Adrián Campos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adrián Campos
Dati biografici
Nome Adrián Campos Suñer
Nazionalità Spagna Spagna
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria Formula 1
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1987-1988
Scuderie Minardi
GP disputati 21 (17 partenze)
 

Adrián Campos Suñer (Alzira, 17 giugno 1960) è un dirigente sportivo e pilota automobilistico spagnolo, che corse anche in Formula 1 alla guida della Minardi tra il 1987 e il 1988.

Prese il via a soli 17 gran premi e soltanto 2 volte riuscì a vedere la bandiera scacchi senza racimolare mai un punto iridato. Nel 1994 divenne campione spagnolo di Superturismo su un Alfa Romeo 155.[1]

Dopo essersi ritirato dall'attività agonistica è rimasto nel mondo dell'automobilismo come team manager e proprietario della Campos Racing, team fondato nel 1997 ed impegnato negli anni su diversi fronti (Formula Nissan, F3 spagnola, GP2).

Risultati in Formula 1[modifica | modifica sorgente]

1987 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Belgium.svg Flag of Monaco.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Mexico.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Minardi M187 SQ Rit Rit NP Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit 14 Rit Rit Rit 0
1988 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Minardi M188 Rit 16 NQ NQ NQ 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Adrian Campos. URL consultato il 5 settembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]