Bassano Virtus 55 Soccer Team

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bassano Virtus 55 Soccer Team
Calcio Football pictogram.svg
Logo Bassano Virtus 55 Soccer Team.svg
Giallorossi, Bassano
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Giallo e Rosso (Strisce)3.png giallo-rosso
Dati societari
Città Bassano del Grappa (VI)
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Lega Pro
Fondazione 1920
Proprietario Italia Renzo Rosso
Presidente Italia Stefano Rosso
Allenatore Italia Stefano Sottili
Stadio Stadio Rino Mercante
(2.952[1] posti)
Sito web www.bassanovirtus.com
Palmarès
Coccarda Coppa Italia LegaPro.png
Titoli nazionali 1 Scudetto Serie D
Trofei nazionali 1 Coppe Italia Serie C/Lega Pro
1 Supercoppa di 2ª Divisione
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il Bassano Virtus 55 Soccer Team (storicamente e comunemente nota come Bassano Virtus o anche solo Bassano) è una società calcistica italiana con sede nella città di Bassano del Grappa (VI). Fondata nel 1920, è di proprietà dell'imprenditore tessile Renzo Rosso ed è presieduta dal figlio Stefano.

Nella stagione 2014-2015 ha militato in Lega Pro, terza divisione professionistica del campionato italiano di calcio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1920, nei primi anni la squadra disputa i campionati regionali, per poi raggiungere nel 1933 la promozione in Prima Divisione (all'epoca terza categoria del calcio professionistico italiano), sotto il nome di Smalterie Bassano - essendo un club di dopolavoro operaio -. La squadra partecipa per due stagioni consecutive alla Prima Divisione, giungendo undicesima nel 1935, venendo in seguito retrocessa a seguito della ristrutturazione dei campionati ed obbligata a modificare il nome in Associazione Sportiva Fascista Bassano.

La squadra bassanese risale in serie C nel 1941, giocandovi due stagioni prima dell'interruzione dei campionati per motivi bellici. Nel 1944, a guerra in corso, il Bassano riesce comunque ad organizzarsi per partecipare al Campionato Alta Italia, dove affronta i principali club della regione tra cui Venezia, Padova e Treviso, chiudendo al quarto posto il suo girone regionale subito dopo queste squadre. Con la nuova denominazione di Associazione Calcio Bassano, nel dopoguerra la squadra naviga tra la Serie D e la Prima categoria Veneta.

Nel 1967 il club assume la denominazione di Bassano Virtus, a seguito della fusione con la società A.C. Virtus del Centro Giovanile, ed utilizza per alcuni anni come terreno di casa lo Stadio Giusti, sito in centro città. Fino alla fine del XX secolo il Bassano Virtus milita tra il campionato regionale di Eccellenza e la serie D.

Nella stagione 2004-05 la società si aggiudica lo scudetto di serie D, per poi vincere nel 2007-08 la Coppa Italia Lega Pro, battendo in finale il Benevento. Sempre nel 2008 perde la finale dei play-off promozione per la serie C1 contro il PortogruaroSummaga. Nella stagione 2008-2009 arriva di nuovo ai play-off, ove viene eliminata dal Giulianova Calcio, che pareggia 1-1 a Bassano e vince 1-0 in casa.

Nel 2009-2010, in Lega Pro Seconda Divisione, il Bassano giunge 7º, ma nell'agosto 2010 viene ripescato nella Lega Pro Prima Divisione a seguito dei fallimenti occorsi a numerosi club delle categorie superiori. Il Bassano torna così in terza serie dopo 70 anni esatti dall'ultima apparizione. Nella Lega Pro Prima Divisione 2010-2011 il Bassano arriva 11º, per poi retrocedere in seconda divisione nel 2011-2012 il Bassano retrocede in Lega Pro Seconda Divisione a seguito del pareggio all'ultima giornata, in casa del Trapani Calcio, per 3-3 (che pure nega la promozione in serie B ai siciliani). Nel campionato 2012-2013 il Bassano arriva 4º in campionato, per poi perdere la semifinale play-off contro il Monza.

L'anno successivo il Bassano vince il suo girone con 12 punti di vantaggio sulla seconda in classifica. Il successo nel torneo vale l'accesso alla Supercoppa di Seconda Divisione, nella quale i giallorossi vincono sia l'andata che il ritorno contro il Messina.

