Martin Brundle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Martin Brundle
Martin Brundle.jpg
Dati biografici
Nome Martin John Brundle
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Automobilismo Automobilismo
Dati agonistici
Categoria Formula 1
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1984-1989, 1991-1996
Scuderie Tyrrell, Zakspeed, Williams, Brabham, Benetton, Ligier, McLaren, Jordan
Miglior risultato finale 6° (1992)
GP disputati 165 (158 partenze)
GP vinti 0
Podi 9
Pole position 0
Giri veloci 0
 

Martin John Brundle (King's Lynn, 1º giugno 1959) è un ex pilota automobilistico britannico. È stato un pilota di Formula 1. Nel 1988 ha vinto il Campionato Mondiale Sportprototipi e nel 1990 la 24 Ore di Le Mans. Dal 1997, anno del suo ritiro, è commentatore televisivo dei gran premi, prima per la tv britannica Independent Television, dal 2009 al 2011 per la BBC e dal 2012 per Sky Sports.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Le serie minori[modifica | modifica sorgente]

Nel 1983 prese parte alla F3 inglese, giungendo secondo alle spalle di Ayrton Senna, con il team di Eddie Jordan. La prestazione attirò comunque le attenzioni della Tyrrell, che lo ingaggiò in Formula 1 per il 1984.

Formula 1[modifica | modifica sorgente]

Brundle secondo classificato al Gran Premio d'Italia 1992, assieme al vincitore Ayrton Senna e al compagno di squadra Michael Schumacher, sul terzo gradino.

Il debutto del pilota inglese in Formula 1 avvenne nel 1984 alla guida di una Tyrrell-Ford a motore aspirato. Ottenne ottimi risultati, giungendo anche secondo sul circuito di Detroit, ma si scoprì, dopo il Gran Premio degli Usa West, che nei serbatoi delle vetture, per rientrare nei limiti di peso imposti nel regolamento, venivano inserite delle palline di piombo. Il ciò portò alla squalifica e all'annullamento di tutti i risultati conseguiti. Inoltre, proprio durante le prove di tale gran premio, il pilota fu vittima di un terribile incidente nelle prove, sbattendo su una barriera di cemento e rimbalzando su di un'altra. L'inglese riportò la frattura di entrambi i piedi nel secondo impatto.

Ristabilitosi, Brundle per il 1985 rimase fedele alla Tyrrell, ma non riuscì mai entrare in zona punti.

L'accordo fu rinnovato con la scuderia scozzese per il 1986, anno in cui Brundle finalmente conquistò 8 punti.

Per il 1987 il pilota inglese decide di cambiare aria e va alla Zakspeed, regalando alla scuderia del miliardario Zakowski la sua unica gioia nel campionato del mondo di F1 conquistando due punti nel Gp di San Marino.

Nel 1988 Brundle partecipa con la Williams alla sola gara disputata in Belgio, sfiorando la zona punti, in quanto impegnato in gare con vetture sport.

Nel 1989 Martin ha il ruolo di primo pilota in una Brabham, ormai decaduta. Ottiene comunque quattro punti, ma l'anno successivo non partecipa al mondiale.

Tornerà nel '91, sempre alla guida di una Brabham poco competitiva, e concludendo la stagione con due soli punti.

Nel 1992 la sua carriera subisce una svolta. Viene infatti contattato dalla Benetton, che lo assume come secondo pilota. Arriverà a conquistare 5 podi, tra cui un secondo posto a Monza, e una serie di nove risultati utili consecutivi, concludendo al sesto posto la stagione con 38 punti (suo miglior risultato in carriera).

Nel 1993 avviene il passaggio alla Ligier, con cui conquista un altro podio e termina settimo in classifica piloti.

Martin Brundle alla guida della sua Ligier JS41 nel Gran Premio di Gran Bretagna 1995, dove si ritirerà a causa di un testacoda.

L'anno successivo passa alla McLaren, confermando la posizione ottenuta l'anno precedente e salendo due volte sul podio (secondo a Monaco e terzo in Australia).

Poi nel 1995 il ritorno alla Ligier, alternandosi con Aguri Suzuki. Riesce a conquistare un podio in Belgio e nel 1996 conclude la sua carriera in Jordan, dove, tra l'altro, nella prima gara in Australia, è protagonista di un altro tremendo incidente, più cruento di quello sofferto dodici anni prima, dal quale uscirà per fortuna non solo totalmente illeso (grazie anche alle nuove strutture di protezione per il pilota introdotte proprio in quella gara), ma anche in grado di partecipare alla ripartenza della corsa, interrotta dopo l'incidente.

Sport prototipi[modifica | modifica sorgente]

Nel 1988 dopo 4 anni in F1, Brundle decide di partecipare al Campionato Mondiale Sportprototipi guidando per il team TWR-Jaguar la vettura Jaguar XJR-9 nella stessa stagione vince il titolo mondiale piloti; con la stessa vettura vince anche la 24 Ore di Daytona.
Nel 1990 ritorna a guidare per la stessa squadra e vince la 24 Ore di Le Mans con la Jaguar XJR-12. In tutto ha preso parte a sei edizioni della classica gara francese.

Risultati completi in Formula 1[modifica | modifica sorgente]

1984 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Belgium.svg Flag of San Marino.svg Flag of France.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of the United States.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Tyrrell 012 SQ SQ SQ SQ SQ NQ SQ SQ NQ 0
1985 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of Portugal.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Belgium.svg Flag of Europe.svg Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Tyrrell 012 e 014 8 Rit 9 10 12 Rit Rit 7 10 NQ 7 8 13 Rit 7 NC 0
1986 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of Spain.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Mexico.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Tyrrell 014 e 015 5 Rit 8 Rit Rit 9 Rit 10 5 Rit 6 Rit 10 Rit 11 4 8 11º
1987 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Belgium.svg Flag of Monaco.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Mexico.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Zakspeed 861 e 871 Rit 5 Rit 7 Rit Rit NC NC Rit SQ Rit Rit 11 Rit Rit Rit 2 18º
1988 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Williams FW12 7 0
1989 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of the United States.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Brabham BT58 Rit Rit 6 9 Rit NPQ NPQ Rit 8 12 Rit 6 8 Rit 5 Rit 4 20º
1991 Scuderia Vettura Flag of the United States.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Mexico.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Brabham BT60Y 11 12 11 ES Rit Rit Rit Rit 11 Rit 9 13 12 10 5 NQ 2 15º
1992 Scuderia Vettura Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of Spain.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Benetton Rit Rit Rit Rit 4 5 Rit 3 3 4 5 4 2 4 3 3 38
1993 Scuderia Vettura Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Brazil.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Ligier JS39 Rit Rit Rit 3 Rit 6 5 5 14 8 5 7 Rit 6 9 6 13
1994 Scuderia Vettura Flag of Brazil.svg Flag of the Pacific Community.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Spain.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Europe.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
McLaren MP4/9 Rit Rit 8 2 11 Rit Rit Rit Rit 4 Rit 5 6 Rit Rit 3 16
1995 Scuderia Vettura Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Europe.svg Flag of the Pacific Community.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Ligier JS41 9 Rit Rit 4 Rit Rit 3 Rit 8 7 Rit 7 13º
1996 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Spain.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Punti Pos.
Jordan 196 Rit 12 Rit 6 Rit Rit Rit 6 8 6 10 Rit Rit 4 9 5 8 11º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nel film La mosca 2 (1989) il protagonista si chiama proprio Martin Brundle.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]