Robbie Keane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robbie Keane
FIFA WC-qualification 2014 - Austria vs Ireland 2013-09-10 - Robbie Keane 01.jpg
Keane in nazionale nel 2013
Dati biografici
Nome Robert David Keane
Nazionalità Irlanda Irlanda
Altezza 175 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra L.A. Galaxy L.A. Galaxy
Carriera
Giovanili
1990-1995
1995-1997
Flag of None.svg Crumlin United[1]
Wolverhampton Wolverhampton
Squadre di club1
1997-1999 Wolverhampton Wolverhampton 73 (24)
1999-2000 Coventry City Coventry City 31 (12)
2000 Inter Inter 6 (0)
2000-2002 Leeds Leeds 46 (13)
2002-2008 Tottenham Tottenham 197 (80)
2008-2009 Liverpool Liverpool 19 (5)
2009 Tottenham Tottenham 24 (11)
2010 Celtic Celtic 16 (12)
2010 Tottenham Tottenham 7 (0)
2011 West Ham West Ham 9 (2)
2011 L.A. Galaxy L.A. Galaxy 4 (2)[2]
2012 Aston Villa Aston Villa 6 (3)
2012- L.A. Galaxy L.A. Galaxy 67 (42)[3]
Nazionale
 ?
1998
1999
1998-
Irlanda Irlanda U-16
Irlanda Irlanda U-18
Irlanda Irlanda U-20
Irlanda Irlanda
4 (1)
6 (5)
4 (0)
133 (62)
Palmarès
 Europei di calcio Under-19
Oro Cipro 1998
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 luglio 2014

Robert David Keane (Tallaght, 8 luglio 1980) è un calciatore irlandese, attaccante e capitano dei Los Angeles Galaxy e della Nazionale irlandese.

Iniziò la sua carriera professionistica nel Wolverhampton Wanderers segnando una doppietta al debutto (1997). La stagione seguente fu il capocannoniere dei Wolves e segnò il primo gol con la maglia della propria Nazionale. Nel 1999 passò al Coventry City per 7 milioni di euro, dove fece un'ottima stagione, realizzando 12 reti in 31 gare. L'anno dopo ci fu la breve esperienza nell'Inter che lo aveva acquistato per ben 10 miliardi di lire, cedendolo per la stessa cifra, durante la sessione invernale. Al Leeds United ritornò a segnare e concluse la stagione con 13 reti in 33 partite. Nel 2002 si trasferì al Tottenham Hotspur che lo acquistò per 13 milioni e giocò qui per 6 anni. Raggiunse la doppia cifra, in fatto di marcature, per ben sei stagioni consecutive, e nel 2007-2008, con 23 reti segnate, superò quota 100 gol con gli Spurs. Nella stessa annata festeggiò anche il primo trofeo, la Coppa di Lega vinta contro il Chelsea. Nel luglio 2008 venne ingaggiato dal Liverpool per 13 milioni di euro.

È divenuto dal 2004 il miglior marcatore di sempre della sua Nazionale e, nel 2006, l'allora commissario tecnico Steve Staunton gli assegnò la fascia di capitano dell'Irlanda.

In carriera ha segnato 123 reti in FA Premier League[4], di cui 91 con la maglia del Tottenham Hotspur.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Calciatore di talento[5][6][7] e carattere[8], abbina qualità tecniche e atletiche.[9] È in grado di ricoprire tutte le posizioni della linea offensiva[10][11], sebbene sia solito giocare a sostegno di una punta di riferimento[12][13] cercando di sfruttare gli inserimenti in profondità; predilige essere libero di svariare per il campo senza mantenere una posizione fissa.[14] È in possesso di notevole velocità, ha ottime geometrie nei passaggi e un tiro calibrato e preciso.[15][16] Oltre ad essere un prolifico goleador[17][18], si distingue anche come buon uomo-assist.[19][20]

Con il passare degli anni ha mutato la propria posizione in campo: mentre agli inizi di carriera trovava la propria collocazione ideale dietro le punte,[9] è arrivato ad agire come attaccante vero e proprio, precisamente come seconda punta,[14][21] pur mantenendo la peculiarità di poter essere schierato su tutte le postazioni offensive.[21]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi e il Wolverhampton[modifica | modifica sorgente]

Iniziò la carriera calcistica nella contea South Dublin, nella scuola calcio del Crumlin United, dove il suo talento fu riconosciuto già in età precoce.[22] Ricevette offerte da Liverpool e Wolverhampton Wanderers, ma alla fine optò per il trasferimento in First Division con i Wolves, reputando i Reds come un club in cui avrebbe trovato poco spazio[23][24]; il quindicenne Keane si trasferì così nelle giovanili del Wolverhampton.[7] Trascorse circa 2 anni nel settore giovanile, per poi debuttare a livello professionistico il 9 agosto 1997. In questa occasione mise a segno una doppietta al Norwich City, guadagnandosi apprezzamenti dalla stampa e dal tecnico Colin Lee.[25] Al termine della stagione 1998-1999, risultò essere il capocannoniere di squadra con un totale di 16 reti.[23] Le prestazioni con il proprio team e con la Nazionale avvicinarono molti club all'irlandese; il trasferimento del giovane attaccante sembrò imminente, soprattutto a fronte delle offerte pervenute.[26][27] Tuttavia, con Keane sotto contratto per tre anni, il Wolverhampton pretese un prezzo alto per l'irlandese e il direttore sportivo John Richards mostrò la sua riluttanza a cederlo per una somma di denaro inferiore a quella richiesta.[28] La sua ultima presenza con gli Old Gold è datata 14 agosto 1999 contro il Portsmouth, partita questa che fu anche teatro della sua ultima marcatura per il Wolverhampton.[29]

Coventry City[modifica | modifica sorgente]

Poco prima dell'inizio della stagione 1999-2000, Keane fu acquistato dal Coventry City, club di Premier League, per 6 milioni di sterline[30], somma record per il trasferimento di un teenager.[30]

Esordì con la maglia degli Sky Blues il 21 agosto 1999 contro il Derby County e sempre nella stessa partita siglò due gol.[31] Il tabloid inglese The Independent, riguardo alla prestazione di Keane, scrisse di un debutto da sogno.[32]

Dopo la positiva stagione al Coventry (chiuse il torneo con 12 gol all'attivo in 31 presenze di campionato) divenne un calciatore assai apprezzato a livello internazionale e un suo trasferimento in una big parve imminente.

Inter[modifica | modifica sorgente]

Robbie Keane venne acquistato dall'Inter in data 30 luglio 2000 per 31 miliardi di lire.[33] L'irlandese firmò un contratto quinquennale da 3 miliardi di lire a stagione.[34] Debuttò con la maglia nerazzurra il 9 agosto 2000 in Champions League contro l'Helsingborg[35] rendendosi protagonista di una buona prestazione[9]; mentre l'esordio assoluto in Serie A risale al 1º ottobre contro la Reggina.[36]

Il mese di settembre fu proficuo per Keane: segnò nella finale di Supercoppa Italiana persa contro la Lazio (9 settembre), beffando il portiere biancoceleste Angelo Peruzzi con un pallonetto[37]; segnò contro i polacchi del Ruch Chorzów in Coppa UEFA (14 settembre, primo gol europeo dell'irlandese)[38] e marcò una rete anche contro il Lecce in Coppa Italia (25 settembre).[39]

Il sogno di Keane di avere successo in Serie A svanì quando Marcello Lippi venne esonerato e sostituito da Marco Tardelli; quest'ultimo lo considerò niente più che una riserva, impiegandolo molto poco e preferendogli spesso Recoba. Dopo sole 14 presenze e 3 reti, nel mese di dicembre, si trasferì in prestito al Leeds United, che poi lo acquistò a titolo definitivo dopo sei mesi.[40]

Leeds United[modifica | modifica sorgente]

Keane fece registrare il suo esordio con la maglia del Leeds United il 23 dicembre 2000 contro l'Aston Villa[41], mentre la prima marcatura arrivò una settimana più tardi contro il Middlesbrough.[42]

Il primo periodo a Leeds fu molto positivo per il calciatore di Tallaght; a notabili prestazioni sul campo, si accompagnarono 9 gol in 18 partite, motivo per cui David O'Leary richiese il suo acquisto a titolo definitivo, avvenuto poi nel maggio 2001 per 12 milioni di sterline.[43] La stagione seguente non si riconfermò così brillante e si ritrovò superato da altri compagni nella gerarchia degli attaccanti: infatti il Leeds poteva contare su attaccanti del calibro di Fowler, Smith, Viduka e Kewell. Nonostante lo scarso utilizzo da titolare, Keane riuscì a segnare un totale di 9 gol in 33 presenze. In tale annata firmò la prima tripletta della carriera professionistica: il 9 ottobre 2001 contro il Leicester City in Football League Cup.[44]

Nel frattempo il Leeds United patì seri problemi finanziari che lo portarono a cedere i propri "prezzi pregiati". Tra essi figurò anche Keane, che si trasferì nell'agosto 2002 al Tottenham Hotspur per 7 milioni di sterline.[45]

Tottenham Hotspur[modifica | modifica sorgente]

Al momento della firma, l'allenatore Glenn Hoddle disse che Keane era l'ideale per il Tottenham e che egli avrebbe potuto fare di White Hart Lane la propria "casa spirituale" per gli anni a venire.[46]

Keane durante il derby contro l'Arsenal del 3 dicembre 2006.

