Mercedes-Benz Classe S

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mercedes-Benz Classe S
Le sei serie a confronto
Le sei serie a confronto
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Mercedes-Benz
Tipo principale Berlina
Produzione dal 1972
Sostituisce la Mercedes-Benz W108 e W109
Serie W116 (1972 - 1980)
W126 (1979 - 1994)
W140 (1991 - 1998)
W220 (1999 - 2005)
W221 (2005 - 2013)
W222 (2013-)
Altre caratteristiche
Auto simili Audi A8
BMW Serie 7
Jaguar XJ
Lexus LS
Volkswagen Phaeton

La Mercedes-Benz Classe S è un'autovettura prodotta dalla Mercedes-Benz, si tratta di una berlina di grandi dimensioni che si colloca come ammiraglia all'interno della gamma Mercedes-Benz.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dalla seconda metà degli anni cinquanta (cioè dal modello "220 S - W 180 II", detto "Ponton", del 1956) la sigla S (iniziale di Sonderklasse che in tedesco significa classe speciale) ha caratterizzato i modelli Mercedes-Benz di maggior importanza per motorizzazioni, allestimenti, dimensioni, finiture e, naturalmente, per prezzo.

Dopo la serie "Ponton" si sono succeduti costantemente modelli con la sigla "S". Mentre le serie Ponton ed Heckflosse erano costituite solo in parte da modelli recanti la lettera S, a partire dalla serie W108/W109, tutti i modelli erano accompagnati nella loro denominazione da tale sigla. Ed infatti, la Casa stessa vede tale serie come la prima Serie S, sebbene tale denominazione sarebbe stata ufficialmente utilizzata solo a partire dal successivo modello W116.

Progenitrici della Classe S[modifica | modifica wikitesto]

  • W 111 - W 112, denominata Heckflosse ("pinne posteriori" in tedesco) per i modelli 230S, 230SE e 300 SEL. Il resto della gamma ancora non recava però la lettera S. Anni di produzione 1959-1968
  • W 108 - W 109 per i modelli 250 S,SE - 300 SE,SEL - 280 S,SE,SEL con varianti di motore 3.500, 4.500, 6.300. Serie già vista dalla Casa madre come potenziale Classe S, anche se non ufficialmente. Anni di produzione 1965-1972

Serie appartenenti alla Classe S[modifica | modifica wikitesto]

  • W 116 per i modelli 280 S,SE,SEL - 350 SE,SEL - 450 SE,SEL - 450 SEL 6.900. Si tratta ufficialmente della prima Classe S della storia. Anni di produzione 1972-1979
  • W 126 per i modelli 280 SE,SEL - 380 SE,SEL - 420 SE,SEL - 500 SE,SEL - 560 SE,SEL. Anni di produzione 1979-1991
  • W 140 per i modelli S 280,S 300,S 300TD,S 350TD,S 420,S 500,S 600. Anni di produzione 1991-1998
  • W 220 Anni di produzione 1998-2005
  • W 221 Anni di produzione 2005-2013
  • W 222 Anni di produzione 2013-Oggi

La Classe S e la sicurezza[modifica | modifica wikitesto]

Una Mercedes-Benz 230 S "W112" del 1966

Fin dagli anni cinquanta la Mercedes-Benz ha profuso le maggiori ricerche nell'ambito della sicurezza attiva e passiva applicandole dapprima alle versioni S e successivamente ai modelli di minor costo. Valga ad esempio l'applicazione nel 1978 del sistema frenante dotato di ABS sulla 450 SE, l'installazione dei primi airbag a fine anni settanta sulle versioni S destinate al mercato USA e più recentemente il sistema di controllo radar per impatti frontali installato sulle più recenti W 221.

Stretta correlazione sussiste tra le berline S e le grandi coupé derivati che alcune volte hanno anticipato addirittura le linee delle berline S successive. La grande rete commerciale mondiale su cui può contare Mercedes-Benz ha consentito di vendere su tutti i mercati i modelli S, particolarmente dal 1965 in avanti sul mercato Americano in grandi quantità sino a raggiungere ad esempio per il modello W 126 il numero di 800.000 esemplari.[senza fonte]

Serie[modifica | modifica wikitesto]

W116[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mercedes-Benz W116.

La serie W116, come già detto, è considerata la prima vera Classe S, anche se è pur vero che i criteri di denominazione dei modelli, che prevedevano la lettera della classe di appartenenza davanti alla sigla numerica, sarebbero arrivati oltre vent'anni dopo. La serie W116 annovera anche alcuni primati, tra cui quello non indifferente di aver annoverato nella sua gamma il primo motore turbodiesel al mondo, sebben fosse stato previsto solo per il mercato statunitense.

W126[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mercedes-Benz W126.

Si tratta della più longeva tra le Classi S finora prodotte: la sua produzione si è infatti protratta per ben dodici anni, dal 1979 al 1991, quando le sarebbe subentrata la serie successiva.

W140[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mercedes-Benz W140.

Questa nuova serie della Classe S ha avuto una sorta di doppia vita, nel senso che la sua carriera è iniziata adottando denominazioni tratte dai criteri utilizzati fino a quel momento, ma a metà della sua carriera ha preso ad utilizzare le denominazioni attualmente in vigore, con la lettera S (che identifica la classe) che precede la sigla numerica.

W220[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mercedes-Benz W220.

La serie W220, prodotta dal 1998 al 2005, è stata l'unico caso di Classe S di dimensioni leggermente più contenute rispetto al modello precedente. Ciò allo scopo di contenere il peso.

W221[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mercedes-Benz W221.

La W221 del 2005 torna ad essere un'imponente berlina (o limousine nel caso della versione a passo lungo), dai notevoli contenuti e dal design assai moderno per l'epoca.

W222[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mercedes-Benz W222.

La W222 introdotta nel 2013 è una vettura che vuole imporsi come la miglior berlina di rappresentanza al mondo per contenuti e lusso. Possiede numerosi dispositivi elettronici per il confort e la sicurezza degli occupanti. È anche la prima vettura al mondo completamente priva di lampadine ad incandescenza, sia esternamente che internamente: al posto delle lampadine tradizionali, vi sono solo fasci di luci a led.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili