Raggio (geometria)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raggio di un cerchio

Secondo la definizione classica della geometria, il raggio di un cerchio o di una sfera è un segmento di retta avente un estremo sulla circonferenza o superficie sferica, e l'altro estremo nel centro della figura. Per estensione si definisce raggio di un cerchio o di una sfera anche la lunghezza di un tale segmento. Il raggio è la metà del diametro.

Più generalmente — in geometria, ingegneria, teoria dei grafi, e in molti altri settori — il raggio di qualcosa (per esempio di un cilindro, di un grafo, o di un componente meccanico) è la distanza dei suoi punti più esterni dal centro o asse.

La definizione di raggio data per i cerchi e per le sfere si lascia estendere naturalmente al caso di iperspazi con più di tre dimensioni. Generalmente, un segmento che congiunge un punto di un'ipersfera al suo centro è un raggio dell'ipersfera.

In una spirale il raggio è una funzione dell'angolo. Tutte le circonferenze sono assimilabili a spirali con raggio costante.

Formule per i cerchi[modifica | modifica wikitesto]

Raggio dal diametro[modifica | modifica wikitesto]

Il raggio di un cerchio avente diametro d è

r = \frac{d}{2}.

Raggio dalla circonferenza[modifica | modifica wikitesto]

Il raggio di un cerchio avente circonferenza C è

 r = \frac{C}{2\pi}.

Raggio dall'area[modifica | modifica wikitesto]

Il raggio di un cerchio avente area A è

r= \sqrt{\frac{A}{\pi}}.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica