Gran Premio di Francia 2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francia Gran Premio di Francia 2000
655º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 9 di 17 del Campionato 2000
Circuit de Nevers Magny-Cours (1992-2002).svg
Data 2 luglio 2000
Circuito Circuito di Magny Cours
Percorso 4.251 km
Circuito permanente
Distanza 72 giri, 306,075 km
Clima Sereno
Risultati
Pole position Giro più veloce
Germania Michael Schumacher Regno Unito David Coulthard
Ferrari in 1:15.632 McLaren - Mercedes in 1:19.479
(nel giro 28)
Podio
1. Regno Unito David Coulthard
McLaren - Mercedes
2. Finlandia Mika Häkkinen
McLaren - Mercedes
3. Brasile Rubens Barrichello
Ferrari

Il Gran Premio di Francia 2000 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 12 luglio 2000 sul circuito di Magny Cours. La gara fu vinta da David Coulthard su McLaren.

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

Anche a Magny Cours le qualifiche furono caratterizzate da una lotta tra McLaren e Ferrari per ottenere la pole position: alla fine ebbe la meglio Michael Schumacher, seguito da Coulthard, Barrichello e Häkkinen. Dietro ai piloti dei top team si piazzarono Ralf Schumacher ed Irvine, mentre la quarta fila fu occupata da Villeneuve e Frentzen. La Benetton si dimostrò poco competitiva, con Fisichella e Wurz relegati rispettivamente al quattordicesimo e al diciassettesimo posto in griglia.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 3 Germania Michael Schumacher Ferrari 1'15"632
2 2 Regno Unito David Coulthard McLaren - Mercedes 1'15"734 +0"102
3 4 Brasile Rubens Barrichello Ferrari 1'16"047 +0"415
4 1 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Mercedes 1'16"050 +0"418
5 9 Germania Ralf Schumacher Williams - BMW 1'16"291 +0"659
6 7 Regno Unito Eddie Irvine Jaguar - Cosworth 1'16"399 +0"767
7 22 Canada Jacques Villeneuve BAR - Honda 1'16"653 +1"021
8 5 Germania Heinz-Harald Frentzen Jordan - Mugen Honda 1'16"658 +1"026
9 6 Italia Jarno Trulli Jordan - Mugen Honda 1'16"669 +1"037
10 10 Regno Unito Jenson Button Williams - BMW 1'16"905 +1"273
11 8 Regno Unito Johnny Herbert Jaguar - Cosworth 1'17"176 +1"544
12 17 Finlandia Mika Salo Sauber - Petronas 1'17"223 +1"591
13 18 Spagna Pedro de la Rosa Arrows - Supertec 1'17"279 +1"647
14 11 Italia Giancarlo Fisichella Benetton - Supertec 1'17"317 +1"685
15 16 Brasile Pedro Diniz Sauber - Petronas 1'17"374 +1"729
16 15 Germania Nick Heidfeld Prost - Peugeot 1'17"374 +1"742
17 12 Austria Alexander Wurz Benetton - Supertec 1'17"408 +1"716
18 14 Francia Jean Alesi Prost - Peugeot 1'17"569 +1"937
19 23 Brasile Ricardo Zonta BAR - Honda 1'17"668 +2"036
20 19 Paesi Bassi Jos Verstappen Arrows - Supertec 1'17"993 +2"361
21 20 Spagna Marc Gené Minardi - Fondmetal 1'18"130 +2"498
22 21 Argentina Gaston Mazzacane Minardi - Fondmetal 1'18"302 +2"671

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

Alla partenza Coulthard scattò meglio di Schumacher, affiancandolo, ma fu stretto dal pilota della Ferrari e dovette cedere la seconda posizione a Barrichello. Häkkinen mantenne la quarta posizione, mentre Villeneuve e Frentzen passarono dalla quarta fila al quinto e sesto posto. Al 12º giro Heidfeld tamponò il compagno di squadra Alesi; proprio il pilota francese ed Herbert furono i primi a rifornire. Al 22º passaggio Coulthard superò Barrichello, in crisi di gomme; il brasiliano effettuò la sua prima sosta al 25º giro, rientrando in pista alle spalle anche di Häkkinen, che aveva già rifornito in precedenza così come Ralf Schumacher, Frentzen e Villeneuve.

Liberatisi di Barrichello, i due piloti della McLaren cominciarono a ridurre il distacco da Michael Schumacher, anche lui in crisi a causa dell'usura degli pneumatici. Coulthard attaccò il pilota tedesco una prima volta al 33º giro, senza riuscire nel proprio intento; sette tornate più tardi il pilota scozzese portò a termine la manovra, cominciando subito a distanziare il rivale. Anche Häkkinen raggiunse Schumacher, senza però riuscire a sopravanzarlo neppure nel corso della seconda sosta ai box, al 43º giro.

Alle spalle dei primi quattro Ralf Schumacher conquistò la sesta piazza superando Trulli nel corso del 53º giro. Durante il 59º passaggio sulla Ferrari di Schumacher il propulsore cedette, costringendo il tedesco al ritiro e consegnando alla McLaren una facile doppietta, con Coulthard davanti a Häkkinen. Terzo chiuse Barrichello, seguito da Villeneuve, Ralf Schumacher e Trulli. Nel Campionato Piloti, il ritiro di Schumacher riaprì la lotta per la vittoria finale, con Coulthard che si portò a meno dodici ed Häkkinen a meno diciotto; nel Campionato Costruttori la McLaren recuperò nettamente sulla Ferrari, portandosi a sei lunghezze.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro e posizione al ritiro Partenza Punti
1 2 Regno Unito David Coulthard McLaren - Mercedes 72 1h38'05"538 2 10
2 1 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Mercedes 72 +14"748 4 6
3 4 Brasile Rubens Barrichello Ferrari 72 +32"409 3 4
4 22 Canada Jacques Villeneuve BAR - Honda 72 +1'01"322 7 3
5 9 Germania Ralf Schumacher Williams - BMW 72 +1'03"981 5 2
6 6 Italia Jarno Trulli Jordan - Mugen Honda 72 +1'15"605 9 1
7 5 Germania Heinz-Harald Frentzen Jordan - Mugen Honda 71 + 1 giro 8
8 10 Regno Unito Jenson Button Williams - BMW 71 + 1 giro 10
9 11 Italia Giancarlo Fisichella Benetton - Supertec 71 + 1 giro 14
10 17 Finlandia Mika Salo Sauber - Petronas 71 + 1 giro 12
11 16 Brasile Pedro Diniz Sauber - Petronas 71 + 1 giro 15
12 15 Germania Nick Heidfeld Prost - Peugeot 71 + 1 giro 16
13 7 Regno Unito Eddie Irvine Jaguar - Cosworth 70 + 2 giri 6
14 14 Francia Jean Alesi Prost - Peugeot 70 + 2 giri 18
15 20 Spagna Marc Gené Minardi - Fondmetal 70 + 2 giri 21
Rit 3 Germania Michael Schumacher Ferrari 58 Motore (2°) 1
Rit 18 Spagna Pedro de la Rosa Arrows - Supertec 45 Trasmissione (17°) 13
Rit 12 Austria Alexander Wurz Benetton - Supertec 34 Freni (16°) 17
Rit 21 Argentina Gaston Mazzacane Minardi - Fondmetal 31 Uscita di pista (19°) 22
Rit 19 Paesi Bassi Jos Verstappen Arrows - Supertec 25 Trasmissione (14°) 20
Rit 8 Regno Unito Johnny Herbert Jaguar - Cosworth 20 Cambio (21°) 11
Rit 23 Brasile Ricardo Zonta BAR - Honda 16 Freni (17°) 19

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
1 Italia Ferrari 88
2 Regno Unito McLaren - Mercedes 82
3 Italia Benetton - Supertec 18
4 Regno Unito Williams - BMW 17
5 Irlanda Jordan - Mugen Honda 11
6 Regno Unito BAR - Honda 9
7 Regno Unito Jaguar - Cosworth 3
7 Regno Unito Arrows - Supertec 3
7 Svizzera Sauber - Petronas 3

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i dati statistici provengono da Autosprint n.27/2000

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2000
Flag of Australia.svg Flag of Brazil.svg Flag of San Marino.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Spain.svg Flag of Europe.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Japan.svg Flag of Malaysia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1999
Gran Premio di Francia
Edizione successiva:
2001
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1