Gran Premio del Brasile 1993

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brasile Gran Premio del Brasile 1993
534º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 2 di 16 del Campionato 1993
Interlagos 1990.jpg
Data 28 marzo 1993
Circuito Autodromo José Carlos Pace
Percorso 4,325 km
circuito permanente
Distanza 71 giri, 307,075 km
Clima pioggia a circa metà gara
Risultati
Pole position Giro più veloce
Francia Alain Prost Germania Michael Schumacher
Williams - Renault in 1:15.866 Benetton - Ford in 1:20.024
(nel giro 61)
Podio
1. Brasile Ayrton Senna
McLaren - Ford
2. Regno Unito Damon Hill
Williams - Renault
3. Germania Michael Schumacher
Benetton - Ford

Il Gran Premio del Brasile 1993 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 28 marzo 1993 sull'Autodromo José Carlos Pace di San Paolo. La gara è stata vinta da Ayrton Senna su McLaren.

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Le Williams si dimostrano estremamente competitive sullo sconnesso tracciato brasiliano; Prost e Hill monopolizzano la prima fila, staccando l'idolo locale Senna di quasi due secondi. Quarto è Schumacher, che precede Andretti, Patrese, Lehto, Wendlinger, Alesi e Blundell.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos No Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 2 Francia Alain Prost Williams - Renault 1:15.866
2 0 Regno Unito Damon Hill Williams - Renault 1:16.859 +0.993
3 8 Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford 1:17.697 +1.831
4 5 Germania Michael Schumacher Benetton - Ford 1:17.821 +1.955
5 7 Stati Uniti Michael Andretti McLaren - Ford 1:18.635 +2.769
6 6 Italia Riccardo Patrese Benetton - Ford 1:19.049 +3.183
7 30 Finlandia Jyrki Järvilehto Sauber - Ilmor 1:19.207 +3.341
8 29 Austria Karl Wendlinger Sauber - Ilmor 1:19.230 +3.364
9 27 Francia Jean Alesi Ferrari 1:19.260 +3.394
10 26 Regno Unito Mark Blundell Ligier - Renault 1:19.296 +3.430
11 19 Francia Philippe Alliot Larrousse - Lamborghini 1:19.340 +3.474
12 12 Regno Unito Johnny Herbert Lotus - Ford 1:19.435 +3.569
13 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 1:19.561 +3.695
14 14 Brasile Rubens Barrichello Jordan - Hart 1:19.593 +3.727
15 11 Italia Alessandro Zanardi Lotus - Ford 1:19.804 +3.938
16 25 Regno Unito Martin Brundle Ligier - Renault 1:19.835 +3.969
17 20 Francia Erik Comas Larrousse - Lamborghini 1:19.868 +4.002
18 9 Regno Unito Derek Warwick Footwork - Mugen-Honda 1:20.064 +4.198
19 10 Giappone Aguri Suzuki Footwork - Mugen-Honda 1:20.232 +4.366
20 23 Brasile Christian Fittipaldi Minardi - Ford 1:20.716 +4.850
21 22 Italia Luca Badoer Scuderia Italia - Ferrari 1:20.908 +5.042
22 3 Giappone Ukyo Katayama Tyrrell - Yamaha 1:20.991 +5.125
23 4 Italia Andrea de Cesaris Tyrrell - Yamaha 1:21.224 +5.358
24 24 Italia Fabrizio Barbazza Minardi - Ford 1:21.228 +5.362
25 21 Italia Michele Alboreto Scuderia Italia - Ferrari 1:21.488 +5.886
NQ 15 Italia Ivan Capelli Jordan - Hart 1:21.789 +5.923

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Ayrton Senna, sul podio, festeggia il successo davanti al suo pubblico.

Al via Prost scatta bene, mentre il suo compagno di squadra Hill viene superato da Senna; più indietro, Andretti e Berger hanno un incidente, con la McLaren Ford dell'americano che vola sopra la Ferrari dell'austriaco: i due rimangono illesi. All'undicesimo giro Hill sopravanza Senna; al brasiliano viene poi inflitto uno stop-and-go di penalità per aver effettuato un sorpasso in regime di bandiere gialle, cosa che lo retrocede in quarta posizione dietro Schumacher, anch'egli successivamente punito con uno stop-and-go.

