Papa Gregorio VIII

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Papa Gregorio VIII
A07 GREGORIO VIII.jpg
173º papa della Chiesa cattolica
Elezione 21 ottobre 1187
Insediamento 25 ottobre 1187
Fine pontificato 17 dicembre 1187
Predecessore papa Urbano III
Successore papa Clemente III
Nome Alberto de Morra
Nascita Benevento, 1100
Morte Pisa, 17 dicembre 1187
Sepoltura Duomo di Pisa

Gregorio VIII, nato Alberto de Morra (Benevento, 1100 circa – Pisa, 17 dicembre 1187), fu il 173º papa della Chiesa cattolica dal 25 ottobre 1187 alla morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò dapprima in Francia e successivamente presso l'Università di Bologna, ove fu anche professore di diritto.

Cardinalato[modifica | modifica wikitesto]

Nel concistoro del dicembre 1155 papa Adriano IV lo nominò cardinale con il titolo di cardinale diacono di Sant'Adriano. Nel 1158 optò per il titolo di cardinale presbitero di San Lorenzo in Lucina.

Tra il 1161 ed il 1162 fu legato pontificio in Dalmazia ed Ungheria e tra il 1171 e il 1173 in Francia. Nel 1172, in qualità di legato pontificio, partecipò ad un concilio ad Avranches, che assolse Enrico II d'Inghilterra dalla colpa di aver assassinato Thomas Becket. Fu inoltre il proponente della Terza crociata.

Fervente sostenitore della costituzione dell'ordine monastico-militare dei Cavalieri di Santiago, ne compose la regola nel 1175.

La Croce di Santiago simbolo dell'ordine omonimo.

Negli anni fra il 1177 e 1180 fu legato pontificio in nord Italia. Fu cancelliere della Santa Sede dal 1178.

Nel 1182 divenne cardinale protoprete, carica che mantenne fino alla sua elezione al soglio pontificio.

Conclavi[modifica | modifica wikitesto]

Il cardinale Alberto Morra partecipò a tutte e quattro le elezioni pontificie che si svolsero durante il periodo del suo cardinalato:

Pontificato[modifica | modifica wikitesto]

Venne consacrato papa come successore di Urbano III durante il conclave tenutosi a Ferrara il 25 ottobre 1187 e morì di febbre il 17 dicembre dello stesso anno a Pisa (nella cui cattedrale è oggi sepolto), mentre era intento nell'opera di riappacificazione tra la città toscana e Genova, che voleva coalizzate nella guerra santa contro i musulmani. Stessa opera di riappacificazione aveva intrapreso nei confronti di Federico Barbarossa che della crociata doveva essere il perno, almeno nelle intenzioni del Papa, ma che invece continuava nel suo intransigente atteggiamento di ostilità nei confronti della Chiesa. Il progetto venne quindi temporaneamente abbandonato alla sua morte.

Gli succedette Clemente III.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Papa della Chiesa cattolica Successore Emblem of the Papacy SE.svg
Papa Urbano III 21 ottobre 1187 - 17 dicembre 1187 Papa Clemente III
Predecessore Cardinale diacono di Sant'Adriano al Foro Successore CardinalPallium PioM.svg
Giovanni Paparoni
1143 - 1151
1155 - 1158 Cinzio Papareschi
1158 - 1178
Predecessore Cardinale Presbitero di San Lorenzo in Lucina Successore CardinalCoA PioM.svg
Ubaldo III
1155 - 1157
1158-1187 Pietro
1188 - 1190
Predecessore Cardinale protopresbitero Successore CardinalCoA PioM.svg
 ? 1182 - 1187 Giovanni dei conti di Anagni
1187 - 1190

Controllo di autorità VIAF: 47556855 LCCN: nb2007018202