Nürburgring

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 50°20′08″N 6°56′51″E / 50.335556°N 6.9475°E50.335556; 6.9475

Nürburgring
Tracciato di Nürburgring
Ubicazione
Stato Germania Germania
Località Nürburg
Dati generali
Inaugurazione 1927
Lunghezza 25.378[1]. m
Curve 98 (16 Gp Strecke - 73 Nordeschleife)
Categorie
Formula 1
24 Ore del Nürburgring
Formula 1
Tempo record 1:29,468[2] (Gp Strecke)
Stabilito da Michael Schumacher
su Ferrari F2004
il 30 maggio 2004
in gara
Aggiornamento: ottobre 2009
24 Ore del Nürburgring
Tempo record 6:11,13[3] (Nordeschleife)
Stabilito da Stefan Bellof
su Porsche 956
il 28 maggio 1983
Durante le prove della 1000 km del Nürburgring

Il Nürburgring è un complesso di circuiti per competizioni automobilistiche e motociclistiche che si snoda intorno al castello di Nürburg in Germania.

Esso si componeva, in origine, di due circuiti:

Esisteva anche una configurazione a circuiti uniti: il Gesamtstrecke, da 28,265 km.

Nei primi anni '80 il complesso subì profonde modifiche; oggi si presenta così:

Vi è anche una conformazione (definita configurazione endurance) formata dall'unione della Nordschleife e del Gp Strecke (esclusa l'area della Mercedes Arena), lunga 25,378 km[4].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fondazione[modifica | modifica sorgente]

Nei primi anni del XX Secolo la Germania era protagonista nel mondo delle corse con le due case nazionali: Mercedes e Auto Union. Nonostante questo, non disponeva di un circuito permanente per le corse. Per questa ragione si decise di costruire quello che, nella mente dei suoi progettisti, sarebbe dovuto essere il più difficile circuito al mondo. La posa della prima pietra avvenne il 27 settembre 1925. L'inaugurazione si tenne il 18 giugno 1927. Il tracciato si snodava attraverso i saliscendi delle alture comprese tra le città di Adenau, Nürburg e Müllenbach nell'Eifel.
La Nordschleife era caratterizzata da 172 curve (di cui 84 a destra e 88 a sinistra)[5] ognuna delle quali si differenziava per raggio, inclinazione e pendenza.

Il Gesamtstrecke nel 1927

La Südschleife era invece situata a ridosso dell'abitato di Müllenbach, ed era utilizzata soprattutto per gare minori. Nonostante la minore lunghezza, presentava lo stesso molte caratteristiche della "sorella maggiore", come importanti cambi di pendenza, curve impegnative e un certo grado di pericolosità. Le due piste condividevano i due rettilinei della zona denominata Start und Ziel Schleife (pista di partenza e arrivo, detta anche Betonschleife, anello di cemento), contenente i box, e che se utilizzata singolarmente era lunga 2,238 km. Per certe competizioni di durata fu utilizzata la pista nata dall'unione delle due porzioni, lunga 28,265 km, denominata Gesamtstrecke. Le prime edizioni del Gran Premio di Germania si svolsero sul tracciato completo, mentre dal 1931 venne preferita la Nordschleife.

Il 'Ring' (altro soprannome con cui viene chiamato questo tracciato, visto che in tedesco la parola significa, appunto, 'anello') è stato teatro di molte pagine di storia del motorismo prima della seconda guerra mondiale: qui sono nati i miti delle Mercedes-Benz, delle Auto Union e altri si sono consacrati, come quello di Tazio Nuvolari, autore di una strepitosa vittoria nel 1935.

Dal dopoguerra al 1976[modifica | modifica sorgente]

Nel dopoguerra la Südschleife fu usata sempre meno, e con la dicitura Nürburgring ci si riferiva ormai alla sola Nordschleife. Su questa si corse il Gran Premio di Germania dal 1951 al 1976, con le sole eccezioni del 1959 e del 1970. In quest'anno la pista fu profondamente ammodernata, con il rifacimento della sede stradale e l'aggiunta dei guard-rail lungo il percorso. Queste modifiche non impedirono a Niki Lauda di schiantarsi contro una parete rocciosa, in un veloce curvone (che gli appassionati chiamano Lauda Linksknick, ovvero curva a sinistra di Lauda) subito prima della curva Bergwerk. Da quell'anno i piloti ottennero che la corsa fosse trasferita all'Hockenheimring. Era la fine di un'era.

