Gran Premio del Giappone 1993

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giappone Gran Premio del Giappone 1993
547º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 15 di 16 del Campionato 1993
Suzuka circuit map (1987-2002).svg
Data 24 ottobre 1993
Circuito Circuito di Suzuka
Percorso 5,864 km
circuito permanente
Distanza 53 giri, 310,792 km
Clima pioggia a tratti
Risultati
Pole position Giro più veloce
Francia Alain Prost Francia Alain Prost
Williams - Renault in 1'37"154 Williams - Renault in 1'41"176
(nel giro 53)
Podio
1. Brasile Ayrton Senna
McLaren - Ford
2. Francia Alain Prost
Williams - Renault
3. Finlandia Mika Häkkinen
McLaren - Ford

Il Gran Premio del Giappone 1993 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 24 ottobre 1993 sul Circuito di Suzuka. La gara è stata vinta da Ayrton Senna su McLaren.

Prima della gara[modifica | modifica wikitesto]

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Prost conquista la tredicesima pole position stagionale; alle sue spalle non troviamo però il compagno di squadra Hill, ma lo storico rivale Senna, con un distacco di poco più di un decimo: nel 1993, solo all'esordio in Sudafrica il tempo di Senna era più vicino alla pole position. Terzo Häkkinen, a meno di mezzo decimo da Senna. Seguono Schumacher, Berger e Hill, autore nel turno decisivo di un'uscita di pista; completano i primi dieci Warwick, il sorprendente debuttante Irvine, Suzuki e Patrese. Solo quattordicesimo Alesi, autore di un violento incidente.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos No Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 2 Francia Alain Prost Williams - Renault 1:37.154
2 8 Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford 1:37.284 +0.130
3 7 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Ford 1:37.326 +0.172
4 5 Germania Michael Schumacher Benetton - Ford 1:37.530 +0.376
5 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 1:37.622 +0.468
6 0 Regno Unito Damon Hill Williams - Renault 1:38.352 +1.198
7 9 Regno Unito Derek Warwick Footwork - Mugen-Honda 1:38.780 +1.626
8 15 Regno Unito Eddie Irvine Jordan - Hart 1:38.966 +1.812
9 10 Giappone Aguri Suzuki Footwork - Mugen-Honda 1:39.278 +2.124
10 6 Italia Riccardo Patrese Benetton - Ford 1:39.291 +2.137
11 30 Finlandia Jyrki Järvilehto Sauber - Ilmor 1:39.391 +2.237
12 14 Brasile Rubens Barrichello Jordan - Hart 1:39.426 +2.272
13 3 Giappone Ukyo Katayama Tyrrell - Yamaha 1:39.511 +2.357
14 27 Francia Jean Alesi Ferrari 1:39.535 +2.381
15 25 Regno Unito Martin Brundle Ligier - Renault 1:39.951 +2.797
16 29 Austria Karl Wendlinger Sauber - Ilmor 1:40.153 +2.999
17 26 Regno Unito Mark Blundell Ligier - Renault 1:40.696 +3.542
18 4 Italia Andrea de Cesaris Tyrrell - Yamaha 1:40.696 +3.542
19 12 Regno Unito Johnny Herbert Lotus - Ford 1:41.488 +4.334
20 11 Portogallo Pedro Lamy Lotus - Ford 1:41.600 +4.446
21 20 Francia Erik Comas Larrousse - Lamborghini 1:41.769 +4.615
22 24 Italia Pierluigi Martini Minardi - Ford 1:41.989 +4.835
23 19 Giappone Toshio Suzuki Larrousse - Lamborghini 1:42.175 +5.021
24 23 Francia Jean-Marc Gounon Minardi - Ford 1:43.812 +6.658

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Al via Senna prende la testa della corsa, davanti a Prost, Häkkinen, Berger, Irvine, Schumacher e Hill; questi ultimi hanno nel giro di qualche tornata la meglio sull'irlandese della Jordan; si mettono in coda a Berger e nel frattempo Hill al 10º giro passa Schumacher e va in caccia del ferrarista; al 12º giro l'austriaco chiude la traiettoria all'inglese, costringendolo a un'improvvisa frenata; Schumacher così tampona la Williams, e si ritira con una sospensione piegata. Prost passa in testa ai pit stop, ma presto comincia a piovere e la pista si inumidisce; Senna, più a suo agio del rivale, riprende il comando passando Prost alla curva "cucchiaio", poco prima che entrambi si fermino ai box per montare le rain.

