Michael Andretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michael Andretti
Michael Andretti 2007 Michigan.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria Formula 1
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1993
Scuderie McLaren
Miglior risultato finale 11° (1993)
GP disputati 13
GP vinti 0
Podi 1
Pole position 0
Giri veloci 0
 

Michael Andretti (Bethlehem, 5 ottobre 1962) è un pilota automobilistico statunitense, di origini italiane, che ha partecipato a un solo campionato di Formula 1 dopo avere colto numerose vittorie in America. È figlio di Mario Andretti.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi e i primi successi[modifica | modifica wikitesto]

La carriera di Michael Andretti inizia nel 1980 in Formula Ford. I primi successi arrivano però nel 1982, quando l'americano vince sei gare su undici di Super Vee, diventando campione. Dopo questo passa alla Formula Atlantic, che vince.

CART[modifica | modifica wikitesto]

Michael Andretti durante una gara

Dopo questi risultati nel 1984 passa al campionato CART. Contemporaneamente prende anche parte alla 24 Ore di Le Mans, in cui giunge terzo. Sempre nello stesso anno vince il premio come miglior esordiente. Nel 1986 vince la sua prima gara e conclude secondo in campionato, così come nel 1987. Andretti dovrà aspettare fino al 1991 per vincere il titolo, con ben 9 vittorie su 18 gare. Nel 1992 conclude invece secondo.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

I primi contatti di Michael con il mondo della Formula 1 avvennero nel 1991, quando effettuò due brevi test con la McLaren. A seguito di tali test, Ron Dennis offrì un contratto di collaudatore ad Andretti, in modo da mantenere sul pilota americano una sorta di opzione. La trattativa riprese nella seconda metà del 1992, quando la McLaren aveva perso i motori Honda per il 1993, e non era sicuro che Senna sarebbe rimasto. Nel settembre del 1992, Michael Andretti firmò un contratto per correre con la McLaren nel 1993, con un'opzione per ulteriori due stagioni. La FIA in seguito limitò le possibilità di effettuare test nel corso della stagione, cosa che avrebbe limitato la possibilità di Michael di conoscere le piste europee. Inoltre, la McLaren ottenne dalla Ford solo una fornitura "clienti" di motori V8, quindi un livello di sviluppo precedente a quello usato, ad esempio, dalla Benetton.

Il suo compagno di squadra fu Senna, che inizialmente non doveva partecipare, ma decise poi di prendere parte al mondiale, firmando inizialmente accordi per le singole gare, poi per il resto della stagione. I test iniziali con la nuova vettura manifestarono qualche problema di elettronica, e Michael decise di rientrare negli Stati Uniti, dove avrebbe mantenuto la sua residenza, viaggiando di volta in volta nei paesi dove si sarebbero disputate le gare.

In Sudafrica una qualifica non brillante venne seguita da problemi in partenza e da un ritiro dopo pochi giri. In Brasile venne coinvolto in un incidente con Berger alla partenza, volando in aria all'esterno della prima curva, ed anche a Donington non superò il primo giro, uscendo di pista sul bagnato. A Imola ebbe un incidente in qualifica, imitato dal compagno di squadra pochi minuti dopo, ed in gara lottò con Wendlinger, per poi uscire di pista per problemi al bilanciamento dei freni.

In Spagna ottenne finalmente i primi punti, con un quinto posto, ma a Monaco una pessima partenza lo fece finire nelle retrovie. Costretto ad una sosta per la sostituzione del musetto e doppiato, finì poco fuori dai punti. A questo punto della stagione c'erano molti dubbi sul suo rendimento, soprattutto perché il confronto veniva fatto con Senna, vincitore di tre Gran Premi. In Canada problemi di elettronica in qualifica ed in gara impedirono un risultato positivo, ma in Francia ottenne un altro punto con un sesto posto.

A Silverstone, finì nuovamente fuori alla prima curva, ed anche in Germania dopo pochi giri un contatto con Berger lo costrinse al ritiro. In Ungheria Michael pareva finalmente in grado di ottenere un buon risultato, ma un guasto al controllo elettronico dell'acceleratore lo mise di nuovo fuori gara.

La mancanza di risultati portò la McLaren a non rinnovargli il contratto per il 1994, mentre a Hakkinen venne garantita la possibilità di correre tre gare come titolare. Senna aveva confermato di voler terminare la stagione, quindi ad Andretti rimasero solo due gare da disputare, in Belgio ed in Italia. La prima gara non fu diversa dalle altre, con problemi elettronici e di adattamento alla pista, con un risultato finale fuori dai punti. I primi giri a Monza parevano confermare questo stato di cose, con una sosta dopo un testacoda, e la ripartenza al 20º posto, doppiato. Il ritmo fu però ottimo, e grazie anche ad alcuni ritiri davanti a lui, riuscì ad ottenere il terzo posto, il migliore risultato della sua carriera in Formula 1.

Il ritorno alla CART[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 Andretti ritorna a correre nelle Champ Car, ottenendo sempre buoni risultati, ma senza mai rivincere un titolo e ottenendo come miglior risultato un secondo posto nel 1996.

Michael e Marco Andretti alla 500 Miglia di Indianapolis

Dal 2003 Andretti disputa solamente la 500 miglia di Indianapolis.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Michael Andretti è figlio del campione del mondo di Formula 1 Mario Andretti. È stato sposato dal 1985 al 1996 con Sandra Spinozzi, dalla quale ha avuto due figli, Marco (anche lui impegnato nelle corse americane) e Marissa. Sposatosi nuovamente nel 1997 con Leslie Wood, ha un altro figlio, Lucca. Nel 2004 ha nuovamente divorziato e si è risposato per la terza volta nel 2006 con la modella di Playboy Jodi Ann Paterson.

Risultati in F1[modifica | modifica wikitesto]

1993 Scuderia Vettura Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Brazil.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
McLaren MP4/8 Rit Rit Rit Rit 5 8 14 6 Rit Rit Rit 8 3 7 11º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]