Papa Pio VIII

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Papa Pio VIII
Pio VIII
253º papa della Chiesa cattolica
C o a Pio VIII.svg
Elezione 31 marzo 1829
Incoronazione 5 aprile 1829
Fine pontificato 1º dicembre 1830
Cardinali creati vedi categoria
Predecessore papa Leone XII
Successore papa Gregorio XVI
Nome Francesco Saverio Castiglioni
Nascita Cingoli, 20 novembre 1761
Morte Roma, 30 novembre 1830
Sepoltura Basilica di San Pietro

Pio VIII (in latino: Pius PP. VIII, nato Francesco Saverio Maria Felice Castiglioni; Cingoli, 20 novembre 1761Roma, 1º dicembre 1830) è stato il 253º vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica dal 31 marzo 1829 alla morte.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Discendente da un nobile casato di Cingoli, presso Macerata, nacque il 20 novembre 1761, terzo degli otto figli del Conte Ottavio Castiglioni e della moglie Sanzia Ghisleri. Dopo avere studiato presso i gesuiti, compì gli studi superiori in utroque iure a Bologna e poi a Roma. Conclusi gli studi con una particolare attenzione al diritto canonico, è ordinato sacerdote il 17 dicembre 1785.

Divenne poi vicario generale prima ad Anagni e successivamente a Fano, e il 18 agosto 1800 fu nominato vescovo di Montalto e abate commendatario dell'abbazia di Santa Maria di Montesanto.[1]

A causa del suo rifiuto di prestare il giuramento di fedeltà a Napoleone re d'Italia, fu condotto prigioniero in Francia, ma nel 1816, dopo la caduta di Napoleone, la sua risolutezza fu ricompensata da Pio VII con la nomina a cardinale di Santa Maria in Transpontina. In questo stesso anno, fu trasferito dalla sede di Montalto a quella di Cesena.

Nel 1821 fu nominato da Pio VII cardinale vescovo di Frascati e gran penitenziere e, in seguito, prefetto della Congregazione dell'Indice. Nel conclave che seguì alla morte di papa Leone XII, Castiglioni, appoggiato dalla Francia, fu eletto papa il 31 marzo 1829, anche perché la sua salute a dir poco cagionevole lasciava presagire - come infatti avvenne - un pontificato di transizione.

Il Belli, impietoso, così lo descrive in un feroce sonetto all'indomani della fumata bianca (1º aprile):

« (...) Ha un erpeto pe ttutto, nun tiè ddenti,
è gguercio, je strascineno le gamme,
spènnola da una parte, e bbuggiaramme
si arriva a ffà la pacchia a li parenti.

Guarda llí cche ffigura da vienicce
a ffà da Crist'in terra! Cazzo matto
imbottito de carne de sarcicce!

Disse bbene la serva de l'Orefisce
quanno lo vedde in chiesa: «Uhm! cianno fatto
un gran brutto strucchione de Pontefisce».(...) »
(Giuseppe Gioachino Belli, Pio Ottavo)
Pio VIII in sedia gestatoria.

Nel corso del suo pontificato si preoccupò di abolire il nepotismo, abbandonando anche la pratica dello spionaggio attuata dai predecessori, ed emanò una lettera, la Litteris Altero, di condanna delle Società bibliche, che si occupavano di tradurre i testi biblici secondo gli studi moderni, e delle associazioni segrete. Papa Castiglioni, formato alla scuola del cardinal segretario di stato Ercole Consalvi, di idee relativamente aperte e liberali, si batté per promuovere la libertà di culto dei cattolici in Inghilterra, riconobbe dopo la rivoluzione del 1830 il nuovo re di Francia Luigi Filippo I e dimostrò moderazione nell'affrontare il problema dei matrimoni misti in Germania.

Anche nella politica interna dello Stato della Chiesa il suo breve pontificato lanciò alcuni segnali di apertura sia concedendo subito dopo l'elezione un'amnistia sia con l'adozione di alcune valide misure economiche. Durante il suo breve pontificato, Pio VIII scrisse una sola enciclica, la Traditi humilitati nostrae (il 24 maggio 1829). Debilitato dall'intenso lavoro e malato da tempo di gotta, morì il mattino del 1º dicembre 1830.

Teoria dell'avvelenamento[modifica | modifica sorgente]

Fin dalla sua elezione Pio VIII ebbe salute cagionevole. Nonostante ciò, le circostanze della sua morte dettero adito alla supposizione che fosse stato vittima di un avvelenamento.[senza fonte] Il principe Chigi, contemporaneo del papa e dignitario accreditato presso la corte pontificia, annotò nel suo diario del giorno 2 dicembre 1830:

« Nella sezione del cadavere del Pontefice che seguì ieri sera per quanto si dice, furono trovate le viscere sanissime e solo si è rinvenuta qualche debolezza nel polmone, altri dicono qualche sfiancamento nel cuore; resterebbe perciò a sapersi di qual male sia morto. »

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Maestro dell'Ordine Supremo del Cristo - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine Supremo del Cristo

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mario Sensi, Santa Maria in Montesanto. Un monastero benedettino di frontiera tra Regno di Napoli e Stato Pontificio, Alda Tecnografica srl, Edizioni Diocesane, Grottammare, gennaio 1997, pag. 45.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Parte di questo testo è la traduzione dell'articolo presente sull'Enciclopedia Britannica del 1911 ora di pubblico dominio.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • S. Bernardi (a cura di), La religione e il trono: Pio VIII nell'Europa del suo tempo, atti del convegno di studi, Cingoli 12-13 giugno 1993, ed. La fenice, Roma 1995.
  • Biagia Catanzaro; Francesco Gligora. Breve Storia dei papi, da San Pietro a Paolo VI. Padova, 1975. pagg. 232-3
  • (IT) Luca Pernici (a cura di), Le stanze di un pontefice: Pio VIII - Cingoli - Palazzo Castiglioni, Gabriele Barucca (consulenza scientifica), Giovanna Accrescimbeni, Paolo Appignanesi, Simonetta Bernardi, Gabriela Lampa, Sergio Mattelicani, Luca Pernici (saggi di), Cingoli, Tipolito Ilari, 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Papa della Chiesa cattolica Successore Emblem of the Papacy SE.svg
Papa Leone XII 31 marzo 1829 - 1º dicembre 1830 Papa Gregorio XVI
Predecessore Vescovo di Montalto Successore BishopCoA PioM.svg
Francesco Antonio Marcucci 1800 - 1816 Pietro Paolo Mazzicchi
Predecessore Vescovo di Cesena Successore BishopCoA PioM.svg
Carlo Bellisomi 1816 - 1821 Antonio Maria Cadolini
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria in Transpontina Successore CardinalCoA PioM.svg
Guido Calcagnini 1816 - 1821 Anne-Louis-Henri de La Fare
Predecessore Penitenziere Maggiore della Penitenzieria Apostolica Successore Emblem Holy See.svg
Michele Di Pietro 1821-1829 Emmanuele De Gregorio
Predecessore Prefetto della Congregazione dell'Indice Successore Emblem Holy See.svg
Benedetto Naro 1821-1829 Pietro Caprano
Predecessore Cardinale vescovo di Frascati Successore CardinalCoA PioM.svg
Bartolomeo Pacca 1821 - 1829 Emmanuele De Gregorio

Controllo di autorità VIAF: 68923521 LCCN: no96020034