Sospensione attiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Sospensioni attive)

Con i termini sospensioni attive e sospensione adattiva/sospensioni semi-attive si intende dei tipi di sospensioni per autoveicoli che controllano il movimento verticale delle ruote con un sistema di bordo, diversamente dalle sospensioni passive dove il movimento viene determinato interamente dalla superficie stradale. Le sospensioni attive possono essere generalmente suddivise in due categorie principali: una vera e propria sospensione attive e una sospensione adattiva o sospensione semi-attive. Mentre le sospensioni adattive variano solo la durezza dell'ammortizzatore al cambiamento del manto stradale o delle condizioni dinamiche, le sospensioni attive usano un certo tipo di attuatore per alzare e abbassare letteralmente il telaio in modo indipendente su ciascuna ruota.

Queste tecnologie consentono ai produttori di automobili di raggiungere un maggior grado di qualità di guida e di maggiore sicurezza nella gestione della stessa, mantenendo le gomme perpendicolari alla strada in curva e consentendo una migliore trazione e un altrettanto migliore controllo. Un computer di bordo rileva il movimento del corpo da sensori sparsi nel veicolo e, utilizzando i dati calcolati, controlla l'azione delle sospensioni attive e semi-attive. Il sistema elimina virtualmente il rollio e la variazione di passo in molte situazioni di guida tra cui l'angolo di curva, l'accelerazione e la frenata.

Sistema attivo[modifica | modifica wikitesto]

Le sospensioni attive, le prime ad essere state introdotte, utilizzano degli attuatori separati i quali esercitano una forza indipendente sulle sospensioni per migliorare le caratteristiche di guida. Si tratta però di un sistema che presenta costi decisamente elevati, a causa della complicata messa a punto dell'apparecchiatura e della necessità di manutenzione piuttosto frequente in alcune implementazioni. La manutenzione può infatti essere problematica, dal momento che solo un rivenditore di fabbrica autorizzato è autorizzato a possedere gli strumenti per intervenire e alcuni problemi possono risultatre difficile da individuare.

Azionamento idraulico[modifica | modifica wikitesto]

Per mezzo dell'azionamento idraulico le sospensioni sono controllate da un servomeccanismo idraulico: la pressione idraulica è fornita da un pistone radiale e da una pompa idraulica ad alta pressione. I sensori monitorano costantemente il movimento del corpo e il livello di marcia del veicolo, aggiornando costantemente il computer con i nuovi dati. Nel momento in cui quest'ultimo riceve ed elabora i dati, aziona il pistone e la pompa montati accanto a ciascuna ruota. Quasi istantaneamente la sospensione genera contro le forze al corpo magro, immersione, e tozzo durante le manovre di guida.

In pratica, il sistema incorpora le caratteristiche delle sospensioni autolivellanti a quelle delle sospensioni regolabili in altezza, con queste ultime legate alla velocità del veicolo per migliorare le prestazioni aerodinamiche prestazioni: per esempio, il veicolo tenderà ad abbassarsi quanto più alta sarà la velocità.

Colin Chapman abbozzò il concetto originale di gestione del computer di sospensione idraulica nel 1980 per migliorare la curva di auto da corsa: le vetture del Team Lotus vennero così equipaggiate con delle sospensioni derivanti dal un prototipo di sistema studiato per la prima volta sulla Excel del 1985 con sospensioni attive elettro-idraulico, le quali non furono però introdotte nelle vetture su strada.

Recupero elettromagnetico[modifica | modifica wikitesto]

Questo tipo di sospensione attiva utilizza motori elettromagnetici lineari collegati a ciascuna ruota. Esso fornisce una risposta estremamente veloce, e permette la rigenerazione di potenza consumata base i motori come generatori. Questo quasi sormonta le questioni di tempi di risposta lenti e il consumo di potenza elevata di sistemi idraulici. La tecnologia a controllo elettronico sistema di sospensioni attive (ECASS) è stato brevettato dalla University of Texas Center for Elettromeccanica nel 1990 [senza fonte] ed è stato sviluppato da L-3 Sistemi elettronici per l'uso su veicoli militari. Il HMMWV ECASS attrezzata superato le specifiche di rendimento per tutte le valutazioni delle prestazioni in termini di potenza assorbita dal conducente del veicolo, stabilità e maneggevolezza.

