Mazda 6

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mazda 6
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Mazda
Tipo principale Berlina 3 volumi
Altre versioni Station wagon
Produzione dal 2002
Sostituisce la Mazda 626
Serie Prima serie (2002-2008)
Seconda serie (2008-2012)
Terza serie (dal 2012)

La Mazda 6 è un'autovettura berlina prodotta dalla casa automobilistica giapponese Mazda a partire dal 2002. Venduta come Mazda Atenza nei mercati asiatici la vettura ha sostituito la Mazda 626. Attualmente è giunta alla terza generazione.

Prima serie (2002-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Mazda 6 GG
Mazda6 front 20080320.jpg
Descrizione generale
Versioni Berlina 4 e 5 porte - SW
Anni di produzione dal 2002 al 2008
Euro NCAP 4 stelle
Dimensioni e pesi
Lunghezza 4.690 (berlina) mm
4.710 (wagon) mm
Larghezza 1.780 mm
Altezza 1.435 mm
Passo 2.675 mm
Massa da 1345 a 1605 kg
Altro
Stessa famiglia Mazda CX-7 e MPV
Ford Mondeo
Auto simili Citroën C5
Chrysler Sebring
Fiat Croma
Honda Accord
Peugeot 407
Opel Vectra
Renault Laguna
Skoda Superb
Toyota Avensis
Volkswagen Passat
Esemplari prodotti circa 1.300.000[senza fonte]
Vista posteriore Mazda 6 station wagon
Vista posteriore Mazda 6 station wagon

Anticipata dall'omonima concept car esposta al Salone dell'automobile di Tokio nel 2001 la Mazda 6 debutto l'anno seguente introducendo una nuova filosofia di design che caratterizzerà tutti i modelli che debutteranno in seguito come la 3 e la 5. Realizzata sulla piattaforma della Ford Mondeo seconda serie utilizza sospensioni anteriori configurate come Quadrilateri alti deformabili con molle elicoidali mentre al retrotreno ritroviamo il classico schema Multilink a bracci multipli. Le doti stradali di buon livello vengono garantite dalla presenza di un impianto frenante a quattro freni a disco autoventilati e dalla presenza dei controlli di stabilità, di trazione e dell'ABS.

La prima serie è nota anche come Progetto GG.

La carrozzeria berlina con quattro porte è stata la più apprezzata nei mercati asiatici e statunitensi mentre in Europa e soprattutto in Italia la versione station wagon ha goduto di un ottimo successo commerciale grazie al notevole spazio interno e alla flessibilità dell'abitacolo. Nei mercati australiani ed europei ( anche in Italia ) è stata commercializzata riscuotendo un buon successo commerciale la versione berlina dotata del portellone posteriore (Mazda 6 Sport Tourer), che si confrontava con Opel Vectra GTS, Ford Mondeo 5 porte e Skoda Octavia.

Alcuni dei suoi pregi erano la notevole affidabilità del modello e il design sportivo. Per quanto riguarda la sicurezza automobilistica la vettura è stata sottoposta due volte ai crash test EuroNCAP totalizzando, sia nel 2003 che nel 2005 il punteggio complessivo di 4 stelle.

Facelift 2005[modifica | modifica wikitesto]

Il frontale della 6 dopo il facelift del 2005.

Nel 2005 la vettura ha subito un leggero facelift; i segni del rinnovamento erano concentrati nella mascherina frontale leggermente più grande e nel paraurti anteriore con nuove cromature che circondano i fendinebbia. Migliorata la qualità delle plastiche interne e dei montaggi. Tra i motori venne introdotto il 2 litri turbodiesel potenziato a 143 cavalli.

A marzo del 2006 viene raggiunto il milione di esemplari di Mazda 6, così diffondendo il marchio nipponico Mazda in Europa.

Mazda 6 MPS (GG)[modifica | modifica wikitesto]

La MPS è stata la versione più sportiva e potente mai realizzata dalla 6. Commercializzata in America come Mazdaspeed6 e in Asia come Mazdaspeed Atenza, a seconda dei mercati la vettura possedeva differenti impostazione del telaio e diversa taratura delle sospensioni. In particolare in Europa la vettura risultava equipaggiata con il propulsore 2.3 MZR Turbo a benzina con iniezione diretta DISI da 260 cavalli utilizzato anche dalla 3 MPS. le sospensioni anteriori e posteriori erano molto più rigide rispetto alle versioni americane equipaggiate con il medesimo motore 2.3 ma potenziato a 274 cavalli. Le versioni asiatiche erano dotate del 2.3 Turbo da 272 cavalli.

Per tutte le versioni la trazione integrale permanente AWD era abbinata ad un cambio manuale a 6 rapporti. La coppia massima dichiarata corrispondeva a ben 380 Nm mentre lo scatto da 0 a 100 km/h era contenuto in soli 6,2 secondi. Questa versione è stata introdotta nel 2005 ed è uscita di produzione nel 2007.

È stata prodotta esclusivamente come berlina.

Assemblaggio[modifica | modifica wikitesto]

La 6 GG venne prodotta principalmente presso gli stabilimenti Mazda di Hofu e Hiroshima in Giappone dalla quale venivano importati gli esemplari europei. Grazie ad un accordo effettuato con il gruppo cinese FAW la vettura venne assemblata anche in Cina per il mercato locale. Negli Stati Uniti la 6 è stata prodotta dalla AutoAlliance International presso gli stabilimenti Ford di Flat Rock (Michigan), gli esemplari destinati al Sud America venivano prodotti in Colombia (presso Bògota) mentre in Thailandia (Rayong) venivano prodotti per il mercato locale.

Motorizzazioni e trasmissioni[modifica | modifica wikitesto]

La gamma motori europea era composta da due motorizzazioni benzina e due turbodiesel; al debutto i propulsori disponibili erano il 2.0 MZR 16V da 141 cavalli di origine Ford che equipaggia anche le Focus e un 2.3 MZR 16V da 166 cavalli a cui si aggiunse nel 2005 anche la variante turbocompressa da 260 cavalli per la versione MPS e alla fine dello stesso anno si aggiunse anche il 1.8 a benzina. Il cambio per il motore 1.8 era un manuale a 5 rapporti mentre per le motorizzazioni più grandi era offerto di serie un manuale a 6 rapporti (in opzione per il 2 litri un automatico a 5 rapporti sequenziali).

I turbodiesel (siglati MZR-CD) erano due motori 2 litri rispettivamente con 121 e 136 cavalli inizialmente privi di filtro antiparticolato e omologati Euro 3, in seguito la casa rese disponibile il filtro abbinato all'omologazione Euro 4. Con il restyling del 2005 il motore da 136 cavalli venne potenziato a 143 CV e venne riomologato secondo i parametri Euro 4. Il cambio era un manuale a 5 o 6 rapporti (quest'ultimo per il 2.0 MZR-CD più potente)

Esclusiva per il nord America era la versione equipaggiata con la motorizzazione 3.0 V6 con 24 valvole da 220 cavalli (motore prodotto dalla Ford) abbinato ad una trasmissione automatica a 5 rapporti. In Giappone la Mazda 6 2.3 era disponibile anche in versione a quattro ruote motrici abbinate al cambio automatico a 4 marce.

Seconda serie (dal 2008 al 2012)[modifica | modifica wikitesto]

Mazda 6 GH
Mazda 6 front 20080312.jpg
Descrizione generale
Versioni Berlina 4 e 5 porte - SW
Anni di produzione dal 2008
Euro NCAP 5 stelle
Dimensioni e pesi
Lunghezza 4.760 (berlina) mm
4.790 (wagon) mm
Larghezza 1.800 mm
Altezza 1.440 mm
Passo 2.730 mm
Massa da 1.280 a 1.510 kg
Altro
Stessa famiglia Ford Mondeo, Galaxy e S-Max
Land Rover Freelander
Volvo S80, V70 e XC60
Auto simili Citroën C5
Chrysler Sebring
Dodge Avenger
Fiat Croma
Honda Accord
Peugeot 407
Opel Insignia
Renault Laguna
Skoda Superb
Toyota Avensis
Volkswagen Passat
Vista posteriore Mazda 6 station wagon
Vista posteriore Mazda 6 station wagon

Presentata ufficialmente al Salone di Francoforte 2007, è entrata in commercio all'inizio del 2008 in Europa e nella seconda metà del 2008 in Nord America. La piattaforma totalmente nuova sarà condivisa con la Ford Mondeo terza serie. Il design evoluzione della precedente generazione sarà caratterizzato da curve abbinate a prese d'aria taglienti per un risultato molto aerodinamico e piacevole.

