Freddy Maertens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Freddy Maertens
Freddy Maertens.jpg
Dati biografici
Nazionalità Belgio Belgio
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1987
Carriera
Squadre di club
1972 Beaulieu Beaulieu
1973 Flandria Flandria
1974-1975 Carpenter Carpenter
1976-1979 Beaulieu Beaulieu
1980 San Giacomo
1981-1982 Boule d'Or
1983 Masta
1984 AVP
1984 Splendor Splendor
1985 Nikon
1985 Euro Soap
1986-1987 Robland
Nazionale
1973-1982 Belgio Belgio
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Argento Mendrisio 1971 In linea Dil.
Argento Barcellona 1973 In linea
Oro Ostuni 1976 In linea
Oro Praga 1981 In linea
 

Freddy Maertens (Nieuwpoort, 13 febbraio 1952) è un ex ciclista su strada e pistard belga. Professionista dal 1972 al 1987, vinse una Vuelta a España, due campionati del mondo su strada e due Super Prestige Pernod, sorta di coppa del mondo su strada. Vanta il record di vittorie di tappa in un singolo grande Giro, ben tredici durante la Vuelta a España 1977.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Per le sue caratteristiche era stato considerato fin dagli esordi il possibile erede di Eddy Merckx; ma mentre Merckx primeggiava nei grandi Giri, Maertens si distinse per lo spunto in volata, risultando ancora oggi uno dei velocisti più forti di tutti i tempi.[2] Dopo esser passato professionista nel 1972, si mise già in mostra l'anno seguente, quando giunge secondo nel campionato del mondo di Barcellona,[2] superato da Felice Gimondi (Maertens e Merckx furono allora al centro di forti polemiche, per le incomprensioni nei chilometri finali che costarono il titolo alla squadra belga).[1]

Raggiunse l'apice della carriera nel biennio 1976-1977: vinse in totale 107 corse, 54 nel 1976, eguagliando il record fatto segnare da Merckx nel 1971, e 53 l'anno dopo.[2] Tra i trionfi del biennio, il Campionato del mondo 1976 (quando batté in volata Francesco Moser), il titolo nazionale belga, la Gand-Wevelgem, l'Amstel Gold Race, la Quattro Giorni di Dunkerque, la Parigi-Nizza, l'Omloop Het Volk, il Giro di Catalogna, la Settimana Catalana, 8 tappe al Tour de France 1976 (eguagliando ancora una volta un record di Merckx)[2] e 7 al Giro d'Italia 1977. Ma soprattutto si impose alla Vuelta a España 1977, con ben 13 tappe vinte, ancor oggi record assoluto di vittore in un singolo grande giro, trionfando, per la prima volta, in una grande corsa a tappe e tenendo la maglia di leader della generale dal primo all'ultimo giorno.[2]

Proprio al Giro d'Italia 1977 accadde un episodio che lo condizionò in parte nel prosieguo di carriera: cadde nella seconda semitappa dell'ottava frazione che si concludeva all'autodromo del Mugello e si fratturò il polso, ponendo fine alla sua avventura al Giro che stava fin lì dominando.[2] Non si riprese mai completamente dall'incidente,[2] e quando tornò alle corse non riuscì più a centrare una vittoria in una delle grandi classiche, sfiorando solo il successo. Quando vinse, come alla Freccia Vallone, venne declassato perché risultato positivo all'antidoping (la stessa cosa gli accadde al Giro delle Fiandre, dove peraltro era stato battuto da Roger De Vlaeminck).

