UFC 100

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
UFC 100
Prodotto da {{{Prodotto da}}}
Brand UFC
Data 11 luglio 2009
Sede Mandalay Bay Events Center
Città Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Spettatori 10.871
Cronologia pay-per-view
UFC 99: The Ultimate Fighter 9 Finale UFC 100 UFC 101: Declaration
Progetto Wrestling

UFC 100 è stato un evento di arti marziali miste tenuto dalla Ultimate Fighting Championship l'11 luglio 2009 a Las Vegas, Nevada.

Retroscena[modifica | modifica wikitesto]

L'evento includeva due incontri per la cintura di campione (pesi massimi e pesi welter) e un incontro tra i due allenatori dell'ultima stagione del reality The Ultimate Fighter trasmesso su Spike TV. L'incontro principale era un rematch tra il campione UFC dei pesi massimi Brock Lesnar e il campione ad interim UFC dei pesi massimi Frank Mir. L'incontro per l'unificazione dei due titoli si è reso necessario quando l'ex campione dei pesi massimi Randy Couture lasciò la federazione per problemi contrattuali mentre era ancora in possesso del titolo. Durante la sua assenza la UFC creò il titolo ad interim dei pesi massimi che Minotauro Nogueira vinse battendo Tim Sylvia. Nogueira e Mir erano gli allenatori dei contrapposti team a The Ultimate Fighter: Team Nogueira vs Team Mir e combatterono appunto per il titolo ad interim a UFC 92.

Durante le registrazioni del programma televisivo, Couture tornò alla compagnia e il presidente UFC Dana White annunciò che avrebbe difeso il titolo contro Brock Lesnar a UFC 91: questo significava che i vincitori degli incontri Couture-Lesnar e Nogueira-Mir si sarebbero affrontati per l'unificazione del titolo. Nel suo quarto combattimento da professionista, Lesnar sconfisse Couture per KO tecnico diventando campione dei pesi massimi; Mir invece fu incoronato campione ad interim dopo essere stato il primo fighter della storia a mettere KO Minotauro Nogueira. Il match tra i due vincitori era previsto per UFC 98 ma a causa di un infortunio al ginocchio subìto da Mir fu posticipato a UFC 100, in quello che sarebbe stato il rematch della sconfitta al debutto di Lesnar in UFC che Mir aveva vinto per sottomissione.

Nel co-main event Georges St-Pierre difese il suo Welterweight Championship contro il brasiliano Thiago Alves; questi, detto "il Pitbull", veniva da cinque vittorie consecutive contro tre dei migliori pesi welter della federazione come Josh Koscheck, Matt Hughes e Karo Parisyan mentre St-Pierre arrivava dalle due difese favorevoli del titolo contro Jon Fitch e l'UFC Lightweight Champion B.J. Penn.

Il terzo match della card principale vide contrapposti due lottatori al top della categoria dei pesi medi, Dan Henderson e Michael Bisping; i due erano stati gli allenatori della nona stagione di The Ultimate Fighter (The Ultimate Fighter: United States vs. United Kingdom), con Henderson a guidare il Team USA e Bisping a capo del Team UK.

L'evento segna anche il debutto in UFC della leggenda del K-1 ex Light-Heavyweight Champion Yoshihiro Akiyama contro Alan Belcher.

Questo evento ha vinto il premio di evento dell'anno 2009 da Sherdog[1] ed è ancora oggi l'evento UFC in pay-per-view con il maggior numero di spettatori.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Divisione Metodo Round Tempo Premio
Card Principale
Sfida valida per il titolo di campione indiscusso Pesi Massimi Stati Uniti Brock Lesnar (c) batte Stati Uniti Frank Mir (ic) KO tecnico (pugni) 2 1:48
Pesi welter Canada Georges St-Pierre (c) batte Brasile Thiago Alves Decisione unanime (50-45, 50-44, 50-45) 5 5:00
Pesi medi Stati Uniti Dan Henderson batte Inghilterra Michael Bisping KO (pugno) 2 3:20 KOTN
Pesi welter Stati Uniti Jon Fitch batte Brasile Paulo Thiago Decisione unanime (30–27, 29–28, 29–28) 3 5:00
Pesi medi Giappone Yoshihiro Akiyama batte Stati Uniti Alan Belcher Decisione non unanime (30–27, 28–29, 29–28) 3 5:00 FOTN
Card Preliminare
Pesi mediomassimi Stati Uniti Mark Coleman batte Stati Uniti Stephan Bonnar Decisione unanime (29–28, 29–28, 29–28) 3 5:00
Pesi mediomassimi Stati Uniti Jon Jones batte Stati Uniti Jake O'Brien Sottomissione (ghigliottina modificata) 2 2:43
Pesi leggeri Stati Uniti Jim Miller batte Stati Uniti Mac Danzig Decisione unanime (30–27, 30–27, 30–27) 3 5:00
Pesi welter Corea del Sud Dong Hyun Kim batte Canada TJ Grant Decisione unanime (30-26, 30-26, 30-26) 3 5:00
Pesi medi Stati Uniti Tom Lawlor batte Stati Uniti C.B. Dollaway Sottomissione (ghigliottina) 1 0:55 SOTN
Pesi leggeri Stati Uniti Shannon Gugerty batte Stati Uniti Matt Grice Sottomission (ghigliottina) 1 2:36


Premi[modifica | modifica wikitesto]

Ai vincitori dei premi Performance of the Night, Fight of the Night e Submission of the Night sono stati assegnati 100.000$[2]:

Compensi dichiarati[modifica | modifica wikitesto]

La seguente è la lista dei compensi riportata dalla commissione atletica del Nevada. Essa non include i premi degli sponsor o i bonus dati in aggiunta dall'UFC[3].

  • Brock Lesnar: $400.000 (senza bonus vittoria) batte Frank Mir: $45 000
  • Georges St-Pierre: $400.000 ($200.000 bonus vittoria) batte. Thiago Alves: $60.000
  • Jon Fitch: $90.000 (include $45.000 bonus vittoria) batte Paulo Thiago: $8.000
  • Dan Henderson: $250 000 ($150.000 bonus vittoria) batte Michael Bisping: $150.000
  • Yoshihiro Akiyama: $60.000 ($20.000 bonus vittoria) batte Alan Belcher: $19.000
  • Mark Coleman: $100.000 ($50.000 bonus vittoria) batte Stephan Bonnar: $25.000
  • Jim Miller: $22.000 ($11.000 bonus vittoria) batte Mac Danzig: $20 000
  • Jon Jones: $18.000 ($9.000 bonus vittoria) batte Jake O'Brien: $13.000
  • Dong Hyun Kim: $58.000 ($29.000 bonus vittoria) batte T.J. Grant: $5.000
  • Tom Lawlor: $16.000 ($8.000 bonus vittoria) batte C.B. Dollaway: $14.000
  • Shannon Gugerty: $10.000 ($5 000 win bonus) batte Matt Grice: $7.000

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sherdog’s 2009 Misc. Awards: Event of the Year, sherdog.com.
  2. ^ "UFC 100 Bonuses and Award for 'Lesnar vs. Mir' PPV Fights", mmamania.com.
  3. ^ UFC 100 fighters salaries: Lesnar and St-Pierre get top paydays in $1.8 million payroll, mmajunkie.com. (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2009).