
Cod. catastale F545
Targa RM
Cl. sismica zona 2B (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 789 GG[2]
Nome abitanti montelibrettesi
Patrono san Nicola di Bari e Beata Vergine del Carmine
Giorno festivo 10 maggio e secondo sabato di ottobre
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Montelibretti
Posizione del comune di Montelibretti nella provincia di Roma
Posizione del comune di Montelibretti nella provincia di Roma
Sito istituzionale

Montelibretti è un comune di 5.023 abitanti della provincia di Roma.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Il paese si trova sulle pendici occidentali dei Monti Sabini, su uno sperone roccioso tra la valle del Tevere e quella del Fosso Carolano, a circa 37 km da Roma. La parte nuova si è sviluppata ai lati della strada che conduce alla via Salaria.

Clima[modifica | modifica sorgente]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Torre del castello Orsini

In epoca romana doveva esistere nella zona una villa, che appartenne a Gaio Bruzio Presente, suocero dell'imperatore Commodo. Il nome del podere dei Bruzii passò al toponimo di Castellum Britti, attestato nel 1018. In testi del XII secolo viene citato come Montis Brittorum o De Brectis.

Dal XIV secolo il paese appartenne agli Orsini, dai quali passò nel 1664 ai Barberini e quindi agli Sciarra.

Sin dal seicento gruppi di pastori provenienti dalle montagne del Reatino e dai monti Lucretili s'insediarono a circa 1 km a nord dal borgo del Castello, fondando Montelibretti "Casali". Questa zona costituisce l'attuale centro del paese.

Nel 1867 fu teatro della Campagna dell'Agro Romano per la liberazione di Roma. Vi si scontrarono i garibaldini e le truppe pontificie e francesi. Un monumento ricorda gli episodi del 1867. Cimeli e testimonianze della battaglia si trovano nel Museo nazionale della campagna dell'Agro Romano per la liberazione di Roma in Comune di Mentana direttore scientifico lo storico e giornalista prof. Francesco Guidotti attiguo all'Ara-Ossario, Monumento Nazionale con i resti di 300 Volontari caduti al seguito di Giuseppe Garibaldi.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Campanile della chiesa di San Nicola di Bari

Palazzo Barberini, costruito sopra il castello degli Orsini, loggiato di ingresso

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

  • Chiesa parrocchiale di San Nicola di Bari, costruita nel 1535 e ricostruita nel 1773. Conserva all'interno due dipinti seicenteschi: Madonna in trono con Bambino ed i Santi Domenico e Caterina.
  • Chiesa parrochiale della Madonna del Carmelo (Chiesa Nuova). Questa chiesa fu inaugurata nel 1893 nella nuova parte del paese denominata "Casali". Gli interni sono stati ristrutturati negli anni '70 del novecento, quando la chiesa perse la struttura a navate per motivi di spazio. Nei primi anni duemila inoltre è stata affrescata da un artista locale. Da il nome alla contrada della Chiesa Nuova.
  • Chiese minori:
    • Chiesa della Madonnella
    • Chiesa della Madonna del Passo
    • Chiesa di Santa Giuliana Falconieri
    • Chiesa di Sant'Antimo
    • Antica chiesetta di San Rocco (demolita)
    • Casale Falconieri (in rovina)

Architetture civili[modifica | modifica sorgente]

  • Palazzo Barberini, a pianta quadrata e con torri cilindriche, sorto nel Seicento, su un più antico castello degli Orsini.
  • Palazzo del Municipio, anticamente la caserma dei carabinieri, fu costruito nella prima meta del novecento, fa parte delle strutture costruite nel nuovo centro del paese, di stile umbertino.
  • Palazzo della "Scuola", precedentemente palazzo del Comune, si affaccia su Piazza della Repubblica, come il Palazzo del Municipio fu costruito nella prima meta del novecento, di stile umbertino.

Siti archeologici[modifica | modifica sorgente]

  • Necropoli di Colle del Forno o di "Monti del Forno", o ancora "necropoli di Montelibretti", situata nel territorio comunale nell'Area della Ricerca di Montelibretti, identificata come appartenente all'antica città di Eretum, mentre il centro abitato è stato individuato sulla vicina collina di Casacotta. Le tombe, scoperte nel 1970, sono del tipo a camera sotterranea, con dromos (corridoio di accesso) e hanno restituito i corredi di ricchi personaggi. Sono attribuite al periodo tra il VII secolo a.C. e la prima metà del VI.

Altro[modifica | modifica sorgente]

  • Nel centro storico monumento ai garibaldini e targhe marmoree sugli episodi del 1867.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica sorgente]

  • 17 gennaio, festa di sant'Antonio abate, con processione, benedizione degli animali e distribuzione di ciambelle e dolci tipici.
  • Carnevale, con sfilata di maschere e carri allegorici.
  • 9 e 10 maggio, festa del patrono, san Nicola di Bari, con processione e con fiera di bestiame.
  • Secondo fine settimana di ottobre, festa della patrona, la Beata Vergine del Carmine, con processione, distribuzione di ciambelle e fiera di merci e bestiame.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

Ricerca[modifica | modifica sorgente]

Nel territorio comunale è ospitata una delle più grandi Aree della Ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche[senza fonte].

Sport[modifica | modifica sorgente]

Esisteva una società calcistica, il Montelibretti Calcio Team, che militava in Terza Categoria.

Persone legate a Montelibretti[modifica | modifica sorgente]

  • Rino Salviati, cantante e chitarrista, nato a Montelibretti nel 1922;
  • Nerina Poltronieri, insegnante titolare nel Conservatorio di Musica S. Cecilia in Roma. I suoi libri di Teoria Musicale sono stati una guida sicura sia per gli studenti sia per coloro che si sono dedicati all'insegnamento.

Eventi[modifica | modifica sorgente]

  • Prima domenica di giugno (la data varia dall' ultima domenica di maggio alla terza domenica di giugno, Festa della Primavera: Rievocazione storica rinascimentale con sfilata in costume cinquecentesco e "Palio degli anelli", con giochi a cavallo e in costume. Concerti, rassegne, osterie e taverne tipiche.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Ricco di oliveti, e frutteti di cui ha le coltivazioni più estese della zona.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Ferrovie[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]