Dopo anni in cui deluse non poco le aspettative ebbe le ultime luminose fiammate nel 1981, quando vinse 5 tappe al Tour de France, portando a casa per la terza volta la maglia verde della classifica a punti, e soprattutto si impose di nuovo nel Campionato del mondo, disputatosi questa volta a Praga, dove rispolverò le sue grandi dote di velocista da ultimi metri per beffare di poco Giuseppe Saronni. Fu questo il canto del cigno, negli anni successivi continuò a correre ma non riuscì ad ottenere risultati. Il 18 luglio 1987 a Cuneo pose fine alla sua attività di ciclista professionista.[3]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Omloop Het Volk
Campionato delle Fiandre Occidentali
Grand Prix de la Banque à Roulers
Ganshoren-Meulebeke
5ª tappa, 2ª semitappa Quattro Giorni di Dunkerque
Classifica generale Quattro Giorni di Dunkerque
Tour du Condroz
Grote Scheldeprijs
Leeuwse Pijl
Prologo, 1ª semitappa Vuelta a Andalucía
Prologo, 2ª semitappa Vuelta a Andalucía
1ª tappa Vuelta a Andalucía
2ª tappa Vuelta a Andalucía
4ª tappa Vuelta a Andalucía
5ª tappa Vuelta a Andalucía
6ª tappa Vuelta a Andalucía
Classifica generale Vuelta a Andalucía
Trofeo Costa del Sud
Trofeo Zimaquero
Circuit des Onze Villes
Nokere Koerse
2ª tappa Giro del Belgio
3ª tappa Giro del Belgio
4ª tappa Giro del Belgio
Ganshoren-Meulebeke
3ª tappa, 2ª semitappa Quattro Giorni di Dunkerque
Circuit de Flandre Centrale
1ª tappa Giro del Lussemburgo
2ª tappa Giro del Lussemburgo
Classifica generale Giro del Lussemburgo
Kampioenschap van Vlaanderen
Grand Prix Jef Scherens
1ª tappa Vuelta a Andalucía
5ª tappa Vuelta a Andalucía
6ª tappa Vuelta a Andalucía
7ª tappa, 2ª semitappa Vuelta a Andalucía
Classifica generale Vuelta a Andalucía
2ª tappa Parigi-Nizza
1ª tappa, 1ª semitappa Giro del Belgio
1ª tappa, 2ª semitappa Giro del Belgio
2ª tappa Giro del Belgio
Classifica generale Giro del Belgio
Gand-Wevelgem
Grand Prix de la Banque à Roulers
Wattrelos-Meulebeke
3ª tappa, 2ª semitappa Quattro Giorni di Dunkerque
Classifica generale Quattro Giorni di Dunkerque
1ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré
2ª tappa, 1ª semitappa Critérium du Dauphiné Libéré
2ª tappa, 2ª semitappa Critérium du Dauphiné Libéré
3ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré
4ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré
7ª tappa, 2ª semitappa Critérium du Dauphiné Libéré
Kruiseke-Wervik
Parigi-Bruxelles
Grand Prix Jef Scherens
Tours-Versailles
2ª tappa Tour de Corse
3ª tappa, 1ª semitappa Tour de Corse
Prologo Parigi-Nizza
2ª tappa Parigi-Nizza
3ª tappa Parigi-Nizza
4ª tappa Parigi-Nizza
6ª tappa, 1ª semitappa Parigi-Nizza
6ª tappa, 2ª semitappa Parigi-Nizza
Freccia del Brabante
Izenberge-Leisele
Course de Côte de Grammont
Liedekerke Pijl
Kampioenschap van Vlaanderen
Amstel Gold Race
1ª tappa, 1ª semitappa Giro del Belgio
Gand-Wevelgem
Rund um den Henninger-Turm
Campionato di Zurigo
2ª tappa, 2ª semitappa Quattro Giorni di Dunkerque
Classifica generale Quattro Giorni di Dunkerque
Prologo Giro di Svizzera (Murten)
1ª tappa Giro di Svizzera (Bremgarten)
Campionato belga, In linea
Prologo tappa Tour de France (Saint-Jean-de-Monts)
1ª tappa Tour de France (Angers)
3ª tappa Tour de France (Le Touquet-Paris-Plage)
7ª tappa Tour de France (Mulhouse)
18ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Langon)
18ª tappa, 2ª semitappa Tour de France (Lacanau)
21ª tappa Tour de France (Versailles)
22ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Parigi)
5ª tappa, 1ª semitappa Giro d'Olanda
5ª tappa, 2ª semitappa Giro d'Olanda
Campionati del mondo, Prova in linea
3ª prova Escalada a Montjuich
Grand Prix des Nations
Trofeo Baracchi (con Michel Pollentier)
Trofeo Laigueglia
1ª tappa Giro di Sardegna
Classifica generale Giro di Sardegna
Omloop Het Volk
Prologo Parigi-Nizza (Aulnay-sous-Bois)
1ª tappa, 1ª semitappa Parigi-Nizza (Auxerre)
1ª tappa, 2ª semitappa Parigi-Nizza (Nuits-Saint-Georges)
2ª tappa Parigi-Nizza (Saint Etienne)
7ª tappa, 2ª semitappa Parigi-Nizza (Nizza)
Classifica generale Parigi-Nizza
1ª tappa Setmana Catalana
4ª tappa Setmana Catalana
5ª tappa, 1ª semitappa Setmana Catalana
5ª tappa, 2ª semitappa Setmana Catalana
Classifica generale Setmana Catalana
Prologo Vuelta a España (Dehesa de Campoamor)
1ª tappa Vuelta a España (La Manga)
2ª tappa Vuelta a España (Murcia)
5ª tappa Vuelta a España (El Saler)
6ª tappa Vuelta a España (Teruel)
7ª tappa Vuelta a España (Alcalà de Xivert)
8ª tappa Vuelta a España (Tortosa)
9ª tappa Vuelta a España (Salou)
11ª tappa, 1ª semitappa Vuelta a España (Barcellona)
11ª tappa, 2ª semitappa Vuelta a España (Barcellona)
13ª tappa Vuelta a España (Seo de Urgel)
16ª tappa Vuelta a España (Cordovilla)
19ª tappa Vuelta a España (Miranda de Ebro)
Classifica generale Vuelta a España
Prologo Giro d'Italia (Monte di Procida)
1ª tappa Giro d'Italia (Avellino)
4ª tappa Giro d'Italia (Pescara)
6ª tappa, 1ª semitappa Giro d'Italia (Gabicce Mare)
6ª tappa, 2ª semitappa Giro d'Italia (Gabicce Mare)
7ª tappa Giro d'Italia (Forlì)
8ª tappa, 1ª semitappa Giro d'Italia (Circuito del Mugello)
1ª tappa Giro di Svizzera
3ª tappa Giro d'Olanda
Ronde van Midden-Zeeland
Prologo Volta Ciclista a Catalunya
1ª tappa Volta Ciclista a Catalunya
3ª tappa, 2ª semitappa Volta Ciclista a Catalunya
4ª tappa, 2ª semitappa Volta Ciclista a Catalunya
7ª tappa, 1ª semitappa Volta Ciclista a Catalunya
Classifica generale Volta Ciclista a Catalunya
Tour du Haut-Var
Omloop Het Volk
Gran Premio E3 Harelbeke
2ª tappa Gran Premio de Mallorca
2ª tappa, 1ª semitappa Quattro Giorni di Dunkerque
2ª tappa, 2ª semitappa Quattro Giorni di Dunkerque
Classifica generale Quattro Giorni di Dunkerque
7ª tappa, 1ª semitappa Critérium du Dauphiné Libéré
5ª tappa Tour de Suisse
5ª tappa Tour de France (Mazé)
7ª tappa Tour de France (Bordeaux)
4ª tappa Ruta del Sol
1ª tappa Tour de France (Nizza)
3ª tappa Tour de France (Narbonne)
12ª tappa Tour de France (Bruxelles)
13ª tappa Tour de France (Hasselt)
22ª tappa Tour de France (Parigi)
Campionati del mondo, Prova in linea
Grand Prix du Printemps