A fine stagione il tecnico Mario Petrone e il capitano Berrettoni (tra i maggiori artefici della buona stagione appena conclusa) lasciano Bassano del Grappa per accasarsi ad Ascoli Piceno. La società chiama allora il tecnico Antonino Asta e ingaggia tra gli altri il fantasista Angelo Raffaele Nolé. Nella stagione 2014-2015, il Bassano disputa un campionato di vertice, chiudendo la classifica del girone A di Lega Pro in testa, a parimerito col Novara, che tuttavia risulta vincitore per la miglior classifica avulsa. Il Bassano si qualifica quindi per i play-off promozione: al primo turno supera ai calci di rigore la Juve Stabia (quarta classificata nel girone C) in una gara secca casalinga, incontrando nelle semifinali la Reggiana (terza classificata del girone B), vittoriosa proprio sull'Ascoli degli ex Petrone e Berrettoni. Dopo aver battuto anche gli emiliani (anche in questo caso ai rigori) i giallorossi si qualificano quindi alla finale, ove incontrano il Como; nel doppio confronto della finale, la sconfitta per 2-0 all'andata in trasferta e il pareggio per 0-0 nel ritorno casalingo sanciscono la promozione del Como in serie B ai danni del Bassano.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Bassano Virtus 55 Soccer Team
  • 1920 - Nasce l'Associazione Calcio Bassano.
  • 1920-1923 - Attività sportiva in ambito locale.
  • 1923-1924 - 1° nel girone D di Quarta Divisione Veneta, avendo battuto allo spareggio il Farra 2-1. In semifinale A è battuto dall'Oderzo F.C. 1-5 e 2-2.
  • 1924-1925 - 1° nel girone D di Quarta Divisione Veneta, in semifinale A supera la Piovese, con Juventus Patavium e Portogruarese ancora due pari dopo la finale a 3, il doppio spareggio con la Portogruarese la vede perdente. Green Arrow Up.svg Ammesso d'ufficio in Terza Divisione.
  • 1925-1926 - 5° nel girone A di Terza Divisione Veneta.
  • 1926-1927 - 3° nel girone A di Terza Divisione Veneta.
  • 1927-1928 - 1° nel girone C di Terza Divisione Veneta, 4° nel girone D delle finali. Green Arrow Up.svg Ammesso d'ufficio in Seconda Divisione Nord per riforma dei tornei.
  • 1928-1929 - 7° nel girone D di Seconda Divisione Nord.
  • 1929-1930 - 6° nel girone D di Seconda Divisione Nord.

  • 1930-1931 - 3° in Seconda Divisione Veneta.
  • 1931-1932 - 3° in Seconda Divisione Veneta.
  • 1932-1933 - 1° nel girone A di Seconda Divisione Veneta, rinuncia alle finali regionali, 1° nel girone E delle finali interregionali. Green Arrow Up.svg Promosso nella Prima Divisione.
  • 1933-1934 - 14° nel girone A di Prima Divisione. Inizialmente retrocesso, è successivamente riammesso.
  • 1934-1935 - 11° nel girone A di Prima Divisione. Red Arrow Down.svg Retrocesso in Prima Divisione Regionale causa ristrutturazione dei campionati.
Cambia denominazione in Associazione Sportiva Fascista Bassano.
  • 1935 - Si iscrive al campionato regionale di Prima Divisione Veneta ma si ritira prima della prima giornata. I ragazzi del Bassano disputano i campionati giovanili provinciali. Riorganizzata la prima squadra si iscrive alla stessa categoria la stagione successiva.
  • 1936-1937 - 9° in Prima Divisione Veneta.
  • 1937 - Non si iscrive la stagione successiva, inattivo.
  • 1940 - Ricostituito con la nuova denominazione Associazione Fascista Calcio Bassano.

  • 1940-1941 - 5° nel girone A di Prima Divisione Veneta, 2° nel girone finale. Green Arrow Up.svg Promosso in Serie C.
  • 1941-1942 - 11° nel girone A di Serie C.
  • 1942-1943 - 6° nel girone B di Serie C.
  • 1943-1944 - 4° nel girone A del Campionato Misto di Guerra gestito dal Direttorio III Zona (Veneto).
  • 1944-1945 - Inattivo a causa della guerra in atto.
  • 1945 - Ricostituito con la nuova denominazione Associazione Calcio Bassanese.
  • 1945-1946 - 9° nel girone B di Serie C dell'Alta Italia.
  • 1946-1947 - 7° nel girone H di Serie C.
  • 1947-1948 - 6° nel girone H di Serie C. Red Arrow Down.svg Retrocesso in Promozione.
  • 1948-1949 - 10° nel girone E di Promozione.
  • 1949-1950 - 12° nel girone B di Promozione.

  • 1950-1951 - 11° nel girone B di Promozione.
  • 1951-1952 - 14° nel girone B di Promozione. Red Arrow Down.svg Retrocesso in Promozione Regionale.
  • 1952-1953 - 3° nel girone C di Promozione Veneta.
  • 1953-1954 - 1° nel girone C di Promozione Veneta. Green Arrow Up.svg Promosso in IV Serie.
  • 1954-1955 - 7° nel girone D di IV Serie.
  • 1955-1956 - 13° nel girone D di IV Serie.
  • 1956-1957 - 7° nel girone D di IV Serie. Declassato nei gironi di Seconda Categoria.
  • 1957-1958 - 2° nel girone C di Seconda Categoria Interregionale.
  • 1958-1959 - 14° nel girone C dell'Interregionale. Ripescato da Artemio Franchi per meriti sportivi.
  • 1959-1960 - 18° nel girone C di Serie D. Red Arrow Down.svg Retrocesso in Prima Categoria.

  • 1960-1961 - 1° nel girone B di Prima Categoria Veneta, perde gli spareggi battuto dall'Azzurra Sandrigo 0-1.
  • 1961-1962 - 2° nel girone A di Prima Categoria Veneta.
  • 1962-1963 - 15° nel girone A di Prima Categoria Veneta.
  • 1963-1964 - 12° nel girone A di Prima Categoria Veneta.
  • 1964-1965 - 6° nel girone A di Prima Categoria Veneta.
  • 1965-1966 - 4° nel girone A di Prima Categoria Veneta.
  • 1966-1967 - 3° nel girone A di Prima Categoria Veneta.
  • 1967-1968 - 4° nel girone A di Prima Categoria Veneta. Si fonde con l'A.C. Virtus di Bassano e diventa A.C. Bassano Virtus.
  • 1968-1969 - 2° nel girone B di Prima Categoria Veneta.
  • 1969-1970 - 1° nel girone B di Prima Categoria Veneta. Green Arrow Up.svg Promosso in Serie D.

  • 1970-1971 - 14° nel girone C di Serie D.
  • 1971-1972 - 8° nel girone C di Serie D.
  • 1972-1973 - 7° nel girone C di Serie D.
  • 1973-1974 - 14° nel girone C di Serie D.
  • 1974-1975 - 9° nel girone C di Serie D.
  • 1975-1976 - 16° nel girone C di Serie D. Red Arrow Down.svg Retrocesso in Promozione.
  • 1976-1977 - 13° nel girone B di Promozione Veneta.
  • 1977-1978 - 15° nel girone B di Promozione Veneta. Red Arrow Down.svg Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1978-1979 - 1° nel girone B di Prima Categoria Veneta. Green Arrow Up.svg Promosso in Promozione.
  • 1979-1980 - 4° nel girone A di Promozione Veneta.

  • 1980-1981 - 12° nel girone A di Promozione Veneta.
  • 1981-1982 - 11° nel girone A di Promozione Veneta.
  • 1982-1983 - 1° nel girone A di Promozione Veneta. Green Arrow Up.svg Promosso in Interregionale.
  • 1983-1984 - 7° nel girone C dell'Interregionale.
  • 1984-1985 - 3° nel girone C dell'Interregionale.
  • 1985-1986 - 1° nel girone C dell'Interregionale, dopo aver vinto lo spareggio-promozione con il Chievo (1-1 (d.t.s.) e 4-2 d.c.r.) ma le viene revocata la promozione per illecito sportivo.
  • 1986-1987 - 4° nel girone C dell'Interregionale.
  • 1987-1988 - 5° nel girone C dell'Interregionale.
  • 1988-1989 - 11° nel girone D dell'Interregionale.
  • 1989-1990 - 6° nel girone C dell'Interregionale.

Cambia denominazione in Bassano Virtus 55 Soccer Team.
  • 1996-1997 - 1° nel girone A dell'Eccellenza Veneto. Green Arrow Up.svg Promosso al Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1997-1998 - 4° nel girone D del C.N.D.
  • 1998-1999 - 3° nel girone C del C.N.D.
  • 1999-2000 - 7° nel girone B del C.N.D.

Qualificazioni ai sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie C.
Quarti di finale di Coppa Italia Serie C.
Coccarda Coppa Italia.svg Vince la Coppa Italia Serie C (1º titolo).
  • 2008-2009 - 4° nel girone B di Lega Pro Seconda Divisione. Perde la semifinale play-off contro il Giulianova.
Secondo turno di Coppa Italia Lega Pro.
  • 2009-2010 - 7° nel girone B di Lega Pro Seconda Divisione. Green Arrow Up.svg Promosso in Lega Pro Prima Divisione.
Secondo turno di Coppa Italia Lega Pro.