Keane debuttò nella stagione 2002-2003, il 15 settembre 2002 contro il West Ham United. In questa partita si guadagnò un rigore guidando gli Spurs alla vittoria per 3 a 2 e venne votato "man of the match".[47] Segnò il suo primo gol con la maglia del Tottenham il 6 ottobre 2002 contro il Blackburn Rovers all'Ewood Park (partita vinta dagli Spurs per 2 a 1).[48] Nella stagione caratterizzata dal decimo posto del Tottenham, Keane fu il capocannoniere della squadra con 13 reti, tra cui una tripletta all'Everton a White Hart Lane.[49]

Nella stagione 2003-2004 i gol di Keane contribuirono a un piazzamento a metà classifica del Tottenham. Una tripletta messa a segno il 6 dicembre 2003 contro il Wolverhampton Wanderers[50] ed un rigore segnato il 25 aprile 2004 contro l'Arsenal[51] furono i momenti più ragguardevoli di Keane in questa stagione. Anche quell'anno, Keane fu il capocannoniere stagionale del Tottenham con 16 gol.

La sua terza stagione, la 2004-2005 fu più frustrante. Nonostante il record di gol stagionali segnati per il Tottenham (17), Keane dovette lottare per il posto durante tutta la stagione con giocatori del calibro di Jermain Defoe, Frédéric Kanouté e Mido. La frustrazione culminò nell'aprile 2005 in una partita contro il Birmingham City: il Tottenham aveva già utilizzato i 3 cambi a disposizione e Keane era rimasto in panchina;[52] annoiato, andò negli spogliatoi prima della fine della partita. Venne multato di 10.000 sterline e costretto ad allenarsi con le riserve.[53][54]

Nel precampionato della stagione successiva, Keane disputò la Peace Cup, celebre torneo amichevole.[55] Terminò la competizione con 4 reti segnate, da capocannoniere del torneo, di cui 2 nella finale vinta contro il Lione.[55] Nonostante il promettente precampionato, la stagione 2005-2006 iniziò nella stessa maniera della precedente: l'allenatore gli preferì Defoe per fare coppia con Mido. La determinazione di Keane pagò nel mese di novembre quando Martin Jol decise di schierarlo titolare al posto di Defoe. Keane sfruttò subito l'opportunità e iniziò a segnare molti gol in uno dei periodi più belli della sua carriera, già a marzo superò Mido nella classifica marcatori. La stagione si concluse per Keane con ben 16 gol in 36 presenze facendo di lui il quarto nella classifica marcatori della Premier League.[56] Venne anche eletto vice-capitano del Tottenham e indossò la fascia quando Ledley King fu assente.[54] Glenn Hoddle disse di lui: "È un ragazzo talmente frizzante che chiunque lo incontra lo ama".[57] Nel dicembre 2005 Keane fu coinvolto in una rissa con Edgar Davids ma successivamente si incoraggiarono a vicenda e si riappacificarono, perciò la società decise di non prendere provvedimenti.[58] Nel febbraio 2006, il proprietario dell'Inter Massimo Moratti, dopo essere rimasto colpito dalle performance di Keane al Tottenham, ammise il suo rammarico per averlo ceduto.[59] Keane estese il suo rapporto con il Tottenham firmando un nuovo contratto quadriennale nel marzo 2006.[60] Keane fu uno dei dieci giocatori del Tottenham colpiti dal "norovirus" (che causa gastroenterite) il 6 maggio 2006.[61] Nonostante ciò, giocò insieme ai compagni la partita del 7 maggio contro il West Ham United.[62]

Keane si accinge a battere un rigore a White Hart Lane contro il Birmingham, il 26 dicembre 2005.

Nella stagione 2006-2007 Keane iniziò negativamente la stagione, in quanto segnò una sola rete in campionato tra agosto e dicembre. In seguito, il 5 dicembre 2006 contro il Middlesbrough, si infortunò al ginocchio.[63] Rientrò dall'infortunio un mese dopo, precisamente il 7 gennaio; la guarigione coincise con il suo ritorno in forma e nella seconda parte di stagione segnò svariate reti. Il 25 febbraio 2007 Keane venne espulso per la prima volta nella sua carriera professionistica, precisamente al 36º del primo tempo della partita contro il Bolton Wanderers, arbitrata da Graham Poll (4-1).[64] La causa dell'espulsione fu un presunto fallo di mano sulla linea di porta; il pallone aveva però colpito il petto.[65] Il Tottenham fece ricorso alla Federazione inglese[66], ma esso venne respinto. Prima dell'espulsione l'attaccante irlandese aveva comunque messo a segno una doppietta.[64] Keane e Dimitar Berbatov formarono una coppia offensiva assortita e dinamica ed essi vinsero il premio di "giocatori del mese della FA Premier League" per il mese di aprile 2007.[67]

Keane terminò la stagione con un totale di 22 gol in tutte le competizioni: ne segnò però 15 nelle ultime 15 partite con la media di uno a partita. Nell'ultima partita della stagione 2006-2007 contro il Manchester City, Keane festeggiò la sua 200ª presenza con la maglia degli Spurs segnando un gol nella vittoria per 2-1 sui Citizens.[68] Questa vittoria assicurò il quinto posto agli Spurs. Il 28 maggio 2007 Keane rinnovò ancora il contratto per 5 anni con il Tottenham.[69]

Il 26 dicembre 2007 diventò il tredicesimo giocatore della storia della Premier League ad aver segnato 100 gol.[70][71] Nel 2007-2008, partito da titolare 40 volte, mise a segno 31 gol e 13 assist. I suoi 19 gol in campionato nell'anno 2007 sono stati il più alto rendimento di un giocatore della Premier League nel corso dell'anno.[72] Anche la prima metà del 2008 fu proficua infatti il 19 gennaio 2008 contro il Sunderland, Keane segnò il suo 100º gol con la maglia del Tottenham[73] diventando così il quindicesimo giocatore del Tottenham a raggiungere tale traguardo. Il 24 febbraio invece, Keane vinse il suo primo titolo, la Football League Cup: il Tottenham infatti sconfisse 2-1 il Chelsea al Wembley Stadium.[74] Il 12 aprile 2008 contro il Middlesbrough, Keane collezionò la sua 250ª presenza con la maglia degli Spurs.[75] Keane finì la stagione 2007-2008 con 15 gol (23 in tutte le competizioni, pari con Berbatov). I suoi 15 gol gli permisero di essere il primo calciatore degli Spurs ad andare in doppia cifra in Premier League per 6 stagioni consecutive.[76]

Keane in carriera vinse il premio di giocatore dell'anno del Tottenham per tre volte (2003-2004, 2005-2006, 2007-2008); è il primo giocatore a vincerlo per tre volte.[23]

La sua consistenza di prestazioni attirò l'interesse del Liverpool. Nonostante l'iniziale resistenza alla vendita e le accuse di comportamento scorretto,[77][78] il Tottenham accettò l'offerta di 20,3 milioni di sterline per il giocatore,[79] permettendo a Keane di giocare nel club che tifava da bambino.[80]

La sua esperienza londinese si concluse con un totale di 254 presenze e 107 gol.[81]

Liverpool[modifica | modifica sorgente]

Keane con la maglia dei Reds.

Il Liverpool rese pubblico l'interesse per Keane il 1º luglio 2008.[82] Poco dopo il Tottenham presentò una denuncia alla Premier League contro il Liverpool per comportamento scorretto[14]; tuttavia il 28 luglio 2008, fu proprio il Tottenham a confermare la cessione di Keane per 19 milioni di sterline (che potevano salire fino a 20,3 grazie ai bonus).[83][84] Keane accettò i termini contrattuali poco dopo e firmò un contratto quadriennale con il club del Merseyside.[85] Dopo il trasferimento il Tottenham ritirò la denuncia contro il Liverpool poiché i Reds fecero una donazione alla Tottenham Hotspur Foundation e la società si scusò per il suo comportamento.[86] Le polemiche però non finirono perché il presidente del Tottenham, Daniel Levy, dichiarò la sua insoddisfazione sostenendo che il Tottenham fu costretto a cedere il giocatore al Liverpool.[79][87][88]

Nella sua prima intervista da giocatore del Liverpool, Keane non espresse il rammarico per le polemiche sul suo trasferimento ma disse che avrebbe scelto la maglia numero 7: un numero prima appartenuto a giocatori del calibro di Kenny Dalglish e Kevin Keegan.[89][90]

Keane segnò il suo primo gol con la maglia del Liverpool il 1º ottobre 2008 in Champions League contro il PSV ad Anfield.[91] In questa occasione dedicò ai nuovi tifosi il suo tradizionale modo singolare di esultare dopo un gol: dopo aver effettuato una capriola su un lato e un'altra in avanti, quando si trova in posizione eretta "spara" ai propri tifosi con un'arma da fuoco immaginaria.[92] Questa esultanza era già molto famosa ai tempi del Tottenham.[93] Il secondo gol in Champions League arrivò tre settimane dopo contro l'Atlético Madrid nella partita pareggiata 1 a 1 al Vicente Calderón.[94]

I gol in Premier League arrivarono in ritardo. I primi risalgono alla doppietta contro il West Bromwich Albion in data 8 novembre 2008.[95] Questa doppietta fu un sollievo per l'attaccante che esaminò la situazione con maturità: "I gol hanno impiegato un po' di tempo ad arrivare, ma sapevo che sarebbero arrivati. Avrei potuto preoccuparmi quando ero più giovane ma non ora".[96] Passarono sei settimane prima che Keane segnasse di nuovo, ma il gol fu fondamentale poiché salvò il Liverpool dalla sconfitta contro l'Arsenal.[97] Nella partita seguente contro il Bolton Wanderers, Keane segnò una doppietta.[98] Successivamente, invece, fu spesso relegato in panchina.[99]

Durante il mercato di gennaio, il Tottenham contattò il Liverpool per riavere l'attaccante e i Reds accettarono l'offerta poiché l'attaccante irlandese non aveva reso per quanto ci si aspettava.[100][101]

Al momento della partenza di Keane ci furono molte polemiche da parte di tifosi del Liverpool, anche celebri, poiché molti di loro dissero che non gli erano state concesse abbastanza possibilità[102], infatti venne sostituito ben 18 volte.[103] Inoltrandosi in fattori più tecnici, molti sostengono che Keane dovesse essere usato in modulo 4-3-2-1 insieme a Steven Gerrard e a sostegno di Fernando Torres[104] mentre invece è stato spesso utilizzato come unica punta in un 4-5-1, ruolo a lui non congeniale.[104] Tra le critiche piovute su Rafa Benítez, colpevole di non aver riposto fiducia nel giocatore[102][105], si distinguono quelle del quotidiano The Guardian che scrive di un Keane "vittima di Benítez".[103] Il quotidiano riporta anche una dichiarazione di John Aldridge, 50 gol nel Liverpool, che disse "Rafa sta creando confusione nella mente di Robbie".[103] Benítez liquidò la questione dichiarando che il calciatore non si era ambientato e che un trasferimento anticipato in un altro club era la soluzione migliore per tutti[106] ma venne accusato di non aver saputo sfruttare le abilità dell'irlandese.[102][107] La Kop, curva storica del Liverpool, espresse sul proprio sito la perplessità per questa cessione così affrettata[108][109]; era infatti molto attesa la coppia formata da Keane e Torres ma quest'ultimo era infortunato perciò non ebbero l'occasione di giocare assieme.[108][110] Da segnalare anche le critiche di Peter Crouch, che, schieratosi con Keane, dichiarò: Benitez "uccise" la mia carriera al Liverpool[111] ed anche di Juande Ramos che accusò Benitez di non aver saputo sfruttare il talento del giocatore.[112]

Keane nel suo breve periodo al Liverpool collezionò 28 partite segnando 7 gol.

Il ritorno al Tottenham[modifica | modifica sorgente]

Robbie Keane con la fascia di capitano contro il Chelsea (21 marzo 2009).
« Il 99,9% della gente lo rivoleva indietro.[113] »
(Harry Redknapp)

Keane si trasferì nuovamente al Tottenham il 2 febbraio 2009 per un saldo di 12 milioni di sterline, potenzialmente lievitabili a 16 via bonus.[114]

L'irlandese, tornato al Tottenham dopo averci trascorso sei stagioni da protagonista, placò subito il malumore di alcuni tifosi. Dichiarò che il trasferimento al Liverpool si è dimostrato non giusto per la prosecuzione della sua carriera e ha assicurato di dare il massimo per il futuro degli Spurs.[114] L'allenatore Redknapp espresse subito il suo benestare dichiarando che Keane è un giocatore che può fare la differenza.[114].

Questo trasferimento fece sì che il totale del denaro pagato per i vari trasferimenti di Keane ammonti a 75 milioni di sterline.[115] Keane firmò un contratto quadriennale con il club londinese.[116] Keane tornò a Londra insieme ad altri due ex compagni, Jermain Defoe e Pascal Chimbonda.[117] Pochi giorni dopo, l'allenatore Harry Redknapp gli assegnò la fascia di capitano per rafforzare il suo rapporto con il club.[118]

Nella sua seconda avventura con gli Spurs, con la maglia numero 15, Keane debuttò l'8 febbraio 2009 contro l'Arsenal.[119] Segnò il suo primo gol il 4 marzo 2009 contro il Middlesbrough.[120] Segnò un gol importante il 7 marzo quando pareggiò all'ultimo minuto il vantaggio del Sunderland.[121] In questa occasione i tifosi del Tottenham Hotspur gli dedicarono il coro "There's only one Keano" ("c'è solo un Keane"), coro a favore di Robbie e ironico nei confronti del celebre Roy Keane, allenatore del Sunderland fino a pochi mesi prima.[122][123] Quando ritornò a Liverpool, nell'ultima giornata della stagione 2008-2009, segnò una rete ai Reds ma il Tottenham perse 3 a 1.[124] In questa occasione non esultò per rispetto alla sua ex-squadra.[124]

La stagione 2008-2009 si concluse con 33 presenze (19 con il Liverpool e 14 con il Tottenham), 10 reti (5 con il Liverpool e 5 con il Tottenham) e 7 assist (4 con il Liverpool e 3 con il Tottenham).[125]

Il 17 giugno 2009, il portale calcistico ftbl.com piazzò Keane al sesto posto della classifica dei 23 migliori attaccanti della Premier League, posto prima ricoperto da Robinho.[126]

Per la stagione successiva gli venne riassegnata la maglia numero 10. Nel luglio 2009 ha partecipato al torneo amichevole Premier League Asia Trophy in Cina. Il 31 luglio 2009, all'Olimpico di Pechino, ha segnato una doppietta nel 3-0 rifilato all'Hull City nella finale del torneo.[127] La stagione 2009-2010, iniziò in casa, a White Hart Lane, contro il Liverpool, partita terminata 2-1 per gli Spurs. Keane, con la fascia di capitano al braccio, ha giocato i primi 68 minuti rendendosi più volte pericoloso.[128][129] Il 19 agosto 2009 ha segnato il primo gol stagionale contro l'Hull City.[130] Ad inizio stagione è stato provato come esterno di centrocampo[131][132] ma è presto tornato alla posizione originaria di seconda punta. Il 26 settembre 2009 ha messo a segno la sua prima quaterna in carriera nel 5-0 rifilato al Burnley, raggiungendo le 120 reti segnate in Premier League.[133][134][135][136] Il 31 ottobre ha raggiunto le 500 partite professionistiche nei club nel derby perso contro l'Arsenal[137] mentre il 7 novembre ha segnato il suo 190º gol nella carriera di club contro il Sunderland.[138][139] Nella seconda parte di stagione, tuttavia, viene perlopiù utilizzato come rimpiazzo a Defoe e Crouch, subentrando spesso negli ultimi minuti. Si profila così la soluzione di un trasferimento in prestito.[140] Subito dopo il trasferimento al Celtic sono cominciate le critiche della stampa inglese e dei tifosi del Tottenham, rivolte all'allenatore Harry Redknapp, che ha avallato il trasferimento.[141][142][143][144]

Il rapporto con i tifosi del Tottenham[modifica | modifica sorgente]
« Voglio ripagare i tifosi del Tottenham per il loro supporto.[145] »
(Keane al suo ritorno.)

