Gran Premio di Francia 1987

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francia Gran Premio di Francia 1987
442º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 6 di 16 del Campionato 1987
Paul Ricard 1986.jpg
Data 5 luglio 1987
Nome ufficiale Grand Prix de France
Circuito Circuito Paul Ricard, Le Castellet, Francia
Percorso 3,813 km / 2,369 US mi
Circuito permanente
Distanza 80 giri, 259,584 km/ 189,543 US mi
Clima Soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Nigel Mansell Brasile Nelson Piquet
Williams - Honda in 1'06"454[1] Williams - Honda in 1'09"548[2]
(nel giro 68[2])
Podio
1. Regno Unito Nigel Mansell
Williams - Honda
2. Brasile Nelson Piquet
Williams - Honda
3. Francia Alain Prost
McLaren - TAG Porsche

Il Gran Premio di Francia 1987 è stato il 442º Gran Premio di Formula 1 della storia, corso il 5 luglio 1987 al Circuito Paul Ricard di Le Castellet. Fu la sesta gara del Campionato Mondiale di Formula 1 1987.

Riassunto della gara[modifica | modifica sorgente]

Per la prima volta dal Gran Premio del Messico 1986, una monoposto non motorizzata Honda conquistò la prima fila: Alain Prost su McLaren motorizzata TAG Porsche, infatti, si piazzò in seconda posizione dietro a Nigel Mansell, che conquistò con la Williams la quinta pole position in sei gare. Alle loro spalle la seconda fila fu occupata dalla Lotus di Ayrton Senna e dall'altra Williams di Nelson Piquet. La natura veloce del circuito favoriva le monoposto equipaggiate con il turbo: il miglior piazzamento di una macchina non-turbo fu il 22º posto di Ivan Capelli su March, a sei secondi dai tempi migliori e con una differenza di 50 km di velocità di punta sul rettilineo.

Al via Mansell mantenne la leadership, seguito dal compagno di squadra Piquet, dopo aver passato il connazionale Senna ed Alain Prost. Eddie Cheever si ritirò già durante il primo giro, dopo aver accidentalmente fatto esplodere l'estintore nel tentativo di modificare la spinta del turbo. Poco dopo Andrea de Cesaris si scontrò con Stefan Johansson, e la McLaren fu costretta ad una sosta ai box per sostituire l'ala anteriore; i detriti dell'incidente causarono problemi a Mansell, che li investì rischiando una foratura.

L'inglese, il compagno Piquet e Prost cominciarono una lotta per la vittoria, separati da solo 2 secondi. Al 19º giro Piquet andò in testacoda e Prost lo passò prendendosi il secondo posto. Al 30º giro il brasiliano rientrò per il cambio-gomme, seguito pochi giri dopo dal connazionale Senna, che al momento occupava la quarta posizione. Nel frattempo, Thierry Boutsen si ritirò per un problema elettrico. Prost e Mansell rientrarono per il pit-stop insieme al 36º giro, lasciando la leadership a Piquet. Dopo lo stop, Mansell si avvicinò rapidamente a Piquet, e al 46º giro, complice un errore del brasiliano alla curva "Le Beausset", l'inglese si riprese la prima posizione, che non cedette più fino a fine gara. Al 65º giro Piquet fu costretto a fare un'altra sosta, a causa di un guasto al motore, e ciò gli costò ulteriori 8 secondi e la seconda posizione a favore di Prost. All'uscita dalla pit-lane Piquet riprese e passò facilmente il francese (che era alle prese con un problema elettrico), e si gettò all'inseguimento di Mansell.

I due compagni di squadra erano divisi da 20 secondi, ma nei giri finali Piquet cominciò a guadagnare circa 2 secondi a giro. A sette giri dalla fine il brasiliano aveva ridotto il distacco a 13 secondi, ma Mansell riuscì comunque a vincere agevolmente, con circa 7 secondi di vantaggio sul compagno. Johansson lottò fino a raggiungere la sesta posizione dopo due pit-stop in più dovuti alla rottura dell'ala, ma fu costretto al ritiro a soli 6 giri dalla fine; fu comunque classificato all'ottavo posto per aver coperto più del 90% della distanza di gara.

Il compagno Alain Prost conquistò il gradino più basso del podio, seguito da Senna su Lotus e Teo Fabi su Benetton. Philippe Streiff su Tyrrell concluse in sesta posizione una gara notevole, conquistando rispettivamente il suo primo punto in carriera nel Campionato mondiale di Formula 1 e la prima posizione per il Jim Clark Trophy.