Nel frattempo comincia a piovere. Schumacher perde tempo per un cambio gomme problematico; nel mentre Katayama e Suzuki perdono il controllo delle proprie vetture andando a sbattere contro le barriere. La pioggia aumenta di intensità. Prost ha problemi nelle comunicazioni radio: ritarda il cambio gomme, credendo di aver sentito che il box è occupato da Hill; alla fine del rettilineo d'arrivo si scompone, centra la Minardi Ford incidentata di Fittipaldi e si ritira. Entra in pista la safety car, dietro alla quale si accodano Hill e Senna; più indietro, Alesi effettua diversi sorpassi, cosa che gli costerà uno stop-and-go.

La pista comincia lentamente ad asciugarsi. Al 42º giro, Senna sorpassa Hill, dopo che entrambi hanno montato le slick; Herbert si porta in terza posizione grazie ad una sosta anticipata, ma all'ultimo giro subirà il sorpasso di uno Schumacher in rimonta. Senna continua a condurre fino alla fine, andando a vincere il Gran Premio di casa davanti a Hill, Schumacher, Herbert, Blundell e Zanardi, che conquista quello che rimarrà l'unico punto della sua carriera in Formula 1.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos No Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Partenza Punti
1 8 Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford 71 1:51:15.485 3 10
2 0 Regno Unito Damon Hill Williams - Renault 71 +16.625 2 6
3 5 Germania Michael Schumacher Benetton - Ford 71 +45.436 4 4
4 12 Regno Unito Johnny Herbert Lotus - Ford 71 +46.557 12 3
5 26 Regno Unito Mark Blundell Ligier - Renault 71 +52.127 10 2
6 11 Italia Alessandro Zanardi Lotus - Ford 70 +1 giro 15 1
7 19 Francia Philippe Alliot Larrousse - Lamborghini 70 +1 giro 11
8 27 Francia Jean Alesi Ferrari 70 +1 giro 9
9 9 Regno Unito Derek Warwick Footwork - Mugen-Honda 69 +2 giri 18
10 20 Francia Erik Comas Larrousse - Lamborghini 69 +2 giri 17
11 21 Italia Michele Alboreto Scuderia Italia - Ferrari 68 +3 giri 25
12 22 Italia Luca Badoer Scuderia Italia - Ferrari 68 +3 giri 21
Ritirato 29 Austria Karl Wendlinger Sauber - Ilmor 61 Surriscaldamento 8
Ritirato 30 Finlandia Jyrki Järvilehto Sauber - Ilmor 52 Problema elettrico 7
Ritirato 4 Italia Andrea de Cesaris Tyrrell - Yamaha 48 Problema elettrico 23
Ritirato 2 Francia Alain Prost Williams - Renault 29 Incidente 1
Ritirato 23 Brasile Christian Fittipaldi Minardi - Ford 28 Incidente 20
Ritirato 10 Giappone Aguri Suzuki Footwork - Mugen-Honda 27 Uscita di pista 19
Ritirato 3 Giappone Ukyo Katayama Tyrrell - Yamaha 26 Uscita di pista 22
Ritirato 14 Brasile Rubens Barrichello Jordan - Hart 13 Cambio 14
Ritirato 6 Italia Riccardo Patrese Benetton - Ford 3 Sospensione 6
Ritirato 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 0 Incidente 13
Ritirato 25 Regno Unito Martin Brundle Ligier - Renault 0 Incidente 16
Ritirato 24 Italia Fabrizio Barbazza Minardi - Ford 0 Incidente 24
Ritirato 7 Stati Uniti Michael Andretti McLaren - Ford 0 Incidente 5
NQ 15 Italia Ivan Capelli Jordan - Hart / Non qualificato

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos Team Punti
1 Gran Bretagna Williams - Renault 16
1 Gran Bretagna McLaren - Ford 16
3 Francia Ligier - Renault 6
4 Gran Bretagna Benetton - Ford 4
4 Gran Bretagna Lotus - Ford 4
6 Italia Minardi - Ford 3
7 Svizzera Sauber - Ilmor 2
8 Italia Ferrari 1

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1993
Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Brazil.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1992
Gran Premio del Brasile
Edizione successiva:
1994
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1