UFC 65

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
UFC 65: Bad Intentions
Prodotto da Ultimate Fighting Championship
Brand UFC
Data 18 novembre 2006
Sede ARCO Arena
Città Stati Uniti Sacramentho, Stati Uniti
Spettatori 14.666
Cronologia pay-per-view
The Ultimate Fighter 4 Finale UFC 65: Bad Intentions UFC Fight Night: Sanchez vs Riggs
Progetto Wrestling

UFC 65: Bad Intentions è stato un evento di arti marziali miste tenuto dalla Ultimate Fighting Championship il 18 novembre 2006 all'ARCO Arena di Sacramento, Stati Uniti d'America.

Retroscena[modifica | modifica wikitesto]

Questo è l'ultimo evento nel quale, con la presenza simultanea di due incontri valevoli per i rispettivi titoli di categoria, l'incontro per la categoria di peso più leggera è il main match; dopo questo evento venne presa la decisione di dare precedenza alla categoria di peso più pesante in caso di concomitanza di due o più incontri per titoli di categoria, ma tale regola venne infranta nel 2013 con l'evento UFC 169: Barao vs. Faber, il quale propose un incontro per il titolo dei pesi gallo come main match ed un incontro per il titolo dei pesi piuma come co-main.

In questo evento avrebbe dovuto esserci l'incontro per il titolo dei pesi mediomassimi tra il campione Chuck Liddell e Wanderlei Silva, ma l'incontro venne annullato perché era già stato deciso che Liddell avrebbe difeso il titolo contro Tito Ortiz in UFC 66.

Antoni Hardonk avrebbe dovuto affrontare Brad Imes, ma quest'ultimo fu indisponibile e venne rimpiazzato da Sherman Pendergarst. Alessio Sakara doveva vedersela con Wilson Gouveia, ma quest'ultimo diede forfait e fu sostituito da Drew McFedries.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Card preliminare[modifica | modifica wikitesto]

O'Brien sconfisse Schockman per decisione unanime (30–27, 30–27, 30–27).
Irvin sconfisse Ramirez per KO Tecnico (calcio al corpo e gomitate) a 2:36 del secondo round.
Hardonk sconfisse Pendergarst per KO Tecnico (calci alle gambe) a 3:15 del primo round.
Diaz sconfisse Tibau per KO Tecnico (pugni) a 2:27 del terzo round.

Card principale[modifica | modifica wikitesto]

Stevenson sconfisse Mishima per sottomissione (strangolamento a ghigliottina) a 2:07 del primo round.
Vera sconfisse Mir per KO Tecnico (pugni) a 1:09 del primo round.
McFedries sconfisse Sakara per KO Tecnico (pugni) a 4:07 del primo round.
Sylvia sconfisse Monson per decisione unanime (50–45, 49–46, 49–46) e mantenne il titolo dei pesi massimi.
St-Pierre sconfisse Hughes per KO tecnico (calcio alla testa e pugni) a 1:25 del secondo round e divenne il nuovo campione dei pesi welter.

Note[modifica | modifica wikitesto]