Anche Hill si ferma, tra l'altro vittima anche di una foratura, ma i meccanici Williams compiono l'errore di rimandarlo in pista con altre slick. Hill è costretto a rifermarsi, ma poi comincia a rimontare, arrivando alla quarta posizione davanti a Irvine, che per stare incollato all'inglese riesce a sdoppiarsi da Senna che lo aveva appena passato; nel dopo-gara vi sarà un diverbio fra il brasiliano e il nordirlandese. Hill mantiene tuttavia il quarto posto. La pioggia cessa poi e i piloti rimontano gomme da asciutto, ma Berger rimane attardato, visto che i meccanici Ferrari compiono l'errore di rimandarlo in pista con le rain. Il brasiliano, con una McLaren per la prima volta in stagione capace di sfidare le Williams in quanto a prestazioni assolute, gestisce la corsa restando in testa fino al termine, precedendo sul traguardo Prost, Häkkinen, Hill, Barrichello e Irvine, a punti al debutto grazie ad un sorpasso al 49º giro al veterano Warwick che nella circostanza finisce fuori e si ritira.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos No Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Partenza Punti
1 8 Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford 53 1:40:27.912 2 10
2 2 Francia Alain Prost Williams - Renault 53 +11.435 1 6
3 7 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Ford 53 +26.129 3 4
4 0 Regno Unito Damon Hill Williams - Renault 53 +1:23.538 6 3
5 14 Brasile Rubens Barrichello Jordan - Hart 53 +1:35.101 12 2
6 15 Regno Unito Eddie Irvine Jordan - Hart 53 +1:46.421 8 1
7 26 Regno Unito Mark Blundell Ligier - Renault 52 +1 giro 17
8 30 Finlandia Jyrki Järvilehto Sauber - Ilmor 52 +1 giro 11
9 25 Regno Unito Martin Brundle Ligier - Renault 51 Incidente 15
10 24 Italia Pierluigi Martini Minardi - Ford 51 +2 giri 22
11 12 Regno Unito Johnny Herbert Lotus - Ford 51 +2 giri 19
12 19 Giappone Toshio Suzuki Larrousse - Lamborghini 51 +2 giri 23
13 11 Portogallo Pedro Lamy Lotus - Ford 49 Incidente 20
14 9 Regno Unito Derek Warwick Footwork - Mugen-Honda 48 Incidente 7
Ritirato 6 Italia Riccardo Patrese Benetton - Ford 45 Incidente 10
Ritirato 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 40 Motore 5
Ritirato 10 Giappone Aguri Suzuki Footwork - Mugen-Honda 28 Uscita di pista 9
Ritirato 3 Giappone Ukyo Katayama Tyrrell - Yamaha 26 Motore 13
Ritirato 23 Francia Jean-Marc Gounon Minardi - Ford 26 Ritiro volontario 24
Ritirato 29 Austria Karl Wendlinger Sauber - Ilmor 25 Acceleratore 16
Ritirato 20 Francia Erik Comas Larrousse - Lamborghini 17 Motore 21
Ritirato 5 Germania Michael Schumacher Benetton - Ford 10 Incidente 4
Ritirato 27 Francia Jean Alesi Ferrari 7 Problema elettrico 14
Ritirato 4 Italia Andrea de Cesaris Tyrrell - Yamaha 0 Incidente/foratura 18

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
1 Regno Unito Williams - Renault 158
2 Regno Unito McLaren - Ford 74
3 Regno Unito Benetton - Ford 72
4 Italia Ferrari 23
5 Francia Ligier - Renault 22
6 Regno Unito Lotus - Ford 12
6 Svizzera Sauber - Ilmor 12
8 Italia Minardi - Ford 7
9 Regno Unito Footwork - Mugen-Honda 4
10 Francia Larrousse - Lamborghini 3
10 Irlanda Jordan - Hart 3

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1993
Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Brazil.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1992
Gran Premio del Giappone
Edizione successiva:
1994

Note[modifica | modifica wikitesto]


Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1