Lech Piasecki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lech Piasecki
Lech Piasecki.jpg
Dati biografici
Nazionalità Polonia Polonia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1991
Carriera
Squadre di club
1986-1988 Del Tongo Del Tongo
1989 Malvor Malvor
1990 Diana Diana
1991 Colnago Colnago
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Oro Giavera del Montello 1985 In linea dil.
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Oro Gand 1988 Ins. ind.
 

Lech Piasecki (Poznań, 13 novembre 1961) è un ex ciclista su strada e pistard polacco. Professionista dal 1986 al 1991, nel 1985 fu campione del mondo in linea dilettanti e nel 1988 nell'inseguimento individuale.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Passista veloce capace di imporsi sia nelle gare a cronometro che nelle volate, si mise in luce tra i dilettanti vincendo la Corsa della Pace e, con un gran allungo nel finale di gara, il campionato mondiale 1985 di categoria sul circuito del Montello.[1]

Divenne professionista nel 1986 con la Del Tongo-Colnago, secondo polacco a passare tra i pro dopo Czeslaw Lang:[1] nella stagione dell'esordio vinse Giro di Romagna, Trofeo Baracchi (in coppia con Giuseppe Saronni), Firenze-Pistoia ed una frazione al Giro d'Italia. Fu poi il primo polacco ad indossare la maglia gialla al Tour de France, per due giorni durante l'edizione del 1987.

Nel 1988 si aggiudicò il titolo mondiale di inseguimento su pista e di nuovo il Trofeo Baracchi; nel 1989, il suo anno migliore, vinse quindi tre tappe al Giro d'Italia, due delle quali a cronometro, ed il Giro del Friuli.[1] Dopo un veloce declino, si ritirò nel 1991.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Campionati polacchi, Prova in linea Dilettanti
7ª tappa 1ª semitappa Milk Race
6ª tappa Giro di Polonia
7ª tappa Giro di Polonia
Campionati del mondo, Prova in linea Dilettanti
Cronoprologo Corsa della Pace
7ª tappa Corsa della Pace
8ª tappa Corsa della Pace
11ª tappa Corsa della Pace
Classifica generale Corsa della Pace
Targa d'Oro Città di Varese
5ª tappa Settimana Ciclistica Bergamasca (Varese)
Giro di Romagna
Trofeo Baracchi (con Giuseppe Saronni)
Firenze-Pistoia
12ª tappa Giro d'Italia (Sinalunga > Siena, cronometro)
2ª tappa Tour de l'Aude (Leucate)
Prologo Tirreno-Adriatico (Latina, cronometro)
Trofeo Baracchi (con Czeslaw Lang)
21ª tappa 2ª semitappa Giro d'Italia (Vittorio Veneto, cronometro)
7ª tappa Tirreno-Adriatico (San Benedetto del Tronto, cronometro)
Giro del Friuli
10ª tappa Giro d'Italia (Pesaro > Riccione)
15ª tappa, 2ª semitappa Giro d'Italia (Trento > Trento, cronometro)
22ª tappa Giro d'Italia (Prato > Firenze, cronometro)
Firenze-Pistoia

Altri risultati[modifica | modifica sorgente]

3ª tappa Giro d'Italia (Catania > Taormina, cronosquadre)

Pista[modifica | modifica sorgente]

Campionati del mondo, Inseguimento individuale

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi giri[modifica | modifica sorgente]

1986: 65º
1987: 53º
1988: 74º
1989: 67º
1990: 56º
1987: ritirato (7ª tappa)
1990: ritirato (11ª tappa)

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Storia - Piasecki Lech, www.tuttobiciweb.it. URL consultato il 19 novembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]