Keane riscuote un vasto successo tra i tifosi del Tottenham[123][146], ed il rapporto è rimasto invariato anche dopo la breve esperienza a Liverpool.[147]

Sostenuto amichevolmente dai tifosi degli Spurs, gli sono stati dedicati: il coro There's Only One Keano[122] e la canzone And number 1 is Robbie Keane.[148]

Soprannominato Keano[149], è legato al Tottenham Hotspur con un contratto fino al 30 giugno 2013.[150]

Celtic[modifica | modifica sorgente]

Il 1º febbraio 2010 si è trasferito al Celtic[151] con la formula del prestito fino al termine della stagione.[140] Ha debuttato in maglia biancoverde il 2 febbraio 2010 in casa del Kilmarnock (sconfitta per 1 a 0).[152] Ha segnato il primo gol scozzese in data 7 febbraio in Coppa di Scozia contro il Dunfermline Athletic (vittoria per 4 a 2).[153] Ha invece siglato il primo gol in Scottish Premier League il 13 febbraio in casa dell'Aberdeen (pareggio per 4 a 4).[154] Il 28 febbraio ha giocato la sua prima Old Firm contro i Rangers (sconfitta per 1 a 0).[155] Il 13 marzo ha segnato la sua prima tripletta in maglia biancoverde, nella partita di Coppa di Scozia contro il Kilmarnock (vittoria per 3 a 0).[156] Il 20 marzo ha invece realizzato il suo 200º gol in carriera di club, contro il St. Johnstone (vittoria per 3 a 0).[157] Il manager degli Hoops, Tony Mowbray, ha espresso il desiderio di trattenere l'attaccante irlandese per la stagione successiva[158][159], precisando però che l'affare è ben oltre la portata economica del club scozzese.[160] Il 12 aprile è stato scelto come player of the month (giocatore del mese) di marzo.[161][162] Nell'ultima partita di campionato contro l'Hearts ha indossato la fascia di capitano per festeggiare l'ultima partita con la maglia del Celtic.[163] Ha concluso il quadrimestre in biancoverde con 16 reti in 19 presenze, che lo rendono capocannoniere stagionale del club, ed al termine della stagione anche il nuovo manager Neil Lennon ha tentato di trattenerlo a Glasgow.[164]

West Ham[modifica | modifica sorgente]

Il 30 gennaio 2011 viene annunciato il suo trasferimento in prestito al West Ham United Football Club.[165]

Los Angeles Galaxy[modifica | modifica sorgente]

Keane nei Galaxy

Il 15 agosto 2011 i Los Angeles Galaxy, squadra della Major League Soccer americana, ufficializzano l'acquisto del giocatore.[166] Segna il suo primo gol con i Galaxy il 20 agosto 2011 nella gara d'esordio contro gli San Jose Earthquakes.

Aston Villa[modifica | modifica sorgente]

Il 12 gennaio 2012 viene ufficializzato il suo passaggio in prestito all'Aston Villa. Il 21 gennaio 2012 trova una doppietta con la maglia dei Villans, nella partita Wolverhampton-Aston Villa (2-3), senza però esultare, in segno di rispetto verso la squadra che lo ha cresciuto.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Da giovanissimo Keane ottenne buoni risultati in campo internazionale. Fece parte della "Golden Generation" dell'Irlanda degli anni novanta. Sotto la guida di Brian Kerr, l'Irlanda vinse l'Europeo under-19 nel 1998 e Robbie fece parte della squadra vittoriosa a Cipro.[167] Nel 1999 Keane partecipo al Mondiale under-20 in Nigeria, competizione nella quale l'Irlanda raggiunse i sedicesimi di finale, prima di essere eliminata ai rigori dai padroni di casa. Debuttò con la Nazionale maggiore il 25 marzo 1998 contro la Rep. Ceca[168] e segnò il suo primo gol il 14 ottobre 1998 contro Malta (in questa occasione siglò una doppietta, la sua prima in Nazionale).[168] L'Irlanda non partecipò al campionato d'Europa 2000 ma Keane risultò comunque il miglior marcatore irlandese nella campagna di qualificazione siglando 5 reti in 7 partite.[169]

Mondiale 2002[modifica | modifica sorgente]

Keane in ritiro con la Nazionale irlandese (2010).

L'Irlanda superò agevolmente le qualificazioni terminando il proprio girone in testa assieme al Portogallo. Durante la campagna di qualificazione Keane giocò 9 partite segnando 2 gol di cui il primo molto importante nella partita d'esordio, 2-2 contro l'Paesi Bassi considerata la favorita del girone.[170] Keane, già all'epoca considerato pedina inamovibile, partecipò al campionato del mondo 2002 in Corea del Sud e Giappone indossando la maglia numero 10. L'Irlanda era nel gruppo E con Germania, Camerun e Arabia Saudita. In questo gruppo Keane segnò 2 gol in 3 partite rispettivamente a Germania[171] e Arabia Saudita.[172] Ai fini del passaggio al turno successivo si rivelò molto importante il gol segnato alla Germania, siglato al novantesimo minuto e l'unico subito dalla compagine tedesca di Rudi Völler fino alla finale persa con il Brasile.[173] Agli ottavi di finale l'Irlanda perse contro la Spagna dopo i calci di rigore. Nei tempi regolamentari la Spagna fu in vantaggio per 1 a 0 fino al novantesimo quando il pareggio irlandese venne siglato proprio da Keane su calcio di rigore.[174] L'Irlanda non riuscì ad eguagliare i quarti di finale del 1990 ma ottenne comunque un risultato molto buono rispetto agli standard. Keane terminò la competizione da capocannoniere irlandese con 3 reti in 4 partite.[175]

Dopo il Mondiale 2002[modifica | modifica sorgente]

Robbie Keane a Euro 2012.

L'Irlanda fallì la qualificazione sia al campionato d'Europa 2004 sia al campionato del mondo 2006: Keane segnò rispettivamente 2 gol in 6 partite e 4 gol in 8 partite nelle campagne di qualificazione; nelle qualificazioni ai Mondiali 2006 risultò il marcatore irlandese più prolifico. Appena Steve Staunton divenne il nuovo commissario tecnico dell'Irlanda, assegnò la fascia di capitano a Keane (gennaio 2006).[176] Nella prima partita da CT di Steve Staunton, Keane segnò un gol contro la Svezia al Lansdowne Road.[177] L'Irlanda non si qualificò per il campionato d'Europa 2008 infatti arrivò terza nel difficile gruppo D. Nelle qualificazioni Keane segnò 4 reti in 11 partite di cui tre il 15 novembre 2006 contro San Marino.[178] In questa occasione, la sua settantesima presenza in Nazionale, segnò una tripletta (la sua prima in Nazionale), diventando il settimo giocatore irlandese della storia in grado di metterne a segno una.[178] L'altro gol lo segnò contro il Galles il 17 novembre 2007.[179] Giovanni Trapattoni, che subentrò a Steve Staunton nel maggio 2008, confermò la leadership di Keane, mantenendolo capitano nella sua prima partita da CT contro la Serbia, terminata 1-1.[180] Nelle qualificazioni al campionato del mondo 2010 Keane ha giocato dieci partite e segnato cinque gol: 1 contro Cipro,[181] 2 contro la Georgia.[182] Ha poi realizzato il 1º aprile 2009, nella prima partita di Trapattoni come avversario contro l'Italia, il gol del definitivo 1-1 all'87º[183][184] e il 5 settembre gol vittoria contro Cipro (40º centro internazionale).[185] Risultò capocannoniere del girone con 5 reti assieme all'ex compagno Berbatov. Il 18 novembre 2009, nei play-off qualificazione contro la Francia, Keane segnò un gol allo stade de France su assist del compagno Duff.[186] Questa marcatura fu però inutile ai fini del passaggio del turno poiché la Francia si qualificò con un gol nettamente irregolare di Gallas al termine di una azione viziata da un doppio fallo di mano di Henry.[187][188] Il capitano e uomo simbolo irlandese si scagliò contro la federazione internazionale: dopo l'introduzione delle teste di serie nei play-off[189], essa rimase impassibile anche davanti a questo episodio, scatenando l'ira di Keane che sottolineò questa disparità di trattamento con dichiarazioni forti: «La FIFA non vuole l'Irlanda ai Mondiali»[190][191][192] e «Probabilmente Blatter e Platini si stanno applaudendo».[193][194][195][196] L'11 agosto 2010 ha raggiunto il traguardo delle 100 presenze in Nazionale, in occasione di una partita amichevole disputata all'Aviva Stadium contro l'Argentina e conclusasi con una sconfitta per 0-1.[197]
Con 5 gol segnati, è anche il capocannoniere del Girone B di qualificazione all'Europeo 2012, girone nel quale l'Irlanda è riuscita a piazzarsi al secondo posto, valevole lo spareggio contro l'Estonia per accedere a Polonia&Ucraina. Nella gara d'andata giocata in trasferta l'11 novembre 2011, Keane, autore di una doppietta, trascina i suoi al 4-0 conclusivo, risultato che porta la nazionale allenata da Trapattoni ad un passo dalla fase finale dell'Europeo.

Euro 2012[modifica | modifica sorgente]

Viene convocato da Trapattoni per Euro 2012, il suo primo europeo come capitano,[198] dove scende in campo in tutte e tre le gare del girone contro Croazia, Spagna e Italia; l'Irlanda termina il girone all' ultimo posto con nessun punto totalizzato e nessun gol messo a segno da Keane.

