Mannheim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mannheim
Città extracircondariale
Mannheim – Stemma Mannheim – Bandiera
Mannheim – Veduta
Localizzazione
Stato Germania Germania
Land Flag of Baden-Württemberg.svg Baden-Württemberg
Distretto gov. Karlsruhe
Circondario Non presente
Amministrazione
Sindaco Peter Kurz (SPD)
Territorio
Coordinate 49°29′N 8°28′E / 49.483333°N 8.466667°E49.483333; 8.466667 (Mannheim)Coordinate: 49°29′N 8°28′E / 49.483333°N 8.466667°E49.483333; 8.466667 (Mannheim)
Altitudine 97 m s.l.m.
Superficie 144,96 km²
Abitanti 294 627[1] (31-12-2012)
Densità 2 032,47 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 68001-68309
Prefisso 0621
Fuso orario UTC+1
Codice Destatis 08 2 22.000
Targa MA
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Mannheim
Mannheim – Mappa
Sito istituzionale

Mannheim è una città tedesca, situata nel land del Baden-Württemberg.

Storica residenza del principe elettore del Palatinato, è oggi diventata il centro economico e culturale della regione metropolitana del Reno-Neckar. Il nome di Mannheim compare per la prima volta nel Codex Laureshamensis nel 766. Nel 1607 riceve il rango ed i privilegi di città da Federico IV, che aveva avviato la costruzione del castello di Friedrichsburg. La fortezza aveva uno sviluppo topografico a pianta quadrata, come le antiche fortezze romane. La forma della città, che si è conservata fino ad oggi, è fonte dell'appellativo Quadratestadt (città quadrata). L'ampio corso del fiume Reno la divide dalla antistante città di Ludwigshafen (164.000 ab.), nella Renania-Palatinato.

Molte sono le invenzioni nate a Mannheim: nel 1817 Karl Drais inventò e cavalcò il primo velocipede (Laufmaschine); nel 1886 Carl Benz inventò e guidò la prima automobile del mondo; l'aviatore Julius Hatry il 30 settembre del 1929 volò da Mannheim a Francoforte sul RAK 1[2], primo aerorazzo del mondo[3], costruito in collaborazione con Fritz von Opel.

Mannheim è il luogo di partenza della Burgenstraße, come anche il punto di partenza e di arrivo della Bertha Benz Memorial Route[4].

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Mannheim sorge nel punto in cui il Reno riceve l'affluente Neckar. È un importante snodo ferroviario ed il principale porto interno della Germania. È l'unica città tedesca col centro a pianta quadrangolare (come ad esempio Torino o New York) iscritta in un cerchio incompleto. Le due strade principali sono perpendicolari tra loro e attraversano il centro come i diametri del cerchio a formare una croce. La Breite Straße parte dall'enorme castello di Friedrichsburg, del XVIII secolo, che ospita l'università di Mannheim, e si dirige verso il Neckar; la Planken parte dalla Wasserturm e si dirige verso il Reno; al loro incrocio si trova la Parade Platz. Le strade che percorrono il centro, detto "Mannheimer Quadrat", non hanno nomi, a parte quelle citate ed altre due parallele della Planken, e sono identificate con un sistema alfanumerico detto "Innenstadtschema" che parte dal castello.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1720 Mannheim sostituì Heidelberg come capitale del Palatinato. Fu anche la città dove nacque la cosiddetta scuola di Mannheim, di compositori di musica classica, nel XVIII secolo.

Nel 1780 Carlo Teodoro Ettore Palatino aveva fondato a Mannheim la "Società Meteorologica Palatina" con una rete di più di 30 città in tutta Europa (in Italia erano state scelte Padova, Bologna e Roma, ma anche Milano e Torino ebbero stazioni attive già alla fine del Settecento).

Il simbolo della città è la Wasserturm (torre dell'acqua), situata nella parte orientale della città.

La Wasserturm, simbolo della città di Mannheim.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Mannheim ospita anche il Nationaltheater Mannheim (Teatro nazionale di Mannheim).

Persone legate a Mannheim[modifica | modifica sorgente]

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'industria chimica e quella meccanica sono entrambe presenti in maniera significativa sul territorio della città. Per la meccanica ci sono gli stabilimenti di imprese importanti, quali: Daimler AG, EvoBus, ABB, Alstom, Bombardier Transportation, John Deere, Joseph Vögele, MWM Motorenwerke Mannheim, Pepperl+Fuchs, WIMA.

Per quanto riguarda l'industria chimica, si può tranquillamente dire che l'industria chimica sia nata a Mannheim, e precisamente nel quartiere di Jungbusch, dove il 6 aprile 1865 Friedrich Engelhorn fondò la Badische Anilin- und Soda-Fabrik, conosciuta oggi come BASF. L'attuale stabilimento petrolchimico di BASF si trova a Ludwigshafen, di fatto dall'altra parte del fiume rispetto a dove è stata fondata. A Mannheim sono presenti anche gli stabilimenti di Roche (farmaceutica e diagnostica), SCA (cellulosa e prodotti di carta), Fuchs Petrolub (lubrificanti), Unilever (igiene e saponi), Reckitt Benckiser (prodotti per la pulizia della casa), Phoenics (prodotti per le mani) e la filiale tedesca della Hutchinson (gomme e derivati).

A Mannheim si tiene ogni anno e da più di 400 anni la tradizionale Mannheimer Maimarkt, che con circa 1.400 espositori e 350.000 visitatori è la più grande fiera regionale della Germania.

Porto fluviale[modifica | modifica sorgente]

Avvantaggiato dal fatto di essere situato nel punto di confluenza fra Reno e Neckar, il porto fluviale di Mannheim, con una superficie di 1.131 ettari, è uno dei porti interni più grandi d'Europa. Nel sistema portuale, dove operano 500 imprese con circa 20.000 addetti, nell'anno 2007 si sono trasportate 8,3 milioni di tonnellate di merci.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Mannheim è costituita da sei Stadtbezirk interni e undici esterni:

interni
esterni

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Mannheim è gemellata con:

Un "trattato di amicizia" (Freundschaftsvertrag) è stato stipulato con:

Sport[modifica | modifica sorgente]

La squadra calcistica principale della città è il Waldhof Mannheim, fondata nel 1907, mentre l'altra è il VfR Mannheim.

La compagine dell'hockey su ghiaccio è l'Adler Mannheim[6], piuttosto titolata.

A Mannheim sono molto seguiti il baseball e il softball grazie ai Mannheim Tornados squadre del massimo campionato tedesco piuttosto titolate.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Invenzioni Made in Mannheim[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ente statistico del Baden-Württemberg - Dati sulla popolazione
  2. ^ Opel-RAK
  3. ^ Mannheimer Julius „Uss“ Hatry konstruiert erstes Raketenflugzeug der Welt | Mannheim.de
  4. ^ Bertha Benz Memorial Route
  5. ^ Comune di Chisinau: gemellaggi. URL consultato il 18 agosto 2010.
  6. ^ Adler, dal tedesco, aquila.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania