Circuito di Donington Park

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 52°49′50″N 1°22′31″W / 52.830556°N 1.375278°W52.830556; -1.375278

Donington Park
Tracciato di Donington Park
Ubicazione
Stato Regno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
Località Donington
Dati generali
Inaugurazione 1931
Lunghezza 4023 m
Curve 12
Il circuito ha anche una configurazione di 3.149 km con 10 curve
Categorie
Motomondiale
Formula 1
Campionato mondiale Superbike
Altre serie F3 inglese, Superleague Formula, WTCC, BTCC
Formula 1
Tempo record 1:10.458
Stabilito da Alain Prost
su Williams
il 10 aprile 1993

Il circuito di Donington Park è un autodromo inglese ubicato nelle Midlands Orientali, nei pressi della Foresta di Sherwood. L'impianto ha ospitato il Gran Premio di Gran Bretagna, gara del Motomondiale, tra il 1987 e il 2009. Ospita inoltre da molti anni, anche se con alcune pause, una delle tappe inglesi del Campionato Mondiale Superbike.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

Questo circuito venne costruito nel 1931, specificatamente per ospitare gare motociclistiche. Venne chiuso durante la seconda guerra mondiale e venne recuperato solo dopo molti anni da un imprenditore locale, Tom Wheatcroft, appassionato di sport motoristici, che nel 1971 acquistò il terreno dove sorgeva l'impianto. Wheatcroft impiegò sei anni prima di poter farvi disputare una gara, che si tenne il 27 maggio 1977[1][2], e nel frattempo vi trasferì la sua collezione personale di vetture da competizione, costruendovi un museo destinato ad accogliere quella che ora è conosciuta come Donington Grand Prix Exhibition, che aprì nel 1973 e comprende la più ampia raccolta al mondo di automobili da Gran Premio. Dal 1987 è uno dei più conosciuti circuiti inglesi, avendo sostituito il Circuito di Silverstone quale sede dei Gran Premi motociclistici.

Nel 2007 la Wheatcroft & Son Ltd, di proprietà della famiglia Wheatcroft cedette il controllo dell'autodromo mediante un noleggio della durata di 150 anni alla società Donington Ventures Leisure Ltd (DVLL)[3], che nel luglio 2008 annunciò di aver ottenuto i diritti per l'organizzazione del GP di Gran Bretagna dal 2010 e per i successivi 17 anni, grazie anche all'approvazione da parte degli amministratori del North West Leicestershire di un progetto di sviluppo e ristrutturazione firmato da Hermann Tilke e che avrebbe dovuto essere avviato nel gennaio 2009.

Ma nell'aprile del 2009 la Wheatcroft & Son Ltd citò in giudizio la DVLL presso il tribunale della Contea di Derby per mancato adempimento contrattuale (mancati pagamenti per un totale di £2.470.000), chiedendo anche la risoluzione dello stesso. Tali sviluppi misero in serio dubbio lo svolgimento dal GP a Donington, con Bernie Ecclestone che richiedeva il rispetto degli standard richiesti per l'organizzazione[4], e portarono ad un accordo extragiudiziario tra le parti[5]. Nell'autunno seguente fonti mediatiche riportarono che la DVLL non era riuscita a farsi finanziare i 135 milioni di sterline necessari per completare il trasferimento del GP di Gran Bretagna sul suo circuito[6].

A seguito di queste difficoltà degli organizzatori di Donington, fu firmato a fine 2009 un accordo fra Ecclestone e gli organizzatori di Silverstone che prevedeva di mantenere il gran premio nella sua precedente sede per successivi 17 anni[7].

Nel dicembre 2009 l'autodromo tornò ai vecchi proprietari, che nel 2010 fecero ristutturare la pista, in alcune parti già divelta, riportandola alle condizioni precedenti ai lavori di modifica non portati a termine dalla DVLL. Il circuito ha ripreso l'attività nel 2011.

Molte delle gare sin qui disputate a Donington si sono svolte sotto la pioggia, rendendo ulteriormente difficile il lavoro dei piloti a causa del suo asfalto viscido. Nel 1993 è stato anche sede di un gran premio di Formula 1, il Gran Premio d'Europa; una gara memorabile, corsa anch'essa in avverse condizioni atmosferiche e che ha visto la vittoria di Ayrton Senna.

Il circuito di Donington è anche quartier generale della FIA Formula E[8]: dal 3 al 10 luglio 2014 e il 19 agosto 2014 i test ufficiali[9] di preparazione al primo campionato mondiale.

Il tracciato[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione del tracciato
dal 1934 al 1936, lunghezza 4,107 km
dal 1937 al 1939, lunghezza 5.029 km.
dal 1985, lunghezza 4,020 km, con estensione dietro al paddock.
Le modifiche proposte per il Gran Premio di Premio di Formula 1 del 2010.
dal 2010, lunghezza 4,020 km, modifiche alla chicane.

La lunghezza del circuito è di 4.020 m, con 7 curve a destra e 5 a sinistra, da percorrere in senso orario. Tale lunghezza fu raggiunta nel 1985 dopo i lavori di ampliamento che portarono alla realizzazione del tratto dietro al paddock, denominato Melbourne Loop, necessari per poter ospitare il motomondiale, in quanto la precedente configurazione da 3,149 km era ritenuta troppo corta. Tale configurazione è ancora operativa col nome di National circuit ed è a volte impiegata per le gare nazionali.

Il tracciato si trova all'interno di un anfiteatro naturale che favorisce la sua visione agli spettatori. È un tracciato misto-veloce, con medie che sfiorano i 160 km/h (per la MotoGP), e contiene elementi che mettono alla prova i piloti, come i saliscendi e alcune curve veloci che obbligano a frenate ed accelerazioni brusche.

Dopo i lavori di rimessa in opera del vecchio circuito, l'unica variazione rispetto al precedente tracciato si può trovare alle nuove e ora più scorrevoli Fogarty Esses (che immette nel Melbourne Loop) e Roberts (che immette, nel caso del National circuit, sul rettilineo del traguardo), pertanto i tempi sul giro ottenuti a partire dal 2011 non sono direttamente confrontabili con quelli fino al 2008.

Altri usi del circuito[modifica | modifica wikitesto]

  • Oltre alle gare motociclistiche la gara più importante dell'anno che si corre su questa pista è quella relativa alle auto del WTCC (mondiale turismo).
  • Il circuito ospita numerose manifestazioni musicali. È famoso al pubblico per aver ospitato il Monsters of Rock e il Download Festival, manifestazioni musicali in cui hanno suonato gruppi come Metallica, Iron Maiden, AC/DC e Slayer.
  • All'interno dell'area si trova un importante museo dedicato alla storia dell'automobilismo, che racchiude una delle più grandi raccolte di automobili da corsa del mondo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tracks-Britain & Ireland
  2. ^ History - Donington Park Racing Circuit
  3. ^ (EN) Donington is sold, grandprix.com, 5 febbraio 2007. URL consultato il 7 febbraio 2007.
  4. ^ Legal battle threatens British GP, BBC Sport, 23 aprile 2009. URL consultato il 23 aprile 2009.
  5. ^ Legal settlement saves British GP, BBC Sport, 5 giugno 2009. URL consultato il 18 giugno 2009.
  6. ^ Silverstone warned by Ecclestone
  7. ^ Il Gp d'Inghilterra a Silverstone per 17 anni, f1.gpupdate.net, 7 dicembre 2009. URL consultato il 7 dicembre 2009.
  8. ^ FIA Formula E Championship
  9. ^ Official pre-season testing for the FIA Formula E Championship

Altri circuiti britannici[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]