Record[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Record individuali in Nazionale.

Attualmente ha collezionato 133 presenze e 62 gol in maglia verde, di cui 39 in competizioni ufficiali e 23 in partite amichevoli.[169]

  • È il miglior marcatore di tutti i tempi della selezione irlandese dal 13 ottobre 2004, quando, segnando due gol alle Fær Øer, portò il suo score a 22 reti, superando così Niall Quinn fermo a quota 21 gol in Nazionale.[199][200]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 19 luglio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997-1998 Inghilterra Wolverhampton FD 38 11 FACup+CdL 3+4 0 - - - - - - 45 11
1998-1999 FD 33 11 FACup+CdL 2+4 2+3 - - - - - - 39 16
lug.-ago. 1999 FD 2 2 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 3 2
Totale Wolverhampton 73 24 14 5 - - - - 87 29
ago. 1999-2000 Inghilterra Coventry City PL 31 12 FACup+CdL 3+0 0 - - - - - - 34 12
lug.-dic. 2000 Italia Inter A 6 0 CI 3 1 UCL+CU 2+2 0+1 SI 1 1 14 3
dic. 2000-2001 Inghilterra Leeds PL 18 9 FACup+CdL 2+0 0 - - - - - - 20 9
2001-2002 PL 25 3 FACup+CdL 0+2 3 CU 6 3 - - - 33 9
lug.-ago. 2002 PL 3 1 FACup+CdL 0 0 CU 0 0 - - - 3 1
Totale Leeds 46 13 4 3 6 3 - - 56 19
ago. 2002-2003 Inghilterra Tottenham PL 29 13 FACup+CdL 1+2 0 - - - - - - 32 13
2003-2004 PL 34 14 FACup+CdL 3+4 1+1 - - - - - - 41 16
2004-2005 PL 35 11 FACup+CdL 6+4 3+3 - - - - - - 45 17
2005-2006 PL 36 16 FACup+CdL 1+1 0 - - - - - - 38 16
2006-2007 PL 27 11 FACup+CdL 5+3 5+1 CU 9 5 - - - 44 22
2007-2008 PL 36 15 FACup+CdL 3+5 2+2 CU 10 4 - - - 54 23
2008-feb. 2009 Inghilterra Liverpool PL 19 5 FACup+CdL 1+1 0 UCL 7 2 - - - 28 7
feb.-giu. 2009 Inghilterra Tottenham PL 14 5 FACup+CdL 0 0 CU - - - - - 14 5
lug.-dic. 2009 PL 20 6 FACup+CdL 2+3 1+2 - - - - - - 25 9
gen.-giu. 2010 Scozia Celtic SPL 16 12 SC+SLC 3+0 4 UCL+UEL - - - - - 19 16
lug.-dic. 2010 Inghilterra Tottenham PL 7 0 FACup+CdL 0+1 1 UCL 5 0 - - - 13 1
Totale Tottenham 238 91 44 22 24 9 - - 306 122
gen.-giu. 2011 Inghilterra West Ham PL 9 2 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 10 2
2011 Stati Uniti Los Angeles Galaxy MLS 4+4[201] 2+1 USOC 0 0 CCL 3 1 - - - 11 4
gen.-feb. 2012 Inghilterra Aston Villa PL 6 3 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 7 3
2012 Stati Uniti Los Angeles Galaxy MLS 28+6[201] 16+6 USOC 0 0 CCL+CCL 2+1 0+1 - - - 37 23
2013 MLS 23+2[201] 16+0 USOC 0 0 CCL+CCL 4+1 1+2 - - - 30 19
2014 MLS 16 10 USOC 1 0 CCL 2 2 - - - 19 12
Totale Los Angeles Galaxy 83 51 1 0 13 7 - - 97 58
Totale carriera 527 213 76 35 54 22 1 1 658 271

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 10 giugno 2014.

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Irlanda Irlanda
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
25/03/1998 Olomouc Rep. Ceca Rep. Ceca 2 – 1 Irlanda Irlanda Amichevole -
22/04/1998 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 2 Argentina Argentina Amichevole -
23/05/1998 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 0 Messico Messico Amichevole -
05/09/1998 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 0 Croazia Croazia Qual. Euro 2000 -
14/10/1998 Dublino Irlanda Irlanda 5 – 0 Malta Malta Qual. Euro 2000 2
10/02/1999 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
28/04/1999 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 0 Svezia Svezia Amichevole -
29/05/1999 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 1 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Amichevole -
09/06/1999 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Macedonia Macedonia Qual. Euro 2000 -
01/09/1999 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Qual. Euro 2000 1
08/09/1999 La Valletta Malta Malta 2 – 3 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2000 1
09/10/1999 Skopje Macedonia Macedonia 1 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2000 -
13/11/1999 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 1 Turchia Turchia Qual. Euro 2000 1
23/02/2000 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 2 Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole 1
26/04/2000 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 1 Grecia Grecia Amichevole -
30/05/2000 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 2 Scozia Scozia Amichevole -
04/06/2000 Chicago Irlanda Irlanda 2 – 2 Messico Messico USA Cup -
11/06/2000 East Rutherford Irlanda Irlanda 2 – 1 Sudafrica Sudafrica USA Cup -
02/09/2000 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2002 1
07/10/2000 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2002 -
11/10/2000 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 0 Estonia Estonia Qual. Mondiali 2002 -
15/11/2000 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole -
24/03/2001 Nicosia Cipro Cipro 0 – 4 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2002 -
28/03/2001 Barcellona Andorra Andorra 0 – 3 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2002 -
02/06/2001 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2002 -
15/08/2001 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 2 Croazia Croazia Amichevole -
01/09/2001 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2002 -
10/11/2001 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 0 Iran Iran Qual. Mondiali 2002 1
15/11/2001 Teheran Iran Iran 1 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2002 -
13/02/2002 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 0 Russia Russia Amichevole 1
27/03/2002 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole 1
17/04/2002 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
16/05/2002 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 2 Nigeria Nigeria Amichevole -
01/06/2002 Niigata Irlanda Irlanda 1 – 1 Camerun Camerun Mondiali 2002 - 1º turno -
05/06/2002 Kashima Germania Germania 1 – 1 Irlanda Irlanda Mondiali 2002 - 1º turno 1
11/06/2002 Yokohama Arabia Saudita Arabia Saudita 0 – 3 Irlanda Irlanda Mondiali 2002 - 1º turno 1
16/06/2002 Suwon Spagna Spagna 1 – 1 dts
(3-2 dcr)
Irlanda Irlanda Mondiali 2002 - Ottavi 1
21/08/2002 Helsinki Finlandia Finlandia 0 – 3 Irlanda Irlanda Amichevole 1
07/09/2002 Mosca Russia Russia 4 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2004 -
14/10/2002 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2004 -
02/04/2003 Tirana Albania Albania 0 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2004 -
30/04/2003 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Norvegia Norvegia Amichevole -
07/06/2003 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 1 Albania Albania Qual. Euro 2004 1
11/06/2003 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 0 Georgia Georgia Qual. Euro 2004 1
19/08/2003 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 1 Australia Australia Amichevole -
11/10/2003 Basilea Svizzera Svizzera 2 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2004 -
18/11/2003 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 0 Canada Canada Amichevole 2
18/02/2004 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 0 Brasile Brasile Amichevole -
31/03/2004 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole 1
27/05/2004 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Romania Romania Amichevole -
29/05/2004 Londra Irlanda Irlanda 0 – 3 Nigeria Nigeria Unity Cup -
05/06/2004 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Irlanda Irlanda Amichevole 1
04/09/2004 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 0 Cipro Cipro Qual. Mondiali 2006 1
08/09/2004 Basilea Svizzera Svizzera 1 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2006 -
09/10/2004 Saint-Denis Francia Francia 0 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2006 -
13/10/2004 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 0 Fær Øer Fær Øer Qual. Mondiali 2006 2
16/11/2004 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Croazia Croazia Amichevole 1
09/02/2005 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole -
26/03/2005 Tel Aviv Israele Israele 1 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2006 -
29/03/2005 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Cina Cina Amichevole -
04/06/2005 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 2 Israele Israele Qual. Mondiali 2006 1
07/09/2005 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 1 Francia Francia Qual. Mondiali 2006 -
08/10/2005 Nicosia Cipro Cipro 0 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2006 -
12/10/2005 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2006 -
01/03/2006 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 0 Svezia Svezia Amichevole 1
24/05/2006 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 1 Cile Cile Amichevole -
02/09/2006 Stoccarda Germania Germania 1 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2008 -
07/10/2006 Nicosia Cipro Cipro 5 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2008 -
11/10/2006 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2008 -
15/11/2006 Dublino Irlanda Irlanda 5 – 0 San Marino San Marino Qual. Euro 2008 3
07/02/2007 Serravalle San Marino San Marino 1 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2008 -
24/03/2007 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Galles Galles Qual. Euro 2008 -
22/08/2007 Århus Danimarca Danimarca 0 – 4 Irlanda Irlanda Amichevole 2
08/09/2007 Bratislava Slovacchia Slovacchia 2 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2008 -
12/09/2007 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2008 -
13/10/2007 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 0 Germania Germania Qual. Euro 2008 -
17/10/2007 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 1 Cipro Cipro Qual. Euro 2008 -
17/11/2007 Cardiff Galles Galles 2 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2008 1
06/02/2008 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
24/05/2008 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 1 Serbia Serbia Amichevole -
29/05/2008 Londra Irlanda Irlanda 1 – 0 Colombia Colombia Amichevole 1
20/08/2008 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 1 Irlanda Irlanda Amichevole 1
06/09/2008 Magonza Georgia Georgia 1 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2010 -
10/09/2008 Podgorica Montenegro Montenegro 0 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2010 -
15/10/2008 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Cipro Cipro Qual. Mondiali 2010 1
11/02/2009 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 1 Georgia Georgia Qual. Mondiali 2010 2
28/03/2009 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 1 Bulgaria Bulgaria Qual. Mondiali 2010 -
01/04/2009 Bari Italia Italia 1 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2010 1
29/05/2009 Londra Irlanda Irlanda 1 – 1 Nigeria Nigeria Amichevole 1
06/06/2009 Sofia Bulgaria Bulgaria 1 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2010 -
12/08/2009 Limerick Irlanda Irlanda 0 – 3 Australia Australia Amichevole -
05/09/2009 Nicosia Cipro Cipro 1 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2010 1
10/10/2009 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2010 -
14/10/2009 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 0 Montenegro Montenegro Qual. Mondiali 2010 -
14/11/2009 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 1 Francia Francia Qual. Mondiali 2010 -
18/11/2009 Saint-Denis Francia Francia 1 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2010 1
02/03/2010 Londra Irlanda Irlanda 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
26/05/2010 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 1 Paraguay Paraguay Amichevole -
28/05/2010 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 0 Algeria Algeria Amichevole 2
11/08/2010 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole -
03/09/2010 Yerevan Armenia Armenia 0 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2012 -
07/09/2010 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 1 Andorra Andorra Qual. Euro 2012 1
08/10/2010 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 3 Russia Russia Qual. Euro 2012 1
12/10/2010 Žilina Slovacchia Slovacchia 1 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2012 -
26/03/2011 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 1 Macedonia Macedonia Qual. Euro 2012 1
24/05/2011 Dublino Irlanda Irlanda 5 – 0 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Nations Cup 2011 2
29/05/2011 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Scozia Scozia Nations Cup 2011 1
04/06/2011 Skopje Macedonia Macedonia 0 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2012 2
10/08/2011 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 0 Croazia Croazia Amichevole -
02/09/2011 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 0 Slovacchia Slovacchia Qual. Euro 2012 -
06/09/2011 Mosca Russia Russia 0 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2012 -
07/10/2011 Andorra la Vella Andorra Andorra 0 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2012 -
11/11/2011 Tallinn Estonia Estonia 0 – 4 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2012 2
15/11/2011 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 1 Estonia Estonia Qual. Euro 2012 -
29/02/2012 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole -
26/05/2012 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Amichevole -
04/06/2012 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole -
10/06/2012 Poznan Irlanda Irlanda 1 – 3 Croazia Croazia Euro 2012 -
14/06/2012 Danzica Spagna Spagna 4 – 0 Irlanda Irlanda Euro 2012 -
18/06/2012 Breslavia Italia Italia 2 – 0 Irlanda Irlanda Euro 2012 -
07/09/2012 Astana Kazakistan Kazakistan 1 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2014 1
16/10/2012 Tórshavn Fær Øer Fær Øer 1 – 4 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2014 -
22/03/2013 Solna Svezia Svezia 0 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2014 -
29/05/2013 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 1 Irlanda Irlanda Amichevole -
02/06/2013 Dublino Irlanda Irlanda 4 – 0 Georgia Georgia Amichevole 2
07/06/2013 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 0 Fær Øer Fær Øer Qual. Mondiali 2014 3
12/06/2013 New York Spagna Spagna 2 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole - Uscita al 57’ 57’
06/09/2013 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 2 Svezia Svezia Qual. Mondiali 2014 1
10/09/2013 Vienna Austria Austria 1 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2014 -
15/10/2013 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 1 Kazakistan Kazakistan Qual. Mondiali 2014 1
15/11/2013 Dublino Irlanda Irlanda 3 – 0 Lettonia Lettonia Amichevole 1 Uscita al 73’ 73’
06/06/2014 Chester Costa Rica Costa Rica 1 – 1 Irlanda Irlanda Amichevole - Uscita al 83’ 83’
10/06/2014 East Rutherford Irlanda Irlanda 1 – 5 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 63’ 63’
Totale Presenze (1º posto) 133 Reti (1º posto) 62

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Tottenham Hotspur: 2007-2008
Los Angeles Galaxy: 2011, 2012
Los Angeles Galaxy: 2011

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

1998

Individuale[modifica | modifica sorgente]

Agosto 1999, gennaio 2001, aprile 2007

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Robbie Keane, figlio di Josh ed Ellie, nacque a Tallaght (13 km da Dublino) nel 1980. Lasciò la capitale irlandese per trasferirsi a Londra da adolescente. Ha una sorella e un fratello: Georgina e Gary che sono gemelli.[202] Inoltre è cugino di Jason Byrne, attaccante del Bray Wanderers.[203] Importante sottolineare che non c'è alcun legame di parentela tra Robbie e Roy Keane.[204]

Si sposò, dopo un fidanzamento di sei anni[168], il 7 giugno 2008 a Ballybrack con Claudine Palmer, ex-concorrente di Miss Ireland e laureata all'università di Dublino.[205] La coppia ebbe il primo figlio il 10 maggio 2009, un maschio di nome Robert Ronan nato all'ospedale di Dublino.[168][206]

Keane si dichiara tifoso del Celtic[207] e del Liverpool[208], due squadre molto popolari in Irlanda. Ama i videogiochi, in particolare Sonic the Hedgehog[209], mentre il suo film preferito è Will Hunting - Genio ribelle.[209] Nel tempo libero ascolta musica di vari artisti, tra cui: Robbie Williams, Ronan Keating, Eminem e blink-182.[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Karl Browne, Ireland's greatest ever players: Robbie Keane (5), goal.com, 15 marzo 2012. URL consultato il 4 maggio 2014.
  2. ^ 8 (3) se si considerano anche i play-off per l'assegnazione della MLS Cup.
  3. ^ 75 (48) se si considerano anche i play-off per l'assegnazione della MLS Cup.
  4. ^ (EN) Premier League statistics, PremierLeague.com.
  5. ^ (EN) Liverpool's Sammy Lee hails 'immense' talent of Robbie Keane, Telegraph.co.uk.
  6. ^ (EN) Profile, 4thegame.com.
  7. ^ a b c (EN) Ten things you didn't know about Keane, liverpoolfc.tv.
  8. ^ (EN) The stay-or-go question that's tormenting Robbie Keane, Sportingo.com.
  9. ^ a b c Keane risolleva l'Inter, Gazzetta.it.
  10. ^ (EN) Keane delight at Liverpool switch, BBC Sport.
  11. ^ (EN) Keane a great partner for Torres, Liverpoolfc.tv.
  12. ^ (EN) Trapattoni delighted as Keane and Best link up well, Soccernet.espn.go.com.
  13. ^ (EN) Robbie Keane can help push Liverpool FC to title, liverpoolecho.co.uk.
  14. ^ a b c Tottenham, perso Keane, Gazzetta.it.
  15. ^ (EN) Torres adds late twist to tale of two mysteries, telegraph.co.uk.
  16. ^ (EN) Robbie Keane hits 100 not out, pay your tribute to the Tottenham hitman, spurspies.tv.
  17. ^ (EN) Benitez: I thought Keane was a goalscorer, Dailymail.co.uk.
  18. ^ (EN) Selling Robbie Keane Could Be a Huge Mistake for Liverpool, Epltalk.com.
  19. ^ Vetrina Mondiale: torna in auge l'ex nerazzurro, Calciomercato.it.
  20. ^ (EN) Robbie Keane Was 'Superb' For Liverpool, Goal.com.
  21. ^ a b (EN) No Wolves regrets for Reds’ Keane, expressandstar.com.
  22. ^ (EN) Keane: Move was a dream, thesun.co.uk.
  23. ^ a b c (EN) 10 Things you need to know about Robbie Keane, mirror.co.uk.
  24. ^ (EN) WHY I SNUBBED LIVERPOOL, By ROBBIE KEANE, Findarticles.com.
  25. ^ (EN) Football: Lee draws small comforts, findarticles.com.
  26. ^ (EN) Rumours that Keane soon to join Premiership club, Irishexaminer.
  27. ^ (EN) Republic of Ireland under Mick McCarthy, irishtimes.com.
  28. ^ (EN) Football: Wolves will sell Robbie, findarticles.com.
  29. ^ (EN) Wolves 1-1 Portsmouth, Soccerbase.com.
  30. ^ a b (EN) Sorry Harry, you're not as good as Gordon!, thesun.co.uk.
  31. ^ (EN) Coventry 2-0 Derby, Soccerbase.com.
  32. ^ (EN) Football: Keane's double dream debut, Independent.co.uk.
  33. ^ Inter, nuovo colpo in arrivo Keane, Repubblica.it.
  34. ^ Keane all'Inter, Raisport.rai.it.
  35. ^ «Solo una questione di gambe», Gazzetta.it.
  36. ^ Reggina 2-1 Inter, Raisport.rai.it.
  37. ^ È sempre Lazio, ma l'Inter c'è, Corriere.it.
  38. ^ Ruch Chorzow-Inter 0-3, Raisport.rai.it.
  39. ^ Inter e Lippi in salvo con mezzo Recoba, Corriere.it.
  40. ^ (EN) Leeds in big push to bring in Keane, guardian.co.uk.
  41. ^ (EN) Leeds United 1 - 2 Aston Villa, Leeds-fans.org.uk.
  42. ^ (EN) Leeds United 1 - 1 Middlesbrough, Leeds-fans.org.uk.
  43. ^ (EN) Leeds' Robbie Keane, leeds-fans.org.uk.
  44. ^ (EN) Leeds trounce sorry Foxes, BBC Sport.
  45. ^ (EN) Transfers - August 2002, BBC Sport.
  46. ^ (EN) Why he wants to finish his career with Spurs, Dailymail.co.uk.
  47. ^ (EN) Fortune favours Spurs and Gardner, Guardian.co.uk.
  48. ^ (EN) Blackburn vs Tottenham, Rovers.co.uk.
  49. ^ (EN) Tottenham 4 - 3 Everton, BBC Sport.
  50. ^ (EN) Keane inspires Spurs rout, BBC Sport.
  51. ^ (EN) Arsenal clinch title, BBC Sport.
  52. ^ (EN) Birmingham 1-1 Tottenham, BBC Sport.
  53. ^ (EN) Arnesen issues warning to Keane, BBC Sport.
  54. ^ a b (EN) Robbie Keane factfile, Independent.co.uk.
  55. ^ a b (EN) A Brief History Of The Peace Cup, Goal.com.
  56. ^ (EN) English Premier League Top Goal Scorers, SoccerPunter.com.
  57. ^ (EN) HOW ROBBIE CAME OF AGE, Independent.ie.
  58. ^ (EN) Spurs take no action in Keane and Davids row, Rte.ie.
  59. ^ (EN) Inter's Robbie regret, Skysports.com.
  60. ^ (EN) Keane signs new contract at Spurs, BBC Sport.
  61. ^ (EN) Tests clear kitchen over Tottenham illness, Soccernet.espn.go.com.
  62. ^ (EN) Doubt over Spurs 'food poisoning', BBC Sport.
  63. ^ (EN) Spurs Hit By Double Injury Blow After Ireland Captain Robbie Keane & England Midfielder Jermaine Jenas Ruled Out Until New Year, Premiershiplatest.com.
  64. ^ a b (EN) Tottenham 4-1 Bolton, BBC Sport.
  65. ^ (EN) Tottenham Hotspur 4 Bolton Wanderers 1: Bolton fail to make capital of Keane red, Independent.co.uk.
  66. ^ (EN) Soccer-Roundup-Keane red-card appeal rejected, UK reuters.
  67. ^ (EN) FA Premier League Football Player of the Month Winners, Premiershiplatest.com.
  68. ^ (EN) Tottenham 2-1 Man City, BBC Sport.
  69. ^ (EN) KEANE COMMITMENT, tottenhamhotspur.com.
  70. ^ (EN) ROBBIE JOINS 100 CLUB, tottenhamhotspur.com.
  71. ^ (EN) Robbie Keane factfile, Independent.ie.
  72. ^ (EN) ROBBIE'S NO 1 IN '07!, tottenhamhotspur.com.
  73. ^ (EN) Tottenham 2-0 Sunderland, BBC Sport.
  74. ^ (EN) Tottenham 2-1 Chelsea, BBC Sport.
  75. ^ (EN) Tottenham 1-1 Middlesbrough, BBC Sport.
  76. ^ (EN) Trapattoni-Keane marriage a match made in heaven, Independent.ie.
  77. ^ (EN) Liverpool's Keane bid encounters difficulties, guardian.co.uk.
  78. ^ (EN) Tottenham submit Berbatov dossier, BBC Sport.
  79. ^ a b (EN) Keane fulfils his Liverpool dream, guardian.co.uk.
  80. ^ (EN) Robbie Keane joins Liverpool in £20m deal, timesonline.co.uk.
  81. ^ (EN) Robbie Keane's Biography, tottenhamhotspur.com.
  82. ^ (EN) Liverpool face battle for Keane, BBC Sport.
  83. ^ (EN) Keane to Liverpool, tottenhamhotspur.com.
  84. ^ UFFICIALE: Keane al Liverpool, TMW.com.
  85. ^ (EN) KEANE SIGNS FOUR-YEAR ANFIELD DEAL, liverpoolfc.itv.
  86. ^ (EN) Liverpool complete Keane transfer, BBC Sport.
  87. ^ (EN) Levy vents anger after 'enforced' £19m sale of Keane, Independent.co.uk.
  88. ^ (EN) Robbie Keane joins Liverpool in £20m deal, Timesonline.co.uk.
  89. ^ (EN) Robbie Keane takes famous N° 7 shirt at Liverpool, timesonline.co.uk.
  90. ^ (EN) ROBBIE KEANE: THE FIRST INTERVIEW, liverpoolfc.tv.
  91. ^ (EN) Liverpool 3-1 PSV, BBC Sport.
  92. ^ (EN) Liverpool fans can get used to seeing my goal celebrations, mirror.co.uk.
  93. ^ (EN) Robbie Keane description, 27a.co.uk.
  94. ^ (EN) Atletico Madrid 1-1 Liverpool, BBC Sport.
  95. ^ (EN) Liverpool 3-0 West Brom, BBC Sport.
  96. ^ (EN) Keane strikes at the double to return Benitez's men to top spot, Dailymail.co.uk.
  97. ^ (EN) Liverpool pay for lack of killer instinct, Timesonline.co.uk.
  98. ^ (EN) Liverpool 3-0 Bolton, BBC Sport.
  99. ^ (EN) Liverpool's Benitez Defends Decision To Bench Robbie Keane, Goal.com.
  100. ^ (EN) Robbie returns, Tottenhamhotspur.com.
  101. ^ (EN) Liverpool agree to sell Keane to Spurs, Liverpoolfc.tv.
  102. ^ a b c (EN) Kop flop Keane latest victim of striker-shy Benitez, Setanta.com.
  103. ^ a b c (EN) Keane the victim as Benítez battles for control of transfer policy at Liverpool, Guardian.co.uk.
  104. ^ a b (EN) Liverpool Pay the Cost for Benitez Being Too Keane, EPLtalk.com.
  105. ^ (EN) Robbie Keane's Liverpool future uncertain after Anfield no-show, Telegraph.co.uk.
  106. ^ Liverpool, Benitez: "Keane non si è ambientato", TMW.com.
  107. ^ (EN) Rafael Benitez: Robbie Keane is running out of time, Timesonline.co.uk.
  108. ^ a b (EN) Robbie Keane leaves Liverpool, OurKop.com.
  109. ^ (EN) An open letter to Robbie Keane, Thisisanfield.com.
  110. ^ (EN) Keane poised for fresh chance, FIFA.com.
  111. ^ (EN) Peter Crouch To Robbie Keane: Rafa Benitez Killed My Liverpool Career As Well, Goal.com.
  112. ^ (EN) Juande Ramos and Rafa Benitez Were Both Wrong About Robbie Keane, EPLtalk.com.
  113. ^ (EN) Keane is a real leader, says Redknapp, Guardian.co.uk.
  114. ^ a b c (EN) Redknapp delight as £16m Keane makes Spurs return, guardian.co.uk.
  115. ^ (EN) Robbie Keane eager to make up for lost time and win back the Tottenham Hotspur fans, timesonline.co.uk.
  116. ^ (EN) Transfer deadline day as it happened, BBC Sport.
  117. ^ (EN) Keane seals £12m Tottenham return, BBC Sport.
  118. ^ (EN) Keane given Tottenham captaincy, BBC Sport.
  119. ^ (EN) Tottenham 0-0 Arsenal, BBC Sport.
  120. ^ (EN) Tottenham 4-0 Middlesbrough, BBC Sport.
  121. ^ (EN) Sunderland 1-1 Tottenham, BBC Sport.
  122. ^ a b (EN) Keane hits right note to rescue Spurs, Independent.ie.
  123. ^ a b (EN) Robbie Keane’s love affair with Spurs continues, Telegraph.co.uk.
  124. ^ a b (EN) Liverpool 3-1 Tottenham, BBC Sport.
  125. ^ (EN) Robbie Keane profile, soccernet.espn.go.com.
  126. ^ (EN) Keane Takes Robinho's Spot in Top 23 of Forwards, Ftbl.com.
  127. ^ (EN) Robbie Keane strikes twice as Spurs beat Hull to win Asia Trophy, Guardian.co.uk.
  128. ^ (EN) Live Text - Premier League, BBC Sport.
  129. ^ (EN) Tottenham 2-1 Liverpool, BBC Sport.
  130. ^ (EN) Hull 1-5 Tottenham, BBC Sport.
  131. ^ (EN) Midfield role for Keane, Skysports.com.
  132. ^ (EN) Harry Redknapp Deploys Tottenham Skipper Robbie Keane In Midfield, Goal.com.
  133. ^ (EN) Tottenham 5-0 Burnley, BBC Sport.
  134. ^ (EN) Tottenham's Robbie Keane hands Burnley a masterclass in five-goal thriller, Guardian.co.uk.
  135. ^ (EN) Tottenham 5, Burnley 0, Newsoftheworld.co.uk.
  136. ^ (EN) Keano's four-midable!, Tottenhamhotspur.com.
  137. ^ (EN) Arsenal 3-0 Tottenham, BBC Sport.
  138. ^ (EN) Tottenham 2-0 Sunderland, BBC Sport.
  139. ^ (EN) Gomes heroics tees up massive win, Tottenhanhotspur.com.
  140. ^ a b (EN) Tottenham striker Robbie Keane joins Celtic, BBC Sport.
  141. ^ Polemiche su Redknapp dopo il prestito di Keane, TMW.com.
  142. ^ Tifosi "Spurs" in PROTESTA contro la cessione di Keane!, Goal.com.
  143. ^ L'attaccante irlandese è stato ceduto al Celtic., la Repubblica.
  144. ^ Keane al Celtic: che polemica!, Corriere dello Sport.
  145. ^ (EN) I want to repay Tottenham's great fans, Dailymail.co.uk.
  146. ^ (EN) 'Spurs fans love Robbie Keane', Channel4.com.
  147. ^ (EN) Robbie Keane eager to make up for lost time and win back the Tottenham Hotspur fans, Timesonline.co.uk.
  148. ^ (EN) Tottenham Player Songs, Topspurs.com.
  149. ^ (EN) Keano to face France, TottenhamHotspur.com.
  150. ^ (EN) Robbie Keane profile, Transfermarkt.co.uk.
  151. ^ (EN) Transfer sensation: Robbie Keane signs for Celtic, CelticFC.net.
  152. ^ (EN) Kilmarnock 1-0 Celtic, RTÉ.ie.
  153. ^ (EN) Dunfermline 2-4 Celtic, RTÉ.ie.
  154. ^ (EN) Aberdeen 4-4 Celtic, RTÉ.ie.
  155. ^ (EN) Maurice Edu hits last-gasp winner as Rangers crush Celtic's title hopes, Guardian.co.uk.
  156. ^ (EN) Kilmarnock 0-3 Celtic, BBC Sport.
  157. ^ (EN) Celtic 3-0 St Johnstone, RTÉ.ie.
  158. ^ (EN) Tony Mowbray Keane on keeping Spurs striker Robbie at Celtic next season, Dailymail.co.uk.
  159. ^ (EN) Tony Mowbray: Robbie Keane may leave Spurs for Celtic permanently, Metro.co.uk.
  160. ^ (EN) Robbie Keane unlikely to stay at Celtic - Tony Mowbray, BBC Sport.
  161. ^ (EN) Defeat dulls Keane joy over player prize, BBC Sport.
  162. ^ (EN) Celtic's Robbie Keane wins SPL player of the month award, The Scotsman.
  163. ^ (EN) Hearts 1-2 Celtic, BBC Sport.
  164. ^ Celtic Lennon rivuole Keane, Calciomercato.com.
  165. ^ (EN) Keane signs, WHUFC.com.
  166. ^ (EN) LA Galaxy Agree to Terms With Ireland International Robbie Keane, lagalaxy.com.
  167. ^ La storia, uefa.com.
  168. ^ a b c d (EN) Republic of Ireland: Squad Profile, Fai.ie.
  169. ^ a b (EN) Robbie Keane - Goals in International Matches, rsssf.com.
  170. ^ (EN) World Cup 2002 Qualifying Group, Irishsoccer.net.
  171. ^ (EN) Germany - Republic of Ireland 1:1 (1:0), Fifa.com.
  172. ^ (EN) Saudi Arabia - Republic of Ireland 0:3 (0:1), Fifa.com.
  173. ^ (EN) Goal.com Profile: Robbie Keane, Goal.com.
  174. ^ (EN) Spain - Republic of Ireland 1:1 a.e.t. (1:1, 1:0), Fifa.com.
  175. ^ (EN) Robbie Keane player stat, FIFA.com.
  176. ^ (EN) Ireland Seniors - UEFA Qualifying 2006/2008, Fai.ie.
  177. ^ (EN) Rep of Ireland 3-0 Sweden, BBC Sport.
  178. ^ a b (EN) Rep of Ireland 5-0 San Marino, BBC Sport.
  179. ^ (EN) Wales 2-2 Republic of Ireland, BBC Sport.
  180. ^ (EN) Rep of Ireland 1-1 Serbia, BBC Sport.
  181. ^ (EN) Republic of Ireland 1-0 Cyprus, BBC Sport.
  182. ^ (EN) Republic of Ireland 2-1 Georgia, BBC Sport.
  183. ^ (EN) Italy 1-1 Republic of Ireland, BBC Sport.
  184. ^ Qualificazioni mondiali: Italia-Irlanda 1-1, TMW.com.
  185. ^ (EN) Cyprus 1-2 Republic of Ireland, BBC Sport.
  186. ^ (EN) France 1-1 Rep of Ire (agg 2-1), BBC Sport.
  187. ^ (EN) France 1-1 Rep of Ireland (Agg 2-1 AET), RTÉ.ie.
  188. ^ Henry dà una mano alla Francia, La Gazzetta dello Sport.
  189. ^ Irlanda contro Fifa su teste serie, Rai.it.
  190. ^ Keane, "Fifa non vuole Irlanda ai Mondiali", Il Corriere della Sera.
  191. ^ (EN) Keane: This is all so seedy, TheSun.co.uk.
  192. ^ Francia-Irlanda: Keane è una furia, divergenza di vedute tra i premier dei due paesi, la Repubblica.
  193. ^ (EN) Keane questions motivations of Platini & Blatter, RTÉ.ie.
  194. ^ (EN) Keane's seeds of anger, Herald.ie.
  195. ^ Keane: «Blatter e Platini adesso saranno felici», Tuttosport.
  196. ^ (EN) Keane 'devastated' by defeat, BBC Sport.
  197. ^ (EN) Argentina impress 100-cap Republic skipper Robbie Keane, BBC Sport.
  198. ^ I convocati da Trapattoni per Euro 2012 uefa.com
  199. ^ (EN) Keane enters record books to see Ireland home, Telegraph.co.uk.
  200. ^ (EN) Keane sets new standards, Uefa.com.
  201. ^ a b c Regular season+Play-off
  202. ^ (EN) Robbie Keane Trivia and Quotes, TV.com.
  203. ^ (EN) Jason Byrne Factfile, Independent.ie.
  204. ^ (EN) Robbie Keane profile, Celebopedia.net.
  205. ^ (EN) All-star wedding for captain Keane, Guardian.co.uk.
  206. ^ (EN) Baby joy for Robbie & Claudine Keane, RTÉ.ie.
  207. ^ (EN) Keane fuels Celtic transfer talk, BBC Sport.
  208. ^ (EN) Robbie Keane: Joining Liverpool FC is perfect gift, Liverpooldailypost.co.uk.
  209. ^ a b (EN) Robbie Keane Q & A, Fai.ie.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Patrick West, Beating Them at Their Own Game: How the Irish Conquered English Soccer, Liberties Press, 2006, ISBN 978-1-905483-10-5.
  • (EN) Andrew Sleight, Robbie Keane: The Biography, John Blake Publishing Ltd, 2007, ISBN 978-1-84454-332-8.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 43768139 LCCN: n2008013803