Papa Clemente III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'antipapa omonimo, vedi Antipapa Clemente III.
Papa Clemente III
B Clemens III.jpg
174º papa della Chiesa cattolica
Elezione 19 dicembre 1187
Insediamento 20 dicembre 1187
Fine pontificato 20 marzo 1191
Cardinali creati vedi categoria
Predecessore papa Gregorio VIII
Successore papa Celestino III
Nome Paolo Scolari
Nascita Roma, ?
Morte Roma, 20 marzo 1191
Sepoltura Basilica di San Giovanni in Laterano

Clemente III, nato Paolo Scolari (Roma, ... – Roma, 20 marzo 1191), fu il 174º papa della Chiesa cattolica dal 1187 alla morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Paolo Scolari nacque attorno al 1130 a Roma, nel rione della Pigna. Di famiglia di alto livello sociale ma non nobile, era figlio di Giovanni e della di lui consorte Maria.

Ancora bambino venne educato dai canonici della Basilica liberiana, divenendone chierico, canonico e poi arciprete. Chierico della Basilica di Santa Maria Maggiore, ne divenne suddiacono, canonico ed infine arciprete dal 3 marzo 1176 ed iniziò la costruzione di un palazzo per sé e per i suoi successori annesso alla chiesa.

Nel concistoro del marzo 1179 papa Alessandro III lo nominò cardinale assegnandogli la diaconia dei Santi Sergio e Bacco ma subito dopo poté optare per il titolo di Cardinale presbitero di Santa Pudenziana.

Nel 1180 divenne cardinale vescovo della sede suburbicaria di Palestrina.

Venne eletto Papa il 19 dicembre 1187. In realtà nel conclave convocato a Pisa due giorni dopo la morte di papa Gregorio VIII, venne eletto subito il benedettino Teodobaldo di Vermandois, Cardinale vescovo di Ostia e Velletri, il quale tuttavia rinunciò, lasciando così campo alla elezione del cardinale Paolo Scolari.

Clemente riuscì, poco dopo la sua elezione, nel 1188, ad appianare le discordie che da mezzo secolo esistevano tra i papi e i cittadini di Roma, in virtù di un accordo, il "Patto di Concordia", in base al quale a questi ultimi veniva concesso il permesso di eleggere i propri magistrati, mentre la nomina del governatore della città rimase nelle mani del Papa. Incitò Enrico II d'Inghilterra e Filippo Augusto a partecipare alla Terza Crociata, e introdusse diverse riforme minori su questioni ecclesiastiche.

Clemente III era già stato il nome di un antipapa, al secolo Guiberto, eletto nel 1080 e morto nel 1100. Per i papi contemporanei di quest'ultimo si vedano: Papa Gregorio VII (1073-1085), Papa Vittore III (1086-1087), Papa Urbano II (1087-1099) e Papa Pasquale II (1099-1118).

Conclavi[modifica | modifica wikitesto]

Durante il suo periodo di cardinalato, Paolo Scolari partecipò ai seguenti conclavi:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John N.D. Kelly, Gran Dizionario Illustrato dei Papi, Casale Monferrato (AL), Edizioni Piemme S.p.A., 1989, ISBN 88-384-1326-6
  • Claudio Rendina, I papi, Roma, Ed. Newton Compton, 1990

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Papa della Chiesa cattolica Successore Emblem of the Papacy SE.svg
Papa Gregorio VIII 19 dicembre 1187 - 20 marzo 1191 Papa Celestino III
Predecessore Cardinale diacono dei Santi Sergio e Bacco Successore CardinalPallium PioM.svg
vacante
dal 1175
1179 Ottaviano Poli dei conti di Segni
1182 - 1189
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Pudenziana Successore CardinalPallium PioM.svg
Boso Breakspeare (o Boson), O.S.B.
1165 - 1179
1179 - 1180 Roberto
1180 - prima 1188
Predecessore Cardinale vescovo di Palestrina Successore CardinalCoA PioM.svg
Bernardo da Benevento
1180
1180 - 1187 Girard Mainard, O.Cist.
12 marzo - 19 maggio 1188

Controllo di autorità VIAF: 79142352 LCCN: n83035225