Mercedes-Benz C111

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mercedes-Benz C111
Mercedes-Benz C111 1969 frontleft 2010-04-08 A.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  Mercedes-Benz
Tipo principale Concept car
Produzione dal 1969 al 1979
Sostituita da Mercedes-Benz C112
Esemplari prodotti 5

Con la sigla C111 ci si riferisce una serie di autovetture prodotte dalla Mercedes-Benz tra gli anni sessanta e gli anni settanta per testare motori di nuova concezione come i Wankel, i Diesel e i turbocompressori. Su quest'auto furono sperimentate anche le porte ad ala di gabbiano, gli interni lussuosi con rifinitura in pelle e l'aria condizionata.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

La prima versione della C111 è stata completata nel 1969. Montava una scocca in fibra di vetro è un propulsore centrale Wankel con tre rotori ad iniezione diretta (il nome in codice del motore era M950F). Nel 1970 venne introdotto un motore con 4 rotori, con cilindrata aumentata a 2400 cm³ che garantiva 350 CV a 7000 giri/min e una velocità di 290 km/h.

Nella terza versione proposta, l'auto montava un motore Diesel da 230 CV con cambio manuale a 5 marce. Con questa configurazione, batté 9 record di velocità delle auto alimentate a motori diesel e gas.

La configurazione aerodinamica e il propulsore le permisero infatti di stabilire la velocità record di 322 km/h sul circuito di Nardò nel 1978, con una velocità media di 316 km/h durante il test di 12 ore. Successivamente venne montato un motore V8 da 500 CV che stabili la velocità record di 403,78 km/h[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Storia del record su classicdriver.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili