Unione Sportiva Vigor Senigallia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FC Vigor Senigallia
Calcio Football pictogram.svg
Vigorini
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso e Blu2.png rosso-blu
Dati societari
Città Senigallia (AN)
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Promozione
Fondazione 1921
Scioglimento 2017
Rifondazione 2017
Presidente Franco Federicioni
Allenatore Stefano Goldoni
Stadio Stadio Goffredo Bianchelli
(4.000 posti)
Sito web www.fcvigorsenigallia.it
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'FC Vigor Senigallia, più comunemente chiamata Vigor, è la principale squadra di calcio di Senigallia (AN), i suoi colori sociali sono il blu ed il rosso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

La società nasce nel 1921 per volontà di giovani cittadini appassionati del football.
Nei primi anni di vita partecipa a campionati importanti quali Prima Divisione '21-'22 e la Seconda Divisione e si scontra con importanti squadre marchigiane (Ancona, Maceratese, Ascoli) e di altre regioni (Foggia, Pescara, Chieti).
All'inizio degli anni trenta vengono istituite le categorie attuali, Serie A, B e C, ma la società non è ancora al livello delle squadre maggiori ed in quegli anni disputa soltanto dei campionati di categoria inferiori, soprattutto regionali.

Alti e bassi nel dopoguerra[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo decennio del dopoguerra il club gioca in IV Serie e si cimenta contro club blasonati quali: Ascoli, Perugia, Teramo, Chieti, Foligno, Pescara. Retrocessa nella stagione '53-'54, vi ritorna nella stagione '55-'56 dove viene inserita nel girone E (insieme a Jesina, Anconitana, Pisa, Robur Siena, Pistoiese, Carrarese ed altre) e centra la salvezza ai danni del Fabriano. L'anno successivo retrocede per una riforma dei campionati.

Fino alla fine degli anni sessanta la squadra naviga tra Promozione e IV Serie; nel 1968-69 vince la Promozione e torna in Serie D, ma subito retrocede al termine di un girone vinto dalla Maceratese, in cui ritrova compagini del calibro del Teramo, Fermana e Giulianova.

La grande scalata[modifica | modifica wikitesto]

Gli anni settanta sembrano la fotocopia del decennio precedente con i rosso-blu che fanno l'altalena tra Serie D e Promozione. La svolta potrebbe arrivare a fine anni settanta quando diviene presidente Walter Vignoli. La squadra vince la Promozione nel 1979-1980 e, la stagione successiva, vince la Serie D battendo la concorrenza della Jesina, della Fermana, del Chievo e di altre squadre centro-settentrionali. Nella stagione 1981-82 partecipa alla C2 dove incontra squadre del livello di Venezia, L'Aquila, Lanciano e tante altre. I rossoblu all'ultima giornata sconfiggono per 3-0 il Mestre e lo agganciano in classifica al secondo posto dietro ai cugini dell'Ancona. Lo spareggio per la promozione contro i veneti in campo neutro a Modena, il 6 giugno 1982 viene tutt'oggi ricordato per il massiccio esodo di tifosi senigalliesi che affollarono le tribune speranzosi di festeggiare l'impresa. La partita finisce però 1-0 per i mestrini con un gol che arriva a 4 minuti dal termine dei tempi regolamentari e la C1 per la Vigor rimane un miraggio. I vigorini rimangono in C2 fino alla stagione 1984-85 ma non riusciranno più a disputare tornei di alta classifica.

Ripartenza e Serie D[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di una grave crisi finanziaria, la Vigor rinuncia al campionato professionistico e ritorna nel torneo interregionale fino a retrocedere nel 1987-88 in Promozione Regionale.
I confini regionali sono stretti per una squadra del blasone vigorino ma ci vuole fino all'ultimo torneo di Promozione nel 1990-1991 prima della creazione dell'Eccellenza per rivedere i rossoblu nel palcoscenico nazionale, quando riescono a prevalere nello spareggio contro l'Osimana. Sarà una lunghissima permanenza, condita da ottimi risultati e da un torneo quello 2000-2001 che vede i rossoblu sfiorare il ritorno tra i professionisti venendo battuti al termine di un lungo testa a testa dalla Poggese.

Il declino del nuovo millennio[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi anni del nuovo millennio arriva però la retrocessione in Eccellenza Marchigiana al termine di uno sfortunato campionato dove la squadra, anche a causa di una graduatoria stretta in zona salvezza, conclude col penultimo posto nonostante i 38 punti totalizzati in 34 partite. Subito si riprova a tornare in Serie D, vincendo i playoff regionali dopo una spettacolare gara conclusasi per 3-2 contro la Jesina al Diana di Osimo, ma i sogni si infrangono contro la Virtus Villa che sconfigge i Vigorini all'ultimo minuto della gara di ritorno della finale playoff nazionale. Nel frattempo lo stadio Bianchelli diventa sintetico, mentre la squadra a corto di risorse finanziarie inizia a puntare sul suo settore giovanile. Al termine della stagione 2008-2009 si salva sul campo dopo i playout, ma le retrocessioni dalla Serie D di un numero elevato di squadre marchigiane costringe i rossoblù alla retrocessione in Promozione. Fortunatamente però dopo un'estate passata nei tribunali e in tutte le sedi di ricorso la Vigor viene ripescata in Eccellenza che si allarga a 20 squadre per l'ingresso della Sambenedettese. Questa volta però nessuno può salvare la Vigor dalla retrocessione sul campo in Promozione, al termine di un campionato vissuto per tutte le 38 giornate in zona retrocessione. La Vigor disputa la stagione sportiva 2010-2011 nel girone A del campionato di Promozione, nell'anno in cui celebra i 90 anni dalla sua fondazione, toccando il punto più basso della sua storia recente. Il 10 aprile 2011 la Vigor cancella quest'onta conquistando matematicamente la vittoria del campionato con un turno di anticipo battendo il Fabriano per 2-1 davanti ad un pubblico di 1600 persone, ritornando così, dopo solo un anno, a disputare il campionato di Eccellenza. Il ritorno nella massima serie regionale coincide con uno dei campionati più belli disputati negli ultimi anni da parte della formazione rossoblu che stupisce tutti per il buon gioco mostrato e soprattutto per il 5º posto finale con i playoff che sfumano solo a causa della nuova regola del distacco di punti tra le diverse contendenti. Nella stagione successiva invece la Vigor affronta un campionato difficile con un budget ridotto all'osso e ottiene la difficile salvezza all'ultima giornata. Campionato simile è quello del 2013-2014, dove i rossoblu stazionano per quasi tutta la stagione in zona playout. Poche ore prima dell'ultima decisiva gara di campionato le cose volgono al peggio per la città di Senigallia costretta a fare i conti con una alluvione che mette in ginocchio la popolazione. Un sorriso in un fine settimana così difficile lo regala la Vigor che all'ultimo minuto con un eurogol di Denis Pesaresi stende la Folgore Falerone e conquista la salvezza[1]. Il 2014-2015 vede i rossoblu per tutta la stagione stazionare nella parte bassa della classifica chiudendo il torneo al terzultimo posto. Per salvarsi la Vigor è costretta a vincere il play-out sul campo del Trodica ma una sconfitta per 1-0 fa sprofondare nuovamente la squadra in Promozione, salvo essere nuovamente ripescata a settembre a seguito delle varie vicissitudini derivanti dallo scandalo calcioscommesse. Tuttavia una nuova annata difficile aspetta la squadra rossoblu che parte come candidata principale alla retrocessione. La giovane squadra vigorina lotta con onore ma retrocede con 2 turni di anticipo, scendendo nuovamente in Promozione dove si troverà a giocare un doppio derby cittadino contro l'Olimpia della frazione di Marzocca ed il FC Senigallia, squadra fondata da vecchie glorie vigorine che ha in pochi anni scalato le classifiche dei tornei marchigiani, allenata da Stefano Goldoni, recordman di presenze con la maglia rossoblu. La squadra giunge al terzo posto primeggiando sulle rivali cittadine e si ferma solamente in finale dei playoff, sconfitta dall'Atletico Alma. Quella con la compagine fanese è l'ultima gara della storia lunga 96 anni della Vigor Senigallia che non si iscrive ai campionati per la stagione 2017-2018[2].

Rinascita[modifica | modifica wikitesto]

Subito gli appassionati senigagliesi si attivano per fare tornare in campo al più presto possibile la squadra. Un gruppo di vecchie glorie si riunisce tentando di formare una nuova società ripartendo dalla Terza Categoria ma alla fine a raccogliere l'eredità della società rossoblu è la FC Senigallia che muta il suo nome in FC Vigor Senigallia[3].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della Unione Sportiva Vigor Senigallia
  • 1921 - nasce la Vigor Senigallia
  • 1921-22 - 2ª in Prima Divisione Marche. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Seconda Divisione.
  • 1922-23 - 3ª in Seconda Divisione Marche.
  • 1923-24 - 1ª in Seconda Divisione Marche. Rinuncia alla Prima Divisione per mancanza di fondi.
  • 1924-25 - 1ª in Seconda Divisione Marche. Rinuncia alla Prima Divisione per mancanza di fondi.
  • 1925-26 - 2ª in Seconda Divisione Marche. Red Arrow Down.svg Rinuncia alla categoria.
  • 1926-27 - ? in Terza Divisione Marche. Green Arrow Up.svg Riammessa in Seconda Divisione.
  • 1927-28 - 4ª nel girone A della Seconda Divisione Sud.
  • 1928-29 - 7ª nel girone B del Campionato meridionale.
  • 1929-30 - inattiva.
  • 1930-31 - in Seconda Divisione Sud Marche-Umbria-Abruzzi, si ritira durante l'annata.
  • 1931-32 - inattiva, cambia nome in Nova Vigor Senigallia.
  • 1932-33 - 7ª in Seconda Divisione Marche.
  • 1933-43 - gioca amichevoli e competizioni locali per mancanza fondi.
  • 1944 - attività sospese per cause belliche.
  • 1945 - ripresa delle attività con il nome Unione Sportiva Vigor Senigallia e iscrizione in Serie C per antichità agonistica.
  • 1945-46 - 5ª nel girone B di Serie C Lega del Centro-Sud.
  • 1946-47 - 4ª nel girone B della Lega Centro di Serie C.
  • 1947-48 - 9ª nel girone B della Lega Centro di Serie C. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione.
  • 1948-49 - 9ª nel girone G di Promozione.
  • 1949-50 - 8ª nel girone G di Promozione.
  • 1950-51 - 4ª nel girone G di Promozione.
  • 1951-52 - 4ª nel girone G di Promozione.
  • 1952-53 - 4ª nel girone E di IV Serie.
  • 1953-54 - 16ª nel girone F di IV Serie. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione Marchigiana.
  • 1954-55 - 1ª in Promozione Marche. Green Arrow Up.svg Promossa in IV Serie.
  • 1955-56 - 14ª nel girone E di IV Serie.
  • 1956-57 - 13ª nel girone E di IV Serie.
  • 1957-58 - 12ª nel girone D di II Categoria di IV Serie. Red Arrow Down.svg Retrocessa nel Campionato Dilettanti.
  • 1958-59 - 1ª nel Campionato Marchigiano Dilettanti. Green Arrow Up.svg Promossa in Serie D.
  • 1959-60 - 13ª nel girone C di Serie D.
  • 1960-61 - 8ª nel girone E di Serie D.
  • 1961-62 - 17ª nel girone C di Serie D. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Prima Categoria Marche.
  • 1962-63 - ? nel girone B di Prima Categoria Marche.
  • 1963-64 - ? nel girone A di Prima Categoria Marche.
  • 1964-65 - 4ª nel girone A di Prima Categoria Marche.
  • 1965-66 - 2ª nel girone A di Prima Categoria Marche dopo spareggio perso contro l'Urbino.
  • 1966-67 - 3ª nel girone A di Prima Categoria Marche.
  • 1967-68 - 3ª nel girone A di Prima Categoria Marche.
  • 1968-69 - 1ª in Promozione Marche. Green Arrow Up.svg Promossa in Serie D.
  • 1969-70 - 16ª nel girone D di Serie D. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione.
  • 1970-71 - 4ª in Promozione Marche.
  • 1971-72 - 11ª in Promozione Marche.
  • 1972-73 - 2ª in Promozione Marche.
  • 1973-74 - 1ª in Promozione Marche. Green Arrow Up.svg Promossa in Serie D dopo aver vinto lo spareggio vinto contro il Real Montecchio.
  • 1974-75 - 15ª nel girone D di Serie D.
  • 1975-76 - 4ª nel girone D di Serie D.
  • 1976-77 - 9ª nel girone D di Serie D.
  • 1977-78 - 15ª nel girone D di Serie D. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione Marche.
  • 1978-79 - 11ª in Promozione Marche.
  • 1979-80 - 1ª nel girone A di Promozione Marche. Green Arrow Up.svg Promossa in Serie D.
  • 1980-81 - 1ª nel girone C di Serie D. Green Arrow Up.svg Promossa in Serie C2.
  • 1981-82 - 3ª nel girone B di Serie C2. Perde lo spareggio promozione contro il Mestre.
  • 1982-83 - 10ª nel girone C di Serie C2.
  • 1983-84 - 10ª nel girone C di Serie C2.
  • 1984-85 - 14ª nel girone C di Serie C2. Red Arrow Down.svg Rinuncia alla categoria e riparte dall'Interregionale.
  • 1985-86 - 10ª nel girone F del Campionato Interregionale.
  • 1986-87 - 12ª nel girone F del Campionato Interregionale.
  • 1987-88 - 15ª nel girone F del Campionato Interregionale. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione.
  • 1988-89 - 14ª nel girone A di Promozione Marche.
  • 1989-90 - 3ª nel girone A di Promozione Marche.
  • 1990-91 - 1ª nel girone A di Promozione Marche. Promossa nel Campionato Interregionale. dopo aver vinto lo spareggio contro l'Osimana.
  • 1991-92 - 5ª nel girone G del Campionato Interregionale.
  • 1992-93 - 6ª nel girone E del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1993-94 - 7ª nel girone E del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1994-95 - 10ª nel girone F del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1995-96 - 14ª nel girone E del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1996-97 - 10ª nel girone E del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1997-98 - 8ª nel girone F del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1998-99 - 5ª nel girone D del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1999-2000 - 7ª nel girone F di Serie D.
  • 2000-2001 - 2ª nel girone D di Serie D.
  • 2001-2002 - 5ª nel girone E di Serie D.
  • 2002 - L'U.S. Vigor Senigallia S.r.l. viene messa in liquidazione. Viene fondata una nuova società denominata U.S. Vigor Senigallia che ottiene dalla FIGC il trasferimento del titolo sportivo e del parco calciatori del precedente sodalizio.[4]
  • 2002-2003 - 10ª nel girone F di Serie D.
  • 2003-2004 - 17ª nel girone F di Serie D. Red Arrow Down.svg Retrocessa nell'Eccellenza Marche.
  • 2004-2005 - 5ª nell'Eccellenza Marche, perde la finale dei playoff nazionali contro la Virtus Villa.
  • 2005-2006 - 14ª nell'Eccellenza Marche, salva ai play-out contro il Lucrezia.
  • 2006-2007 - 10ª nell'Eccellenza Marche.
  • 2007-2008 - 11ª nell'Eccellenza Marche.
  • 2008-2009 - 13ª nell'Eccellenza Marche. Perde ai play-out contro la Vis Macerata. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione. Green Arrow Up.svg Ripescata.
  • 2009-2010 - 19ª nell'Eccellenza Marche. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione.
  • 2010-2011 - 1ª nel girone A di Promozione Marche. Green Arrow Up.svg Promossa nell'Eccellenza.
  • 2011-2012 - 5ª nell'Eccellenza Marche.
  • 2012-2013 - 9ª nell'Eccellenza Marche.
  • 2013-2014 - 12ª nell'Eccellenza Marche.
  • 2014-2015 - 14° nell'Eccellenza Marche. Perde ai play-out contro il Trodica. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione. Green Arrow Up.svg Ripescata.
  • 2015-2016 - 15ª nell'Eccellenza Marche. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione.
  • 2016-2017 - 3ª nel girone A di Promozione Marche. Perde la finale dei playoff contro l'Atletico Alma.
  • 2017 - L'U.S. Vigor Senigallia non viene iscritta al campionato. La FC Senigallia cambia denominazione in FC Vigor Senigallia ponendosi come continuazione del sodalizio.

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Goffredo Bianchelli.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori
  • 1921-1982 ?
  • 1979-1982 Italia Lidio Rocchi
  • 1982-1983 Italia Romolo Camuffo
Italia Enzo Gerardi
  • 1983-1984 Italia Paolo Beni
Italia Pietro Camozzi
Presidenti
  • 1921-1979 ?
  • 1979-1983 Italia Walter Vignoli
  • 1983-1984 Italia Giorgio Gresta
  • 1984-1985 Italia Aldo Manfredi
  • 1985-2000 ?
  • 2000-2002 Italia Sandro Barbadoro
  • 2002-2003 Italia Loris Pasi
  • 2003-2006 Italia Pier Luigi Bani
  • 2006-2017 Italia Valentino Mandolini
  • 2017- Italia Franco Federicioni

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni giocatori celebri che hanno indossato la maglia della Vigor Senigallia sono:

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1980-1981 (girone C)

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

1923-1924, 1924-1925
1968-1969 (girone A)
  • Campionato Dilettanti: 1
1958-1959
1954-1955, 1973-1974, 1979-1980 (girone A), 1990-1991 (girone A), 2010-2011 (girone A)

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Amicizie[modifica | modifica wikitesto]

Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]