Qualifiche[modifica | modifica sorgente]

Pos No Pilota Costruttore Tempo[1] Distacco[2]
1 5 Regno Unito Nigel Mansell Williams - Honda 1'06"454
2 1 Francia Alain Prost McLaren - Honda 1'06"877 +0"423
3 11 Brasile Ayrton Senna Lotus - Honda 1'07"024 +0"570
4 6 Brasile Nelson Piquet Williams - Honda 1'07"140 +0"686
5 20 Belgio Thierry Boutsen Benetton - Ford 1'08"077 +1"623
6 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 1'08"198 +1"744
7 19 Italia Teo Fabi Benetton - Ford 1'08"293 +1"739
8 27 Italia Michele Alboreto Ferrari 1'08"390 +1"836
9 2 Svezia Stefan Johansson McLaren - Honda 1'08"577 +2"123
10 17 Regno Unito Derek Warwick Arrows - Megatron 1'08"800 +2"346
11 8 Italia Andrea De Cesaris Brabham - BMW 1'08"949 +2"495
12 7 Italia Riccardo Patrese Brabham - BMW 1'08"993 +2"539
13 25 Francia René Arnoux Ligier - Megatron 1'09"430 +2"976
14 18 Stati Uniti Eddie Cheever Arrows - Megatron 1'09"828 +3"374
15 24 Italia Alessandro Nannini Minardi - Motori Moderni 1'09"868 +3"414
16 12 Giappone Satoru Nakajima Lotus - Honda 1'10"652 +4"198
17 26 Italia Piercarlo Ghinzani Ligier - Megatron 1'10"798 +4"344
18 9 Regno Unito Martin Brundle Zakspeed 1'11"170 +4"716
19 10 Germania Christian Danner Zakspeed 1'11"389 +4"935
20 21 Italia Alex Caffi Osella - Alfa Romeo 1'12"167 +5"713
21 23 Spagna Adrián Campos Minardi - Motori Moderni 1'12"551 +6"097
22 16 Italia Ivan Capelli March - Ford 1'12"654 +6"200
23 30 Francia Philippe Alliot Lola Larrousse - Ford 1'13"026 +6"572
24 3 Regno Unito Jonathan Palmer Tyrrell - Ford 1'13"443 +6"989
25 4 Francia Philippe Streiff Tyrrell - Ford 1'13"525 +7"071
26 14 Francia Pascal Fabre AGS - Ford 1'14"699 +8"245

Ordine d'arrivo[modifica | modifica sorgente]

Pos Pilota Team Giri Tempo/Ritiro Partenza Punti
1 5 Regno Unito Nigel Mansell Williams - Honda 80 1h37'03"839 1 9
2 6 Brasile Nelson Piquet Williams - Honda 80 + 7"711 4 6
3 1 Francia Alain Prost McLaren - TAG Porsche 80 + 55"255 2 4
4 12 Brasile Ayrton Senna Lotus - Honda 79 + 1 giro 3 3
5 19 Italia Teo Fabi Benetton - Ford 77 Albero motore 7 2
6 (1) 4 Francia Philippe Streiff Tyrrell - Ford 76 + 4 giri 25 1
7 (2) 3 Regno Unito Jonathan Palmer Tyrrell - Ford 76 + 4 giri 24
8 2 Svezia Stefan Johansson McLaren - TAG Porsche 74 Alternatore 9
9 (3) 14 Francia Pascal Fabre AGS - Ford 74 + 6 giri 26
Rit 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 71 Sospensione 6
NC 11 Giappone Satoru Nakajima Lotus - Honda 71 Non classificato 16
Rit 27 Italia Michele Alboreto Ferrari 64 Motore 8
Rit 17 Regno Unito Derek Warwick Arrows - Megatron 62 Turbo 10
Rit 30 Francia Philippe Alliot Larrousse - Ford 57 Cambio 23
Rit 16 Italia Ivan Capelli March - Ford 52 Motore 22
Rit 23 Spagna Adrián Campos Minardi - Motori Moderni 52 Turbo 21
Rit 25 Francia René Arnoux Ligier - Megatron 33 Abbandono 13
Rit 20 Belgio Thierry Boutsen Benetton - Ford 31 Motore 5
Rit 10 Germania Christian Danner Zakspeed 26 Surriscaldamento 19
Rit 26 Italia Piercarlo Ghinzani Ligier - Megatron 24 Motore 17
Rit 24 Italia Alessandro Nannini Minardi - Motori Moderni 23 Turbo 15
Rit 7 Italia Riccardo Patrese Brabham - BMW 19 Differenziale 12
Rit 9 Regno Unito Martin Brundle Zakspeed 18 Trazione 18
Rit 21 Italia Alex Caffi Osella - Alfa Romeo 11 Motore 20
Rit 8 Italia Andrea de Cesaris Brabham - BMW 2 Turbo 11
Rit 18 Stati Uniti Eddie Cheever Arrows - Megatron 0 Problema elettrico 14

Tra parentesi le posizioni valide per il Jim Clark Trophy, per le monoposto con motori N/A

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Costruttori[modifica | modifica sorgente]

* Team Punti
1 Regno Unito Williams - Honda 45
2 Regno Unito McLaren - TAG Porsche 43
3 Regno Unito Lotus - Honda 30
4 Italia Ferrari 17
5 Australia Brabham - BMW 4
Regno Unito Arrows - Megatron 4
Regno Unito Benetton - Ford 4
8 Gran Bretagna Tyrrell - Ford 3
9 Germania Zakspeed 2
10 Francia Ligier - Megatron 1
Gran Bretagna March - Ford 1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) France 1987 - Starting grid, statsf1.com. URL consultato il 14-05-2010.
  2. ^ a b c (EN) 1987 Grand Prix of France, Teamdan.org. URL consultato il 14-05-2010.

Salvo ove diversamente indicato, le classifiche sono tratte dal Sito Ufficiale della Formula 1

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1987
Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Belgium.svg Flag of Monaco.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Mexico.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1986
Gran Premio di Francia
Edizione successiva:
1988
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1