Gran Premio del Portogallo 1988

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Portogallo Gran Premio del Portogallo 1988
465º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 13 di 16 del Campionato 1988
Il circuito di Estoril
Il circuito di Estoril
Data 25 settembre 1988
Nome ufficiale XXII Grande Premio de Portugal
Circuito Circuito di Estoril
Percorso 4,350 km / 2,703 US mi
Circuito permanente
Distanza 71 giri, 304,500 km/ 189,207 US mi
Clima Caldo e soleggiato
Note Gara sospesa per incidente al 1º giro
Risultati
Pole position Giro più veloce
Francia Alain Prost Austria Gerhard Berger
McLaren - Honda in 1'17"411 Ferrari in 1'21"961
(nel giro 31)
Podio
1. Francia Alain Prost
McLaren - Honda
2. Italia Ivan Capelli
March - Judd
3. Belgio Thierry Boutsen
Benetton - Ford

Il Gran Premio del Portogallo 1988 fu una gara di Formula 1, disputatasi il 25 settembre 1988 sul Circuito di Estoril. Fu la tredicesima prova del mondiale 1988 e vide la vittoria di Alain Prost su McLaren - Honda, seguito da Ivan Capelli e da Thierry Boutsen.

Prima della gara[modifica | modifica wikitesto]

  • Dopo aver saltato due Gran Premi perché colpito dalla varicella, Nigel Mansell tornò alla guida della sua Williams.

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Le qualifiche furono dominate come di consueto dalla McLaren, anche se stavolta fu Prost ad avere la meglio sul compagno di squadra Senna; terzo si piazzò il sorprendente Capelli, alla guida di una March particolarmente efficiente sul circuito portoghese. Berger fece segnare il quarto tempo, davanti a Gugelmin sulla seconda March, Mansell, Alboreto e Piquet.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos No Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 11 Francia Alain Prost McLaren - Honda 1'17"411
2 12 Brasile Ayrton Senna McLaren - Honda 1'17"869 +0"458
3 16 Italia Ivan Capelli March - Judd 1'18"812 +1"401
4 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 1'18"903 +1"492
5 15 Brasile Maurício Gugelmin March - Judd 1'19"045 +1"634
6 5 Regno Unito Nigel Mansell Williams - Judd 1'19"131 +1"720
7 27 Italia Michele Alboreto Ferrari 1'19"372 +1"961
8 1 Brasile Nelson Piquet Lotus - Honda 1'19"551 +2"140
9 19 Italia Alessandro Nannini Benetton - Ford 1'19"572 +2"161
10 17 Regno Unito Derek Warwick Arrows - Megatron 1'19"603 +2"192
11 6 Italia Riccardo Patrese Williams - Judd 1'19"797 +2"386
12 22 Italia Andrea de Cesaris Rial - Ford 1'19"940 +2"529
13 20 Belgio Thierry Boutsen Benetton - Ford 1'20"314 +2"903
14 23 Italia Pierluigi Martini Minardi - Ford 1'20"741 +3"330
15 29 Francia Yannick Dalmas Lola Larrousse - Ford 1'20"748 +3"337
16 2 Giappone Satoru Nakajima Lotus - Honda 1'20"783 +3"372
17 36 Italia Alex Caffi Dallara Scuderia Italia - Ford 1'20"922 +3"511
18 18 Stati Uniti Eddie Cheever Arrows - Megatron 1'20"965 +3"554
19 24 Spagna Luis Perez-Sala Minardi - Ford 1'21"094 +3"683
20 30 Francia Philippe Alliot Lola Larrousse - Ford 1'21"096 +3"685
21 14 Francia Philippe Streiff AGS - Ford 1'21"418 +4"007
22 3 Regno Unito Jonathan Palmer Tyrrell - Ford 1'21"788 +4"377
23 25 Francia René Arnoux Ligier - Judd 1'21"790 +4"379
24 26 Svezia Stefan Johansson Ligier - Judd 1'22"035 +4"624
25 21 Italia Nicola Larini Osella - Alfa Romeo 1'22"119 +4"708
26 31 Italia Gabriele Tarquini Coloni - Ford 1'22"170 +4"759
NQ 4 Regno Unito Julian Bailey Tyrrell - Ford 1'22"296 +4"885
NQ 9 Italia Piercarlo Ghinzani Zakspeed 1'22"549 +5"138
NQ 32 Italia Stefano Modena EuroBrun - Ford 1'23"075 +5"664
NQ 10 Germania Bernd Schneider Zakspeed 1'23"300 +5"889

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una prima procedura di partenza annullata per un incidente in mezzo al gruppo, al via Senna scattò meglio del compagno di squadra, superandolo alla prima curva e prendendo il comando. Prost reagì immediatamente, affiancando il brasiliano sul rettilineo principale al termine del primo passaggio e sopravanzandolo, nonostante questi l'avesse stretto contro il muretto dei box, manovra aspramente criticata dal francese a fine gara.

A questo punto Prost prese il largo, mentre Senna dovette rallentare a causa di un consumo eccessivo di carburante; il brasiliano fu sorpassato da Capelli e Berger, cominciando poi un lungo duello con Mansell, che si concluse quando l'inglese tamponò la McLaren del rivale durante un doppiaggio. Senna fu costretto a tornare ai box, perdendo ulteriore terreno. Prost controllò i rivali fino al traguardo, vincendo davanti al sorprendente Capelli; terzo giunse Boutsen, che chiuse davanti a Warwick, Alboreto (rimasto praticamente senza benzina nelle ultime curve) e Senna.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos N. Pilota Costruttore/Motore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 11 Francia Alain Prost McLaren - Honda 70 1h37'40"958 1 9
2 16 Italia Ivan Capelli March - Judd 70 + 9"553 3 6
3 20 Belgio Thierry Boutsen Benetton - Ford 70 + 44"619 13 4
4 17 Regno Unito Derek Warwick Arrows - Megatron 70 + 1'07"419 10 3
5 27 Italia Michele Alboreto Ferrari 70 + 1'11"884 7 2
6 12 Brasile Ayrton Senna McLaren - Honda 70 + 1'18"269 2 1
7 36 Italia Alex Caffi Dallara Scuderia Italia - Ford 69 + 1 giro 17
8 24 Spagna Luis Perez-Sala Minardi - Ford 68 + 2 giri 19
9 14 Francia Philippe Streiff AGS - Ford 68 + 2 giri 21
10 25 Francia René Arnoux Ligier - Judd 68 + 2 giri 23
11 31 Italia Gabriele Tarquini Coloni - Ford 65 + 5 giri 26
12 21 Italia Nicola Larini Osella - Alfa Romeo 63 + 7 giri 25
Rit 15 Brasile Maurício Gugelmin March - Judd 59 Motore 5
Rit 5 Regno Unito Nigel Mansell Williams - Judd 54 Testacoda 6
Rit 3 Regno Unito Jonathan Palmer Tyrrell - Ford 53 Surriscaldamento 22
Rit 19 Italia Alessandro Nannini Benetton - Ford 52 Assetto 9
Rit 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 35 Testacoda 4
Rit 1 Brasile Nelson Piquet Lotus - Honda 34 Frizione 8
Rit 6 Italia Riccardo Patrese Williams - Judd 29 Radiatore 11
Rit 23 Italia Pierluigi Martini Minardi - Ford 27 Motore 14
Rit 29 Francia Yannick Dalmas Lola Larrousse - Ford 20 Alternatore 15
Rit 2 Giappone Satoru Nakajima Lotus - Honda 16 Testacoda 16
Rit 22 Italia Andrea de Cesaris Rial - Ford 11 Semiasse 12
Rit 18 Stati Uniti Eddie Cheever Arrows - Megatron 10 Turbo 18
Rit 30 Francia Philippe Alliot Lola Larrousse - Ford 7 Motore 20
Rit 26 Svezia Stefan Johansson Ligier - Judd 4 Motore 24
NQ 4 Regno Unito Julian Bailey Tyrrell - Ford
NQ 9 Italia Piercarlo Ghinzani Zakspeed
NQ 33 Italia Stefano Modena EuroBrun - Ford
NQ 10 Germania Bernd Schneider Zakspeed
NPQ 32 Argentina Oscar Larrauri EuroBrun - Ford

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
1 Regno Unito McLaren - Honda 157
2 Italia Ferrari 61
3 Regno Unito Benetton - Ford 27
4 Regno Unito Arrows - Megatron 23
5 Regno Unito March - Judd 21
6 Regno Unito Lotus - Honda 19
7 Regno Unito Williams - Judd 8
8 Regno Unito Tyrrell - Ford 5
9 Germania Rial - Ford 3
10 Italia Minardi - Ford 1

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1988
Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1987
Gran Premio del Portogallo
Edizione successiva:
1989
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1