Sistema adattivo o semi-attiva[modifica | modifica wikitesto]

I sistemi adattivi o semi-attivi possono modificare solo lo smorzamento (o meglio il coefficiente di smorzamento viscoso dell'ammortizzatore) senza però aggiungere energia al sistema della sospensione. Sebbene limitati nelle loro possibilità d'intervento (ad esempio, la forza sul comando non può mai avere una direzione diversa rispetto alla corrente del vettore velocità della sospensione), le sospensioni semi-attive sono meno costose da progettare e richiedono meno energia per entrare in funzione. Recentemente la ricerca di sospensioni semi-attive ha continuato ad avanzare rispetto alle loro capacità, riducendo il divario tra i sistemi di sospensione semi-attiva e pienamente attivi.

Solenoide e valvola azionata[modifica | modifica wikitesto]

Questo è il tipo più economico e di base di sospensioni semi-attive: è costituito da un'elettrovalvola che altera il flusso del fluido idraulico all'interno del ammortizzatore, che quindi modifica le caratteristiche di smorzamento e della sistemazione della sospensione. I solenoidi sono collegati al computer di controllo, che invia ad esso comandi a seconda dell'algoritmo di controllo. Questo tipo di sistema è stato utilizzato dalla Cadillac.

Serranda Magneto reologico[modifica | modifica wikitesto]

Un altro metodo abbastanza recente incorpora 'magneto ammortizzatori reologici' con un marchio MagneRide. E 'stato inizialmente sviluppato da Delphi Corporation per GM ed era standard, come molte altre nuove tecnologie, per la Cadillac Seville STS (dal modello 2002), e su alcuni altri modelli GM dal 2003 Questo è stato un aggiornamento per sistemi semi-attivi ("sospensioni-road rilevamento automatico") utilizzati nei veicoli di GM di lusso per decenni. Esso consente, unitamente computer più veloci moderni, cambiando la rigidità di tutte le sospensioni delle ruote indipendenti. Questi ammortizzatori stanno trovando aumentate uso negli Stati Uniti e locazioni già ad alcuni marchi stranieri, per lo più in veicoli più costosi. In questo sistema, essendo in sviluppo per 25 anni, il fluido smorzatore contiene particelle metalliche. Attraverso il computer di bordo, cedevolezza gli ammortizzatori sono controllati da un elettromagnete. Essenzialmente, aumentando il flusso di corrente nella serranda aumenta i tassi di compressione / rimbalzo, mentre una diminuzione ammorbidisce l'effetto degli ammortizzatori. Le informazioni provenienti dai sensori delle ruote (circa l'estensione della sospensione), sterzo, sensori di accelerazione e di alcuni altri è utilizzato per calcolare la rigidità ottimizzata. La reazione rapida del sistema permette, per esempio, rende più morbido passaggio da una singola ruota sopra un urto nella strada.

Alcuni veicoli di produzione con sospensioni attive e semiattiva[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nye, Doug. Storia del Grand Prix Car: 1966-1991. Hazleton Publishing, 1992 ISBN 0-905138-94-5
  • 1986 Elettronica Sviluppato per Lotus tecnologia Active Suspension [1]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dogget, Scott (1 December 2008). "Michelin to Commercialize Active Wheel; Technology to Appear in 2010 Cars". Green Car Advisor. Edmunds.com. Retrieved 15 September 2009.

"MICHELIN ACTIVE WHEEL Press Kit". Michelin. 26 September 2008. Retrieved 15 September 2009. http://www.gizmag.com/go/3259/

  • "Mitsubishi Galant", Mitsubishi Motors South Africa website
  • "Mitsubishi Motors history 1981-1990", Mitsubishi Motors South Africa website
  • "Technology DNA of MMC", file.pdf, Mitsubishi Motors technical review 2005
  • "MMC's new Galant.", Malay Mail, Byline: Asian Auto, Asia Africa Intelligence Wire, 16-SEP-02
  • "Mitsubishi Motors Web Museum", sito ufficiale Mitsubishi Motors
  • Sospensione Bose