Rial (automobilismo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rial
Categorie
Formula 1
Dati generali
Anni di attività dal 1988 al 1989
Fondatore Gunther Schmidt
Formula 1
Anni partecipazione Dal 1988 al 1989
Miglior risultato 9° (1988)
Gare disputate 20
Vittorie 0

La Rial è una ex scuderia di formula 1 presente nei campionato 1988 e 1989 fondata da Gunther Schmidt, già titolare della scuderia ATS che corse in formula 1 dal 1977 al 1984. Come la precedente scuderia dell'imprenditore tedesco, il nome derivava da quello di una società produttrice di cerchi in lega per automobili.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il ritorno di Schmitd nel giro della formula 1 avvenne grazie al ritorno dei motori aspirati in formula 1 nel 1987 con la messa al bando dei motori turbo prevista per il 1989.

Il progettista della vettura era Gustav Brunner, già all'ATS sino al 1983 ed inventore delle formula 1 a "telaio nudo" ossia con il telaio in kevlar e fibra di carbonio avente funzione anche di carrozzeria per la parte anteriore e centrale della vettura. Brunner nel 1985 aveva lavorato con la RAM e poi con la Ferrari per il progetto poi abortito della vettura per la 500 miglia di Indianapolis, oltre alla vettura che corse nei campionati 1987 e 1988.

1988[modifica | modifica wikitesto]

La vettura ARC01 dell'esordio nel 1988, dotata del motore Ford Cosworth DFZ da 3,5 litri di cilindrata dimostrò buone potenzialità ad inizio stagione. Affidata ad Andrea De Cesaris, la vettura permise al pilota romano di giungere quarto nel Gran Premio degli Stati Uniti a Detroit.

Brunner lasciò però presto la squadra per dissidi con il proprietario passando alla Zakspeed.

1989[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1989 la Rial ARC02 (evoluzione minima della vettura del 1988) fu guidata da Christian Danner, il quale riuscì a sua volta a terminare quarto negli Stati Uniti, in modo per altro fortunoso ma per il resto la vettura si qualificò solo quattro volte, così a fine stagione concluse la sua esperienza in formula 1.

Risultati completi in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

(legenda)

Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
1988 ARC1 Ford DFZ G Andrea De Cesaris Rit Rit Rit Rit 9 4 10 Rit 13 Rit Rit Rit Rit Rit Rit 8 3
Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of the United States.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
1989 ARC2 Ford DFR G Christian Danner 14 NQ NQ 12 4 8 NQ NQ NQ NQ NQ NQ NQ 3 13º
Volker Weidler NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ NPQ ES NQ
Pierre-Henri Raphanel NQ NQ NQ NQ NQ NQ
Gregor Foitek NQ
Bertrand Gachot NQ NQ


Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1