  • 2010-2011 - 11° nel girone A di Lega Pro Prima Divisione.
Terzo turno di Coppa Italia Lega Pro.
Fase eliminatoria a gironi di Coppa Italia Lega Pro.
  • 2012-2013 - 4° nel girone A di Lega Pro Seconda Divisione. Perde la semifinale dei play-off contro il Monza.
Fase eliminatoria a gironi di Coppa Italia Lega Pro.
Vince la Supercoppa di Lega di Seconda Divisione (1º titolo).
Primo turno di Coppa Italia Lega Pro.
Terzo turno di Coppa Italia.
Quarti di finale di Coppa Italia Lega Pro.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Rino Mercante.

La squadra gioca le partite casalinghe allo Stadio Rino Mercante di Bassano del Grappa, impianto dotato di 2.952 posti in larga parte coperti e velodromo; il fondo del terreno è in erba con dimensioni di 65,00 per 105,00 m.[1]

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Maglia gialla e rossa, calzoncini neri e calzettoni nero gialli.

Denominazione[modifica | modifica wikitesto]

Il sodalizio assume la denominazione Virtus nel 1967, quando si fonde con un'altra compagine locale. La denominazione 55 Soccer Team viene aggiunta dopo l'acquisizione da parte dell'imprenditore Renzo Rosso (il numero 55 allude all'anno di nascita del patròn, il 1955).

Società[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet ufficiale della società.[2]

Staff dell'area amministrativa
  • Italia Stefano Rosso - Presidente
  • Italia Roberto Masiero - Vice presidente
  • Italia Werner Seeber - Direttore generale
  • Italia Renato Schena - Segretario generale
  • Italia Sebastiano Fassanelli - Responsabile amministrativo
  • Italia Sara Vivian - Responsabile marketing e comunicazione

[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia degli sponsor tecnici[3]
Cronologia degli sponsor ufficiali[3]


Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Allenatori del Bassano Virtus 55 S.T.
Allenatori
Presidenti
  • 1920-? ...
  •  ?-oggi Italia Stefano Rosso


Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Calciatori del Bassano Virtus 55 S.T.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2007-2008
2014
2004-2005
2013-2014 (girone A)

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione

C


16
1941-1942 2014-2015

D

34 1948-1949 2004-2005

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Bassano Virtus 55 Soccer Team 2014-2015.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa tratta dal sito ufficiale del Bassano Virtus[7]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Matteo Grandi
Italia P Gian Maria Rossi
Italia D Nicola Bizzotto
Italia D Andrea Ingegneri
Italia D Daniele Martinelli
Italia D Daniel Semenzato
Italia D Filippo Stevanin
Italia D Dario Toninelli
Italia D Enrico Zanella
Italia C Andrea Cesarini
Italia C Luca Cattaneo
Italia C Giacomo Cenetti
N. Ruolo Giocatore 600px Giallo e Rosso (Strisce)3.png
Italia C Elia Cortesi
Italia C Guido Davì
Italia C Mattia Proietti
Italia C Simone Iocolano (capitano)
Italia A Michael Fabbro
Italia A Marcello Falzerano
Italia A Domenico Germinale
Italia A Tommy Maistrello
Italia A Stefano Pietribiasi
Italia A Manuel Spadafora
Italia A Davide Voltan

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet ufficiale della società.

Staff dell'area tecnica
  • Italia Stefano Sottili - Allenatore
  • Argentina Christian La Grottería - Allenatore in seconda
  • Italia Marco Zuccher - Preparatore dei portieri
  • Italia Carlo Caporello - Preparatore dei portieri
  • Italia Renato Schena - Team manager
  • Italia Alessandro Dal Monte - Preparatore atletico
  • Italia Ermanno Zanolla - Magazziniere
  • Italia Felice Zuin - Fisioterapista

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bassanovirtus.com - Stadio Rino Mercante
  2. ^ Organigramma, Bassanovirtus.com, 18 agosto 2014.
  3. ^ a b Maglie Bassano Virtus - oldfootballshirts.com
  4. ^ Barlassina, 1941-1942, p.113
  5. ^ UFFICIALE: Bassano, in panchina arriva Roselli in www.tuttomercatoweb.com, 20 gennaio 2009.
  6. ^ Giuseppe Brucato è il nuovo allenatore del Bassano Bassanovirtus.com
  7. ^ Rosa, Bassanovirtus.com, 18 agosto 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]