La carrozzeria configurata sempre nelle versioni berlina a 4 e 5 porte oltre alla station wagon, dispone di inedite fanaleria posteriore a Led. Il peso complessivo della vettura è stato ridotto in media di una trentina di chilogrammi. Gli interni totalmente nuovi mostrano materiali di elevata qualità abbinati a rifiniture in alluminio. L'andamento della plancia presenta un quadro principale nella zona centrale con uno schermo a cristalli liquidi che ospita le informazioni principali relative alla vettura.

Tra le innovazioni tecnologiche spicca il sistema Welcome Mode Illumination che accende in successione la strumentazione ed i comandi audio oltre al nuovo filtro attivo antiparticolato di serie per le motorizzazioni turbodiesel. Nella zona posteriore dell'abitacolo è stato rivisto il sistema Karakuri per l'abbattimento dei sedili posteriori che incorpora un'inedita mensola rivestita copribagaglio scomponibile.

La sicurezza è stata garantita dalle 5 stelle EuroNCAP ottenute da un crash test effettuato nel corso del 2009. La seconda serie è nota come Progetto GH.

Motorizzazioni e trasmissioni[modifica | modifica wikitesto]

Tra i motori con la nuova serie viene introdotto un nuovo 2,5 litri a benzina derivato dal precedente 2,3 litri. Capace di 170 cavalli è abbinato al cambio manuale a 6 marce. Tra i diesel debuttano i nuovi 2.2 MZR-CD prodotti in Giappone dalla Mazda disponibili negli step di potenze da 163 e 185 cavalli, omologati Euro 4 e con Filtro DPF di serie. Rinnovato anche il piccolo 2.0 MZR-CD ora con 140 cavalli ma con emissioni e consumi ridotti. Nel 2010 sarà introdotta la nuova serie di 6 MPS equipaggiata con motore 2.5 MZR Turbo DISI da 280 cavalli.

Modello Disponibilità Motore Cilindrata Potenza Emissioni CO2
(g/Km)
Trasmissione 0-100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
1.8 MZR 16V dal debutto 4 cilindri in linea, Benzina 1.798 cm³ 88 kW (120 CV) 159 cambio manuale 5 rapporti 11,3 200 14,9
2.0 MZR 16V dal debutto 4 cilindri in linea, Benzina 1.999 cm³ 108 kW (147 CV) 166 cambio manuale 6 rapporti 9,9 214 14,3
2.0 MZR 16V auto dal debutto 4 cilindri in linea, Benzina 1.999 cm³ 108 kW (147 CV) 181 cambio automatico 5 rapporti 10,8 210 12,7
2.5 MZR 16V dal debutto 4 cilindri in linea, Benzina 2.488 cm³ 125 kW (170 CV) 192 cambio manuale 6 rapporti 8,0 220 12,3
2.0 MZR-CD 16V 140 dal debutto 4 cilindri in linea, Diesel 1.998 cm³ 103 kW (140 CV) 147 cambio manuale 6 rapporti 10,5 204 17,9
2.2 MZR-CD 16V 163 dal 2009 4 cilindri in linea, Diesel 2.184 cm³ 120 kW (163 CV) 147 cambio manuale 6 rapporti 9,0 212 18,2
2.2 MZR-CD 16V 185 dal 2009 4 cilindri in linea, Diesel 2.184 cm³ 136 kW (185 CV) 149 cambio manuale 6 rapporti 8,3 218 17,9

La 6 nei media[modifica | modifica wikitesto]

  • In ambito videoludico la 6 compare nel videogioco Auto modellista.[1]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 2002 Mazda 6 [GG]. URL consultato il 23 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili