EuroBrun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
EuroBrun
Sede Senago,
Italia Italia
Categorie
Formula 1
Dati generali
Anni di attività dal 1988 al 1990
Fondatore Walter Brun
Giampaolo Pavanello
Formula 1
Anni partecipazione Dal 1988 al 1990
Gare disputate 46 (14 partenze)

La EuroBrun è stata una scuderia italo-svizzera di Formula 1 fondata nel 1988 da Walter Brun assieme a Giampaolo Pavanello, che aveva già vissuto alcune esperienze in Formula 1, avendo gestito l'Alfa Romeo col team Euroracing. Il nome derivava proprio dalla fusione delle scuderie, il Brun Team e l'Euroracing. Gli stabilimenti utilizzati dall'Eurobrun derivavano da quelli dell'Euroracing, che erano situati a Senago, nei pressi di Milano. La scuderia, nel corso della sua breve vita, terminata nel 1990, partecipò a tre campionati di Formula 1, ottenendo risultati poco lusinghieri.

Storia[modifica | modifica sorgente]

1988[modifica | modifica sorgente]

Oscar Larrauri al Gran Premio del Canada 1988

La prima vettura dell'EuroBrun, denominata ER188, motorizzata Ford Cosworth, con al volante Stefano Modena e Oscar Larrauri, esordì nel Gran Premio del Brasile 1988. La stagione non si rivelò del tutto soddisfacente. Modena mancò per quattro volte la qualificazione e venne squalificato dal Gran Premio di Monte Carlo per non essersi presentato alle operazioni di pesatura della vettura, e da quello del Messico per irregolarità sull'alettone anteriore. La squadra conclude la stagione senza punti, con un 11º posto come miglior risultato.

1989[modifica | modifica sorgente]

Nel 1989, pur ingaggiando il designer Ferrari George Ryton, la scuderia scelse di far correre una sola vettura. Fu una stagione disastrosa in quanto né Gregor Foitek, né Oscar Larrauri (chiamato a sostituire Foitek dal Gran Premio d'Italia), riuscirono ad andare oltre le qualifiche.

1990[modifica | modifica sorgente]

Nel 1990 si passò ad un nuovo progetto, la ER190. In questa stagione l'EuroBrun schierò due vetture affidate a Roberto Moreno e Claudio Langes. L'italiano Langes deluse molto senza mai riuscire a superare le pre-qualifiche, mentre il brasiliano Moreno riuscì a qualificarsi in tre occasioni e superò le pre-qualifiche in cinque. La squadra concluse la sua ultima stagione con due gare di anticipo, a causa della disastrosa situazione finanziaria in cui si trovava il team italo-svizzero.

Piloti[modifica | modifica sorgente]

Risultati in Formula 1[modifica | modifica sorgente]

Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
1988 ER188 Ford-Cosworth DFZ G Oscar Larrauri Rit NQ Rit 13 Rit Rit Rit NQ 16 NQ NPQ NPQ NPQ NQ NQ Rit 0
Stefano Modena Rit NC SQ SQ 12 Rit 14 12 Rit 11 NQ NQ NQ 13 NQ Rit
Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of the United States.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
1989 ER188B e ER189 Judd CV P Gregor Foitek NQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ 0
Oscar Larrauri NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ
Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of the United States.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Mexico.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
1990 ER189B Judd CV P Roberto Moreno 13 NPQ Rit NQ NQ SQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ 0
Claudio Langes NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]