La nuova pista[modifica | modifica sorgente]

Per tornare ad ospitare la massima serie, fu decisa la costruzione di una nuova pista: il Gp-Strecke, che avrebbe preso il posto della vecchia pista in tutte le competizioni di massimo livello. La si costruì lì dove sorgeva la Südschleife, che fu quasi totalmente demolita. L'inaugurazione avvenne nel 1984, con una corsa per sole Mercedes, che fu vinta da un giovane brasiliano: Ayrton Senna. Da allora la nuova pista fu sede del Gran Premio del Lussemburgo e del Gran Premio d'Europa. Importanti modifiche furono effettuate nel 2002, con la costruzione di una nuova sezione subito dopo il rettilineo dei box denominata "Mercedes Arena". Fino al 2009 il Nürburgring non è stato più sede del Gran Premio di Germania (eccezion fatta per il 1985). Il nuovo tracciato ha ospitato in passato anche alcune edizioni del Gran Premio motociclistico di Germania. Attualmente tra le corse del settore motociclistico ospita il Campionato Mondiale Superbike.

La Nordschleife oggi[modifica | modifica sorgente]

La configurazione endurance, utilizzata per la 24 Ore del Nürburgring

La Nordschleife resta a tutt'oggi ancora attiva. A livello di competizioni ufficiali, viene utilizzata annualmente per la 24 Ore del Nürburgring attraverso l'uso di due raccordi che la collegano alla pista GP (di cui sfrutta i box e tutto il tracciato a parte la porzione della Mercedes Arena), per un totale di 25,378 km di lunghezza.
È inoltre accessibile al pubblico (prerogativa che ha sempre avuto sin dalla fondazione). Da alcuni anni a questa parte, il tracciato è sempre più utilizzato dalle case automobilistiche, europee e non, come pista di prova per testare e sviluppare i prototipi dei nuovi modelli di vetture da lanciare successivamente nel mercato e per scopi promozionali. La Nordschleife a disposizione per i test dei privati e delle case automobilistiche ha una configurazione che esclude la parte del tracciato da GP e la curva numero 13 di ingresso e uscita (per ragioni di sicurezza), ha una lunghezza di 20,600 km, mentre il giro completo della Nordschleife lungo i 20,832 km viene effettuato solo in sessioni di prove a porte chiuse o in occasione di eventi sportivi.
L'attuale record di percorrenza del circuito per vetture omologate per uso stradale ed equipaggiate con pneumatici stradali appartiene alla Radical SR8 LM con il tempo di 6:48 (sul percorso da 20,6 km), mentre il record per vetture derivate dalla serie ma prive di omologazione stradale appartiene alla Pagani Zonda R con il tempo di 6:47.50 (ottenuto sul tracciato da 20,832 km). Il record assoluto del circuito nella configurazione da 20,832 km è di 6:11.13, stabilito dalla Porsche 956 guidata da Stefan Bellof durante le prove di qualificazione della 1000 km del Nürburgring del 1983.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

La Nordschleife è anche nota fra gli appassionati come "L'Inferno Verde", sia per le sue estenuanti difficoltà tecniche, sia per la lunghezza (inconsueta per un circuito automobilistico) del suo tracciato, che si snoda fra i fitti boschi dell'Eifel.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://adac.24h-rennen.de/fileadmin/24h/downloads/Ausschreibung_Classic_2009_D_GB.pdf Specifiche del tracciato della 24 Ore del Nurburgring
  2. ^ (EN) FORMULA 1 GROSSER PREIS SANTANDER VON DEUTSCHLAND 2009, formula1.com. URL consultato il 3 novembre 2009.
  3. ^ Video del giro record di Stefan Bellof
  4. ^ http://adac.24h-rennen.de/fileadmin/24h/downloads/Ausschreibung_Classic_2009_D_GB.pdf Specifiche del tracciato della 24 Ore del Nurburgring
  5. ^ (EN) 8w.forix.com Storia del Nurburgring

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1