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Criterium di Seraing
Criterium di Poperinge
Classifica a punti Giro del Belgio
Criterium di La Panne
Criterium di Saint-Lenaarts
Criterium di Seraing
Classifica a punti Parigi-Nizza
Classifica a punti Giro del Belgio
Criterium di Ergue-Gaberic
Criterium di Valenciennes
Criterium di Londerzeel
Criterium di Heverlee
Classifica a punti Parigi-Nizza
Classifica combinata Parigi-Nizza
Classifica a punti Tour de France
Classifica a punti Giro di Svizzera
Classifica combinata Giro di Svizzera
Classifica a punti Giro d'Olanda
Criterium di Saint Claud
Criterium di La Panne
Criterium di Bilzen
Criterium di Moorslede
Criterium di Bain de Bretagne
Criterium di Vielsalm
Criterium di Berchem Sainte Agathe
Criterium degli Assi
Criterium di Bagneux
Criterium di Oostrozebeke
Classifica generale Super Prestige Pernod
Challenge Gan
Classifica a punti Parigi-Nizza
Classifica a punti Setmana Catalana
Classifica combinata Setmana Catalana
Classifica a punti Vuelta a España
Classifica traguardi volanti Vuelta a España
Classifica a punti Volta Ciclista a Catalunya
Circuito di San Vendemiano
Criterium di Ronse
Criterium di Poperinge
Criterium di Tirlemont
Criterium di Copenaghen
Criterium di Torhout
Criterium di Longchamps
Classifica generale Super Prestige Pernod
Challenge Gan
Classifica a punti Giro del Belgio
Classifica a punti Tour de France
Criterium di Castres
Criterium di Peers
Criterium di 's-Heerenkoek
Criterium di Dilsen
Criterium di Poperinge
Criterium di Châteauroux
prova Cronostaffetta
Classifica a punti Ruta del Sol
Classifica a punti Tour de France
Classifica sprint Tour de France
Criterium di La Panne
Criterium di Nandrin
Criterium di Banalec
Criterium di Saint-Nicolas

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Sei giorni di Dortmund (con Patrick Sercu)
Sei giorni di Anversa (con Patrick Sercu)
Sei giorni di Anversa (con Danny Clark)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1977: ritirato
1980: fuori tempo (11ª tappa)
1976: 8º
1978: 13º
1981: 66º
1977: vincitore

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1973: 17º
1974: 9º
1975: 9º
1977: 5º
1978: 26º
1980: 12º
1981: 7º
1973: 2º
1974: 13º
1975: 8º
1976: 5º
1977: squalificato
1978: 7º
1980: 6º
1973: 5º
1974: 7º
1975: 6º
1976: ritirato
1977: 3º
1978: 4º
1974: 9º
1976: 2º
1977: 5º
1978: 9º
1974: ritirato
1975: 5º
1977: 12º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nastro giallo nel 1975
  • Mendrisio d'Oro del Velo Club Mendrisio nel 1976
  • Sportivo belga dell'anno nel 1981
  • Inserito nella Top ten sprinters of all time della rivista Cyclingnews nel 2011[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Cycling Hall of Fame.com - Freddy Maertens, www.cyclinghalloffame.com. URL consultato l'8 maggio 2011.
  2. ^ a b c d e f g (EN) Freddy Maertens, www.flandriabikes.com. URL consultato il 16 dicembre 2010.
  3. ^ (FR) Palmarès de Freddy Maertens (Bel), www.memoire-du-cyclisme.net. URL consultato il 28 novembre 2010.
  4. ^ Hedwig Kröner, The top ten sprinters of all time in Cyclingnews.com, 21 dicembre 2011. URL consultato il 23 dicembre 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (NL) Freddy Maertens; Manu Adrieens, Niet Van Horen Zeggen, Ronde Publications, 1988, ISBN 90-02-18087-X.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 29151510